Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Sviluppo di architettura funzionale

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Fondamentalmentestaremo a guardare le funzioni da fornire nel sistema di ingegneria al fine difornire l'output necessario da un sistema, come si sa ci sono diversi requisitiper il sistema e questi requisiti devono essere soddisfatti nel sistema tramite le funzionifornite nel sistema che queste funzioni convertiranno questo negli input al sistema aloro output. Fondamentalmente le funzioni in un sistema sono i blocchi che in realtà convertonogli input del sistema in outputs.Qui cercheremo di capire come si identificano le funzioni da fornire nel sistemain base a questi si creerebbe in realtà una struttura di funzioni gerarchiche e poiportano queste funzioni al livello successivo di sviluppo dell'architettura fisica.(Fare Slide Time: 01.18)
Se si guarda all'architettura di sistema è possibile vedere che ci sono 3 visualizzazioni diverse per un sistema. La prima è la vista operativa, l'altra è una vista funzionale e la vista fisica. Qualsiasi sistema ingegneristica possiamo osservare il sistema da questi 3 diversi
prospettive. Nella visione operativa quello che cerchiamo di vedere è che il modo in cui il sistema saràutilizzato da un operatore o da un consumatore ed è descritto dai concetti operatividiagramma di contesto, utilizzare scenari di casi, diagrammi di sequenza e modellazione dei dati.Nelle precedenti lezioni abbiamo discusso di questi scenari operativi e abbiamo identificatoi requisiti attraverso questi concetti operativi, il diagramma di contesto e il caso di utilizzoscenari, la traccia di output in ingresso e fondamentalmente da questa vista operativa creiamo i requisiti originarie questi requisiti originari saranno documentati per ilprossimo livello di un design e il livello successivo di è la vista funzionale, dalle viste operativesi svilupperà una visione funzionale del sistema in sostanza analizzeremo le tappe indati tra le funzioni. In sostanza definisce le funzionalità, i servizi o le funzionifornite dal sistema mostra i messaggi e i dati tra le funzionie questi sono descritti con metodi diversi. L'unico metodo è noto è il diagramma IDEF 0oppure ci sono diagrammi di blocco dei flussi funzionali ci sono il diagramma N 2. Tutti questi sonoutilizzati per rappresentare la vista funzionale di un sistema.Vediamo 1 o 2 metodi e poi più avanti quando si discuterà di più sulle tecniche di modellazionevedremo anche gli altri metodi. L'altra visione del sistema è la vista fisica; in vista fisica guardiamo come convertire queste funzioni in blocchi strutturalio l'architettura fisica o i blocchi fisici. In realtà definisce le risorse assegnateche è l'hardware e il software e mostra le interconnessioni tra le risorse.Così, nella vista fisica guardiamo l'hardware reale e il software e le relative interconnessionie queste sono solitamente descritte da diagrammi di blocco fisico e definizioni di interfacciafisiche. Che vedremo in una fase successiva. Analizzeremo la vista funzionaledel sistema e poi come si può sviluppare il diagramma di blocco funzionale o la struttura funzionale di.
(Riferimento Slide Time: 03.35)
Come abbiamo discusso prima sappiamo che ci sono 6 funzioni del processo di progettazione e noiabbiamo perfezionato che ci sono nel problema del design di sistema come il primo che in realtà abbiamogià coperto nelle lezioni precedenti. Il prossimo sta sviluppando l'architettura funzionaledi sistema che è quello che vedremo in questa lezione.(Fare Slide Time: 03.57)
Qual è una funzione di un sistema come si può vedere qui la funzione è sostanzialmente una relazionetra input e output di un sistema? Si tratta di una dichiarazione di chiara relazione riproducibiletra l'input disponibile e l'output desiderato di un sistema indipendente
di qualsiasi forma che sia molto importante. Non si discute sulla forma o sulla forma ol'hardware attraverso il quale possiamo ottenere la funzione, fondamentalmente definiamo la relazionedicendo che quale sia la relazione tra input e output, e come facciamoconvertire l'input in un output. Quali funzioni sono necessarie all'interno del sistema per farlo wenon discutere se utilizzeranno un particolare hardware o software per fare chedefiniamo la funzione solo o la relazione tra input e output qui.Come potete vedere qui ci sono diverse esigenze o requisiti o diversi scopi perche definiscono la struttura funzionale. Perché abbiamo bisogno dell'alto della modellazione funzionalefondamentalmente questo è il modo logico di portare avanti l'esigenza del cliente. Stiamo identificandoil bisogno del cliente. Il modo logico di portarlo al livello successivo sta fondamentalmente convertendoqueste esigenze in blocchi di funzione. Come fornire queste esigenze sono sostanzialmente l'outputdal sistema? Come facciamo in realtà a realizzare questo o soddisfare i requisiti e chedeve essere deciso dal blocco delle funzioni.La modellazione funzionale è fondamentalmente un modo logico di portare il cliente ha bisogno di avantie dà un pensiero chiaro a livello di concept. Stiamo studiando lo sviluppo del sistema. Possiamo avere un'idea molto chiara di ciò che il sistema deve fare o di quello che il sistemadeve fare per fornire l'output e che esercita un repository di design anche per futuri sviluppi.Una volta che si hanno questi blocchi funzionali per particolari input e output, lo stesso può essereusato anche per altri sistemi, questi blocchi funzionali fondamentalmente fungono da repository di designper futuri sviluppi e ovviamente, esso per out può essere utilizzato per 6 sigma design o facileidentificazione di debolezza e rettifica. Possiamo usarlo davvero per identificarci lìsono errori o i problemi nel design del sistema. Possiamo effettivamente tracciare le funzionie poi identificare se manca qualcosa nei blocchi funzionali. Che anchepuò essere fatto utilizzando la modellazione funzionale del sistema.
(Riferimento Slide Time: 06.16)
Si parlerà di poche terminologie per un'architettura funzionale perché eravamo asviluppare i blocchi funzionali. Dobbiamo definire una parte della terminologia che comunementeusiamo nel sistema. 1 è noto come modalità di sistema la modalità di sistema è definita come una capacità operativadistinta del sistema durante la quale alcune o tutte le funzioni di sistemapossono essere eseguite fino a un grado completo o limitato. Quindi, questa è una modalità di sistema. Si tratta di una capacità operativadistinta del sistema non è la funzionalità completa che è solo una funzionalità particolaredel sistema o una particolare modalità operativa ad esempio, si puòdire che se si prende il portatile poi il portatile ha diverse modalità operative. Possiamo direche una è una modalità di veglia c'è e c'è una modalità di chiusura e c'è una modalità di boot sue c'è una modalità di risparmio energetico. Quindi, ci sono diverse modalità per il sistema.Queste sono note come modalità di sistema o una particolare capacità operativa del sistema.Le proprietà del sistema possono cambiare durante queste modalità ad esempio, nella modalità di risparmio energeticopotrebbe esserci una particolare potenza data al sistema o la luminosità dello schermo può essereridotta. Sarà il sistema a cercare di ridurre il consumo di energia nella modalità di risparmio energeticonella modalità di sonno di nuovo la modalità di sonno alcune funzioni saranno disattivate ealcune saranno attive. Se si desidera riportarlo alla modalità normale è possibilefare clic su un solo pulsante semplice e quindi riportarlo alla modalità operativa.Quindi, ci sono modalità di risparmio energetico modalità di funzionamento tipo che ci sono diverse modalitàse si prende qualsiasi altro sistema si può effettivamente vedere questo tipo di modalità se si prendel'ascensore ad esempio, c'è una cosa che si definisce le modalità di manutenzione in manutenzione
Le modalità alcune delle funzioni potrebbero essere presenti alcune delle funzioni potrebbero non essercianalogamente in modalità operativa normale tutte le funzioni saranno presenti e in shutdownle modalità più delle funzioni saranno terminate.Come si può vedere ci sono diverse modalità operative per il sistema e le funzionipossono effettivamente essere identificate in base alle modalità di sistema un'altra terminologia èsostanzialmente lo stato di sistema è un'istantanea statica della serie di metriche ovariabili necessarie per descrivere pienamente le funzionalità dei sistemi per eseguire le funzioni di sistema. Questo è più simile ad un'istantanea statica che cerca sostanzialmente di scoprire quali sono le metricheche effettivamente definiscono quella particolare modalità di sistema; ogni sistema ha varie metriche di prestazionie altri parametri.Ci prenderemo una modalità particolare e poi cercheremo di vedere quali sono i parametri per quella particolare modalitàe che è noto come stato di sistema ad esempio, se si prende l'esempio del portatiledella modalità di risparmio energetico. È effettivamente possibile identificare qual è il rating di potenza a quel punto cosaè la corrente tracciata e qual è lo stato della memoria qual è lo stato del processoo quale velocità sta funzionando e qual è lo stato della luminosità del monitor. Tipo che in realtà possiamo definire questa matrice e prendiamo i parametri e chein realtà ti dà lo stato di sistema.Quindi, sostanzialmente si tratta di un'istantanea di una matrice o delle variabili necessarie per descrivere pienamente la funzionalità dei sistemiper eseguire quelle particolari modalità. Si tratta di un valore delle variabili di stato in un punto specificonel tempo. Se si prende un punto specifico nel tempo in cui effettivamente dà i valori diqueste variabili.
(Riferimento Slide Time: 09.40)
E poi funzione abbiamo già descritto questa funzione. Una funzione di un sistema è un'istruzionedi chiara relazione riproducibile in cui effettivamente è possibile considerarla come un bloccodove sta arrivando l'input e poi l'output sta uscendo, la relazione tra questoinput ed output è la funzione del prodotto.E la funzionalità è una serie di funzioni necessarie per produrre un output specifico. Se si desideraun output specifico allora il sistema deve avere qualche serie di funzioni e cioènoto come la funzionalità di un sistema. Se si prende l'ascensore se l'ascensore come afornisce il servizio per trasportare i passeggeri solo per fornire molte funzioni in ordine adare l'output specifico, è necessario fornire più funzioni per poter ottenereche l'output e questo sia noto come funzionalità di un sistema in cui si tratta di una serie di funzioninecessarie per fornire un determinato output.
(Riferimento Slide Time: 10.40)
E l'architettura funzionale sostanzialmente può essere definita come un'architettura logica chedefinisce ciò che il sistema deve fare e la decomposizione della funzione di livello superiore dei sistemi.Ogni sistema ha una funzione di primo livello e poi dobbiamo identificare come fornirequesta funzione di primo livello e questo può essere fatto attraverso molte funzioni secondarie. Una funzionedi primo livello può essere divisa in molte funzioni secondarie e a quando si scriverà tutte queste funzioni secondariein un formato corretto allora che in realtà otterremo l'architettura funzionaledel sistema. Si tratta di un modello fondamentalmente logico di decomposizione funzionale. Tudecompone il principale funzionale in piccole funzioni e in realtà ti racconta il flusso diinput e output. Come l'input scorre nelle funzioni e entra nell'outpute poi può essere utilizzato per la mappatura dei requisiti alle funzioni.Nella precedente analisi abbiamo discusso dei requisiti del sistema. Una volta cheabbiamo questi requisiti forniamo le funzioni e poi possiamo effettivamente verificarese queste funzioni soddisfano realmente i requisiti del sistema o meno. In sostanza sehai un'architettura funzionale possiamo identificare il flusso di input e output così comecome possiamo mappare i requisiti per funzionare.Possiamo vedere se tutti i requisiti possono essere soddisfatti di questa funzione o meno o noidobbiamo aggiungere più funzioni al fine di soddisfare alcuni di questi requisiti. Ovvero il vantaggiodi avere un'architettura funzionale. Fondamentalmente un'architettura funzionale forniscele funzioni secondarie e poi aiuta a identificare i flussi di input e output come
bene come aiutare la mappa dei requisiti alle funzioni se si guarda questo diagramma sipuò vedere che l'input a questo sviluppo di architettura funzionale è sostanzialmente un concetto operativoe i requisiti sì.Si può vedere qui questo è un concetto operativo. Il concetto operativo e i requisitisono gli input del sistema e l'output è fondamentalmente un sistema funzionalelivello funzionale di questi 2 input darà un output e devi fornire ache sia necessario definire le funzionalita 'simbolo per i concetti operativi le funzionalita'sono fondamentalmente l'insieme delle funzioni e quindi bozza e valuta il modellofunzionale e completano i modelli funzionali e dati e quindi traccia i requisiti di inputin funzione delle funzioni e degli articoli. Stiamo facendo tutti questi passi per ottenere l'architettura funzionaledel sistema.Passeremo attraverso tutti questi passaggi come si definiscono le funzionalità o come si fa aottenere il modello funzionale e poi come si crea l'architettura della funzione e quinditraccia i requisiti di output in ingresso di traccia dei requisiti di output in ingresso alla funzionestruttura. Passeremo in queste fasi e vedremo come sviluppare l'architetturafunzionale. Quindi, qui questo si spiega in sostanza con più chiarezza. Come potete vederequi, questo è l'input del concetto operativo e i requisiti di input qui.Questi sono gli input da 2 e poi si hanno le semplici funzionalità per il progettoconcept draft e valutare modelli funzionali e modelli funzionali e dati completi di inpute di input di input e una volta che si fa tutto questo sarà in realtà ottenerel'architettura funzionale o la struttura funzionale del sistema che in sostanzavi spiegherà la funzione di primo livello oltre alla funzione secondaria che vi fornisce in realtà tuttele funzionalita ' necessarie nella sistema o che in realtà la conversione soddisfarà i requisiticome per le richieste del cliente.
(Riferimento Slide Time: 14.11)
So di ottenere l'architettura funzionale ci sono diversi metodi per farlo il primouno è conosciuto come una decomposizione o l'approccio dall'alto verso il basso nell'approccio in alto verso il basso,fondamentalmente noi partiremo la funzione di sistema a un livello in un momento in cui assumiamo la funzionee poi la suddividiamo in funzioni secondarie e poi assumiamo la funzione sube la dividiamo in funzioni secondarie e fino a raggiungere la funzione di livello inferioreche non è necessario definirla o più che sia necessaria tutta la funzione che non siasuddivisa ulteriormente. Questo è noto come l'approccio dall'alto verso il basso per la partizione dei sistemi allafunzione livello 1 alla volta e ha bisogno di una definizione del suono di tutti gli input e outputs.Qui ogni fase che dobbiamo definire gli input e gli outputs chiaramente l'altra èconosciuta come composizione o l'approccio bottom up e qui, definiamo moltefunzionalità che è il livello di fondo funzioni ciò di cui abbiamo bisogno per fornire una modalità di sistemaparticolare e poi sintetizzare questa gerarchia di funzioni da molte funzioni di livellodi fondo. Combiniamo queste funzioni di livello inferiore in una sola funzione e poicombinano molte di queste funzioni in modo da ottenere la funzione di primo livello. Questo è noto come approccio bottom up.Qui in sostanza dovremmo conoscere le modalità di sistema e le funzionalita ' di sistema quindi solopossiamo ottenere le funzioni di livello inferiore e andare poi alla funzione di livello superiore, ma nel casodi top down iniziamo con la funzione di primo livello e poi lo decomporre un livello alla voltae otteniamo tutte le funzioni secondarie o le funzioni di primo livello superiore e le altre 1 sono
noto come entrambi è sostanzialmente il fatto che si combinano entrambi in alcuni casi si prende la funzione di livello superiore, ma se si conoscono alcune delle funzionalita 'si possono iniziare anche con quellefunzionalita'. Combinate questi 2 metodi e potrete arrivare lì l'architetturafunzionale.Qui quello che cercheremo di fare è quello di guardare la decomposizione dal metodo top down.Così, vedremo pochi metodi attraverso i quali possiamo decomporre le funzioni in un topmetodi.(Fare Slide Time: 16.12)
Guarda il partizionamento delle funzioni nella funzione di primo livello che praticamente faremo il partizionamentodella funzione come ho accennato consideriamo la funzione di primo livello e poi prendiamola funzione di primo livello e lo decompongono nelle funzioni secondarie o le suddivide in funzioni sube poi continuare a farlo un livello alla volta e fino a raggiungere la funzionedi livello più basso. Come facciamo questo partizionamento delle funzioni?Abbiamo in realtà metodi diversi di farlo. Una è conosciuta come modalità operative. Tuprendi una modalità operativa e scopri la funzione di primo livello per quella modalità operativa equindi inizia a dividere quella funzione in funzioni secondarie o puoi utilizzare input e controlli.Puoi prendere un input del sistema e poi vedere cosa sta accadendo a questo input escopri che funzione di livello superiore in realtà converte che input e outmettee poi guarda i segnali di controllo necessari per quella conversione e basato su di noilo dividiamo in piccole funzioni o c'è un altro metodo chiamato Hatley Pirbhai
template o noto come modello hp il modello hp può essere utilizzato anche per la conversione della funzione di livellosuperiore in funzione di livello più piccolo. Possiamo utilizzare uno qualsiasi di questi metodi per farequesto modello hp è il 1 dei metodi standard. Discuteremo di questo metodo e di comepossiamo effettivamente decomporre la funzione in una piccola funzione di livello inferiore vedi modello hp.Vedi in Hatley Pirbhai template l'idea di base è che si assume qualsiasi funzione. Qualsiasi funzionepuò essere suddivisa in 6 funzioni secondarie. Questo è il principio base del partizionamento modello hpsi assume una funzione e poi si divide che in 6 funzioni secondarie.(Fare Slide Time: 18.02)
Può avere questo tipo di modello, questo è il modello qui sopra. Come potete vedere quisono 6 blocchi. La parte superiore c'è una linea superiore e poi c'è un 2 blocchi laterali e ci sono 3blocchi in mezzo, come questo possiamo davvero dividere questo in 6 sub funzioni è possibilevedere qui questo è il top 1 e questo è il lato 2 blocchi e poi si hanno 3 blocchi suqui ora come si fa a fare l'effettiva decomposizione quello che facciamo è in sostanza scriviamodown le funzioni in 6. La prima è sostanzialmente l'elaborazione in ingresso. Qualsiasi funzione faràavere un input e che i dati di input devono essere elaborati man mano che abbiamo visto che la funzioneè sostanzialmente una relazione tra input ed output.Qualsiasi funzione deve elaborare un dato di input. Questa è la prima funzione secondaria che è l'elaborazionedei dati di input e la seconda è l'elaborazione della produzione che sta elaborando l'outputqualunque sia in arrivo dal blocco e che i dati debbano essere elaborati come, che
può essere dato come un corretto output al cliente o alla funzione di livello successivo. L'elaborazioneè in sostanza come convertiamo che un analogico a un dato digitale o un dato digitalead un dato vocale o visivo. Ovvero l'elaborazione dei dati e poi abbiamo questa elaborazione dell'interfaccia utente. Per qualsiasi sistema ci saranno alcuni dati forniti dall'utente. Comeelaboriamo quei dati o come facciamo realmente interfaccia l'operatore o l'utente con il sistema. Questa è l'elaborazione dell'interfaccia utente e poi abbiamo questo modello di processo cheè la funzione principale di cui stiamo discutendo.Se vuoi definire o decomporre una funzione, questo sarà il modello di processo qui. Questoè il modello di processo che è la funzione deve essere fornito qui e poi questo inordine per fornire questa funzione dobbiamo avere l'elaborazione dell'interfaccia utente necessaria aavere l'elaborazione in ingresso e poi è necessario avere l'elaborazione in uscita anche e a parteda questo abbiamo bisogno di altre funzioni fondamentalmente un modello di controllo. Come controllarela conversione di questo input nell'output? Questo è il modello di controllo e infine, abbiamo bisogno diper avere una gestione di manutenzione o di self test o di ridondanza all'interno del sistema. Ogni funzionedeve essere controllata per essere congruente o è un corretto funzionamento. Il nostromantenimento della funzionalità che deve essere presente anche nel sistema in quellafunzione particolare, manutenzione self test e ridondanza diventa anche una delle funzioni secondarie.In effetti dice che, se si dispone di un modello di processo o di una particolare funzione per esseredecomposto in funzioni secondarie si guarda prima l'elaborazione dell'interfaccia. Quello che è il tipo di interfacciadeve essere fornito per il sistema in questo caso c'è un'interfaccia utenteelaborazione e poi qual è l'elaborazione di input da fornire che sono i dati di input comeconvertiamo in realtà questi dati di input o elaborano questi dati di input. Che possa essereconvertito in output o che può essere controllato all'interno del sistema per modificarlo in un'uscita.Qualunque sia l'input che sta arrivando attraverso l'interfaccia utente che ci verrà inviato tramite l'elaborazione in ingressoche invieremo attraverso il modello di controllo verrà convertito questo dato in una modalità di uscitae poi l'output verrà elaborato e lo invierà all'interfaccia.Ecco come vengono fornite le funzioni che converte convertire questo modello di processo in funzioni sube poi andare avanti con la suddivisione di queste funzioni. Questo è il principiodi base del modello hp come potete vedere qui il modello di processo può essere effettivamente diviso
in altre 5 funzioni o al fine di fornire una funzione modello di processo è necessario avere5 funzioni. Stiamo infatti dividendo questa funzione in 5 funzioni secondarie.Ora il vantaggio del modello hp è che si può effettivamente assumere una qualsiasi di queste funzioniè possibile prendere l'elaborazione in uscita come un altro modello di processo e dividere nuovamentequesto in 5 funzioni similmente, quelle funzioni possono essere ulteriormente divise a 5 sub funzionie possiamo continuare a farlo fino a raggiungere l'ultimo livello di divisione delle funzioni, il template hpti dà praticamente un formato attraverso il quale possiamo dividere le funzioni. Ogni funzionesi assume poi suddivisa in 5 sub funzione in sostanza l'elaborazione dell'interfaccia utenteelaborazione di input e self test e quella elaborazione in uscita.Questo modo di continuare a fare queste divisioni allora raggiungeremo l'architetturafunzionale finale o avremo tutte le funzioni secondarie e la fine di questa elaborazionefarà un esempio e poi vedere come fare questa divisione o la decomposizione delle funzioni.(Fare Slide Time: 22.58)
Riprenderemo l'esempio di un ascensore. La funzione principale dell'ascensore è quella dispostare i passeggeri tra i pavimenti. Quindi, questa è la funzione di primo livello dell'ascensorequindi, in questo modo abbiamo diversi input e diversi output e diversi controlliall'interno del sistema. Come suddividiamo in realtà questa in funzioni secondarie è la domanda principalequi. I passeggeri spostati tra i pavimenti sono la funzione principale che deve esseredecomposta in sub funzione.
Dobbiamo osservare quali sono le altre cose necessarie. Come si può vedere in hp template ilprimo o il livello superiore o nello stop block quello che forniamo qui è sostanzialmente l'elaborazione dell'interfaccia utente. Ogni ascensore deve avere un'interfaccia utente perché gli utenti sonodando qualche input al sistema. Dobbiamo avere un'interfaccia utente per il sistema e chesia fornito qui come richiesta accettazione passeggeri e fornire un feedback.Una funzione secondaria della funzione principale che è il non passeggero tra i pavimenti èaccettando la richiesta dei passeggeri e fornire un feedback. Quella è una delle principali funzioni secondariedi questa decomposizione e un'altra è in pratica controllare le auto dell'ascensore. Ovverola funzione di controllo in ascensore è necessario controllare l'auto dell'ascensore in base alla richiesta di passeggerie in base alle altre funzionalità fornite nel sistema. L'auto di controlloascensore è la funzione di controllo che la funzione sub di questo sistema consente analogamente amanutenzione efficace e servizi è un'altra esigenza che è il sistema deve essereguarda che è proprio la salute o il monitor sono le proprie condizioni di salute e garantiscono che l'ascensoresia in buone condizioni per fornire la funzione principale di più passeggero tra i pavimenti.Questi sono la funzione sub 3 sostanzialmente accetta la richiesta di passeggeri e forniscono feedbackauto di controllo e consentono una manutenzione efficace e servizi può chiamarlo come funzionilivello 1 se si prende di più i passeggeri tra i pavimenti come funzione di primo livellopoi abbiamo 3 livello 1 funzione che sono in realtà le funzioni secondarie della funzionedi primo livello e a parte questo dobbiamo fornire l'elaborazione di input oltre che l'elaborazioneanche l'elaborazione, basta elaborare il livello di sicurezza dei vigili del fuoco altre informazioni in ordine afornire il servizio richiesto.Una volta questa è la richiesta di passeggeri accettata, che i dati devono essere elaborati a parteda quel dato abbiamo altri input nel sistema come il livello attuale dell'ascensorequal è la sicurezza che segnala qual è il segnale di fuoco. In base a questi segnali è necessario esserefornito e utilizzando questi dati di input o elaborando questi dati dovrebbe essere inviato alla funzione di controllodell'ascensore di controllo e che provvederà a fornire un output da questa funzione che è la conversionedi analogico ai dati digitali come elaborazione in uscita. L'elaborazione in uscitaci saranno molte informazioni che vanno dalla particolare funzione in sostanza i clientio i passeggeri saranno informati sullo stato dell'ascensore dove èe dove si apre la porta. Tutte queste informazioni devono essere fornite ai passeggeri, che il lavoro è svolto dal blocco o dalla conversione della funzione di informazioni analogiche all'informazione digitalee passato all'interfaccia utente.
Come potete vedere qui la funzione di livello superiore è stata suddivisa in 5 funzioni secondarie. Qui le funzioni secondariesono la richiesta di accettazione dei passeggeri, le informazioni sulla sicurezza antincendio a livello di processo, l'auto dell'ascensore di controllo, consentono una manutenzione e servizi efficaci e la conversione dell'analogicoai dati digitali. Queste sono le 5 sub funzioni ora queste sono solo che la funzione di livello 1 di cuidobbiamo dividere di nuovo queste funzioni in funzioni secondarie se si guarda
l'unaaccetta la richiesta di passeggeri e fornisce un feedback questo può essere considerato come una sola funzioneche può effettivamente essere ulteriormente suddivisa o si prendono nuovamente le auto dell'ascensore di controllo possono esseresuddivise in sub funzione.Come fare di nuovo dobbiamo tornare indietro a questo template hp e invece di questa funzionequi invece di spostare il passeggero tra i pavimenti scriviamo la richiesta di passeggerie forniamo un feedback come modello di processo e poi dividiamo che infunzioni secondarie e identifichiamo sono le funzioni secondarie necessarie per fornire quella particolare funzionee continuare su farlo fino a raggiungere l'ultima o la funzione di livello più basso. Ecco come noiusiamo il modello hp per dividere le funzioni in funzioni più piccole o fondamentalmente adecomporre le funzioni in funzioni secondarie.(Fare Slide Time: 27:40)
Guardiamo come fai in realtà a guardare questo blocco qui sopra. Qui siamo vistiche questo il primo che quello che abbiamo mostrato qui la decomposizione funzionale di primo livello che èspostamento del passeggero tra i pavimenti in realtà si decompone in 5 funzioni ora supponiamo,Voglio decomporre la funzione accetta l'equazione dei passeggeri fornisce un feedback nel sub
funzionerà un altro modello hp come questo e il modello di processo qui diventeràla richiesta di accettazione dei passeggeri e fornirà un feedback. Invece di consentire il modello di processo dispostare il passeggero tra i pavimenti il modello di processo presente sarà la richiesta di accettazione dei passeggerie fornire feedback e di nuovo vedremo che tipo di elaborazione di interfaccia ènecessaria che tipo di elaborazione di input ènecessaria.Queste cose verranno identificate e forniremo la decomposizione della funzione questa è laprecedente in cui il passeggero spostato tra i pavimenti è stato decomposto in 5 funzionie la convertiremo nella funzione sub qui. Potete vedere qui che accettano la richiesta di passeggerie fornire un feedback è diventato il modello di processo qui sopra.(Fare Slide Time: 28:42)
E poi avremo cercato di identificare le funzioni secondarie come fornire le funzioni di ingresso dei datistrutture.In ordine accettare la richiesta del passeggero quale tipo di funzioni sono necessarie come potete vedereche uno è che fornire le strutture di output dei dati che è un cliente dovrebbe avere la funzioneper fornire la data entry nonché per vedere l'output dall'ascensore che è ilunico requisito dell'elaborazione dell'interfaccia per questa funzione e quindi elaborare i dati degli utenti, l'utente darà qualche input di dati. Si elabora tali dati