Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Metodi di assegnazione della funzione

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Nell'ultima classe abbiamo discusso dell'architettura operativafondamentalmente guardando l'allocazione di una funzione ai componenti e come facciamo in realtà l'architettura di allocazione, quali sono il principio dell'architettura di allocazione o come siassegniamo, quali sono il principio base da utilizzare. E poi abbiamo brevemente accennato che questa architettura di allocazioneci aiuta a identificare le decisioni di tradeoff oltre a guardare i requisiti di inpute output, che stanno arrivando all'interno del sistema.In questa classe analizzeremo l'architettura di allocazione in modo più dettagliato e cercheremo di identificare comeotteniamo i requisiti di output in ingresso dei requisiti derivati in arrivo a causa dell'allocazionee come facciamo l'analisi del tradeoff e come facciamo a ottenere decisioni di trade-off basatesull'architettura di allocazione.(Fare Slide Time: 01.12)
Quindi, per andare ai dettagli nell'ultima classe citiamo che il 1 del compito maggiore nell'allocazionedell'architettura è sostanzialmente quello di guardare ai requisiti di output non in input. Questa è l'output di input
requisiti; sappiamo che dal guardare il sistema, nel complesso abbiamo alcuni inputabbiamo alcuni output e basati su di noi possiamo identificare i requisiti di output in ingresso.Ma, quando sviluppiamo l'architettura di allocazione, quando lo facciamo dall'architettura fisicaconvertiamo che in dall'utilizzo dell'architettura funzionale e dell'architettura fisica,quando convertiamo che nell'architettura di allocazione ci saranno altri requisiticroccandoci a causa di questa allocazione; e sono sostanzialmente i requisiti di input interni.Basically we guarda quali sono gli input e gli outputs interni al sistema e abbiamo bisogno diallocare i componenti a per questi requisiti l'altro è il sistema wideci sono requisiti di sistema identificati a livello di progettazione stesso, ma poicome allociamo in realtà questi requisiti di sistema di un'affidabilità di costo,disponibilità del sistema. Quindi, queste cose devono essere assegnate al componente. Quindi, come farein realtà facciamo l'allocazione di requisiti di sistema o identifichiamo il sistema, ampiorequisiti, uscendo dall'architettura di allocazione e poi come li assegniamo.L'altro è come otteniamo i requisiti di tradeoff e poi come facciamo a ottenere i requisiti di qualificazionedel sistema.Quindi, tutte queste cose devono essere analizzate utilizzando l'architettura di allocazione. Quindi, andiamo 1 da 1 noiguardiamo i requisiti di output in ingresso interno.(Fare Slide Time: 02.48)
E come facciamo in realtà a tracciare questi requisiti e poi a ottenere l'architettura di allocazione. Quindi,i requisiti di output in ingresso interno.(Fare Slide Time: 02.54)
Fondamentalmente analizzeremmo l'esempio dato per il sistema dell'ascensore possiamo vedere che quandoassegniate il componente o il sistema potete vedere queste sono la funzione principale A 1, A 2, A3 e A 4 in termini di diagramma IDEF0.(Fare Slide Time: 03.11)
Così, questo è A1 questo A 2.
(Riferimento Slide Time: 03.13)
Questo è A 3 e lì hai la funzione A4.(Fare Slide Time: 03.15)
Quindi, se da queste funzioni ci saranno altri requisiti in arrivo, ovvero i requisiti di output in ingresso internoche guardiamo a questi puoi vedere le richieste di passeggeri digitalizzateè il 1 dell'output da questa funzione, che va come input per le vetture dell'ascensore di controllo.Così, questo è un output interno da questa funzione come ho detto input interno a queste funzioni equesto è l'altro assegnazione di auto da ascensore è un altro 1 e poi si ha un altro requisitodi posizione e direzione dell'ascensore. Quindi, questo in realtà arriva come output da
il passeggero di spostamento tra funzione del pavimento e analogamente si avrà altri uno piùrequisito come il malfunzionamento percepito e per i malfunzionamenti di tipo percepito è quello che deve essere percepitoall'interno del sistema.Quindi, se vi piace questo articolo avete pochi requisiti di input e output che sono interni al sistema.Quindi, per ogni sistema ogni qualvolta si sviluppa e si allocano l'architettura per questi componenti, dobbiamo scoprire quali sono i componenti che effettivamente soddisfano questo requisito di outputo a quali componenti questi requisiti necessitano dida rintracciare. Quindi, 1 cose in pratica fanno traccia del requisito e poi l'altra è quella di assegnarequesti requisiti di output in ingresso.Così, qui possiamo vedere ci sono 4 requisiti di output in ingresso.(Fare Slide Time: 04.34)
Come qui è digitalizzato l'assegnazione delle richieste di passeggeri per le auto dell'ascensore e la posizione dell'ascensoree la direzione. Quindi, questi sono i requisiti individuati e il requisito è la funzioneche effettivamente deve essere fornita il requisito può essere scritto come, il sistema dell'ascensoredeve produrre richieste di passeggeri digitalizzate o il sistema dell'ascensore consuma le richieste di passeggeri digitalizzate. Ecco, questi sono i requisiti che possono essere scritti utilizzando questa funzionedecomposizione e questi sono i requisiti di output in ingresso interno, che non possono essereidentificati dal livello di sistema. Questo può essere identificato solo quando abbiamo una decomposizionefunzionale poi cercare di assegnare questi requisiti.
Questi input di input devono essere tracciati a voci corrispondenti e la funzione responsabile perconsuma e crea rispettivamente l'articolo, non si tratta solo di identificare i requisiti che noidobbiamo scoprire a quale componente o a quale sistema questi requisiti possono essere rintracciati.Quindi, ecco il tracciamento dei requisiti. Quindi, qualunque siano i requisiti che identifichiamo. Quindi, questoè solo un campione solo questi requisiti ci saranno molti requisiti di input di inputrequisiti, dobbiamo identificare i componenti o dobbiamo tracciare questi requisiti pergli articoli corrispondenti e le funzioni o responsabili di consumare e creare questo tipodi input e outputs.(Fare Slide Time: 05.56)
Quindi, qui si può vedere che il sistema dell'ascensore produce richieste di passeggeri digitalizzate cheè pari al 1 dei requisiti, questo può essere rintracciato nella funzione accetta richiesta passeggeri efornisce un feedback. Quindi, questa è la tracciabilità dei requisiti, analogamente il sistema di ascensoreconsuma le richieste di passeggeri digitalizzate che possono essere tracciate alla funzione di controllo delle funzioniascensore.Allo stesso modo possiamo tracciare altri requisiti anche alle corrispondenti funzioni. Quindi,non solo le funzioni ciò che dobbiamo fare è guardare ora quale funzione o quale componentesta fornendo questa funzione. Poi il requisito può essere rintracciato anche a quel particolare componente. Pertanto, possiamo avere una tracciabilità dei requisiti di output in ingresso cheè interno al sistema, così come possiamo tracciare questi requisiti alle corrispondentifunzioni e componenti.
Quindi, l'architettura di allocazione in sostanza analizzeremo i dettagli dei requisiti di output di inputprovenienti dall'interno del sistema e poi come tracciare questi requisiti ale funzioni e i componenti corrispondenti. Quindi, questi sono i soli 2 esempi di come facciamoscrivi i requisiti, requisito di output in ingresso e poi traccia questo requisito allefunzioni e componenti corrispondenti.(Fare Slide Time: 07.12)
Altro 1 traccia il sistema wide requisiti e deriva requisiti di sistema sub di sistema.Quindi, i primi 1 secondi quello che abbiamo discusso erano i requisiti di output in ingresso, la versione successiva èpraticamente il sistema wide requirements, come ti ho detto che i requisiti di sistema possono essere un costopuò essere un'affidabilità del sistema o può essere la disponibilità o la durabilità, che viene identificata allafase del design complessivo del sistema allora dobbiamo effettivamente risalire a questi requisiti, cosìcome assegnare questi requisiti ai componenti sostanzialmente quando abbiamo detto costo non può essere dato asì particolare componente. Quindi, questo deve essere assegnato al sistema sub. Quindi, come facciamo in realtàtraccia il requisito di questo particolare requisito di sistema ampio e poi assegnatelitra i componenti o se si prende l'attendibilità del sistema dipende dalla disponibilitàdi componenti diversi del sistema.Quindi, come facciamo in realtà ad una allocazione di questa affidabilità tra questi componenti e poigarantisce che l'affidabilità totale del sistema sia mantenuta. Quindi, il compito di allocazione dell'affidabilitàè sostanzialmente quello di guardare i vari componenti, che effettivamente contribuiscono al requisito particolare. E poi assegnare i valori di conseguenza ai componenti, quindi il
L'architettura di allocazione osservando l'architettura dovremmo essere in grado di assegnare questi valorie quindi tracciare questo valore alle funzioni e ai componenti corrispondenti.Quindi, questo è il sistema wide requisito sull'affidabilità dei costi, la disponibilità, la durabilità etceteradevono essere allocati tra i componenti del sistema e come facciamo questo è un esempiose il sistema deve costare rupie 10000 o meno da utilizzare al mese durante l'operazioneo il sistema impiega la tecnologia ABC. Quindi, questi sono il tipico requisito di sistemadi sistema, come questo puoi avere il sistema dovrebbe avere un'affidabilità di 0,96 con un obiettivo di designdi 0,99 che può essere un altro requisito di sistema ampio.Quindi, questo è il requisito di larghezza di sistema, quando si dice che il sistema deve costare 10000 o meno autilizzo al mese durante il funzionamento, dobbiamo scoprire quali sono le cose in realtàcontribuire al costo che è costo operativo e poi come assegnare questo costo operativotra i componenti. Ad esempio, se si prende il sistema dell'ascensore stesso il costo di esercizio,può includere le cariche di potenza, può includere il costo di controllo, può includere i requisiti di outputdi input.Così, tutti quelli che contribuiranno al costo totale operativo e questo dobbiamo allocaretra l'altro componente. Quindi, questo è il requisito qui sopra analogamente il sistema deveutilizzare una particolare tecnologia. Quindi, questo in realtà dobbiamo vedere se c'è una particolare tecnologia,allora come identificare realmente il componente è in realtà richiedere che la stessa tecnologia siautilizzata o una tecnologia compatibile con la tecnologia suggerita. Quindi, in questo modo abbiamo bisogno diper assegnare questo requisito di sistema ampio.Ci sono modi diversi di fare questo. Quindi, la domanda qui è come assegnare i requisiti di sistemawide a componenti o sottosistemi, cioè una delle attività importantiin architettura di allocazione, dobbiamo assegnare questi requisiti di sistema acomponenti corrispondenti.
(Riferimento Slide Time: 10.20)
Quindi, come facciamo? Ci sono diversi modi di fare questo, uno è noto come metodi apportati, l'altro è noto come metodo di equivalenza il terzo è il metodo di sintesi. Quindi, questi sono tutti di Grady da proporre nel 1993.Così, possiamo usare qualsiasi di questi metodi per assegnare i requisiti di sistema ad esso contenuti ècomponenti. Se si analizzano i metodi di apportazione, si sta fondamentalmente fornendo il sistemaeffettivo in modo proporzionale a diversi componenti. Quindi, il piùappropriato per questo tipo di metodi sono i requisiti di costo, affidabilità, disponibilità,durabilità etcetera. Quindi, questo può effettivamente essere ripartito tra i componenti. Se ci sono 5componenti che effettivamente contribuiscono un particolare requisito, allora scopriamo cosa deve essereil contributo di ogni componente e di conseguenza dividiamo i requisiti, il requisito di sistemae poi distribuiamoli tra il membro. Così, che viene allocatoil requisito per i membri che effettivamente contribuiscono a quel particolare requisito.Così, qui il requisito del livello di sistema è diviso o apporzionato ai sistemicomponenti non necessariamente in incrementi uguali, ma mantenendo un margine di 5 a 10% comestrategia di mitigazione del rischio. Quindi, quello che facciamo qui è, analizziamo tutti i componenti e poi una porzionequesto il requisito principale per tra questi componenti, ma non lo faremo inun modo uguale, analizzeremo il componente e poi decideremo quale dovrebbe essere l'altraproporzione a cui dovrebbe essere diviso.
Quindi, non servono uguali incrementi, ma allo stesso tempo non diamo il requisitocompleto a un tutti i componenti, quello che facciamo è tenere un margine da 5 a 10%, oltrequi e poi questo margine viene utilizzato per la strategia di mitigazione del rischio. Quindi, se si desidera evitare il rischionella fase successiva, tenere un margine da 5 a 10% e questo margine verrà utilizzato in fase successivaper vedere se (Fare riferimento a Tempo: 12.21) è in arrivo un rischio particolare da qualsiasi altro componente. Quindi,che in realtà può essere compensato usando questo metodo che è il metodo apporzionato.Un esempio potresti essere il costo di funzionamento dell'ascensore, se dici che è 10.000rupie al mese per il funzionamento del sistema, cioè il massimo consentito allora possiamo fare 10per cento come margine. Quindi, forse per 9000 possiamo identificare, quello che dovrebbe essere il costo massimoproveniente dai componenti. Quindi, 9000 rupie possono essere divise tra questi 4 componentia seconda dell'importanza di ognuna probabilmente la per la manutenzione può effettivamente avere1000 rupie, nelle auto dell'ascensore co ` ntrol potrebbero essere per 7000 rupie e poi le restanti1000 rupie possono essere divise tra gli altri membri.Quindi, il costo operativo totale 9000 può essere apposto tra i membri, e il 1000 può esseretenuto come strategia di mitigazione del rischio. Ecco, questo è il modo semplice di allocare i requisiti del sistema widein un sistema. Così, qui come potete vedere come vi ho accennato non è in uguale incrementoche è il 1 dei punti da notare e di nuovo avremo bisogno di mantenere un margine di 5 a10% per la mitigazione del rischio.(Fare Slide Time: 13.27)
Questo è un altro esempio qui il sistema wide affidabilità dell'ascensore è 0,9 con l'obiettivo di designdi 0,99.Quindi, quello che stiamo dicendo qui è che, c'è un sistema ampio di affidabilità che èda mantenere a 0,9 e con l'obiettivo di design di 0,99. Ecco quindi i requisiti minimie l'obiettivo è ottenere un'affidabilità molto alta del 0,99. Ora abbiamo diversi componentinel sistema e dobbiamo scoprire quale potrebbe essere l'affidabilità di questi componentiper ottenere l'; affidabilità totale di 0,9.Se si prendono le funzioni negli ascensori in A 1, A 2, A 3 e A 4. Ecco, queste sono le 4 principali funzioniin ascensore e dobbiamo avere l'affidabilità di questi 4 combinati insiemeottenendo un 0,9, questo è il requisito. Ma non sappiamo quanto dovremmo dare al valoreper questo e per questo, questo e questo. Ecco, questi sono i 4 componenti e possiamo farlo in unil metodo di apportionment cercheremo di dividere questi affidabilità tra i membri,a seconda delle nostre conoscenze sul sistema e su come andrà ad incidere il sistema complessivo di hold, di conseguenza cercheremo di fornire i valori di affidabilità per questo.Quindi, in questo caso apportiate i metodi ciò che facciamo è.(Fare Slide Time: 14.45)
Scrivamo l'affidabilità dei requisiti dei componenti come un'interfaccia passeggeri può avereun'affidabilità di 0,96 con il 0,996 come obiettivo di progettazione. Analogamente il controller dell'ascensore può avere un'affidabilitàdi 0,995 e con l'obiettivo di progettazione di 0,995 e l'abitacolo può avere un
affidabilità di 0,96 con un obiettivo di progettazione di 0,96 e la manutenzione degli elevatori può avere un 0,99 eil 0,99 come obiettivo di progettazione. Se si moltiplica tutta questa affidabilità lo otteneremo come 0,91;che significa, c'è un valore di attenuazione del rischio di 0,01 per un utilizzo successivo.Così, il totale di un'affidabilità dei componenti sarà di 0,91. Quindi, hai un 0,01 o una clearance o la tolleranzaper la mitigazione del rischio. Quindi, questo è il modo in cui lo facciamo in modalità apportazionate eallora come otteniamo questo è di nuovo che deriva da vari fattori, se si conosce il particolare componenteche si sta utilizzando, bisogna utilizzare il valore di affidabilità fornito dal produttoredi questo particolare componente o se si sa che il sistema corrispondente o ci sonopiù sistemi in arrivo in questo. Quindi, dobbiamo guardare a quei sistemi ed è affidabilitàvalori e di conseguenza si fissa un valore per questo. Anche questo deve essere fatto dal team di progettazione. Quindi, c'è un po' di soggettività in questo, ma ancora è un metodo semplice. Quindi, cheè il motivo per cui viene utilizzato per i requisiti di sistema e l'allocazione del sistema wide requisititra i componenti. Così, ecco come funziona il metodo di apportionamento.Quindi, una volta che si ha questo allora possiamo effettivamente identificare il requisito di affidabilità derivata,l'interfaccia passeggeri del componente dell'ascensore che è questa interfaccia passeggera ha un'affidabilitàdi 0,96 o maggiore, l'obiettivo di progettazione è di 0,996. Quindi, una volta che hai questo, allorascriverà il requisito derivato che sta arrivando dai metodi apportati perogni componente possiamo scrivere il requisito derivato come il sistema o i componenti dell'ascensore, deve avere un'affidabilità di 0,96 o maggiore l'obiettivo di progettazione è 0,996.Così, questo è il modo in cui diamo l'affidabilità, come usiamo il metodo apporzionato per dividerel'affidabilità o allocare i propri requisiti di sistema ai componenti.
(Riferimento Slide Time: 17.07)
Un altro metodo è noto come metodi di equivalenza e questo metodo come suggerisce il nome èfondamentalmente diviso equamente tra i componenti. Quindi, i requisiti del componente stessocome requisiti di sistema, non c'è differenza, ma tutto quel requisito di sistema è presente lo stesso requisitoverrà dato anche per i componenti. I vincoli di sistema sonoappropriati per il metodo degli equivalenti. Quindi, vincoli in termini di quando si progetta il sistemadove saranno i requisiti di sistema così come le esigenze di sistema oltre che i vincoli.Quindi, quello che facciamo qui è utilizzare i vincoli di sistema fondamentalmente per usare il metodo degli equivalentiper allocare i vincoli ai componenti. In sostanza se si osservano requisiti comeil sistema deve avere un verde oliva a colori. Quindi, il sistema è di colore verde oliva se questo è un requisito, allora dobbiamo assicurarci che tutti i componenti siano dello stesso colore. Quindi, questoè conosciuto come un semplice metodo di equivalenza di allocazione.Il terzo è un metodo di sintesi, che viene utilizzato quando il requisito del livello di sistema ècomposto da un contributo complesso dai componenti, causando i requisiti di componenteche vengono sbalzati dal sistema per essere basati su qualche modello analitico.Così, questo è più un metodo analitico di allocazione. Quindi, qui difficile identificare i requisiti del componenteperché correlati a componenti diversi e ogni componentesta avendo modo diverso di rappresentarlo è la performance.Quindi, in questo caso allora dobbiamo avere qualche modello analitico per farlo. Il requisitolivello di sistema ha unità significativamente diverse rispetto ai requisiti dei componenti derivati.
Il requisito del livello di sistema e il requisito del livello di componente possono avere diverse unità. Quindi, in quel caso non saremo in grado di assegnare direttamente questi requisiti ai componentie quindi, andiamo per un metodo analitico. Ad esempio, se esiste un requisitodel tempo di prestazione del sistema. Se dici che il sistema dovrebbe fornire un outputentro 20 seconds secondi che è il requisito, ma poi il processore è uno dei componentiche in realtà lo forniscono, ma la velocità del processore è diversa e ci possono essere alcunialtri motori o qualcosa che effettivamente forniscono l'output ed è in uscita sarà in unadiversa unità.Quindi, in questi casi dobbiamo garantire che il requisito a livello di sistema sia dato in un'unitàdiversa, ma i componenti sono in unità diverse. Quindi, dobbiamo avere una sorta dimodellismo matematico o un metodo analitico per assegnare questi requisiti di sistemaal componente. Quindi, ci siamo per il metodo di sintesi. Ci sono diversi metodi di sintesi, vedremo i metodi in fase successiva, ma questo è uno dei metodi importanti da parte diche assegniamo il sistema wide requisiti.(Fare Slide Time: 19.47)
L'esempio è il requisito relativo al tempo medio compreso tra il passeggero che effettua una richiesta, ed essendo consegnato al pavimento richiesto ha bisogno di sintetizzare tra tutti i 4componenti che forniscono il servizio.Supporre se hai un requisito come questo, tempo medio tra il passeggero che effettua una richiestaed essere consegnato al piano richiesto. Quindi, questo deve essere di sintesi tra il
tutti i 4 componenti e ogni componente di questo sistema avranno modo diverso didi produrre un output. Perché, ci vuole una funzione dell'interfaccia di output in ingresso, l'interfaccia passeggerici sarà un ritardo nell'interfaccia dei passeggeri e ci sarà un ritardo temporalenell'emissione motoria e l'accelerazione della macchina dell'ascensore e altri elementi anche.Quindi, dobbiamo vedere che tipo di relazione esiste tra il tempo totale per il servizio come anche altri parametri di prestazione del componente e una volta che abbiamo questa relazione matematica, allora cerchiamo di identificare o provare ad avere una relazione e poi vedere come assegnareil requisito principale a questo componente. Quindi, ecco il metodo dei metodi di Synthesis.(Fare Slide Time: 20.53)
Il prossimo è sostanzialmente il requisiti di trade-off e il commercio di sottosistema dei requisiti.Basamente guardiamo ai requisiti come costo, programmazione, performance etcetera ci saràqualche trade-off nel sistema a causa di questo. Principalmente se si desidera ridurre il costo oottimizza le prestazioni, dobbiamo fare una specie di tradeoff tra questi parametriil costo che ha programmato la performance etcetera.Quindi, come facciamo a tracciare questo requisiti di trade-off e poi come ricaviamo il requisito di trade-off del sottosistema, perché il sistema avrà un qualche trade-off e il sistema sub saràche si avrà a diversi scambi commerciali. Poiché ci sono molte altre caratteristiche che in realtà arrivanoin foto qui, la gerarchia degli obiettivi quali sono gli obiettivi di sistema e come i vari obiettivisiano dati il particolare valore nella gerarchia, il requisito dei trader fondamentalmentedipende da quei valori anche. Quindi, dobbiamo guardare alla gerarchia degli obiettivi e della base
sulla gerarchia degli obiettivi, dobbiamo decidere che tipo di compromessi da fornire nel sistema.(Fare Slide Time: 21.57)
Per esempio se si prende di nuovo lo studio del caso dell'ascensore, è possibile vedere che la gerarchia degli obiettiviè data qui gli obiettivi operativi come le prestazioni operative e il costo operativo mensile. Quindi, questi obiettivi sono riportati qui si può vedere che il peso obiettivo delle prestazionioperativo è pari a 0,9, ma la pesantezza del costo di esercizio mensile è di 0,1. Quindi,qui la maggiore pesantezza è data per le prestazioni operative. Quindi, ogni qualvolta abbiamo un tradeoff di, dobbiamo fare in modo che i valori oggettivi delle prestazioni siano soddisfatti poi gli obiettivi di costo.Così, possiamo sempre avere un trade-off con costi per ottenere una migliore performance operativa. Equando guardiamo alle prestazioni operative, vedremo che ci sono molti altri obiettivi subche arrivano dal sottosistema come il tempo nei sistemi. Quindi, ora, per ottenere l'obiettivo di performanceoperativo 0,9, abbiamo un obiettivo di sistema di timing di 0,35, poi abbiamo un obiettivo di qualitàgiusto qui 0,3, e poi obiettivo di disponibilità di 0,35. Quindi, questi obiettivi aessere soddisfatti quando abbiamo il trade - off; quindi ogni qualvolta abbiamo un'analisi del trade-off, dobbiamo guardarealla gerarchia degli obiettivi e di conseguenza dobbiamo scoprire per come effettivamente assegniamoquesti obiettivi e poi decidiamo sul tradeoff dei requisiti di sistema.
Ancora diversi modi di fare questo; così possiamo effettivamente come ti ho detto la pianificazione dei costiprestazioni tutte queste possono essere effettivamente scambiate per vari miglioramenti in entrambe le prestazionio il costo o la pianificazione.(Fare Slide Time: 23.37)
Così, questo può essere fatto effettivamente con metodi diversi, l'analisi di decisione per il trade-off del designi metodi standard, dove abbiamo un'analisi di valore multi attributo che è conosciuta come MVAo possiamo utilizzare un processo di gerarchia analitica. Quindi, qualsiasi di questi metodi può essere utilizzato perl'analisi del tradeoff. L'attributo multi attributo un'analisi del valore è uno dei metodi più comuniutilizzati per scoprire come effettivamente assegniamo i requisiti e i basati su di loro valorefunzioni del sistema.
(Riferimento Slide Time: 24:07)
Quindi, qui si tratta di un metodo quantitativo per aggregare una preferenza degli stakeholder suobiettivi conflittuali per trovare l'alternativa con il valore più alto quando tutti gli obiettivi sonoconsiderati. Quindi, si tratta di un metodo analitico di utilizzo al fine di ottenere un'alternativa con il valorepiù alto, quando tutti gli obiettivi sono considerati. Quindi, hai più obiettivi e sono pocoun po' conflittuali. Così, in questa situazione come facciamo in realtà l'alternativa, la migliore alternativacon il valore più alto e tutti gli obiettivi sono considerati. Quindi, questo è il valore multiattributoanalysis.Quindi, i vari passaggi coinvolti nell'analisi del valore multiattributo sono fondamentalmente noi definiamo una scaladi valore per ogni obiettivo, ecco quale dovrebbe essere la scala su cui gli obiettivi damantengono. Quindi, qual è il valore minimo da essere e qual è il massimo che si può avere, equindi quantificare il valore relativo del miglioramento da un livello inferiore a quello superiore sotto forma di curve di valore. Ora, abbiamo un valore minimo e un valore massimo, e che tipo di variazioneci aspettiamo da questo minimo o è una variazione lineare o è una variazione lineare o è una variazione esponenziale, capire aumentare o diminuire la variazione.Quindi, che tipo di variazione ci aspettiamo in termini di funzioni di valore?E poi dobbiamo normalizzare questa funzione di valore, perché i valori sono scale diverse.Quindi, dobbiamo avere una funzione di valore organizzato e una volta che abbiamo la funzione di valore normalizzatopossiamo davvero avere una relazione che in realtà ottimizzerà la funzione totalee tale funzione di valore può essere utilizzata per l'ottimizzazione degli obiettivi.
Quindi, normalmente le funzioni esponenziali sono utilizzate per approssimare le funzioni di valore normalizzato. Questa funzione di valorecome ho menzionato queste curve di valore, queste sono le funzioni di valore. Quindi, normalmente le funzioni esponenzialisono utilizzate per approssimare le funzioni di valore normalizzato e una volta che noiabbiamo queste funzioni esponenziali controllando alcuni parametri, otterremmo variecurve a seconda dei requisiti.(Fare Slide Time: 26:05)
Questa è la funzione esponenziale normalmente utilizzata e la normalizzazione della funzione viene effettuatautilizzando questo metodo.(Fare Slide Time: 26:10)
Così, otteniamo la funzione valuevi (xi) =1v ` i (ximax) − v ` i (xi0)[ v `i (xi) − v `i (xi0)]
vi (xi) prime in base alla curva esponenziale, e poi la normalizziamo lungo i diversi valoriche è il valore massimo e il valore minimo, e il valore di (xi) e xi0.Così, questo in realtà vi darà una normalizzazione della funzione. Quindi, questa funzione normalizzataverrà utilizzata per ottenere la funzione di valore totale che è
vi (xi) =1 − e− α (xi − ximin)1 − e− α (ximax − ximin)
V (x) = ∑i= 1nwivi (xi)
vi (xi) Quindi, se avete molte funzioni di valore qualsiasi funzioni di valore. Quindi, prenderemo la funzione di valore totalecome
V (x) = ∑i= 1nwivi (xi)
Così, la vi (xi) è la funzione del valore, wi
è il peso della funzione di valore.
Faremo un esempio semplice e racconteremo attraverso questi passaggi e ti dirò come farequesto. Così, andremo alla bacheca e poi spiegheremo come utilizziamo effettivamente le funzioni di valoree curve di valore per ottenere la funzione di valore totale, quando abbiamo più funzioni di valore opiù obiettivi in un sistema. Così, come ho detto il primo compito è sostanzialmente definire i valori.
(Riferimento Slide Time: 27:16)
Così, definire i valori fondamentalmente per ogni obiettivo. Quindi, possiamo dire che il sistema di timing ètra. Quindi, il valore minimo è di 3 seconds e il massimo è di 10 seconds. Così, possiamodefinire in realtà questo tipo di minimo ai valori massimi per qualsiasi funzione. Quindi, può essere da 3 a10 seconds o si può dire che il costo che dovrebbe variare da 9000 costo minimo è di 9000 emassimo possiamo andare per essere fino a 10.000 rupie.