Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Porous-Fibrous Sound Assorbbers

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Video 2

Benvenuti alla lezione 16, questa è la nostra quarta settimana e continueremo la nostra discussione su Porous Fibrous Sound Assorbbers. Così, ultima classe abbiamo studiato cosa sono i fibrosi porosi che sono costituiti sia da una fase solida che da una fase d'aria e dalla varie forma di meccanismo di dissipazione per questo materiale fibroso poroso.
(Riferimento Slide Time: 00.45)

E oggi ne discuteremo; quali sono i fattori che influiscono sul coefficiente di assorbimento del suono di questo materiale poroso e come essi influiscono sul coefficiente di assorbimento del suono, che sarà seguito da quelle che sono le varie proprietà fisiche di un materiale poroso che lo rende un fonoassorbitore migliore.
E termineremo con una discussione sui vari vantaggi e limiti dell'utilizzo di questi assorbenti sonori porosi.

(Riferimento Slide Time: 01.12)

Quindi, per brillare rapidamente, ora quali sono i fattori che influenzano. Quindi, i fattori che influenzano il poroso suono il coefficiente di assorbimento acustico che abbiamo discusso nella nostra ultima classe. Così, abbiamo brevemente accennato qui, avevo brevemente accennato che, il coefficiente di assorbimento del suono è una funzione del materiale che stiamo utilizzando, quindi, qual è il tipo di materiale o la sua composizione allora qual è la frequenza di incidente, lo spessore del materiale, la finitura superficiale e qual è il metodo di montaggio o le condizioni limite disponibili.
Quindi, discuteremo questi fattori uno per uno su come influenzano il valore α di un assorbitore del suono poroso. Quindi, discutiamo di cosa è l'effetto della frequenza.

(Riferimento Slide Time: 01.57)

Così, come si sa che, quando l'onda sonora è incidente su uno strato di materiale; allora deve passare attraverso il materiale e si impegna molto deve passare attraverso tantissimi twisti e giri e questi pori e aperture e perdite viscose e altre perdite di questo tipo si svolgono e la maggior parte dell'energia si perde mentre si raggiunge l'altra estremità del materiale e si trasmette.
Quindi, se aumentiamo la profondità del materiale; poi ovviamente, più la stessa onda sonora dovrà passare attraverso più profondità e quindi, avranno luogo più perdite, perché tutto dipenderà da quanto tempo passa attraverso il materiale o attraverso quella che è la lunghezza efficace attraverso la quale passa.
Se un'onda sonora per esempio ora, se un'onda sonora ha alta frequenza; così le onde sonore ad alta frequenza allora la loro lunghezza d'onda sarà piccola. Quindi, il che significa che, per una piccola lunghezza d'onda suona l'efficace; quindi se abbiamo lo stesso materiale di spessore. Quindi, abbiamo due materiali di uno stesso spessore e un suono ad alta frequenza è incidente su di loro; poi la lunghezza d'onda efficace è piccola. Quindi, quella stessa lunghezza d'onda che significa che, rispetto alla lunghezza d'onda la profondità del mezzo è piuttosto grande. Quindi, l'onda sonora deve passare attraverso una profondità molto più ampia e quindi si avranno maggiori perdite.
Mentre, con lo stesso spessore del materiale, se la frequenza di incidente è bassa; così la lunghezza d'onda corrispondente sarà grande. Così, come si aumenta la lunghezza d'onda del materiale; questo dato che diminuite la frequenza, si aumenta la lunghezza d'onda e come

aumenta la lunghezza d'onda, la profondità effettiva del materiale sembra essere più piccola e più piccola e l'onda può passare rapidamente senza passare attraverso alcune perdite efficaci.
E supponiamo di avere una lunghezza d'onda molto alta, diciamo 10 hertz o 20 hertz e la lunghezza d'onda potrebbe essere di 34 metri per quella; per un'onda di 10 hertz, la lunghezza d'onda sarà di 34 metri e ci siamo solo lasciati dire uno spessore di 10 centimetri. Quindi, è effettivamente una porzione molto piccola di un ciclo di onda completo. Quindi, efficace per quella particolare onda questo materiale sembra essere molto sottile e può passare facilmente senza passare attraverso perdite sufficienti.
E se abbiamo una frequenza elevata, diciamo 10000 hertz; poi quella stessa cosa 10000 hertz che significa che sarà di 0,034 o è di 34 centimetri e poi abbiamo qualche centimetro di materiale. Quindi, per quel particolare spessore materiale occuperà ora una porzione maggiore e poi la stessa onda sonora deve passare attraverso un'efficace molto più profondità. Ed è per questo che quando la frequenza è alta, l'assorbimento è di più; perché l'onda sonora ha la profondità effettiva diventa più rispetto alla lunghezza d'onda del suono e viceversa.
(Riferimento Slide Time: 05.00)

Ecco, questo è un grafico che mostra la variazione del coefficiente di assorbimento del suono con frequenza. Così, questo è stato tratto da uno dei miei precedenti lavori di ricerca e la fonte è riportata qui per la carta. Qui avevamo confrontato il coefficiente di assorbimento del suono di diverso tipo di materiali con frequenza. Così, potete vedere l'effetto sia del materiale che della frequenza in questo.

Quindi, come potete vedere se il materiale è diverso, alcuni materiali possono essere un assorbitore migliore e alcuni materiali possono essere comparativamente meno assorbenti. Quindi, il grafico per i diversi materiali è diverso; ma un andamento costante si osserva in tutta la totalità dei materiali è che, man mano che si aumenta la frequenza aumenta il coefficiente di assorbimento. Così, come aumenta la frequenza, α aumenta; questo è lo schema generale che si osserva e il ragionamento per questo vi ho già accennato.
(Riferimento Slide Time: 05.58)

Ora, vediamo qual è l'effetto dello spessore del materiale di assorbimento. Quindi, lo stesso ragionamento che ho dato per la frequenza può essere applicato a questo spessore materiale. Quindi, se abbiamo un certo materiale con un certo spessore. Così, come si aumenta lo spessore del materiale; il che significa che, la stessa onda sonora dovrà passare attraverso una distanza molto più ampia. E quindi, mentre continua a passare attraverso il materiale, le perdite continuano ad aumentare e ad aumentare; ma c'è ovviamente, un valore limitante a questo, al di là di una certa gamma non può assorbire di più.
Così, dato che il valore di α si avvicina al 0,9 in generale, poi dopo che più assorbimento non avviene. Quindi, in modo efficace quello che succede è, se si vede questo grafico qui; poi si ha questo materiale originale qui che è di 2,5 centimetri, poi ne aumenta lo spessore.
Quando si vede, improvvisamente il valore α è aumentato; ma dopo aver raggiunto un certo valore limitante diventa una curva liscia.

Analogamente qui α aumenta oltre e dopo che raggiunge un valore costante. Quindi, lo schema osservato qui è che, come lo spessore è aumentato, α aumenta fino ad un certo valore limitante dopo il quale la curva diventa costante, approssimativamente costante con frequenza. Quindi, questo è lo schema osservato.
(Riferimento Slide Time: 07.43)

Poi qual è l'effetto della finitura superficiale. Diciamo che abbiamo un materiale di assorbente del suono poroso e dipingiamo l'intera superficie o ne lucidiamo la superficie; oppure se aumentiamo la finitura superficiale, la facciamo più liscia, lo dipingiamo o lo leggiamo attraverso qualche altro mezzo.
Poi questo significherà che, in quel processo la maggior parte dei pori e le aperture che si bloccheranno. Stiamo smoothendo la superficie che significa; stiamo bloccando i pori, abbiamo dipinto i pori e stiamo bloccando i pori. Erano i pori a dare questa rugosità al materiale. Quindi, in quel caso quando i pori si bloccavano, quindi cosa accadrà? Le onde sonore non saranno in grado di entrare correttamente. Quindi, i riflessi sarebbero di più. Quindi, i criteri per un assorbitore del suono un assorbitore del suono poroso era che, dovrebbe essere in grado di permettere alla maggior parte dell'energia sonora di inserirlo all'interno, in modo che possa essere dissipato.
Ma ora a causa di dipingere quella superficie, si sta comportando più come una superficie riflettente dura e l'onda sonora non è nemmeno in grado di entrare e si riflette indietro. Così, un valore α si riduce drasticamente. Quindi, questo è l'effetto della finitura superficiale. Quindi, se date un'occhiata qui. Quindi, come te, quindi quello che succede è che; quando dipingi la superficie, riduce drasticamente il suono

coefficiente di assorbimento. Perché? Perché ora le onde sonore non sarebbero in grado di entrare nel materiale facilmente e quindi, tale pratica non è seguita.
Quindi, ogni volta che il controllo del rumore viene fatto usando questo tipo di materiale, allora questi tipi di materiali non sono verniciati o sfumati; viene utilizzato nella sua forma grezza, perché altrimenti si perderà lo scopo di utilizzare questo materiale, se dipingete questo particolare materiale.
(Riferimento Slide Time: 09.31)

Così, nell'ultima classe ti avevo dato un tipico trattamento di assorbimento del suono in cui abbiamo un assorbitore, posizionare una sottile membrana sulla parte superiore di esso e poi appoggiare il materiale sul retro.
E lo scopo era che questo è un film sottile e trasparente in modo acustico, quindi non dovrebbe essere in grado di bloccare qualsiasi onda sonora; l'onda sonora dovrebbe solo passare. L'unico scopo di questo particolare film è quello di proteggere le aperture e i pori; perché come onda sonora, supponiamo di aver installato un particolare assorbitore in un impianto di fabbricazione o in qualsiasi edificio.
Quindi, con il tempo perché l'onda sonora continua a passare attraverso questi materiali, può essere bloccata all'interno dei pori o delle fibre; e sempre più polvere può essere raccolta.
Quindi, se si vede ad esempio, diciamo per esempio, vi prenderò un refrigeratore comune del deserto; ha ottenuto uno strato di materiale fibroso alla schiena, ma che deve essere sempre pulito, essiccato e rimesso. Perché quello strato di materiale fibroso alla schiena viene contaminato, perché in quel refrigeratore del deserto abbiamo un flusso d'aria costante, è un refrigeratore. Così, quando l'aria scorre così ovviamente, i contaminanti che sono presenti all'interno dell'aria se si tratta di particelle di polvere o di fumo, passeranno anche attraverso e nel lungo periodo si contamineranno e si bloccherà. Quindi, il materiale diventerà sporco e le prestazioni si ridurranno.
Allo stesso modo, la stessa cosa accadrà con un supporto fonoassorbente con il lungo utilizzo o un utilizzo continuo; i contaminanti presenti all'interno delle particelle d'aria come la polvere e il fumo possono bloccare questi pori ed è per questo che si aggiunge qualche strato protettivo nella parte superiore e un supporto viene dato alla schiena per minimizzare ulteriormente la trasmissione.
Quindi, perché gli assorbitori non lo bloccano, permettono ai suoni di passare e qualche energia viene dissipata e qualunque sia la trasmissione può poi essere ulteriormente riflessa per una maggiore dissipazione e nel complesso la trasmissione può essere molto bassa. Quindi, si tratta di un tipico trattamento assorbente.
(Riferimento Slide Time: 11.42)

Quindi, il modo in cui viene fatto questo trattamento è stato rilevato che, se si ha lo stesso materiale e se si introduce qualche piccolo vuoto d'aria tra questo trattamento. Quindi, questo è stato il trattamento originale e poi viene introdotto un piccolo gap di aria tra l'assorbitore e il duro appoggio.
Quindi, questo è bondato questo è bonato - non disossato.

(Riferimento Slide Time: 12.06)

Allo stesso modo possiamo avere un trattamento senza bonus e un trattamento senza bonus.
Quindi, l'unica differenza qui è che, nel complesso lo spessore del materiale è lo stesso; si aggiunge solo una piccola quantità di vuoto d'aria tra la, tra la membrana e l'assorbitore o tra l'assorbitore e l'appoggio duro.
(Riferimento Slide Time: 12.29)

Quindi, quando questo accade o si introduce un vuoto d'aria, allora questo è il tipo di grafico che otteniamo. Quindi, la cosa notevole è stata osservata è che, anche introducendo un piccolo gap d'aria può portare ad alcune modifiche del valore α. Ecco, questo vi mostrerò alcuni schemi di quello che succede. Così, aveva avuto un materiale che è un; il materiale era un composito di fibra di vetro di 25 millimetri. Quindi, questo è senza alcun vuoto d'aria, questo è bondato - bonded; quindi abbiamo un materiale seguito da qualche muro duro. Questo è il materiale seguito da un vuoto d'aria tra il materiale e il muro. Quindi, è bonificato - non delimitato, visto che è stato messo un vuoto d'aria da 10 centimetro.
Poi improvvisamente quello che si osserva è che, questo assorbimento a bassa frequenza è migliorato. Quindi, una limitazione comune di tutti questi materiali porosi; quando attraversiamo questi grafici qui.
Quindi, qualunque sia il grafico che abbiamo studiato, che si tratti di questo grafico o se si tratta di questo grafico.
Quindi, questo grafico o questo grafico; se seguite questi due grafici vedete che, l'assorbimento a bassa frequenza è sempre molto minore e si esibisce solo meglio oltre 500 o 1000 hertz.
Ma se introduciamo il gap dell'aria vediamo poi che questo assorbimento a bassa frequenza può essere potenziato; ma la magnitudo di assorbimento complessiva in alto riduce. Così, questo diventa una forma più ampia di assorbimento sia a basse che alte frequenze.
(Riferimento Slide Time: 14.03)

Poi questo è il, questi dati sono stati tratti da un esperimento condotto in Purdue University, la fonte di questo è fornita qui. Così, qui i quattro diversi trattamenti sono stati provati per una spessa schiuma. Quindi, è stato utilizzato un materiale di schiuma da 25 millimetri e il divario aereo introdotto in ogni caso è stato di 1 millimetri.
Quindi, se vedete qui, se 25 millimetri è lo spessore e abbiamo introdotto appena 1 millimetro uno scarto; poi lo spessore può aumentare a soli 26 o 27 millimetri. In quel caso, solo aumentando lo spessore complessivo complessivo del trattamento introducendo un piccolissimo gap di aria, i valori di α possono essere modificati notevolmente.

Quindi, qui si vede che questo è il caso di un bonded - bonded, poi questo è per bonded non bonded, questo è per bonded - illimitati, e questo è per un caso non bonificato. Quindi, lo schema complessivo di nuovo che osserviamo è che, l'assorbimento a bassa frequenza è aumentato usando il gap dell'aria sia da questi grafici che vediamo qui.
(Riferimento Slide Time: 15.15)

Così, sintetizzare l'aria gap può potenziare l'assorbimento a bassa frequenza di un materiale poroso; ma potrebbe finire per diminuire la magnitudo di assorbimento anche altrove a seconda di ciò che è la larghezza del gap dell'aria.
Se c'è un grande vuoto d'aria, allora ci sarà una grande diminuzione della magnitudo; se c'è un piccolo gap, potrebbero non essere significativi diminuiti di magnitudo e così via. Quindi, a seconda di quando e dove e quale spessore di gap dell'aria si applica; la magnitudo complessiva può aumentare e diminuire, ma in generale l'assorbimento a bassa frequenza può essere leggermente potenziato mettendo in luce un vuoto d'aria tra il materiale e l'appoggio.

(Riferimento Slide Time: 15.58)

Così, ora che abbiamo studiato queste proprietà e quali sono le modalità di questi effetti il valore α.
Così, all'inizio stesso vi avevo detto che, il valore α dipende anche dal tipo di materiale che usiamo. Così, come è fatta di quello che la composizione stava usando. Allora, quali sono queste caratteristiche materiali che lo rendono un buon assorbitore? Oppure, quali sono le proprietà fisiche che rendono un materiale un buon assorbitore? Per studiarlo, verrò a discutere di un nuovo argomento che viene chiamato come una proprietà fisica macroscopica. Ecco, queste sono quelle proprietà fisiche che insieme determinano se il materiale sarà un buon assorbitore o meno.
Quindi, quali sono quelle varie proprietà fisiche; queste sono le proprietà che determinano quello che dovrebbe essere il valore α di un materiale. Quindi, sono resistività di flusso, porosità, tortuosità pore, modulo sfuso del fluido e il modulo sfuso della cornice. Così, studieremo le definizioni di questi uno per uno; non andrò ad un dettaglio in profondità su come queste proprietà effettivamente influiscono sul valore α, questo è solo per una conoscenza generale che ci sono determinate proprietà che in realtà insieme stabiliscono se un materiale sarà un buon assorbitore o meno.
(Riferimento Slide Time: 17.25)

Quindi, la prima proprietà è la resistività di flusso che è denotata da questo simbolo R qui. Quindi, dal nome stesso si può indovinare questa è la resistenza offerta da un materiale al flusso fluido allo stato stazionario attraverso un materiale poroso. Quindi, qual è la resistenza che il materiale sta offrendo al flusso di stato costante di fluido attraverso di esso, un flusso di stato costante di acqua o un flusso costante di aria?
Questo è dato da questa espressione qui. Quindi,

R =
Noccip Ut

Qui R è la resistività fluida che viene misurata da questa particolare unità, la vibrazione è la pressione sonora differenziale su tutto il mezzo poroso, U è la velocità media di flusso allo stato stazionario del fluido che scorre attraverso il materiale e lo spessore t è lo spessore del materiale poroso. Quindi, questa è la definizione totale della resistività di flusso. Quindi, se la si vede in termini di analogia elettrica, allora la resistenza di una resistenza è data dalla tensione divisa per corrente. E in termini di acustica abbiamo studiato un termine simile chiamato impedenza, che è come una resistenza complessa e che è stato dato anche dalla differenza di pressione o dalla pressione divisa per velocità.
Quindi, la stessa cosa è stata applicata qui, abbiamo questa differenza di pressione netta di pressione che agisce come la tensione e qual è la velocità media che è la corrente che scorre e questo ci dà la resistenza al flusso; e lo spessore t si moltiplica, perché dipende dallo spessore anche del materiale.

(Riferimento Slide Time: 18.58)

Ora, i valori tipici della resistività di flusso sono riportati qui, questo è per la maggior parte di questo copre la maggior parte dei materiali fibrosi porosi in questa particolare gamma di densità.
Quindi, se si supponga che la R sia troppo bassa, ora la resistenza al flusso è troppo bassa il che significa che; questo materiale permetterà a tutti i suoni di passare e non ci sarà alcuna resistenza all'interno del materiale. Quindi, sia la perdita viscosa, la perdita viscosa o qualsiasi altra forma di perdita saranno meno. Quindi, se troppo bassa R significa che le perdite viscose saranno basse; quindi ovviamente la dissipazione sarà minore e la trasmissione sarà di più. Quindi, la maggior parte del suono scorre solo attraverso senza alcuna resistenza. Quindi, la riflessione è ovviamente meno; ma la trasmissione è più e dissipata.
Quindi, complessivamente la dissipazione all'interno del materiale è minore. Ma se hai un valore troppo alto di R; che cosa significa che, ora diventa come una superficie riflettente dura, non permette nemmeno che le onde passino. Quindi, qui la riflessione sarà di più. Quindi, di solito si desidera un valore mid, in modo che le onde sonore possano scorrere; ma vengono anche dissipate.
(Riferimento Slide Time: 20.19)

La seconda proprietà è chiamata come la porosità che è denotata da questo simbolo qui.
A volte anche una porosità è denotata dal simbolo σ; quando studieremo una forma diversa di assorbitore, utilizzeremo anche questo σ. Quindi, è la porosità è definita come quello che è il rapporto dei pori, qual è il rapporto tra il volume dei pori disponibili diviso per il volume del materiale stesso.
Ecco quindi Vp Vm che è il volume totale dei pori accessibili alle onde sonore per il volume totale del materiale. Così, per un mezzo fibroso questa espressione esce fuori per essere questa; che è:

ε = 1 − Ms VsρF

Quindi, potete facilmente lavorarlo da questo anche. Così, questo diventa il volume dell'aria o i pori in volume del materiale, che sarà il volume dei pori saranno semplicemente il volume. Quindi, per il mezzo fibroso questo diventa il volume del materiale totale.
Ecco allora come abbiamo ottenuto questa espressione; questo è semplicemente vedere volume occupato dal materiale totale meno il volume occupato dalla fibra. Questo vi darà quello che è; la differenza tra i due vi darà qual è il volume dei pori divisi per il volume del materiale, quindi:

ε = Vmaterial − Vfibi Vmaterial

Quindi, quello che otteniamo è:

ε = 1 − Vfibi Vmateriale

E questo si trova come. Quindi, il volume occupato dalle fibre è semplicemente la massa dal volume del campione.
Quindi, questo è il volume occupato dalla fibra dispiaciuta. Quindi, il volume occupato dalla fibra diventa questa particolare quantità qui. Quindi: ε = 1 −

Msample Vsample × ρFiber

Quindi, nel complesso questa è l'espressione che stiamo ottenendo. Quindi, la derivazione è; ovviamente, non all'interno del corso; ma è bene sapere come è venuta questa espressione.
(Riferimento Slide Time: 22.43)

Quindi, la porosità è definita e di nuovo come migliora la porosità, il valore di assorbimento del materiale sta andando a migliorare; ma proprio come nella resistività di flusso, ci sarà ovviamente qualche valore di fascia medio.

Troppo poca porosità significa che il materiale è quasi solido. Quindi, non sarebbe un buon assorbitore, sarà piuttosto un buon riflettore; ma a porosità più alta significa che, ora la struttura è troppo debole e non può essere nemmeno utilizzata. E ovviamente una porosità equivale a 1 mezzi; non c'è un mezzo solido, è solo aria. Quindi, deve essere un valore di fascia medio; ma di solito valore superiore, quindi la porosità è preferita. Quindi, le porosità accettabili tipiche sono fino a 0,85 o più; e come in generale come ε aumenta, α aumenta anche in generale. Quindi, ad alta velocità alto valore di porosità è desiderato ok.
La terza proprietà qui è la tortuosità che significa che, qual è la deviazione dei pori da un percorso lineare. Così, possiamo avere un materiale qui e questo può essere un poro o un'apertura con il percorso dritto o possiamo avere un materiale qui e lo stesso poro è tutto storto e passa attraverso un girone molto affilato. Così, come si sa che più è una tortuosità che significa che, prima di tutto l'onda sonora è andata a passare per una lunghezza maggiore rispetto allo spessore del materiale. Così, come aumenta la tortuosità che vedete qui; questa lunghezza, questa lunghezza di percorso per l'onda sonora si accelera.
Quindi, il che significa che, e la resistenza viscosa dipende dalla lunghezza che il fluido deve coprire. Così, dato che la lunghezza è in aumento, la viscosità aumenterà ovviamente. Quindi, le perdite viscose saranno di più; più lungo sarà il percorso che deve percorrere, più saranno le perdite viscere. Quindi, le perdite viscerose vanno ad aumentare e le scarsi aumenteranno anche, a causa delle pieghe e dei giri affilati. Quindi, nel complesso man mano che si aumenta la tortuosità, ci sarà più dissipazione e quindi, un valore di α sarà elevato; la gamma tipica di tortuosità va da 1 a 10.

(Riferimento Slide Time: 24:56)

Quindi, allora abbiamo gli ultimi due parametri sono la modulistica sfusa di aria, ovvero la resistenza alla compressione dell'aria e il modulo sfuso del materiale che è la resistenza alla compressione della cornice solida.
(Riferimento Slide Time: 25:05)

E queste sono le espressioni per questo; la resistenza alla compressione per l'aria e la cornice.
Quindi, studieremo insieme le loro proprietà.

(Riferimento Slide Time: 25:19)

Quindi, se supponiamo che il modulo sfuso del materiale sia molto più grande del modulo sfuso del mezzo d'aria.
Quindi, in quel caso quello che significa è che; in questo significa che quando l'aria passa, allora il materiale sarà quasi molto rigido, non vibrerebbe, non comprenderebbe o si espanderebbe. Non ci sarà risposta alle onde acustiche che scorrono. E perché il materiale non vi risponderà che significa che; le perdite dovute all'attrito delle fibre che si strofinano insieme non accadranno. Quindi, non ci sarà alcuna perdita a causa dell'attrito, non ci sarà anche alcuna perdita a causa di qualsiasi altra compressione ed espansione del materiale.
Ma se il, così in quel caso il coefficiente di assorbimento sarà basso; perché dove non ci sarebbero perdite di attrito. Se il modulo sfuso di materiale diventa molto piccolo rispetto all'aria; così ora, non offre affatto alcuna resistenza. Così, il modo in cui scorrono le onde sonore, sta seguendo lo stesso schema. Quindi, è un dato efficace sono le onde acustiche o le onde sonore che scorrono attraverso il mezzo d'aria che guida anche il materiale. Pertanto, in tal caso, le perdite frizionali saranno di più.
Perché ora come il suono vibra e fro, così come il suono vibra a e fro mentre passeggiando attraverso il materiale; il materiale vibra anche per e fro, poi le fibre possono rubarsi l'uno contro l'altro, e si svolgerà un lotto di perdita di attrito. Ma perché non offre alcuna resistenza alla compressione o all'espansione; quindi non ci sarebbe alcuna perdita strutturale di vibrazioni. Così, in questo caso α aumenterà, ma α sarà un valore di fascia medio.

(Riferimento Slide Time: 27:01)

Tuttavia quando entrambi sono dello stesso ordine in quel caso accade entrambi; entrambe le perdite frizionali avvengono così come abbiamo il materiale abbastanza resistente alla compressione e all'espansione. Quindi, resiste a questo e questa perdita a causa delle vibrazioni strutturali viene poi introdotta. Quindi, abbiamo perdite sia frizionali che vibratorie dovute alla struttura, e un valore α in questo caso è molto alto.
(Riferimento Slide Time: 27:33)

Ecco, così, le diverse proprietà macroscopiche che hanno determinato; come il materiale complessivo si comporterà come assorbitore. Quindi, mettiamoci velocemente in vetro a quali sono i vantaggi e i limiti di un assorbitore fibroso poroso. Quindi, prima di tutto ci offre un'ampia gamma di assorbimento ad alta frequenza. Come avete visto da tutti i grafici oltre un certo limite, dove da 500 a 1000 oltre che ogni quasi ammortizzatore il valore raggiunge più di 0.8. Quindi, di solito è un ottimo assorbitore ad una vasta gamma di frequenze elevate.
E poi abbiamo anche la possibilità di utilizzare alcuni materiali in fibra naturale. Ad esempio, possiamo usare materiali come derivati dal coir così possiamo avere una fibra di cocco, derivata da iuta possiamo avere delle fibre di iuta. Quindi, i materiali biodegradabili naturali possono essere utilizzati anche per tale assorbimento. Quindi, la biodegradabilità o l'eco-friendliness è un'opzione e poi a basso costo. Tutti i materiali di cui abbiamo discusso qui non sono molto alti e si trovano facilmente in natura o possono essere facilmente fabbricati e quindi, è una soluzione a basso costo.
(Riferimento Slide Time: 28:42)

Ma i limiti qui sono che, queste soluzioni non sono duraturi; il che significa che qui la performance dipende dal. Sappiamo che le prestazioni dipendono da quanti pori sono esposti; ma con l'utilizzo a lungo termine questi pori possono essere ostruiti da polvere e contaminanti e quindi, l'assorbimento può ridurre. Pertanto, è una soluzione molto poco pulita. Quindi, prima di tutto non è durevole e quindi, necessita di manutenzione e pulizia puntuale. E più over se si utilizza un mezzo così fibroso; così le fibre allentate possono sempre, c'è sempre la possibilità che alcune fibre possano cadere.
Quindi, se viene utilizzato in qualche parte complicata della macchina, allora queste fibre che cadono su un utilizzo a lungo termine possono contaminare o bloccarlo. Quindi, non è una soluzione pulita e soprattutto la loro performance è di solito molto povera a basse frequenze tipicamente sotto i 1000 Hertz. Quindi, questi sono alcuni limiti. Quindi, la prossima serie di ammortizzatori del suono che studieremo, che è un risonatore di Helmholtz o un risonatore di pannelli. Tutto quello che cercheranno di superare la limitazione di questo mezzo fibroso poroso. Così, con questo concludiamo questa particolare lezione e ci vediamo per la prossima lezione.
Grazie.