Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Platone e i Quattro Cardinali Esseri Umani Individuali non sono autosufficienti; nessuno che lavora da solo può acquisire tutte le autentiche necessità della vita.
Platoriteneva che sia importante affidarsi al valore di una buona educazione.
L'anima razionale (mente o intelletto) è la parte pensante all'interno di ognuno di noi, che discuta ciò che è reale e non solo apparente, giudica ciò che è vero e ciò che è falso, e saggiamente prende le decisioni razionali in base alla quale la vita umana è più propriamente vissuta.
L'anima spiritosa (volontà o volontà), invece, è la parte attiva; la sua funzione è quella di portare avanti i dettami della ragione nella vita pratica, facendo coraggiosamente qualunque cosa l'intelletto abbia determinato di essere al meglio.
Infine, l'anima appetitosa (emozione o desiderio) è la porzione di ognuno di noi che vuole e sente molte cose, la maggior parte delle quali deve essere rinviata di fronte a un perseguimento razionale se vogliamo ottenere un grado di autocontrollo salutare.
Quattro virtù cardinali riconosciute da Platone: Prudence, Giustizia, Fortitudine, Temperanza.

Il Concetto di Giustizia in Filosofia Greca I Greci guarì alla giustizia come una virtù in azione, e quindi una virtù.
Sia a Platone che ad Aristotele, la giustizia significava la bontà così come la volontà di obbedire alle leggi.
I greci erano dedicati alle loro leggi anche in parte per la credenza nella loro origine superumana e in parte perché i principi generali che incarnavano la legge erano ritenuti perfetti e permanenti e non soggetti a cambiare alla volontà popolare.
Nella sua teoria dell'Etica, Platone ha ritenuto che l'anima sia in essenza razionale e immortale.
La giustizia è relativa alle persone, e una distribuzione della giustizia è una in cui i valori relativi delle cose date corrispondono a quelli delle persone che ricevono.
L'obiettivo etico della felicità non può essere raggiunto senza alcuni prerequisiti non etici, come il corretto scarico delle funzioni mentali e corporee e la soddisfazione delle esigenze economiche.

Pratico Saggezza (Prudence) Il ruolo di memoria consiste nello sviluppare e arricchire la memoria motoria speciale dalle esperienze passate, e quindi è uno degli obiettivi di ogni pratica di elementi tecnici.
La docilitas è il tipo di apertura mentale che riconosce la vera varietà di cose e situazioni da sperimentare e non si mette in gabbia in nessuna presunzione di conoscenza ingannevole.
La giustizia è una virtù essenziale per una buona comunità, l'antica polis ".
La prudenza è più importante in alcuni sport e meno in altri. Ma non c'è sport che non pratica la virtù della prudenza.
La cognizione di oneself e di altri e l'ambiente è un fattore cruciale per qualsiasi attività sportiva, soprattutto durante la competizione.
Memoria, o memoria, significa più della capacità di riraccolta che abbiamo per natura.
Docilitas significa "la capacità di prendere consigli, sprung non da nessuna vaga" modestia ", ma semplicemente dal desiderio di una vera comprensione.
Senza la volontà di imparare, la maggior parte delle attività sportive diventerebbe troppo complicata da esibirsi.
Solertia è la "capacità di cogliere istantaneamente una situazione inaspettata, e decidere con estrema rapidità - stregoneria"

Coraggio (Fortitude) Coraggio, (anche coraggio o valor) è la scelta e la volontà di confrontarsi con agonia, dolore, pericolo, incertezza o intimidazione.
Paura e fiducia possono determinare il successo di un atto o un obiettivo coraggioso.
Un eccesso o una carenza di paura o di fiducia possono falsare il coraggio.
Il coraggio è indicato come fortitudine nell'etica della virtù medievale, sostenuta da Averroes e Tommaso d'Aquino e dal cattolicesimo romano.
Nel cattolicesimo e nell'anglicanesimo, il coraggio è uno dei sette doni dello Spirito Santo.
Il coraggio è l'autoaffermazione di essere nonostante il fatto di non essere. È l'atto del sé individuale a prendere l'ansia di non essere su se stesso affermandosi.

Moderazione (Self - Control e Temperance)
* Temperanza nel suo uso moderno è definita moderazione o autocontrollo volontario. Si descrive tipicamente in termini di ciò che un individuo si ripiega volontariamente dal fare.
Sophrosune è definito in quattro modi: uno che ha quiete, uno che ha la modestia, uno che fa i suoi affari, e uno che conosce se stesso.

Aristotele su Etica e Virtualità La questione centrale per Aristotele è la questione del carattere o della personalità.
Secondo Aristotele, le cose di qualsiasi varietà hanno una funzione caratteristica che vengono correttamente utilizzate per esibirsi.
Una persona felice esibirà una personalità adeguatamente equilibrata tra motivi e desideri, con moderazione che caratterizzano tutti.
A differenza di qualsiasi capacità intellettuale, le virtù del carattere sono delle disposizioni per agire in certi modi in risposta a situazioni simili, le abitudini di comportarsi in un certo modo.
Aristotele si è fortemente disconcerta con la convinzione di Socrate che sapere ciò che è giusto comporta sempre nel farlo.
In una sezione particolarmente influente dell'Etica, Aristotele ha considerato il ruolo delle relazioni umane in generale e di amicizia (greco φιλια philia) in particolare come elemento vitale nella buona vita.