Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Comfort visivo e acustico

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Collezione – 20Visual and Acoustic ComfortBentornato a questa nuova lezione per il corso online su Architettura Sostenibile.Oggi la lezione di "S" è su Visual e Acoustic Comfort. Quando parliamo diedifici sostenibili e poi gradualmente man mano che ci stiamo muovendo verso gli edifici verdiperché, ci rendiamo conto che gli aspetti ambientali, i parametri ambientali sono quelli piùtangibili e da qui è più facile misurare, monitorare e verificarli e valutare anchele prestazioni di un edificio per quanto riguarda i parametri ambientali.In larga misura ci stiamo concentrando verso le implicazioni energetiche, il comfort termico, come l'edificioesegue per un determinato clima. Tuttavia, c'è un aspetto importante di esso cheè il comfort visivo e acustico che deve essere curato anche quando siamoprogettare edifici e da quando abbiamo iniziato a parlare della sostenibilità negli edifici.Abbiamo discusso che gli esseri umani, gli occupanti, gli utenti sono al centro di questi edificie questi edifici devono essere progettati per gli esseri umani che tengono in menteil comfort di questi occupanti. Quindi, solo il comfort termico non è quello che dovrebbe essereconsiderato o pensato mentre progetta gli edifici, è anche il comfort acustico visivo e.Il comfort acustico e acustico trovano menzione sia nel nostro corso come Nbc che anche nei nostriprogrammi di abilitazione edilizia green i programmi di abilitazione volontaria che sono disponibili. Lasciaci arrivarerapidamente su ognuno di questi e quali sono i concetti correlati e le terminologie chedovremmo guardare.Sono sicuro che la maggior parte di voi ha già subito i corsi sull'illuminazione e l'acustica comeparte del vostro curriculum, se non avete alcuni di questi concetti vengono brevemente introdottiqui, ma non in grande dettaglio. Quindi, passiamo al comfort visivo prima. (Riferirsi Slide Time: 02.35)Quindi, cosa è il comfort visivo e cosa comprende il comfort visivo? Quindi, ci sono molticomponenti ad esso. Il primo che è essenziale per il comfort visivo è la fonte di luce.Quindi, qual è la fonte della luce? L'altro che vi contribuisce è come è distribuito.Così, se è distribuito in modo non uniforme, quindi, in un posto che hai più luce nell'altroposto che hai meno di luce allora questa varia distribuzione provoca fastidio, qual è il tonoe il colore della luce che stiamo usando.Così, le persone precedenti stavano usando candele o fiamme per l'illuminazione degli interni, gradualmente noici siamo spostati su lampadari incandescenti e poi ci siamo trasferiti su luci a tubo e ora siamousando CFL e LED. Dato che la tecnologia ha progredito la qualità della luce è cambiato anche il tono della luce.Così, prima stavamo usando la luce gialla dove il colore della luce era giallo il tonoera tale, e gradualmente ci stiamo spostando verso più luce solare la luce bianca accesache abbiamo ricevuto dal sole diretto. È molto simile a quello che siamo in grado di produrre usando anchela luce artificiale.Quindi, dove c'è un ampio spettro di colori disponibili dove si tratta di una luce bianca o dirisultati combinati in una luce bianca è ciò che un buon colore o tono della luce è. Ovunqueci sia un tono o un colore diverso che c'è alla luce, di solito non è confortantequando si parla di lunghe ore di lavoro. Quindi, supponga che si supponga di lavorare in uno spazio che ha solo luci colorate rosse tutteintorno a te. Non ti sentirai a tuo agio per una lunga seduta in quello spazio. L'ultimo èla sua intensità. Quindi, abbiamo bisogno di intensità sufficienti per svolgere un compito. Ora che variadall'attività allo spazio di attività allo spazio, a seconda dell'attività e dello spazio l'intensitàdeve esserci.Insieme tutti questi 4 parametri definiscono ciò che è il comfort visivo. Il comfort visivo è definitocome la capacità di descrivere perfettamente la luce e comprendere lo spazio come dovrebbe essere percepito ocosì com' è. Quindi, è l'assenza di disagio a causa della sua sorgente, della distribuzione, del tono e del coloree della sua intensità e l'assenza di questo disagio è chiamata come comfort visivo.Così, quando si parla di comfortcomfort visivo, stiamo parlando di 2 aspetti la qualità, oltre che della quantità. Quindi, di questi 4 parametri 2 sono utilizzati per definire la qualitàdi esso.(Vedi Slide Time: 05.44)Primo è il colore della luce come ho appena detto, quel colore di luce definisce come le cose comodamentepossano essere viste nella luce data. Preferibilmente il colore del colore chiaro dovrebbe essere vicino a quello che il coloredella luce solare diretta è il bianco. Dovremmo comprendere tutti i colori ugualmentee dovremmo essere in grado di percepire il colore di qualsiasi oggetto dato come il suo colore originale eecco qual è il rendering del colore. Quindi, qui stiamo guardando la distribuzione della luce ancheche è diretta o diffusa. Ora, supponi di avere una lampada proprio sopra la mia testa, quindi, c'è luce diretta lì. Mentrese ho un caso di luce artificiale che sto dicendo in caso, di una lampadina dove ho un diffusoredove ho un riflettore che lo riflette sul soffitto e poi mi arriva alla luce diffusore,dove non ricevo ombre, non mi sono glando, stessa per l'illuminazione artificiale come naturale. Quindi, che tipo di distribuzione della luce c'è, che sia la diretta o diffusa?In alcune caseasi è richiesta la luce diretta. Per esempio, per un medico che sta eseguendoun'operazione critica nel teatro di operatività, lì potrebbe volerci avere, potremmovolere avere una luce diretta focalizzata sull'area di funzionamento dove il medico è in grado divedere chiaramente le cose perché ci sta andando ad eseguire un'operazione critica lì.A differenza di quando stiamo lavorando o quando stiamo leggendo in un'aula, lì potrei nonrichiedere una luce diretta sul mio libro, sul mio quaderno. Preferirei la luce diffusaPerché, devo stare seduto a guardare il mio libro per lunghe ore e lì, la luce diffusita avrebbeaiuto a tenere lo stress dei miei occhi.Un'altra cosa che ci chiediamo qui è la libertà da parte di glare. Arriveremo a brillare quello cheglare è nelle slide successive, ma lo sguardo è che la luce pinching cade direttamente sui tuoi occhi. Non è necessariamente quella diretta, ma è quando c'è una grande differenzatra quello che i miei occhi sono abituati e all'improvviso quando entro in una luce intensa o c'è unaluce brillante che arriva da qualche parte.Stiamo anche guardando la distribuzione luminosa, come la luminanza viene distribuitain tutta la superficie di lavoro. Ecco, questi sono gli aspetti qualitativi del comfort visivo. (Riferirsi Slide Time: 08.30)Stiamo esaminando anche gli aspetti quantitativi di questi comfort visivi. Alcuni di questiaspetti qualitativi possono essere convertiti in quantità. SoSo, prima di tutto stiamo guardandol'illuminazione, quanta parte della luce l'intensità ci sarà. Così, quando noistiamo parlando di illuminazione stiamo parlando nelle unità di lux e per diversi tipi diattività dal casual visto ad attività eccezionalmente grave con il dettaglio minuto mentre parlavodel livello di funzionamento il livello di illuminazione va in aumento.(Fare Slide Time: 08.38) Quindi, se stiamo casualmente camminando intorno a vedere le cose una illuminazione di 100 lux100-lux èsufficiente e di glare index alto come 28 va bene anche perché, siamo casualmentevedere intorno alle cose. Tuttavia, quando andiamo in alto sull'intensità delle attività visive peresempio, analizziamo il compito ordinario o medio dettagliato che è dove arrivano le nostre aule e gli uffici.Guardiamo ad un livello di illuminazione anese di circa 400 lux, da 400 a 500 lux è quello che avremmodesiderato nei nostri uffici e nelle aule e un indice di glando di circa 25. Arriveremo a quello cheglare index è. Se guardiamo dove sono compiti gravi o prolungati che richiedono un minutodettaglio ad esempio il taglio di gem lì i livelli di lux sono piuttosto alti, ma anche se i livelli di luxsono alti non stiamo promuovendo un altissimo livello, non stiamo accettando un indice di altissima fascia, il glare deve essere minore.Quindi, l'intero spazio di lavoro deve essere molto acceso insieme alla tabella delle attività, insieme all'attivitàpiano di lavoro. E il massimo va fino a 2000 a 3000 lux che è in caso difunzionamento teatrali o strumento making, watch making che è pochissimoparti go in e la glare è ulteriormente ridotto.(Fare Slide Time: 10.43)Se guardo oltre gli aspetti quantitativi di comfort visivo in generale, lacapacità di controllare i livelli di luce da parte dell'occupante è fondamentale per questa soddisfazione. Quindi, supponiamo che iosia in una zona ufficio in cui non posso controllare l'illuminazione in giro, oggi potrei essere sentirmi un po' basso e potrei richiedere più luce per eseguire un compito lo stesso compito dirispetto ad alcuni altri giorni in cui potrei voler lavorare con meno lucea seconda del mio umore, a seconda del mio umore, a seconda del mio comfort che la flessibilità nell'ambiente costruitoè anche una chiave di soddisfazione.Così, è sia per il comfort termico, sia per il comfort visivo ugualmente. Se sono in grado di controllare il mio ambiente termicoe, se sono in grado di controllare il mio ambiente visivo, i ricercatorihanno dimostrato che l'occupante è più propenso a sentirsi a proprio agio.(Fare Slide Time: 11.49)Ora, veniamo a galla. Quindi, glare come definito è una sensazione umana soggettiva chedescrive la luce all'interno del campo visivo più luminoso rispetto alla luminosità a cui gli occhisi adattano. Ora, questa luminosità a cui si adattano gli occhi è la luminosità complessiva didel luogo, la luminanza generale di livello di illuminazione del luogo e la luceall'interno del campo di visione.Quindi, supponiamo che io sia seduto qui se si guarda questa foto, quindi, se qualcuno che è sedutoqui di solito guarda questo muro questo è il lato lavoro, questa è la scrivania del lavoro e questo latoè dove arriva la luce intensa. Quindi, la differenza tra la luminosità che arrivada questo lato contro la luminosità che prevale in questa zona più grande questa stanza èquello che viene percepito come glare e ci sono formula quantificate per definire cosa sia lo sguardo, maglare è spesso dannoso. Perché, lede l'occhio, disturba il sistema nervoso e a volte quando siamoa parlare di indurlo all'occhio quasi acceca una persona che non si vede. Si tratta di una causa difastidio, disagio e fatica. Quindi, se si è costantemente, ad esempio, se si èalla guida durante la notte e ci sono veicoli che arrivano dalla direzione opposta, quindi,i tuoi occhi sono abituati a un livello di luminosità molto inferiore perché è notte e improvvisamentequando la luce proveniente dal veicolo che viene dal lato opposto colpisce i tuoi occhi che èciò che provoca un disagio a causa di glare.Ora, l'esposizione costante a questo glare provoca stanchezza; è affaticamento aocchi, è fatica al corpo. Così, il ittio riduce l'efficienza del lavoro e interferisce con una visione chiarache è quello che dico che le persone sono quasi accecate quando c'è la glassa quandoc'è l'abbagliamento alto e quindi aumenta il rischio di incidenti.Così, accadono molti incidenti a causa di questo sguardo sulle autostrade. Quindi, sto dando esempiodi glita dalle autostrade, ma quando si parla di costruzioni edili, noisperimentiamo molto glando in arrivo a causa degli edifici circostanti. Quindi, supponiamo di avere una finestrae c'è una riflessione che arriva dall'edificio che è adiacente a causa dila finitura colorata di luce colorata di quell' edificio è in arrivo un sacco di riflessione della lucesulla mia finestra e sui miei occhi. Così, ecco come la glare all'interno di un edificio spessoarriva.(Fare Slide Time: 14.39). Quindi, per definire glare l'indice glare è stato definito quale è quello che abbiamo appena visto quando noidefiniamo il livello di illuminazione e gli indici di glare. Così, la formula inn corporatesin gran parte la luminanza della sorgente di glassa che è in discussione, la luminanza mediadel campo visivo a cui gli occhi hanno regolato, l'indice di posizione della sorgente glarequanto lontano o quanto sia vicino l'oggetto alla zona oggetto di studio soggetto sotto studioe la zona sottotendenza della sorgente glare.Mettere insieme in una formula ci dà l'indice di glassa. Con l'aiuto di questo indice glando comeabbiamo già visto possiamo definire quanto di glare è ok. Così, fino a 25 è massimoche si può vedere sistematizzato questo è come indice di glare di CIBSE, ma c'èun nuovo punteggio di glare che è unificato di glite o UGR.(Fare Tempo di slide: 15.46)Ed è definito da questa formula di nuovo in cui stiamo tenendo conto della luminanza di fondo, stiamo tenendo conto della luminanza della sorgente e del luminare, emettendo insieme in una formula per ottenere l'UGR come per l'UGR stiamo guardandoa un limite di UGR 16 che va bene per gli occhi umani oltre il 16 non èconsigliabile avere la glita. Ora quando abbiamo parlato del livello di illuminazione la luminanzae l'indice glerano sempre ogni qualvolta si parla di visualcomfortcomfort, stiamo parlando di 2 cose. Dobbiamo guardare alle strategie per controllare lo sguardo e consentire questa illuminazione minimache è desiderabile oltre questi 2 parametri qualitativi in cui si parlavadel colore della luce e stiamo parlando della distribuzione uniforme il tono della luce, il colore del tono e la distribuzione uniforme entrano anche in una foto e una cosa piùche è l'accesso diretto alle viste. Quindi, quanto possiamo visualizzare.(Fare Slide Time: 17.09)Così, questa è una bellissima illustrazione che viene messa in piedi da Elisa Gehin ed è disponibile indominio pubblico al sito di Saint Gobain. Quindi, ci sono 6, 7 strategie o indicatori avalutare il comfort visivo. Prima di tutto, che noi di un trascurare è un accesso alle opinioni questo èmolto ben preso cura negli edifici verdi in edilizia sostenibile dove ogni luogo di lavorodovrebbe avere un accesso alle viste.Se ogni luogo di lavoro non può essere collegato all'esterno dell'edificio, devono essere create puntureo aree verdi all'interno dell'edificio, al fine di fornire perqueste opinioni. Il prossimo è prevedere una luce di giorno sufficiente ogni luogo di lavoro dovrebbe essere il giornoacceso il più possibile. Anche se potremmo avere una luce sufficiente disponibile artificialmente l'offertadi luce diurna ha molto impatto ora potremmo non essere in grado di percepire cheimmediatamente.Ma se gli esseri umani sono continuamente esposti ad ambienti controllati dovenon possono vedere la luce del giorno ci sono cambiamenti psicologici che iniziano a verificarsi che sono visibili e molte ricerche mediche lo hanno dimostrato. Quindi, la fornitura diretta di luce diurna inquantità sufficiente è necessaria per il comfort visivo. La prossima è la distribuzione uniforme di quelnon possiamo avere alcuni luoghi di lavoro con limitata disponibilità di luce diurna e altri con menodi quello.Se si tratta di una distribuzione uniforme che è ciò che porterà verso il comfort visivo allora siamoguardando una buona combinazione di luce naturale e artificiale per alcuni per tutto l'annoper tutte le ore lavorate è molto difficile prevedere una fornitura digiorno luce a tutti gli spazi di lavoro. Quindi, dobbiamo avere una buona combinazione di luce naturale artificiale epreferibilmente giorno illuminati che stanno ricevendo una buona quantità didiffusore luce diurna, giorno acceso combinato con fornitura di luce artificiale oltre ache dovremmo avere un'illuminazione di attività adeguata.Quindi, ci può essere un'illuminazione generale in uno spazio e poi un'illuminazione di attività specifica a seconda disu un singolo individuo s bisogno che soddisfi anche la necessità di un individuo di controllare il proprio ambiente. Forse ho bisogno di più luce per lavorare e c'è qualcuno che preferisce bassilivelli di luce per lavorare. Quindi, che la personalizzazione di uno spazio che dà controlli individuali èciò che può essere soddisfatto attraverso la fornitura di un'adeguata illuminazione di attività.La prossima è la possibilità di garantire l'assenza di glare e di alto contrasto. Quindi, dovremmo utilizzaretali fissaggi come quelli luminari in cui siamo in grado di controllare lo sguardo il prossimo è unesteticamente gradito questo è un aspetto molto qualitativo, ma qualsiasi spazio che sia seesteticamente piacevole, gli interni e gli ambienti progettati magnificamente potenziano la produttivitàdelle persone diventano più energiche si sentono più attivati perlavoro. Quindi, questi sono pochi parametri che possiamo mantenere durante la progettazione di qualsiasi spazio per il comfort visivo. (Riferirsi Slide Time: 21.03)E questo si basa su un sacco di ricerca socio - psicologica dove è statostabilito che goodgood we visual comfort, buona quantità di luce, ma tipo di luce,qualità della luce, quantità e intensità di esso. In realtà, ha un effetto significativo su come noisentiamo come sperimentiamo in uno spazio e nel tempo sia coscientemente che inconsciamente. Quindi,dobbiamo prevedere un buon comfort visivo ora alcune delle strategie di comfort visivoche possono essere impiegate per portare comfort visivo passivamente sono mostrate qui su questa slide.(Fare Slide Time: 21.41) Così, possiamo usare la luce bene possiamo usare monitor da tetto e atriums dove un sacco di luce diurnapuò essere portato nell'atrio i cortili effettivamente serviti a tale scopo ci sono i dotti di luce. Così, questo è il lato riflettente del materiale in cui la luce è in realtàriflessa è specchio e se ricordate, se avete visto alcune delle vecchie foto eedifici tradizionali, gli specchi sono stati usati per portare alla luce i corridoi profondi verso le profonditàinterne degli edifici.Gli scaffali della luce che abbiamo discusso di nuovo questa superficie superiore dello scaffale luminoso è una superficieriflettente e riflette e questa luce che ha ricevuto indottrinamenti è in realtà una lucediffusore simile allo scaffale luminoso abbiamo uno scaffale qui. Quindi, è leggermente diverso da questo scaffale della luce, ma serve lo stesso scopo di riflettere la luce e poi diffusarla.Abbiamo una storia chiara di nuovo riflessa qui direttamente così come le penetrate diffuseall'interno e abbiamo delle tende riflettenti qui che stanno scontando uno scopo simile visto che la lucescaffetta gli scaffali più piccoli come possiamo vedere qui. Un'altra strategia molto interessante cheè utilissima nel caso in cui nessuna di queste funzioni è quella di dividere la finestra in modo tale.(Fare Slide Time: 23.20)Che una grande finestra dove abbiamo una grande finestra possiamo dividerla la parte soprala parte visiva della finestra è dove si usa il vetro chiaro e quella parte è utilizzata ariflettere la luce per portare la luce e penetrata più in profondità mentre questa parte della finestra che noiutilizzeremo un vetro colorato ora questo aiuterà a tagliare la glassa. Così, non ci sarà luce diretta che cade sugli occhi degli occupanti e c'è; tuttavia, c'èluce sufficiente che viene portata attraverso il vetro chiaro che si trova sopra.Così, la finestra molto chiaramente può essere suddivisa in 2 parti e solo per scelta del colore delle combinazioni di vetrointeressanti e nel complesso una distribuzione uniforme della luce può essererealizzata. Così, questo particolare caso di studio mostra come le diverse strategie di illuminazione del giorno siano state usate per giorno acceso quasi tutta la scuola. Ecco, questo è il caso studio di una scuola dovediverse strategie sono state usate per portare la luce diurna diffusa nelle stanze abitabili.(Fare Slide Time: 24:49)NextNext, abbiamo comfort acustico. Ora quando si parla di comfortcomfort acusticodobbiamo capire molto chiaramente la differenza tra il rumore e il rumore. Allora, il suono è quello che abbiamo desiderato e abbiamo progettato per mentre il rumore èqualcosa di non voluto e dobbiamo progettare fuori. Per esempio, prendo spesso questo esempiodi un'aula. Così, quando come insegnante sono in aula quello che sto dicendola lezione che sto consegnando e quello che i miei studenti sono in grado di sentire è quello che il suonoè.dovrei sentirmi in grado di sentire quello che i miei studenti devono dire che devono chiedere e gli studentidovrebbero essere in grado di sentirmi quello che sto consegnando. Mentre il rumore è qualcosa cheè ciò che non desideriamo in questo spazio per esempio, qualcuno che cammina nel corridoio fuori dalla mia aula, un veicolo che va dal lato dell'aula in strada. Quindi, tuttiquesti rumori sono indesiderati.Così, vogliamo sentirci chiaramente mentre in un'aula, ma non lo facciamo, non vogliamonessuno dei rumori che arrivano da dintorni all'interno di questa stanza che è bello per me. Oracome facciamo a sapere quanto il suono sia disponibile o debba essere consentito? Quantodel rumore deve essere tagliato?(Fare Slide Time: 26:02)Così, prima di tutto dobbiamo misurare sono sicuro di aver già letto il corso suacustica dove si sa come si misura. Quindi, misuriamo usando decibel. Quindi, Decibelè l'unità per esprimere il rapporto tra le 2 quantità fisiche per misurare larelativa voce di suoni. Se si guarda ai decibel medi che sono richiesti in un ufficioe in un'aula intorno ai 60 decibel è quello che normalmente richiederemmo cioè,che è quello che dovrebbe essere mantenuto spazi estremamente bassi che sono troppo tranquilli sonoanche non confortevoli potremmo essere a nostro agio in quegli spazi per un brevissimo mentre.Così, c'è stato un esperimento condotto e una delle università in uno degli Stati Unitidove sono riusciti a far cadere i decibel in uno spazio fino al 0. Così, uno spazioassolutamente tranquillo e a 0 decibel gli esseri umani possiamo sentire il nostro sanguescorrere attraverso il nostro corpo ed è piuttosto inquietante. Quindi, abbiamo bisogno di un po' di suono intorno a noi che è intorno ai 30 decibel è buono. 30 decibel isis dove hai le foglie che rustano,hai i suoni della natura, un po' di sussurro ed è abbastanza confortante.Se guardiamo a 40 decibel questo è ciò che richiediamo per dormire. Quindi, intorno ai 30 a 40 decibelpossiamo tranquillamente dormire. Il 60 è quello che guarderemmo in quello che vogliamo nelle auleleggermente superiore a quello che ci guarderemmo saremmo a nostro agio quando noisiamo in uno spazio d'ufficio dove le persone si muovono, la gente parla.Ci sono piccole discussioni in corso. Quando abbiamo una radio media somesomesuonava poco di musica, aspirapolvere e tutto ciò che si aggira intorno ai 75 decibel. Ora 80, 85è il limite oltre questo è dannoso per le orecchie. Quindi, qualsiasi suono superiore a 80, 85 decibel èrumore, sotto questo anche a seconda dello spazio è possibile qualificarsi come rumoresopra questo è sicuramente dannoso e rumoroso.(Fare Slide Time: 28:42)Così, a seconda della quiete che si richiede o della quantità di suono che sirichiedono lo spazio deve essere progettato che impatterà la salute degli occupanti la quantitàdi suono che è presente quantità di rumore che è presente dipende dall'attesalivelli di privacy. Quindi, in aree più private suppongo di voler avere una discussione privatain una sala conferenze anche quando sono in un ufficio tali aree richiederebberotrattamento più acustico. (Riferimento Slide Time: 29:42)Ad esempio, i teatri richiedono un trattamento acustico più sonoro per fornire la qualità audio. Così, quando guardiamo alla progettazione di edifici per l'acusticacomfortcomfort, dovremmo guardare il percorso di trasmissione che dovremmo identificare la fonte,dovremmo identificare il ricevitore e dovremmo guardare come quello che il percorso di questo suonoviaggia è da fonte al destinatario.(Fare Slide Time: 29:53)In base a questo dobbiamo individuare le strategie che dobbiamo guardare a queste strategie perprogettare questi edifici. L'impatto di questo rumore ambientale può essere diretto come ben come indiretto sulla salute umana e il benessere delle persone espellere il sonnodisturbi, interferenze del discorso e fastidio.(Fare Slide Time: 30:03)A causa del rumore ambientale c'è una ridotta produttività e c'è unaprolungata guarigione del paziente che è il motivo per cui in tutti gli ospedali dove i pazienti sono, le persone sonolì con malattie, malattie. Gli ospedali dovrebbero essere mantenuti tranquilli. Dalriduce la ritenzione, la concentrazione di occupanti quelle aule e aree di lavoro come gli ufficisono anche necessarie per essere mantenute a bassi livelli di decibel.(Fare Slide Time: 30:50) Quando si parla di edifici, stiamo parlando di molte preoccupazioni, siamoguardando al rumore ambientale; stiamo osservando il rumore meccanico e delle apparecchiatureche spesso è molto alto rumor una grande preoccupazione. Abbiamo sistemi HVAC, abbiamo ariacondizionatori, sulle nostre finestre e all'interno delle nostre stanze abbiamo refrigeratori d'acqua, abbiamo ventilatori,abbiamo diverse attrezzature che c'è.Così, un sacco di rumore è grazie a queste apparecchiature meccaniche o altre che abbiamo anchevibrazioni strutturali che passano dalla strutturadell'edificio nello spazio. Abbiamo preoccupazioni per la privacy del discorso come vorrei solomenzionare per le sale conferenze, le sale riunioni abbiamo dei requisiti per la cameraacustica e l'isolamento acustico è ciò che richiediamo di isolare la sorgente dove arriva il suonodal rumore provenendo da .. .(Riferirsi Slide Time: 32:00)Per fare questo dobbiamo capire molto rapidamente alcuni dei fenomeni alcuni dei parametriche utilizziamo uno più importante è il coefficiente di assorbimento. Oraqual è il coefficiente di assorbimento molto semplicemente se la metto è la percentuale percentuale dila non percentuale. È la proporzione del suono che viene assorbita da una superficiecontro la sua energia sonora totale incidente che è incidente sulla superficie. Quindi, piùquantità di suono che viene assorbito da esso fuori dal suono incidente è quello che il suo coefficiente di assorbimentoè più alto è quella quantità, più alto è il coefficiente di assorbimento. Massimo può essere 1 perché il 100 del suono viene assorbito e meno sarebbe 0dove tutto il suono viene trasmesso. Ad esempio, una finestra aperta così, una finestra apertahanno, avrà tutto il suono trasmesso attraverso di esso. Ecco allora che il confrontosarebbe proprio come abbiamo la luce, abbiamo i fenomeni per il suono. Quindi, il suono èriflesso dalla superficie più forte è la superficie più è il suono che èriflesso poi abbiamo assorbimento da parte della superficie. Quindi, più poroso il materiale è ilpiù è la quantità di suono che assorbe.Così, un materiale come la lana voile o il tessuto perché è poroso assorbe più quantità disuono e poi ci si diffonde. Quindi, in base alla forma della; forma del materialela quantità il suono quando è incidente su questo viene diffusamente diffuso. Così, è rotto in suonodi intensità ridotta, ma è lì che è ancora lì si riflette che è ciò che la diffusione èil prossimo concetto che dobbiamo tenere a mente è il riverbero.(Fare Slide Time: 34:12)Così, il riverbero è il prolungamento del suono nella stanza causato da continue multipleriflessioni che è ciò che vedrei in caso di forme diverse. Così, si ottiene riflessida una superficie va sull'altra superficie e poi si riflette ulteriormente e ritorna.Così, accadrà solo quando avremo superfici dure e ci sono più superfici riflettentipresenti in qualsiasi stanza. Ecco cosa causerà anche l'eco ora basata sul riverbero e la formula che possiamocalcolare il tempo di riverbero.(Fare Slide Time: 34:45)Ora questo tempo di riverbero decide per quanto tempo il suono sarà presente in quello spazioper qualsiasi auditorium generale purposegenerale che sia per il discorso e lamusica ora ci sono diversi tempi di riverbero che vengono proposti bene per la musicae separatamente per il discorso. Quindi, per qualsiasi musica da godere per un teatro dove le esibizioni musicalisaranno un tempo di riverbero di circa 2,5, il 3,5 è buono. Così, quandoabbiamo un riverbero o un tempo di 3,5.Perché, ci sono diversi tipi, diverse intensità, note diverse, diverse onde musicaliche stanno colpendo le nostre orecchie che è dove il suono musicale suonerà fuller, più ricco.se avremo meno tempo di riverbero meno di 1 sarà percepito come uno spazio molto mortosarà percepito come un suono molto morto mentre potrebbe essere buono per il discorso. Quindi,circa 1,5 secondi di riverbero è buono per il discorso è un po' di superfici duredovrebbe esserci anche lì che è quando suona bene.Ora che è questo tempo di riverbero viene calcolato sulla base della superficie totaleequaequivalentl e superficie che tiene conto dell'assorbanza, del coefficiente di assorbimento didella superficie e della superficie. Tutte le diverse superfici e i coefficienti di assorbimento messi insieme e anche il volume dello spazio cosìinsieme questi 2 risultato in un tempo di riverbero.