Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

EEGLAB Manifestazioni - Riepilogo delle lezioni

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Un potenziale evocativo evocativo (AEP) è un potenziale registrato in scala che segue uno stimolo acustico o uditivo. I componenti precoci degli AEP sono generati nella corteccia uditiva primaria.

Il componente tardo positivo o il complesso tardo positivo (LPC) è un componente positivo del potenziale cerebrale (ERP) ad evento positivo (ERP) dove il picco di rilievo ottenuto all'interno del 100 millisecondo di una registrazione conferirà che la nostra corteccia uditiva o visiva funziona correttamente nel cervello.

Il MMN è il componente negativo dell'onda ottenuta sottraendo la risposta evento - evento l'evento standard dalla risposta all'evento deviato. Si tratta di un potenziale negativo frontale con le fonti nella corteccia primaria e non primaria e la latenza tipica di 150-300ms dopo l'insorgenza dello stimolo deviante.

Il P300 è un ERP che dà una deflessione positiva a 300ms dopo la presentazione di uno stimolo bersaglio. Ha due componenti.

P3a, che origina da meccanismi di attenzione frontale guidati da stimoli durante l'elaborazione delle attività. P3b, che origina dall'attività temporale - parietale associata all'attenzione e appare correlata alla successiva elaborazione della memoria.

Le potenzialità visive evocate (VEP) sono segnali elettrici generati dalla corteccia visiva in risposta alla stimolazione visiva e possono essere suscitati da stimoli flash diffusi o stimoli costituiti da inverti o spostamento di modelli ad alto contrasto come il checkerboards e le parallele.

Le lunghezze d'onda forniscono analisi di tempo e di frequenza contemporaneamente e offrono approcci diversi per l'analisi dei dati con una serie di proprietà e flessibilità. Si intende cercare similitudini e correlazioni dei segnali EEG.

EEGLAB è un toolbox MATLAB sviluppato dal Swartz Center of Computational Neuroscience che utilizza i plugin per elaborare i segnali EEG e ERP.

ERPLAB è un toolbox integrato in EEGLAB che viene utilizzato per analizzare gli ERP. È importante per l'utente copiare ERPLAB nella cartella 'plugins' di EEGLAB per sincronizzare ERPLAB con EEGLAB.

Una procedura in cui le finestre temporali specifiche vengono estratte dal segnale EEG continuo in EEGLAB è nota come epoche.

I 'Bins' sono utilizzati in EEGLAB per Collettare le risposte a diversi trigger di stimoli.