Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Architettura sostenibileProf. Avlokita AgrawalDipartimento di Architettura e PianificazioneIstituto indiano di tecnologia, RoorkeeLecture – 40Efficienza energetica - VBuongiorno. Bentornati a quest' ultima lezione sull'Efficienza Energetica in edifici sostenibilinell'ambito di questo corso online in corso sull'architettura sostenibile e sono il vostro docenteDott Avlokita Agrawal, Assistant Professor presso Dipartimento di Architettura ePianificazione, IIT Roorkee.Così, nella lezione precedente abbiamo esaminato l'approccio di conformità per l'incontro con varicriteri stabiliti per l'efficienza energetica negli edifici e la maggior parte di questi criteri abbiamo seguito daECBC quando si parla di edifici energetici efficienti in ambito indiano. Un aspettodella conformità che è stato lasciato era l'accensione dell'illuminazione interiore.(Fare Slide Time: 01.08)Così, proseguendo dalla lezione precedente analizzeremo rapidamente quali sono i criteri di conformitàper l'incontro con l'alimentazione dell'illuminazione interiore. Quindi, ogni volta che stiamo parlando del motore di illuminazione internastiamo parlando dei requisiti prescrittivi per l'impianto elettricoinstallato per l'illuminazione edilizia interna. Ora, questo implica che per ottenere l'illuminazionedesiderata i livelli di illuminazione quanta parte della potenza elettrica sarà consumatae questo è quello che chiamiamo come se la densità di potenza dell'illuminazione.Così, viene calcolato l'LPD di un sistema di illuminazione interna complessiva. Quando parliamo dil'approccio di conformità abbiamo 2 tipi di approccio di conformità.(Fare Slide Time: 02.05)Uno abbiamo per diversi spazi all'interno di un edificio. Così, lo chiamiamo metodo di funzione spaziale.Ora, in questo metodo di funzione spazio abbiamo diverse funzioni assegnate agli spazi. Peresempio, una zona ufficio chiusa, una zona ufficio piano aperto o qualche sala conferenze o multio una sala da lezione o una sala lezione, per la hall di un hotel, per l'emergenza in un ospedaleper il recupero e come questo c'è un tavolo enorme c'è una lunga tabella e perognuno di questi spazi per ognuno di questi spazi e funzione di illuminazione di illuminazione è statoprescritto.Quindi, se si è in cerca di un ufficio piano aperto e LPD che è di 11,8 Watt per metro solo permeeting up con il requisito dell'illuminazione interna è prescritto. Quindi, ogni volta che parliamodegli uffici la zona del piano aperto dell'ufficio dovrà incontrarsi con l'LPD dato comequesto. Ora, quando lo avremmo fatto. Quindi, ci sono 2 approcci di conformità; uno è il metodo della funzione spazialee in questo metodo tutte le aree in un edificio specificamente dovranno incontrarsi con il requisito di densità di potenza di illuminazionecome prescritto qui per ogni area.Così, c'è diverso LPD per la circolazione in diversi LPD per l'ufficio open plandiverso LPD per questo ufficio chiuso, per i servizi igienici, per le aree comuni e come quello e noidobbiamo incontrarli singolarmente. Quindi, questo è abbastanza rigido. Quindi, nella funzione spaziometodo per ogni spazio nell'edificio il LPD desiderato dovrà essere realizzato.(Fare Slide Time: 04.03)Quando lo facciamo, suppliamo che questo sia per un edificio particolare. Questi sono i diversi tipi diaree che ci sono e la superficie totale per ciascuno di questi spazi e basata sui requisiti LPDche vengono dati che vengono presi dall'ECBA calcoliamo l'illuminazione totaleche è possibile ottenere per ogni spazio ein base a questo sistema di illuminazione dovrà essere progettato, le luminarie dovranno essereprelevate. Ora, qui l'LPD di ogni spazio dovrà essere soddisfatto singolarmente.Tuttavia, se calcoliamo il se sappiamo l'assegno di potenza di illuminazione totale per l'edificiopossiamo anche andare al metodo dell'area building dove invece di incontrarci singolarmente con i LPDmantenendo i livelli di illuminazione indicati come per NBC. Il LPD totale dell'edificioche è anche come per la funzione dell'edificio il tipo di edificio che l'LPD puòessere soddisfatto.Così, invece di incontrarsi con i singoli spazi possiamo raggiungere l'LPD come desiderato comeprescritto per l'edificio totale. Quindi, all'interno dell'illuminazione di interni ci sono questi 2approcci metodo di funzione spazio e metodo dell'area building. Ora, quando parliamodi potenza di illuminazione questo era per l'illuminazione interna, l'illuminazione artificiale. Abbiamo ancheapproccio di conformità per il potere di illuminazione esteriore. (Riferirsi Slide Time: 05.48)Esattamente, nello stesso modo in cui abbiamo per l'illuminazione di interni abbiamo le prescrizioniper le applicazioni di illuminazione esteriore. Ad esempio, costruire ingresso con canopy, costruireingresso senza uscita di canopy, costruire facciata, driveways e parcheggi pedonali e comeche e poi abbiamo la potenza limita i LPD. Quindi, si tratta di 10 Watt per metro quadrato dell'area canopata. Per le driveways e le parre abbiamo 1,6 Watt per metro quadrato che èche possiamo chiaramente vedere che è molto minore rispetto a quello dell'illuminazione di interni perchépiù illuminazione è richiesta.E proprio come viene mostrata la conformità per l'illuminazione interna mostreremo la conformità per l'illuminazione esteriore. In base alla superficie totale di dire il driveway o il parcheggio e il bagnatola potenza consumata per illuminare l'intero driveway up e parcheggio e calcolando il LPD.Quindi, ancora una volta dobbiamo incontrare il requisito dell'illuminazione LPD per ognuno digli spazi all'esterno dell'edificio per rispettare il requisito dell'illuminazione esteriore.Così, quando guardiamo a questa conformità ECBC come ho brevemente spiegato nella precedente lezioneci sono 3 approcci di conformità così, di gran lunga abbiamo visto l'approccio prescrittivo.(Fare Slide Time: 07.18)Dove ogni sistema di costruzione o componente dovrebbe avere un valore di prestazione specifico cheproviene direttamente dalle tabelle prescrittive di ECBC. Per questo richiede pochissima competenza energeticanon è necessario eseguire simulazioni o molto calcolo e tutto ciò che abbiamoda fare è selezionare il tipo di materiale giusto che si incontra con i requisiti prescrittivi dil'ECBC e il nostro lavoro è fatto.Ma spesso per incontrare i requisiti prescrittivi di ECBC dobbiamo selezionare i materiali ad alte prestazioni. Quindi, ad esempio se si desidera avere una fenestrazione che abbia un valore udi 0,3 e poi shgc di 0,27 implicherebbe direttamente che dobbiamo selezionare una doppia finestravetrata con rivestimento Louis o con rivestimento selettivo. Ora, che dimostrerà di essere un po'costlier come paragonato per dire un unico edificio in vetro chiaro dove possiamo fornire una corretta ombreggiatura.Così, il secondo approccio nella conformità come per ECBC è stato il metodo di scambio commerciale dove possiamoscambiare le prestazioni di un solo componente di busta con l'altro componente della busta. Così, proprio come stavo spiegando qui che nel caso in cui non vogliamo selezionare un materiale di efficienzamolto elevato come nel caso della fenestrazione di cui parlavo solo. Invece diche investe nella performance della fenestrazione posso migliorare le prestazioni del tetto se ioso che c'è più quantità di calore che va trasferito attraverso il tetto comerispetto alla fenestrazione basata sul mio design.In certi altri design potrebbe essere il contrario che le fenestrazioni diventano piùimportanti e il tetto non è così importante. Quindi, io decido questo scambio basato sul mio designe poi usando le equazioni i calcoli che vengono dati per il trade off dimostreremo chela performance il fattore di performance più basso dell'edificio proposto è migliore rispetto a quellodell'edificio case base.Il terzo approccio è tutto l'approccio alla performance building dove utilizzeremo la simulazionetools interi strumenti di simulazione edilizi. Quindi, che ci sono strumenti diversi che sono disponibiliuno di tale strumento di simulazione impareremo a lungo nelle successive lezioni nelle ultime 2 settimanedel nostro corso qui. In questo tipo di conformità approccio tutto l'approccio basato sulle prestazioni ediliziocreiamo un modello di computer, un modello di simulazione dell'edificio proposto e poi inseriremole proprietà di tutti i materiali che vengono proposti tutti i sistemi HVAC di sistemi a loop, i sistemi di illuminazione, i sistemi di alimentazione elettrica, le pompe tutto.Quindi, tutti i componenti di consumo energetico saranno input in questo metodo tutto basato sulle prestazioni edilizio. E il fattore di prestazione globale per l'edificio proposto sarà calcolato eper la conformità sarà dimostrato che l'edificio proposto esegue almeno uguale o megliorispetto a quello dell'edificio case base. Quindi, in questo caso non è necessario che sia considerata solo la performancedella dotazione dell'involucro dell'edificio.Qui, tutti i componenti energetici sia passivi che componenti attivi sono collettivamentepresi in considerazione e le prestazioni complessive dell'edificio si rivelano migliori. Così, noiosserveremo questo metodo di prestazioni edilizie nel corso delle ultime 2 settimane attraverso i dettaglidi strumento di assimilazione come utilizzare uno strumento di simulazione.(Fare Slide Time: 11.41)Così, questo è quello di riepilogare il processo di conformità ECBC. Abbiamo esaminato la diversa dotazione di sistemi di costruzione applicabili, HVAC, illuminazione, energia elettrica e servizio caldo di servizioe pompaggio. Quindi, abbiamo requisiti minimi obbligatori per ognuno di questi. Dopoconforme dopo questi requisiti obbligatori possiamo scegliere uno qualsiasi degli approcci di conformitàpossiamo andare avanti con l'approccio prescrittivo o per la dotazione che noipossiamo percorrere per il commercio di opzione.In caso di scambi commerciali i requisiti obbligatori e il requista prescrittivoements per tutti gli altri componentisaranno mantenuti come gli stessi. Dovranno essere soddisfatte utilizzando solo l'approccio obbligatorio eprescrittivo. Il terzo è questo approccio di prestazioni edilizie intere dovetutti i componenti per tutti i componenti dei sistemi e degli edifici di sistemi di costruzionepossono essere modificati, ma le prestazioni complessive dell'edificio devono essere rispettate.(Fare Slide Time: 12.45)Così, nelle ultime 2 lezioni analizzeremo tutta la simulazione energetica edilizia dove lo strumentoprende in considerazione il clima forma e geometria, i carichi di calore, le efficienzee calcola il consumo energetico ormonale e basato su che il consumo energetico annualesia arrivati a e poi confrontiamo le prestazioni del caso propostocontro il caso base.Oltre all'edilizia energetica efficiente il concetto di riduzione della domanda di energia inedifici il nuovo concetto ed è il concetto oggi piuttosto rilevante. Così, quando noistavamo guardando lo scenario energetico del mondo e abbiamo esaminato come sarà lo scenario futuro per l'energia. Abbiamo visto che per contenere o contenere il riscaldamento globale ai livelli industrialidelle temperature globali dovremo costruire tutti i nostri nuovi edifici comenet 0 edifici energetici. Ora, che cosa è un edificio netto 0?(Fare Slide Time: 14.01)Un edificio di energia zero netto zero è un edificio che ha zero consumi netti di energia cheimplica che qualunque energia venga consumata nell'edificio la stessa quantità dienergia rinnovabile dovrà essere creata sul sito. Quindi, non prendiamo alcuna energia dall'esternoil sito e tutto questo viene creato sul sito stesso. Ora ci sono più variazioni all'interno di questo edificio energetico netto zero.(Fare Slide Time: 14.35)Così, abbiamo un'energia del sito zero netto. Abbiamo un'energia da fonte zero netta. Abbiamo un costo energetico netto pari a zeroe abbiamo emissioni nette zero di energia. Analizziamo rapidamente ognuna di queste definizioni. Il primo è l'edificio energetico netto zero site.(Fare Slide Time: 14.51)Ora, qui in questo tipo di edificio tutta l'energia consumata nell'edificio èprodotta sul sito stesso. Così, questa particolare foto è di fronte a un cuore biodegradabile naturale inSadhana forest che fa parte della township di Oroville. Quindi, in questa foresta qualunque cosa essiconsumano in questi edifici che sono anche biologici li producono sul sito stesso. Quindi,non c'è trasmissione di energia dall'esterno del sito al sito e il sito nel sito l'edificioè zero energia.(Fare Slide Time: 15.35)Il collo è il prossimo è l'edificio energetico a fonte zero netto. Così, quando si parla di questo un edificio a energia zerozero, produce almeno quanta energia tanto quanto utilizza l'anno interno quando è contabilizzatoper la sorgente. Ciò che implica è che rimarrà ancora griglia connessa.Può trarre energia dalla griglia in certi punti del loro tempo, ma se calcoliamo sopra l'utilizzo energeticoin un anno produrrà la stessa quantità di energia presente nel sito alla fonte stessa.Così, attingerà ancora energia durante determinati periodi e certe stagioni mentre daràindietro alla griglia in certe altre stagioni e momenti dell'anno e dei tempi della giornata. Vale a direquale edificio energetico net zero source è.(Fare Slide Time: 16.31)Un edificio netto a costo zero netto è un edificio dove il costo netto dell'energia del denaroche il proprietario dell'edificio paga all'utilità per procurarsi l'energia o viceversa è. Ora, cheaccade in un caso in cui l'edificio consuma o produce energia in altri momenti del giornoche sono fuori picco e lo rifornisce alla griglia quando è la domanda di picco.Vi vendo l'energia generata sul sito ad una tariffa più alta e disegnando più quantità dienergia che viene fornita ad una tariffa più bassa. Quindi, qui non si guarda solo alla quantità totaledi energia che viene consumata e prodotta stiamo anche vagliando le tariffe di esso e quindinel complesso il costo energetico dell'edificio esce a netto zero. Quindi, siamo principalmente preoccupaticirca il costo dell'energia che si consuma nell'edificio.(Fare Slide Time: 17.40)E l'ultima di queste terminologie associate è un edificio di emissione netto zero 0 di energia. Ora un edificio netto a zero emissioni di energia produce almeno altrettantaemissioni di energia rinnovabile libera quanto utilizza dalle emissioni che producono fonti energetiche. Così, per esempio peresempio, l'edificio è situato in un luogo in cui dipende dall'energia che ègenerata attraverso la centrale termica.Così, la quantità di energia che sta consumando dall'energia ottenuta dalla griglia cheè in gran parte la potenza termica, l'energia generata attraverso la potenza termica produce la stessa quantità di energiautilizzando le fonti rinnovabili. Quindi, questo deve essere equiparato e poi diventaun edificio di emissione di energia zero netto.(Fare Slide Time: 18.33)Così, qual è l'approccio per un edificio energetico netto zero. Ora prima di approfondire che per tutte questevarie definizioni la comprensione fondamentale per noi per un edificio energetico netto zero è chela quantità di energia che viene consumata nell'edificio una quantità uguale sia prodottada qualche parte sul sito stesso o dal sito o da qualche parte. Quindi, che il saldo complessivo dil'energia consumata e prodotta rimane uguale.Così, quando parliamo di questo edificio netto zero e l'approccio per esso avremo primadi guardare le diverse componenti che consumano componenti in un edificio. Quindi, abbiamoHVAC.(Fare Slide Time: 19.19)Abbiamo il carico di illuminazione. Abbiamo attrezzature e apparecchi. Abbiamo il fabbisogno di acqua caldae abbiamo un bel consumo di energia varie. Ecco, questo è ciò che comprende il totale diquesto intero consumo di energia in un edificio. Per un edificio ad essere netto zero dobbiamo produrrela stessa quantità di energia utilizzando fonti di energia rinnovabili. Una volta che questa domanda di energia totale èuguale alla quantità di energia generata utilizzando fonti rinnovabili che è quando l'edificiosi qualifica come un edificio a energia zero netto.(Fare Slide Time: 20.03)Tuttavia, non significa che continuiamo ad aumentare la nostra richiesta e anche continuare aaumentare la quantità di energia generata utilizzando le rinnovabili. Perché anche l'energia rinnovabilesta arrivando a un costo. Ha consumato risorse naturali che consuma enorme quantità dimetallo e vetro e molto di trasporto è necessaria l'installazione. Quindi, l'intentodovrebbe essere quello di ridurre la domanda di energia prima e come facciamo che lo abbiamo visto abbastanza.Prima di tutto usando le misure di conservazione dell'energia passive integrate nel lorodesign.(Fare Slide Time: 20.46)Così, abbiamo parlato dell'involucro dell'edificio, della fenestrazione, dei dispositivi di ombreggiamento, del riscaldamento passivoe delle tecniche di raffreddamento, scelta materiale etcetera. Quindi, tutto questo abbiamo visto nelle nostrediscussioni finora. Così, riduviamo la quantità di energia che si consuma riducendo la domanda di energia.(Vedi Slide Time: 21.08)Avanti, impieghiamo le misure attive di conservazione dell'energia che stanno utilizzando efficienti apparecchi di illuminazioneefficienti e abbiamo ridotto ulteriormente la nostra richiesta di energia. Mentre andiamo a ridurre la nostra richiesta di energiala quantità di energia la quantità equivalente di energia rinnovabile che ha bisogno dida produrre continua anche a scendere.Così, una volta che avremo ridotto la domanda di energia sarà necessario produrre una piccola quantità di energia rinnovabilee il concetto complessivo e la proposizione dell'energia netta zerodiventa molto più fattibile. Quindi, si tratta di un processo a passo di 2. Prima di tutto ridurre la domanda di energiae qualunque sia la domanda di energia ridotta ci si sostituisce usando l'energia rinnovabile.(Fare Slide Time: 22.05)Questo concetto di energia zero netto sta raccogliendo slancio in tutto il mondo e anche in India. Così,Bureau of Energy Efficiency ha lanciato il portale net zero energy portal del portale NZEBche è vivo e molte informazioni sono disponibili su portale NZEB e tante informazioni sucome ottenere questo status di energia zero netto usando quelle che sono le diverse strategie passive di progettazione, quali sono le diverse strategie attive.Quindi, tutto questo è un portale molto ben riassunto e integrato su questo portale NZEB che voipotete andare al portale di Bureau of Energy Efficiency e NZEB per cercare ulteriori informazioni suriguardo a questo. Dunque, ci sono alcuni edifici del nostro paese che hanno uno status di netta zero energia. Sto raccogliendo alcuni dei casi studi rilevanti caso studi più si può scoprireon net. Così, il primo caso di studio è il laboratorio vivente che accetta l'università è ad Ahmedabaded è un ufficio e un edificio educativo. Si tratta di un nuovo edificio di costruzione che è statocostruito nuovo e Ahmedabad è in realtà un clima secco caldo.L'area totale è di circa 500 metro quadrato e ha una connettività a griglia non è offgriglia. Quindi, la prima cosa che hanno fatto è stata quella di ridurre l'EPI Energy Performance Index dell'edificioe lo hanno portato come basso come 58 chilo Watt ora per metro quadrato all'anno. Quindi, se voiricordate i numeri quando parlavamo degli edifici standard in India e noiabbiamo visto che l'edificio con aria condizionata ha un EPI di altezza pari a 250 kilo Watt ora per metroquadrato all'anno che era la media.Questo è un numero sostanzialmente basso. Questo è un EPI molto basso il momento in cui abbiamo un EPI bassoimplica che la quantità di energia rinnovabile che deve essere generata sul sito è anche minore.E dopo aver ridotto l'EPI la domanda di energia della domanda hanno generato l'energiarinnovabile con 50 ppercentuale del tetto che è ricoperta da fotovoltaico solare e la generazioneè equivalente a 70 chilo Watt ora per metro quadrato all'anno efficacementecompensando per tutta la domanda di energia in questo edificio.(Fare Slide Time: 24:37)Quindi, l'approccio è stato prima di tutto il primo passo è stata la progettazione di strategie di progettazione passive diche. Così, hanno parlato dell'orientamento dell'edificio che abbiamo visto come nord sudessendo il più appropriato e il miglior orientamento, incorporando le strategie diurne, aggiungendofinestre di visione, aggiungendo storie chiare e conchiglie luminose a sud per portare la luce diffusa lungocon il controllo occupante così, che non c'è alcun requisito per l'illuminazione artificiale durante il giorno.Utilizzando queste strategie di progettazione passive primo livello di riduzione della domanda di energia è statoraggiunto.(Fare Slide Time: 25:21)Il secondo stava pensando alle strategie attive. Così, prima uno è stato HVAC dove invece disolo aria condizionata l'intero edificio durante tutta l'anno la ventilazione in modalità mista è statapensata per essere la è stata elaborata dove durante le stagioni confortanti quando le temperature dell'outdoore l'ambiente sono abbastanza confortanti la ventilazione in modalità mista è stataimplementata.Oltre a quel pavimento di raffreddamento radiante e pannelli a soffitto sono stati utilizzati aggiunti un dispositivo di flusso refrigerante variabileè stato utilizzato per il sistema di condizionamento all'aria aperta che ancheaveva un COP molto alto e in esso è stato abitato con il carbonio sensori di biossido e controlla i chiller raffreddati ad alta efficienzaè stato utilizzato e si è utilizzato il raffreddamento passivo nei mesi non estivi conserbatoio sotterraneo ed evaporato un refrigeratore fluido. Tutti questi insiemehanno ridotto la quantità di energia necessaria per creare comfort ambientale indoorcomfort termico.E la luce il fabbisogno energetico è stato sostanzialmente ridotto per l'HVAC. Lo stesso erafatto per la luce del giorno per il lighting design dove prima di tutto la maggior parte degli spazi era in grado di realizzareautonomia di luce diurna per il 75% del tempo oltre il 90% degli spazi che èpraticamente apportando l'obbligo di illuminazione artificiale ad essere vicino al 0 e poi in aggiuntaa quel controllo del sensore di occupazione delle luci è stato anche installato e nel complesso la domanda dienergia attraverso le strategie attive è stata ulteriormente ridotta.(Fare Slide Time: 27:15)Una volta che queste strategie passive e attive sono state incorporate nell'edificio e l'EPI è statoridotto a 58 kilo Watt ora per metro quadrato all'anno energia rinnovabile è stato aggiunto ulteriormentedove i 50% del tetto sono stati ricoperti da questi pannelli fotovoltaici e sono stati in gradodi generare la quantità equivalente di energia che si consumava nell'edificio quindirendendo questo intero edificio come un edificio a energia zero netto.(Fare Tempo di slide: 27:47)(fare riferimento Tempo slide: 27:48)Next case study che abbiamo qui è Akshay Urja Bhawan a Panchkula. Questo è un pubblicoche costruiscono un edificio d'ufficio. Di nuovo Panchkula è in essere classificato per essere un clima secco caldo. Così, il prossimo edificioche abbiamo è Akshay Urja Bhawan a Panchkula. Questo è un ufficio buildingdi nuovo una nuova costruzione e l'area complessiva per il progetto è di circa 5.000 metri quadrati.È di nuovo una griglia connessa e qui se si guarda questo numero EPI è davvero impressionante èè stato ridotto a 30 chilo Watt ora per metro quadrato all'anno in questo edificio che è moltomolto basso e il resto dell'energia l'energia è stata fornita utilizzando i sistemi di energia rinnovabilegenerati utilizzando il fotovoltaico integrato dell'edificio.(Fare Slide Time: 28:42)Così, come hanno fatto. Il primo passo come abbiamo sempre discusso sono le strategie passiveche hanno considerato orientare l'edificio correttamente, l'illuminazione di giorno permettendo l'illuminazione di giorno inla maggior parte delle aree. Così, il blazing sud è stato fornito con sfumature orizzontali e c'eranoquasi no aperture est e ovest e ci sono state ragionevoli quantità di vetri a nord conombreggiamento verticale fornito.Dando questo quasi tutte le aree indottrinate erano dotate di sufficiente quantità di luce diurnadisponibile. E il cortile l'edificio ha cortile coperto con angolo chepuò massimizzare il sole invernale a sud per la faccia sud mentre si riduce la luce diurna diffusadurante l'estate. Un'altra strategia di progettazione passiva è stata quella della ventilazione dove si è aggiunta la faccia sudcon le ciminiere solari per aiutare la ventilazione in alcuni dello spazionon condizionato.Così, questo intero edificio non è stato condizionato dall'aria che è la strategiapiù impattante nel ridurre l'EPI dell'edificio. Oltre a quella la costruzione dell'edificioe i componenti della dotazione edilizia. Così, aveva cavità è stato con l'isolamentoe sono state utilizzate anche finestre doppie vetrate e blocchi di cemento aerato per le pareti isolatetessere di tetto e piastrelle di termo tech. Fare incorporare tutte queste strategie di progettazione passivela domanda di energia in questo edificio per il comfort termico è stata ridotta in andata.(Fare Slide Time: 30:24)In strategie attive hanno posto molta importanza alla ventilazione e al raffreddamento. Così, l'intero spazioè stato diviso in 3 zone distinte. E la prima strategia che usavano era mantenerele temperature del punto di serie corrette come abbiamo visto. Così, a 25 gradi più meno 1 ° grado negli uffici diapex e uffici controllati e aree pubbliche sono stati mantenuti a 25 più 3 gradocentigradi e zone passive sono stati mantenuti a 25 più meno 5 gradi centigradi.E in diverse zone che sono gli uffici apex, gli uffici controllati e le zone passiveavevano strategie diverse. Così, in passerelle nelle zone di controllo che sono state fredde in estate e caldea monsone, le zone passive sono state fredde in estate e ventilate nei monsoni. Nell'atrio è stato installato un sistema di nebbiache avrebbe controllato con il raffreddamento delle zone di controllo ezone passive e le acque refrigerate di alimentazione sono state fornite ad una temperaturadi ben 15 gradi mentre normalmente è fornita ad una temperatura di circa 8 gradocentigradi.Una volta che queste strategie passive e attive sono state incorporate l'EPI che è stata portata a 30 kilo Watt per ogni anno il resto è stato generato utilizzandoil BIPV che è stato installato sulla parte superiore del tetto nell'atrio ed è stato in grado di generare il stessa quantità di energia che veniva consumata dall'edificio rendendo questo edificio comeun edificio a energia zero netto. (Riferimento Slide Time: 31:58)Coppia di più edifici sono disponibili come case studies e potrai saperne di più dail portale NZEB, ma l'approccio per tutti gli edifici a energia zero netti rimane lo stesso primodi tutti noi usiamo le strategie passive per ridurre la quantità di energia termica nell'edificio eanche per ridurre la quantità di energia consumata per l'illuminazione artificiale e il riscaldamento e il raffreddamento.E poi aggiungiamo sulle strategie attive efficienti per ridurre ulteriormente la quantità dienergia necessaria e infine qualunque sia la riduzione della domanda di energia è compensata da installazione di energia rinnovabile. Così, Indira Paryavaran Bhawan che è a Delhi è un edificio di ufficioe ha una superficie di progetto di circa 10.000 metri quadrati qui anche l'EPI è statosostanzialmente ridotto e l'intero tetto di questo edificio è coperto da enormi rooftop PV egenera una quantità equivalente di energia che consuma. Un altro edificio che è un edificio commerciale ecologicodi una scienza materiale di orso. (Riferimento Slide Time: 33:16)Si trova a Greater Noida. Ha un'API di circa 72 chilo Watt ora per metro quadrato all'anno,ma con l'ausilio del fotovoltaico fotovoltaico che è installato su di esso è tettogenera queste quantità di energia equivalente e molto più elevata di energia rispetto a ciò checonsuma. Quindi, generale e questa energia in eccesso che restituisce all'altro è che dà aglialtri edifici in cantiere.Così, non è solo un'energia netta zero, ma è un edificio positivo energetico dove generapiù quantità di energia di quanto consuma. Quindi, ci sono un paio di altri casi di studio chepotete vedere sul portale in e NZEB e con questo concludiamo la discussione su un'EnergiaEfficienza in Sustainable Buildings e concludiamo anche le lezioni di questa settimana. Dalla prossimasettimana in poi inizieremo la discussione su un'altra testata relativa agli edifici sostenibili everso la fine di questo corso saremo di apprendimento o software per la simulazione di energia dell'intero edificio.Quindi, grazie mille per essere stati con noi questa settimana. Ci vediamo la prossima settimana con una nuova serie dilezioni fino ad allora ciao ciao.Grazie.