Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

3 - Grafatura Dimensionale

00.01 Speaker 1: Ciao a tutti e benvenuti nella parte due della sezione sei, tutto su grafing tridimensionale in Matplotlib. Quindi, in questo tutorial, in pratica avremo una rapida introduzione alla capacità di tracciamento 3D di Matplotlib, ma molto di questo dovrebbe sembrare davvero familiare da precedenti sezioni qui. Quindi, per iniziare, dobbiamo portare l'asse tridimensionale per rendere questo possibile. Quindi, quello che facciamo è da "mpl_toolkits.mplot3d", vogliamo importare asse 3D. Quindi, come si potrebbe indovinare, ci sono alcune sottili differenze tra un grafico bidimensionale e un grafico tridimensionale, principalmente, la terza dimensione, ma anche, per interagire con e ottenere davvero una buona sensazione per i grafici tridimensionali, è importante cambiare la nostra prospettiva del grafico tridimensionale.

01.00 S1: Quindi, questi grafici devono essere in grado di essere clicchi e trascinati nel tipo di identico modo in cui i nostri altri grafici erano in grado di essere cliccato e trascinato e spostato in giro, solo questo deve essere in grado di ruotare anche su un asse tridimensionale. Quindi, con questo in mente, dobbiamo avere l'asse tridimensionale. Ora, la cosa successiva è abbastanza tipica, dobbiamo importare "matplotlib.pieplot" come PLT. Ora, questo è abbastanza comune in tutti i tracciati quindi non avrei dovuto spiegare che uno ormai. Poi, andiamo avanti e faremo "fig=plt.figura", abbiamo fatto quello prima. E ora, andiamo avanti e aggiungiamo un asse, quindi diremo solo "ax1 = fig. add_sottoplot", e questo sarà uno a uno, e poi diremo che la proiezione è pari a 3D.

01.53 S1: Ora, quello che questo fa è sostanzialmente notiziare Matplotlib che ci buttiamo a tre dimensioni; altrimenti, farà questa figura e aggiungete la sottotrama come se si tratti di un grafico bidimensionale, quando si tratta, appunto, di un grafico tridimensionale. Quindi ora, abbiamo bisogno di alcune coordinate. Allora, abbiamo bisogno di alcuni Xs, abbiamo bisogno di qualche Ys, a breve, Ys, e poi, abbiamo bisogno di qualche Z. Così, per X, ne avremo uno, due, tre, quattro, cinque sei, sette, otto, nove e un 10. E poi, per Y e Z, qui aggiungiamo solo alcuni numeri casuali. Non sto proprio facendo niente di specifico, basta aggiungere numeri casuali. Puoi copiarmi se ti piacerebbe, ma non è necessario.

02.41 S1: Quindi, farò solo in modo che siano la stessa lunghezza; altrimenti riceveremo errori come abbiamo visto in passato. E poi, siamo pronti ad andare "ax.plot" e faremo "plot_wireframe". Quindi, questo sarà il primo che facciamo, poi trama X, Y e Z. Ora, la wireframe è solo una rappresentazione tridimensionale di una linea, sostanzialmente. Quindi, vedrete quello che intendo qui in un attimo, ma andiamo avanti e facciamo "plt.show" e riportiamo questa cosa. Whoops, questo dovrebbe essere "ax1.plot wireframe", riprova. Ok, quindi ecco il nostro grafico tridimensionale, possiamo renderlo grande e tutto questo. E come potete vedere, abbiamo questa linea ed è un po' zig-zagging in giro e davvero non ci sentiamo per l'aspetto tridimensionale finché non iniziamo a muoverlo. E poi, possiamo vedere che si tratta, appunto, di un grafico tridimensionale con cui si può interagire. Gli assi si ribaltano automaticamente come necessario e tutto questo, quindi è abbastanza utile.

03.43 S1: Ora, proprio come ogni altro grafico, perché quegli assi girano intorno, a volte, è utile avere le tue etichette sui tuoi assi. Così, è qui che entrano in gioco le nostre etichette, la nostra definizione di sottotrama. Quindi, il modo in cui possiamo farlo è con le etichette impostate. Quindi, possiamo dire "ax1.set_xlabel" e possiamo chiamarlo qualunque cosa vogliamo, ma cali solo l'asse X. Poi, possiamo dire "ax1.set_ylabel" e possiamo impostare questo per essere l'asse Y. E poi, infine, possiamo "ax1.set_zlabel" e questo è uguale all'asse Z. Così ora possiamo risparmiare e correre che, e ora, abbiamo il nostro asse, e abbiamo anche delle etichette all'asse. Così, mentre clicca e trasciniamo a girare questo grafico intorno, l'asse si sta poppando in tutto il posto, possiamo vederli abbastanza bene. E vedrete anche come un po' di angoli l'etichetta con l'asse abbastanza bene. Ci sono delle macchie dove sembra un po' funky, ma ne fa un bel lavoro, in realtà.

04.53 S1: Così allora, la domanda successiva, "Possiamo ingrandire?" No. Ogni volta che si fa un click su questo, lo zoomate intorno. Ma quello che puoi fare, è che puoi prendere ... Clicca a casa in modo veloce. Home funziona ancora e se hai voluto zoomare, ad esempio, faresti bene a clicca, e puoi zoomare così; non ti darà più asse, ma ti permetterà di zoomare nel nostro fuori a seconda delle necessità. Così ora, potete guardare un bel piccolo sul grafico o fare clic con il tasto destro e zoomare in un bel po '. E ora, in sostanza è fuori i grafici, ma comunque. E poi, si può sempre usare la schiena e l'indietro e la casa e tutto ciò per tornare indietro orientati a dove vuoi essere.

05.38 S1: Così comunque, ecco con l'introduzione davvero basilare al complotto tridimensionale con Matplotlib. Abbiamo molti più appezzamenti da coprire, quindi è quello che dovete guardare avanti, quindi restate sintonizzati sul prossimo video. 00.01 Speaker 1: Che cosa sta succedendo, tutti? Benvenuti nella terza parte della sezione sei, tutto sulla visualizzazione 3D con Python e Matplotlib. Quello di cui parleremo in questo tutorial è la rappresentazione di una trama di scatter 3D. Così in precedenza disegnavamo una linea e collegavamo i puntini, ma forse, si vuole avere una trama più scatta. Quindi, quello che faremo è avere ... Possiamo usare le stesse identiche coordinate di prima; e davvero, l'unica cosa che dobbiamo cambiare è solo AX1, e invece di trama frame wire possiamo in realtà solo disperare. E possiamo fare X, Y, Z e che sta benissimo. Andiamo avanti e grafico che in primo piano. E possiamo vedere che è una trama di dispersione. Abbiamo i doti. Una cosa da notare sono i doti più vicini a te sono i più scuri a colori, e quelli più lontani hanno un alfa applicato a loro. Così, mentre si avvicinano a te, diventano più scuri e più lontani sono più leggeri e più ... In realtà suppongo che meno alpha sia applicato a loro. Quindi, questo è abbastanza nando. E così, questo è un vero e proprio semplice esempio di trama di dispersione.

01.12 S1: Ora, come abbiamo mostrato prima, quello che possiamo fare è, puoi avere cose come puoi aggiungere colore. Quindi, possiamo dire che il colore uguale R per il rosso, e poi, possiamo aggiungere un marcatore e possiamo avere ... Proviamo un marcatore a stella per ora. Così ora sono stelle rosse invece di doti. E ci sono altre cose che valgono, in sostanza. Quindi, hai gli altri più lontani che si sfatano un po ', meno alfa; e quelli che sono vicini sono praticamente pieni. Ora, la prossima cosa che potremmo voler fare è come ... Con i tracciati di dispersione, un sacco di volte, si identificano gruppi. Quindi, una cosa che potreste avere è ... Andiamo con il marcatore O per ora. E forse, vuoi avere un'altra dispersione. Quindi, quello che potremmo fare, è che potremmo prendere questo gruppo qui, prendilo. Va bene, copia, incolla e cambieremo tutti questi in negativo per la X. Negativa, negativa, negativa, negativa, negativa, negativa e negativa. Ok, gli altri possiamo davvero solo ... Non lo so, lascia quelli lì. [ zuckle] Non lo so. In realtà, camiciamo un'altra fila a negazionisti. Negativo qui, qui, qui, qui, qui, e qui. E poi, chiamiamola, "x2y2z2". E poi, faremo un "ax1.scatter" e poi, faremo "x2y2z2" e poi diremo il colore uguale verde, e marcatore può essere quello O di nuovo, questo va benissimo. Così, possiamo risparmiare e correre che ora.

02.51 S1: E ora, potete vedere come ci sono due grandi gruppi a questa trama di dispersione. Hai un gruppo qui sul lato sinistro e un gruppo sul lato destro, e mentre lo spostiamo possiamo vedere cosa definisce questi come diversi. Quindi, se li stiamo solo confrontando così, si sovrappongono a vicenda; e se stiamo confrontando, magari, sull'asse X, non c'è troppa differenza. Ci confrontiamo sull'asse Y, non troppa differenza. E poi, se confrontiamo, diciamo, guarda l'asse Z, ecco di solito dove la maggiore ... Vediamo se riusciamo a tirare su la Z, avendo un tempo davvero difficile qui. Z sarebbe così, e poi, tirarlo in giro. Nope, non è possibile che tutti voi. [ zuckle]

03.31 S1: Comunque, quindi potete paragonare i gruppi qui e vedere quali sono le differenze fondamentali tra questi gruppi. Così, possiamo confrontarci, almeno, con l'asse Z qui, una cosa del genere. E si vede che quello non sta davvero facendo molto cambiamento, ma si può vedere la differenza nella sovrapposizione, fondamentalmente, da ... ' Perché sull'asse Z hai dei punti tipo di tutte le ... Tra il 10 e il due possiamo vedere che abbiamo punti tutti lungo quel tipo di ... O 10 e zero, suppongo. I due negativi ci mostrano semplicemente semplicemente perché è solo ... Mostra un po' di più di quello su cui abbiamo complotti. Ma poi ... Così, possiamo vedere qui che non c'è davvero nessuna differenza, poi possiamo confrontarci su Y-axis, e dire: "Beh, qui è abbastanza ovvio che le redazioni siano nei lati positivi, e i verdi sono nei negativi", e poi, la stessa cosa vale per questo X-asse qui dove ci sono, di nuovo, i negativi qui e i positivi sono finiti qui.

04.22 S1: Quindi, comunque, è così che si può usare una trama di dispersione, e poi, trama, magari, diversi corpi di informazioni, e mostrarli visivamente, e colorarli in modo diverso, e tutto questo. Chiudiamo fuori da questo. E la prossima domanda, ovviamente, potrebbe essere qualcosa del tipo: "Possiamo fare etichette?". Quindi, etichetta uguale, e chiameremo solo questo rosso, e poi, potremmo aggiungere un'etichetta qui sotto, "etichetta = verde", e poi, la nostra domanda, davvero, è: "Possiamo allontanarci con" plt.legend "? Salva e corri che, e guardaci, possiamo anche aggiungere una leggenda e tutto funziona ancora. Così, ci racconta, "Hey, questi doti sono il gruppo rosso e questi doti sono il gruppo verde, e tutto questo". Allora, comunque, questo è un esempio di tracciamento di dispersione con Matplotlib in 3D, oltre che, scatter complotto con più gruppi di dati, diciamo, e vuoi mostrare la differenza.

05.14 S1: Quindi, nel prossimo tutorial, parleremo di grafici a barre 3D, quindi restate sintonizzati per quello. 00.00 Speaker 1: Che cosa sta succedendo, tutti? E benvenuti nella quarta parte della sezione 6, in questa parte parleremo di grafici a barre 3D. Ora, i grafici a barre 3D sono piuttosto interessanti con il tracciamento 3D perché bisogna considerare abbastanza poche cose. Ricordati quindi prima con i nostri grafici a barre in due dimensioni, in realtà abbiamo dovuto fornire tre dimensioni in sostanza, perché avevi la X e Y. Veramente, ancora di più. Allora avevi il punto X, era un punto di partenza, poi avevi la Y, che in sostanza era quanto era alto il bar, ma poi in realtà avevi un altro parametro che era quello che era la larghezza del bar?

00.40 S1: Ora, con 3D bar, in realtà hai qualcosa di abbastanza simile a questo. Così tornato dalla domanda popolare è la mia applicazione Paint, dove posso disegnare barrette fantastiche. Così in 2D hai praticamente la X qui e poi questa era la Y, poi hai dovuto dare la larghezza e poi abbiamo avuto un bar. Ma un bar 3D ha sostanzialmente questa profondità ad esso, larghezza di quella profondità, e poi anche l'altezza di quella profondità, in sostanza. Quindi con 3D bar, quello che hai è, hai la tua X, la tua Y e la tua Z perché dobbiamo avere ... E'3D, giusto? Quindi hai il punto di partenza, che deve essere non solo come prima, avevamo una X e poi una Y. Così hai ottenuto questo punto di partenza XYZ, e poi devi dare l'altezza, quindi che renderebbe conto per questo, e poi la larghezza, che rappresenta per questo, e poi la profondità, che renderebbe conto per questo, e poi il resto si collega. Quindi in realtà bisogna avere sei pezzi di dati che si alimentano in questo grafico a barre tridimensionali. Quindi con quello, cominciamo.

01.50 S1: Abbiamo questi dati e in realtà possiamo cancellare praticamente tutto questo, e lasceremo questa X, Y e Z. Faremo zeri, quindi faremo solo 00000 ... Whoops 000000 fino in fondo. E infatti, se hai scaricato NumPy prima, come stavo suggerendo, continuerai a vedere NumPy essere usato, potrebbe anche averlo. Quindi importare NumPy come NP. E quello che si può fare con NumPy, che è abbastanza nativo, è invece di quando ti trovi a voler fare una cosa del genere, puoi usare NumPy e puoi dire NP.0s e poi specificare quanti, quindi 10. E questo rende sostanzialmente questa schiera NumPy di 10 zeri. Quindi è un po' la nidi per avere quella come tua abilità.

02.40 S1: Ora, la cosa successiva di cui abbiamo bisogno sono questi DVAR, che sono li penso come profondità, e questi possono essere una lista, quindi puoi cambiarli per bar, oppure possono essere quello che si chiama scalatore, e questo sarebbe solo qualcosa che viene applicato a tutte le sbarre. Quindi quello che abbiamo è DX uguale a qualcosa, DY deve eguali qualcosa, e DZ uguale qualcosa. Per prima cosa, facciamo solo scaldare e diremo uno, uno, e uno. Quindi questi bar saranno sostanzialmente uno profondo e uno largo. Quindi andiamo avanti e rendiamo conto e vediamo cosa ci succede. Non abbiamo ottenuto niente. Tieni duro. Lasciatemi chiudere da questo. Sai cosa abbiamo fatto? [ chuckle] Non abbiamo in realtà complottato nulla. Quindi dobbiamo davvero tralare il bar.

03.34 S1: Così facciamo AX1.bar3D, ed è così che tracciamo una barra 3D. Ora dobbiamo dare la posizione X, la posizione Y e la posizione Z, quindi facciamo solo XYZ. Facile abbastanza. E poi facciamo le dimensioni, quindi faremo DX, DY, DZ. E poi questo è davvero tutto quello che dobbiamo fare, quindi cerchiamo di ripercorrere che ora. E ci si va. Abbiamo qui i nostri bar, solo 3D bar. E a causa delle nostre etichette possiamo almeno vedere cosa sta succedendo qui.

04.08 S1: Così l'asse X era quello che era 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, così sicuro, possiamo piuttosto allinearci che su e vedere, sì, è vero. E poi l'altra roba era la roba che variava. Ora, perché stiamo ambientando D come tutti quelli, quindi è uno largo e uno lungo in sostanza, non ci stiamo davvero molto. Inoltre, l'asse Z, siamo solo davvero uno alto, anche se stiamo iniziando anche da Z= 0, per i bar. Ora, andiamo avanti e chiudiamo questo, e rendiamo questo un po' più interessante.

04.37 S1: Prendiamo i nostri dati, e invece di scalatori, vogliamo ancora praticamente la X e la Y perché tenere a mente, dove si trova ... Caricamoli su questo ancora più tempo. Dove sono gli assi Z su questo grafico? Beh, tipicamente, a meno che non si muova roba in giro, X è sul fondo, Y è un po' parte del fondo, e Z è l'altezza. Ora, questo è solo una sorta di norma. Ovviamente possiamo spostare questo grafico in giro. Possiamo anche ribadirlo capovolto se volessimo, sebbene ribaltarlo sottosopra davvero non cambia davvero il fatto di quello che sta facendo Z. Ma comunque, è solo una specie di situazione tipica.

05.10 S1: Così chiudiamo fuori da questo, e terremo X e Y come pari a uno. Così come abbiamo fatto NumPy zeri 10, possiamo fare MP.1s così. E diremo che vogliamo che quelli siano lunghi 10 e poi faremo di nuovo MP.1s, e ancora, faremo quel 10 di lunghezza. E poi DZ, faremo una lista praticamente. Faremo solo 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10. Quindi questo è l'elemento variabile. Altrimenti X e Y, X e Y, ancora una specie di ... Quelle sono quelle che influenzano la larghezza di quel bar, quindi quanto largo e quanto tempo è quel bar, ma quanto è alto quel bar, viene determinato da DZ. Quindi andiamo avanti e corriamo così in fretta. E di sicuro, ora abbiamo bar di diverse altezze, quindi il nostro grafico a barre sembra un po' più interessante per noi quando lo rovesci sottosopra per l'effetto finale. [ chuckle] Comunque, quindi quelle sono grafici a barre 3D.

06.13 S1: E così un grafico a barre 3D è abbastanza interessante perché in realtà hai poche dimensioni; non hai solo tre dimensioni. Hai ottenuto l'iniziale X, Y, Z; hai altezza, larghezza e lunghezza, anche. Quindi in realtà si ottiene un bel po' a disposizione. Non è un vero, diciamo, display a sei dimensioni, e perché l'altezza e la larghezza potrebbero mettersi in mezzo ad altre cose, ma finché si sa dove avrebbe dovuto essere il punto di partenza, in realtà si può mostrare più di un semplice, diciamo, tre punti di dati che guariscono tutto per noi. [ chuckle] Comunque, ecco che è con i grafici a barre 3D.

06.49 S1: Nel prossimo tutorial mostreremo solo un esempio veloce, semplice di un ... Oppure non è davvero un esempio semplice, ma solo un rapido show della wireframe di nuovo, perché in realtà puoi fare un sacco di roba davvero cool con la wireframe, ma devi avere dei dati cool da cui partire. Quindi, vi mostrerò i dati del campione e poi faremo davvero qualcosa di figo con la wireframe con quella. Quindi, comunque, è quello che voi ragazzi dovete guardare avanti, quindi restate sintonizzati per questo. Grazie per aver guardato.