Loading

The New Alison App has just launched Download Now

I Fondamentali della cromatografia

In questo corso gratuito online imparate le interazioni e le soluzioni coinvolte nei fondamenti della cromatografia.

Insegnamento & Academica
Gratuito
La cromatografia è una tecnica che permette agli scienziati di separare molecole di interesse da una miscela grezza. In questo corso completo gratuito online, imparerai la definizione di cromatografia a scambio di cationi, interazioni di colonne, interazioni idrofobiche e le tecniche per l'utilizzo di vari strumenti cromatografici.
  • Durata

    1.5-3 Oras
  • Certificazione

    Yes
  • Responsive

    Yes
  • Publisher

    NPTEL
  • Accreditation

    CPD

Descrizione

Modules

Risultato

Certificazione

View course modules

Description

Quando si studiano i fondali della cromatografia, si esplorerà il fatto che si tratta di una tecnica che permette agli scienziati di separare molecole di interesse da una miscela grezza. Lo scopo della cromatografia è quello di separare una miscela complessa in singoli componenti che sfruttano l'effetto di partizione che distribuisce le molecole in diverse fasi, si discuterà anche. Scoprirete che nella cromatografia a scambio di cazione la matric ha un gruppo funzionale imputato negativamente con un'affinità verso molecole cariche positivamente. Sarete introdotti al concetto di cromatografia interazione idrofobica (HIC), che sfrutta la capacità di forti interazioni tra il gruppo idrofobico collegato alla matrice e le patch idrofobiche presenti su un'analita come una proteina. Imparerai che in presenza di una quantità elevata di sale, la molecola d'acqua che scherza le catene laterali proteiche, sono sfollate completamente con un'esposizione di macchie idrofobiche sulla superficie proteica per indurre precipitazioni proteiche o una riduzione della solubilità proteica. Scoprirete che l'aggiunta di una bassa quantità di sale alla soluzione proteica determina lo spostamento di molecole d'acqua disossate con un aumento della solubilità proteica. Le dimostrazioni, i problemi, gli esempi e le domande di valutazione in questo corso di video - based, sono progettati per fornirti una fondazione completa in cromatografia.

Il materiale ti introduce ai meccanismi di separazione in cromatografia e alle diverse proprietà fisiche che possono essere utilizzate per separare le molecole. Poi saranno discusse le proteine, che hanno una solubilità minima nelle soluzioni con un pH che corrisponde al loro Pi e spesso precipitano fuori soluzione. Esplorerai il fatto che il peso molecolare e la grandezza di una proteina sono legati alla forma della molecola e al rapporto tra il suo peso molecolare e il raggio di gesso. Scoprirete il fatto che il tempo di conservazione si riferisce al tempo necessario per un analita per uscire dalla colonna. Si chiarirà che le due principali forme di cromatografia sono la cromatografia e la cromatografia ad adsorbimento. Scoprirete che nella cromatografia a colonna, una fase stazionaria è riempita in un tubo cilindrico composto da vetro o acciaio. Imparerai anche che la trama del volume di eluzione, insieme all'assorbanza, è nota come cromatogramma. Scoprirete che il termine risoluzione, si riferisce alla capacità di una colonna cromatografica di separare due picchi analcolici l'uno dall'altro.

Prossimo, si imparerà che per lo strumento FPLC (fast protein liquid chromatography) le colonne di plastica sono le più appropriate da utilizzare, mentre per lo strumento HPLC (ad alte prestazioni) le colonne inossidabili sono le più appropriate da utilizzare. Guadagnerai intuito nel fatto che la dimensione del loop dipende da quanta proteina si desidera iniettare e dalla capacità della colonna. Scoprirete poi che le quattro proprietà di una molecola proteica sono la carica, la superficie, l'affinità e la sua idrofobicità. Ti verrà insegnato che le diverse tecniche di cromatografia che puoi utilizzare per sfruttare le proprietà di una molecola proteica sono cromatografia a scambio ionico (IEX), HIC, cromatografia di filtrazione in gel e cromatografia ad affinità. Scoprirete che quando si preparano le perline di matrice per la cromatografia, il primo passo è quello di sgonfiare il mezzo, seguito dalla rimozione di particelle molto piccole e l'ultimo passo è l'equilibratura con le controioni. Infine, si studieranno le tecniche di cromatografia, le connessioni delle colonne, i buffer di cazione cromatografici e i metodi di analisi degli eluenti. Questo corso sarà di interesse per gli studenti delle biotecnologie, o per quei professionisti in biotecnologie sperimentali che vogliono huna la loro conoscenza tecnica.

Start Course Now

Careers