Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Allora, iniziamo ora, prima di entrare in biologia dello sviluppo, quindi quello che faremo è guardare storicamente a come siamo arrivati dove siamo subito. Quindi, se si torna indietro di un paio di secoli, la gente non sapeva nemmeno che le cose viventi sono fatte degli stessi elementi che ci sono nella tavola periodica. Così, quindi Erwin Schrodinger ha scritto un libro famoso, "Cos' è la vita?".

E quella quest che è lì eternamente nella mente umana ha ottenuto ampiamente risposta durante questo periodo negli anni ' 1940s a 60s, l'era classica della biologia molecolare. Dal momento in cui i biochimici hanno già dimostrato che le cellule viventi sono costituite dagli stessi elementi dalla tavola periodica e noi obbediamo alle leggi della termodinamica tutto; l'anima, la mente, quelle idee sono morte.

E abbiamo imparato che le cose viventi possono essere indagate sul modo in cui abbiamo indagato parti non viventi del mondo e questa classica epoca di biologia molecolare ha risposto ad alcune domande centrali che sono come, qual è il materiale genetico? Sappiamo che è il DNA e noi know-how che viene copiato per scopi di replica e poi che le informazioni vengono copiate in mRNA e poi tradotte in proteine e proteine fanno la funzione.

Così si risponde in larga parte alla biologia a livello cellulare abbastanza soddisfacente ed è per questo che si chiama epoca d'oro o classica. Quindi una volta che questo è fatto poi per affrontare quella domanda che cos' è la vita, cosa rimane dopo questo? (Fare Slide Time: 04.20)

Ed è qui che, uno dei principali giocatori durante l'era Classica, Sydney Brenner in una lettera al presidente della MRC Medical Research Council ha proposto cosa fare adesso? Abbiamo risolto questo DNA a proteine, codice genetico, traduzione, tRNA, ribosoma, tutti quelli che tutti hanno capito. Così poi è salito con questo, letto questo pazientemente, "Tutti i problemi classici della biologia molecolare sono stati risolti o saranno risolti nel prossimo decennio", questo è nei 1960s ok 63, credo, poi hai la frase "l'esercito di grandi numeri di americani e di altri biochimici riempirà i dettagli" non di grandi concetti, ha pensato che quelli sono tutti dettagli. " Si occuperanno di tutta quella base chimica di quello che vi ho mostrato nella slide precedente, quindi qual è la grande domanda per lui nella prosecuzione di rispondere a quello che è la vita? Ho da tempo ritenuto che il futuro della biologia molecolare risieda nell'estensione della ricerca ad altri campi di biologia in particolare lo sviluppo e il sistema nervoso ".

Il punto è quello che vi ho mostrato nella slide precedente sono a livello cellulare; ora come le diverse cellule interagiscono tra di loro in un contesto multicellulare. Ecco allora che cos' è lo sviluppo. Così ha pensato che sia l'estensione naturale di seguire la questione centrale della biologia così in quel senso le domande della biologia dello sviluppo o il prosieguo dei nostri sforzi per rispondere a ciò che è la vita?

Quindi in quel senso vedo che la biologia dello sviluppo è il centro della biologia dell'apprendimento, è una continuazione della biologia dell'apprendimento, e non sorprendentemente la maggior parte dei progressi delle tecniche di biologia cellulare come le tecniche di imaging e di biologia molecolare sono spesso sviluppate per affrontare le domande della biologia dello sviluppo, quindi, ecco cosa ha dato origine a tutti quegli avanzamenti nella tecnologia.
(Riferimento Slide Time: 06.28)

Quindi questo tipo di set sul palco per essere attratti dalla biologia dello sviluppo, ora pensiamo a quello che è la biologia dello sviluppo? Estremamente semplice non serve nemmeno una parola per definire immagini che basteranno. Quindi questo è un ovocita umano, la cellula asimmetrica i contenuti citoplasmatici sono uniformi, non vi è alcuna sfumatura di molecole da un luogo all'altro non si può nemmeno dire quale sia superiore e inferiore, che sia dorsale o ventrale; è una sfera asimmetrica e da lì si arriva a questo bambino. Non è molto meraviglioso, questa è la cosa più meravigliosa della terra. Questa complessa trasformazione che accade e che risponde a queste domande è ciò che è la biologia dello sviluppo. Quindi, ora lasciamoci andare avanti. Allora, quali sono le domande centrali che uno vuole capire in questo processo? sono qui così che è l'attenzione primaria di oggi non ci occuperemo di argomenti molto specifici nella biologia dello sviluppo perché l'introduzione di oggi non voglio velocistare molto velocemente.
(Riferimento Slide Time: 07.44)

In primo luogo, ci sono due domande più ampie; poi all'interno abbiamo sub - quesiti, quindi la questione più ampia è la prima cosa. L'uovo che abbiamo visto come diventa il corpo adulto?. Ecco, questa è una grande questione più ampia di biologia dello sviluppo. Secondo, come fa quel corpo adulto a fare un altro corpo adulto? Ecco, queste sono le due grandi domande di biologia dello sviluppo.

E ora, interromperlo ai livelli indirizzabili la prima è la differenziazione cellulare. Quindi, potreste pensare che io capisca la mitosi ho imparato come funziona nella classe di biologia cellulare, quindi l'embrione subisce divisioni e fa un sacco di cellule ma un grumo di cellule vi fa, voi? Nessun diritto? Quindi, non si è un nodulo di cellule, si ha un lump di diversi tipi di cellule a destra, e come le cellule che sono identiche diventano diversi tipi di cellule?

Ecco allora il processo di differenziazione cellulare, quindi quali sono i tipi che se ci si interroga è dato in questa foto. Già allora, potete vedere alla fine che avete cellule epidermiche le vostre cellule della pelle, neuroni del sistema nervoso, questi due non si assomigliano e così via se andate, le cellule pigmentate sono molto diverse dalla notocorda che arriverà nell'embrione che è una struttura transitoria. Le cellule ossee sono molto diverse dai nefroni del rene giusto? I globuli rossi non hanno alcuna somiglianza con nessuno degli altri che abbiamo visto, cellule muscolari e cellule del tubo digerente, la mucosa intestinale, se si guarda alle cellule del gesso la cellula tiroidea per esempio e il polmone alveoli così, e poi i gameti il più importante di tutti: sperma e uovo.
Quindi questi sono diversi tipi di cellule e come si differenziano le cellule? Questa è una delle domande più fondamentali nella biologia dello sviluppo.
(Riferimento Slide Time: 09.58)

E secondo, morfogenesi, quindi ok bene so come fare i neuroni ok ho fatto un sacco di neuroni diventeranno cerebrali diventeranno midollo spinale? No, quindi devono organizzarsi e prendere forme specifiche come per esempio qui la mioblast, le cellule muscolari, il lump delle cellule muscolari non diventeranno fibre muscolari che non vi aiuteranno ad avere contrazione e rilassamento. Quindi devono organizzare e prendere una forma della fibra muscolare e quella forma di formazione è quella che è la morfogenesi. Come succede? Ecco allora un'altra domanda importante nella biologia dello sviluppo. Quindi passare attraverso queste domande vi aiuta a farsi un'idea di quale sia la portata di questo corso, cosa imparerò alla fine.

Quindi, parlo come se si trattasse di domande di ricerca in sospeso ma allo stesso tempo, questo ti dà un'idea di quello che imparerai in questo corso.
(Riferimento Slide Time: 10.52)

E, il terzo è la crescita, quindi la crescita non pensa bene, mangio ogni giorno e sto crescendo.
Si versa acqua e fertilizzante la pianta cresce, qual è la grande questione di crescita? Ma se pensate alla crescita, vi renderete conto che deve essere altamente coordinato. Ad esempio, se allunga la mano, troverete fino alla punta del dito più lungo esattamente entrambe le mani sono le stesse dimensioni. Sono identici; potete provare come nessuno di voi troverà una mano un po' più grande dell'altra mano e la vostra faccia, immaginate che per rendere il vostro viso dal vostro stadio infantile tante divisioni cellulari deve essere successa a destra, quindi una più grande divisione in più? 100 volte diviso, 101 sarà molto diverso? Ma sì che sarà il doppio della tua faccia attuale. Basta immaginare un'altra divisione che saresti un mostro di Frankenstein non sarai quello che sei.

E immaginate solo che questi non fossero coordinati in diverse parti del corpo, supponiamo che le vostre cellule del naso divise il doppio del tempo e le vostre orecchie, un orecchio era una divisione in meno quello che accadrà?
Il tuo corpo non sarà proporzionale e non ci saranno funzionalità, quindi la crescita è altamente coordinata. Allora, come avviene questo coordinamento? Ecco quindi una domanda importante. Quindi il prossimo è, lo trovo più interessante perché senza il quale l'evoluzione non è possibile non saremmo qui esistenti. Quindi quella è una riproduzione, solo un homo sapiens può dare origine ad un homo sapiens null'altro, nessuno degli altri organismi l'ampia diversità che esiste nessuno può produrre, lo stesso vale per qualsiasi altra specie, così come avviene la riproduzione? Come sono specificate le cellule riproduttive? Come rimangono diversi dal resto del corpo? Quindi queste cellule sono le cellule germinali, sono quelle coinvolte nella riproduzione.

Sono gli unici che possono passare da uno stato diploide ad uno stato aploide e per fusione in fecondazione possono ripristinare il diploide. Come sono specificati e come mai rimangono diversi dal resto e quali sono le istruzioni nel loro nucleo e citoplasmi?
Ricordate che il citoplasmo oocita porta un sacco di cose per lo sviluppo embrionale, quindi cosa sono in queste due strutture cellulari che li aiutano a formare la prossima generazione?

Quindi queste sono le domande di riproduzione e la quinta è l'evoluzione, quindi niente in biologia ha senso tranne che alla luce dell'evoluzione. Quindi non dimenticate questa frase semplicemente non si può capire la biologia senza capire realmente la causa evolutiva e la conseguenza funzionale di uno qualsiasi dei processi che state guardando.

E ora nel contesto di biologia dello sviluppo, c'è una cosa importante, le modifiche che sono necessarie dal requisito adattativo all'ambiente devono essere possibili all'interno della struttura corporea esistente. Quando si cerca un nuovo cambiamento per l'adattamento in un nuovo ambiente gli organismi esistenti non dovrebbero morire. Quindi, le modifiche che sono richieste dovranno essere consentite dal piano di sviluppo esistente, il piano del corpo.

Quindi, quindi lo sviluppo vincoli le possibili vie di adattamento, e in tal senso è necessario considerare ciò che è possibile nell'attuale piano di sviluppo per vedere quali adattamenti sono possibili, quindi in tal senso l'evoluzione e lo sviluppo sono molto intricati, quindi i cambiamenti nello sviluppo sono ciò che dà origine all'adattamento ed è ciò che viene selezionato durante la selezione naturale.

Quindi l'evoluzione è una questione centrale nella biologia dello sviluppo. Così come i cambiamenti nello sviluppo creano nuove forme di corpo e quali cambiamenti possono essere sistemati senza compromettere la sopravvivenza dell'organismo, quindi questo è importante. Così un dinosauro che diventa un uccello non può accadere in un solo passo, senza mettere in pericolo la sua attuale capacità di esistere come un dinosauro, quindi questo è solo per darvi un esempio; allora non possiamo dimenticare l'ambiente perché un organismo si adatta ad un determinato ambiente e come abbiamo appena visto che deve essere sistemato nello sviluppo attuale. Quindi per darvi un esempio che c'è nel libro come forse avrete già sentito molti reettili la loro determinazione del sesso, che sia maschio o femmina dipende dalla temperatura, e a volte le sostanze chimiche nell'ambiente influenzano anche la capacità di un organismo di svilupparsi.

Quindi nell'habitat più grande, l'habitat significa nel luogo e nella comunità e l'ecosistema in cui un organismo sopravvive in che modo il piano di sviluppo si inserisce in esso, come ad esempio una pianta succulenta è un adattamento migliore per vivere in un ambiente desertico, quindi non si può andare a far crescere il paddy lì, quindi il piano di sviluppo del risone o il piano di sviluppo di un cactus è integrato nell'ambiente, l'habitat dove crescono.

Quindi in tal senso bisogna guardare anche l'aspetto ambientale, quindi queste sono le grandi domande nella biologia dello sviluppo. Quindi, praticamente tocca tutte le aree della biologia.
(Riferimento Slide Time: 17.28)

Quindi ci muoviamo, quindi come studiare lo sviluppo di un organismo? Quindi le persone nel periodo di tempo hanno usato approcci diversi, inizialmente, quando gli strumenti erano molto primitivi o non esistenti hanno semplicemente fatto l'osservazione degli embrioni. Quindi essenzialmente approcci anatomici li chiamiamo anatomici. Basta guardare l'anatomia di un embrione di una specie particolare e confrontarla con un'altra e così via.

E poi si arriva con i temi comuni ad esempio le cose che danno alla luce direttamente un bambino sono viviparate e alcune uova sdraiate e le uova si schiuma, sono oviparose e così via.
Hanno fatto classificazioni e hanno visto alcuni temi e principi generali. Quindi, questo è l'approccio anatomico questo non significa che io stia parlando l'unica storia, attualmente, anche molto importante.

Come ad esempio; quando si va a definire un particolare difetto di sviluppo ad una risoluzione a singola cella si sta espandendo quella osservazione anatomica, quindi ci si trova inter - twinned

con i modernissimi approcci. Poi una volta che lo hanno fatto, cercano di disturbare l'embrione e vedere cosa succede, se un embrione perfettamente sferico si divide se ha certi aerei della divisione cellulare se solo comprimono che cambierà e che tipo di cambiamenti accadono e di conseguenza che tipo di cellule formano?

Così hanno iniziato a sperimentare, che si chiama approcci sperimentali. Poi quando gli strumenti genetici sono diventati disponibili le persone hanno iniziato ad usare approcci genetici, ad esempio cercando di trovare mutazioni in cui un particolare sviluppo non accade, quando si scopre che è ereditabile si è identificato un gene responsabile dello sviluppo, quindi questo è l'approccio genetico.

Quindi potreste pensare, questo è l'approccio che sta predominando ora ma anche gli altri due sono intrecciati con questo, tutti e tre sono perseguiti fin da subito, ma sono una sorta di iniziazione storica, è anatomico che ha dato vita a sperimentare poi la genetica successiva e ora è una combinazione di tutti e tre, quindi questi sono i principali approcci utilizzati per capire lo sviluppo.
(Riferimento Slide Time: 20.08)

Così ora prima di andare oltre questi approcci anatomici e sperimentali che ci sono stati in anticipo, e ha dato origine vi ho raccontato alcuni temi generali e uno di essi è un generalizzabile il ciclo di vita di più organismi, quindi pluri-significato intendo la diversità degli organismi. Si potrebbero quindi trovare organismi estremamente diversificati ma in realtà se si guarda al loro sviluppo dall'uovo fecondato a covare o uscire dal grembo materno che si chiama embriologia. Ecco allora il vecchio nome per la biologia dello sviluppo.

Così lo sviluppo embrionale è quello che chiamiamo biologia dello sviluppo e ora abbiamo imparato che lo sviluppo accade anche dopo la nascita non è solo crescita a darvi un'idea come ogni volta che una cellula differenziata muore per esempio il vostro epitelio cutaneo si sviluppa di nuove cellule della pelle. Quindi, lo sviluppo è un processo continuo in quel senso ma le persone precedenti hanno pensato che lo sviluppo sia solo dall'uovo di embrione fecondato alla schiusa.

Questo è quello che la gente pensava ed è per questo che si chiamava embrione, così quel periodo si è inventato con un ciclo di vita generalizzabile. Quindi, quindi, è opportuno iniziare la nostra comprensione dello sviluppo partendo da un ciclo di vita, un ciclo di vita generalizzato che rompe lo sviluppo in sottoargomenti e quindi possiamo concentrarci su ognuno di essi.

Ecco, questa è una citazione famosa che c'è nel libro e mi è piaciuta molto ed è per questo che ho ottenuto questo perché questo in realtà in cinque righe definisce molto, molto chiaramente alcuni quattro campi. La vista scattata qui è che il ciclo di vita è l'unità centrale della biologia a partire dalla fecondazione per diventare un adulto sessualmente maturo. Quindi questa è una cosa centrale qui e l'evoluzione diventa allora l'alterazione nel ciclo di vita attraverso il tempo da uno stile del ciclo di vita ad un altro stile. Così che l'alterazione sia l'evoluzione.

Ora è facile capire che si sa è il processo di cambiamento che trasforma il ciclo di vita e la genetica è il meccanismo di successione tra i cicli, come faccio a passare da un corpo adulto a un altro corpo e cioè la genetica, come vanno le informazioni? Quali sono i principi che regolano il flusso informativo biologico da una generazione all'altra e lo sviluppo di tutte le modifiche in un ciclo di vita?

Le persone classiche lo chiamano fitezia e ontogenia; l'ontogenia significa tutti i cambiamenti che accadono in una generazione, la fitogenia significa cambiamenti nel periodo di evoluzione che significa tra più cicli di vita è questo chiaro. Quindi con questa citazione guarderemo un ciclo di vita generalizzato ma le foto mostrate qui nel cartone animato sono quella della rana.
(Riferimento Slide Time: 23.13)

Ma questo vale per la maggior parte degli organismi, quindi le tappe principali sono nelle lettere maiuscole; la fecondazione, la cleavage, la gastrulazione, l'organogenesi, poi la metamorfosi perché vi è variazione in alcuni organismi, quindi si hanno le fasi di maturità o larvale poi la vostra gametogenesi. Quindi queste 1, 2, 3, 4, 5, 6 tappe sono le tappe principali.

Quindi la prima è la fecondazione, quindi è una cosa notevole che capita. Quanti di voi sanno qual è la fase di divisione cellulare dell'ovocita dei mammiferi al momento dell'ingresso dello sperma? Nella maggior parte degli organismi vengono arrestati in meiosi uno ma le tappe variano. Alcuni alla fine della profase uno e in alcuni possono essere diversi.

Quindi essenzialmente vengono arrestati in meiosi uno e la voce spermatozoi sigla il nucleo ovocita per completare la divisione meiotica e poi la fusione cellulare che il micoplasmatico condensa si può pensare, l'intero citoplasmo viene dall'ovocita e cosa ha portato lo sperma? Sono i centrioli. L'ovocita non avrà centrioli i centrioli provengono dallo sperma. Quindi, quindi prima ad avere la fusione citoplasmatica allora una volta che succede poi i nuclei fondono i due pronuclei e si ha il materiale genetico diploide, l'intero materiale genetico è richiesto per l'uovo fecondato per trasformarsi in un corpo adulto.

Quindi tutto questo avviene nella fecondazione, così come ognuno di questi passi innescato e regolato è la domanda indirizzata nella fecondazione e poi si ha una cella enorme comparativamente come l'ovocita nella maggior parte degli organismi è più grande delle altre cellule del corpo e che poi viene suddivisa in più piccoli compartimenti ed è per questo che non si dice qui divisione cellulare invece si dice cleavage, quindi sostanzialmente si sta partizionando il citoplasmo in celle più piccole.

Quindi questa è la differenza fondamentale tra una normale divisione cellulare e la cleavage nell'embrione e ognuna di quelle cellule partizionate, quindi significa che si sta ovviamente replicando il DNA e quindi si stanno facendo più nuclei e ogni nucleico ottiene porzioni più piccole del citoplasmo. Ecco allora che è compartimentalizzato, quindi non pensare che in questa compartimentazione il nucleo si perde in una cella e non in altri.

E ognuna di queste nuove cellule formate durante la cleavage si chiama blastomeres e alla fine di questa fase di cleavage si chiama quell' embrione una blastola. Poi, come è regolata questa cleavage? Questo accade in un certo schema non si può avere nulla di sbagliato qui.
È come se tu avessi fatto tutte le prove di prove e retroscena ora il concerto iniziato ora devi suonare la musica o se è un ballo devi ballare nel modo giusto.
Ora non si può coreografare una volta che ha iniziato non può accadere e ci va e non ci si ferma semplicemente va avanti e questo deve accadere in perfetto ordine senza errori, il possibile errore significa morte; ecco la fine. Allora come tutto questo succede? Ecco allora quello che impariamo nella cleavage. Così poi la prossima è che queste cellule ora si sottoponono a risistemazioni, migrano e si riorganizzano in tre strati principali li chiamiamo strati di germe: ectoderm, mesoderm e endoderm.

Così questi strati di germe sono formati da migrazione e risistemazione di questi blastomeri e poi quel processo si chiama gastrulazione. Quindi qui non si hanno ancora grandi differenziazioni che accadono, quindi non si deve confondere con le migrazioni e le differenziazioni che accadono in seguito. Ecco quindi principalmente riallestimento delle cellule in tre strati principali che chiamiamo strati di germe e la fine di quella che si chiama gastrula.

Poi le cellule di questi tre strati interagiscono tra loro e si sottoponono a ulteriori ristrutturazioni e migrazioni per dare origine a forme funzionali specifiche che chiamiamo organi e che è l'organogenesi. Così è così che si hanno cellule muscolari che fanno i muscoli e si conoscono le cellule dell'ectoderma ad esempio rendono il nostro epitelio cutaneo, fanno i neuroni, fanno i melanociti le cellule produttrici di pigmento che ci proteggono dai raggi UV.

E si conosce la guarnizioni intestinali dell'endoderm e mesoderm che fanno molti degli organi interni e alcuni organi hanno delle cellule dai diversi strati, non è che questi strati siano completamente indipendenti. Così interagiscono mescolando così come inducono o vengono indotti dalle altre cellule, tutti quelli che vanno a fare organi e poi che finiscono nella nascita o nella cova. Poi una volta che si schiuma non è subito pronto, quando chiami pronto? solo quando si è un adulto sessualmente maturo. Così adulto per definizione è un organismo sessualmente maturo di quella specie. Dovrebbe essere in grado di riprodurre quando termina il ciclo di vita. Quindi il ciclo di vita per via è diverso dal tempo di generazione, il tempo di generazione è il tempo che un singolo membro di una specie esiste dalla nascita alla morte.

Ciclo di vita significa dalla nascita al palco dove si può riprodurre. Quindi ricordati questi distintamente spesso che sai che alcune persone si sono confuse. Così quando escono dal guscio d'uovo o escono dal grembo materno non sono subito pronti, quindi si sottoponono a quello che si chiama maturità e questa maturità in molti organismi coinvolge quella che si chiama metamorfosi che è perché quello che viene fuori non assomiglia all'adulto.

Come vedete in questo esempio si sa che il girone non assomiglia alla frog; la silkworm non sembra la falena; lo stesso vale con le farfalle e in molti organismi. La fase adulta è un momento fugace dell'intero ciclo di vita. Alcuni di loro passano la maggior parte del tempo nelle fasi di larvale, nella maggior parte degli organismi le forme precoci che sono diverse dalla forma adulta sono chiamate stadio larvale e queste larve si nutre e esistono per un tempo più lungo in alcune

organismi. La mole del tempo del ciclo di vita viene trascorsa come larva per esempio nelle falene appena uscite senza avere la capacità di mangiare, quindi qualunque sia la falena mangiata e conservata è quello che userà per trovare un compagno e deporre uova e morire. Quindi non pensare che ognuna di queste fasi sia costante in termini di durata relativa in tutta la specie.

Così potremmo vivere da adulti per molto tempo ma non è così in altri organismi.
Così come è regolata questa maturità, alcuni pensano che questo sia molto affascinante; andare dalla larva che esce e come questo cambia nella forma adulta. La gente pensa che sia molto notevole e studiano metamorfosi in grande dettaglio in particolare coloro che studiano le farfalle e le falene e naturalmente anche frog.

Ecco quindi la sintesi del ciclo di vita così fondamentalmente quando si parla di sviluppo stiamo parlando di uno di questi sei processi o di una sottoparte di uno di questi processi. Ad esempio nel nostro laboratorio ci concentriamo su non può essere nemmeno chiamata fecondazione, non può nemmeno essere chiamata gametogenesi; ci concentriamo su un certo aspetto della gametogenesi che è quello che facciamo.
Così ognuno di loro ha un sacco di domande specializzate interessanti ma questo ti dà il quadro più ampio; questo ti aiuta a mapparti nel più ampio tema dello sviluppo di un organismo dove fa il mio lavoro o il mio apprendimento. Ecco perché il ciclo di vita è la nostra introduzione di partenza qui.

Cercherò di raccontarvi altri modi di guardare allo sviluppo. C'è quindi un altro modo di guardare allo sviluppo paragonando al resto del mondo non vivente; basta confrontare uno sviluppo di un organismo contro un edificio di macchina. Può un aereo volare mentre si costruiscono? Nessun diritto. Può una bicicletta essere usata per andare dal punto A a B mentre qualcuno lo assembla? No, ma gli organismi mentre si costruiscono sono funzionali; in nessun momento, erano morti. Così il libro entra nel raccontare in dettagli molto specifici: si respira mentre i polmoni si stanno ancora formando, si organizzano neuroni senza nemmeno aver imparato a pensare, e così via. La circolazione avviene senza nemmeno costruire un'arteria, quindi tutte queste cose succedono. Quindi qui deve funzionare mentre si costruiscono, quindi alcuni pensano che sia affascinante per lo sviluppo. Così come questo, si può guardare in molti, molti modi in cui si conosce il processo di sviluppo è davvero sorprendente. Quindi quello che trovo interessante è quello che ho letto non ho trovato nulla nell'universo dove la materia organizza in modo più complesso di quello che accade nello sviluppo. Quindi quando si pensa ad altri aspetti del mondo non vivente, quello che troverete è che le scale sono enormi ma non la complessità o la diversità del processo ma, qui trovate che per essere estremamente complesso. Sai quella prima slide dove si va dall'uovo umano al bambino.

Quindi questo è affascinante, si può rompere ed essere interessati alla metamorfosi o qualunque cosa ma la fine è da questa cellula a questo neonato. Quindi questa è la cosa più grande. Così per chiarire ulteriormente ciò che la biologia dello sviluppo si occupa di guardare al modo in cui mettiamo in discussione cose diverse. Come ad esempio, un genetista può essere interessato a come particolari informazioni genetiche vanno da una generazione alla prossima generazione.

Ad esempio, se si assume qualsiasi gene diciamo un gene di una proteina legante RNA che cerca di regolamentare la traduzione. Ecco allora che mi affascina quindi sto raccogliendo quell' esempio.
Quindi un genetista potrebbe essere interessato a sapere come questo particolare gene venga trasmesso da una generazione alla generazione successiva e un biochimico potrebbe essere interessato a sapere come fa questa proteina legante l'RNA a regolamentare la traduzione di questo particolare mRNA?

Ma quello che un biologo dello sviluppo chiede è perché questa particolare proteina legante l'RNA produca in queste cellule ma non in quelle cellule? Ok, come ad esempio i geni che studiamo nel nostro laboratorio perché si esprimono solo nelle cellule germinali e non nel mio cervello o nel cuore o nel fegato, perché sono solo nelle cellule germinali e l'altra cosa è il perché solo in un momento particolare durante lo sviluppo?

Perché la proteina NOS-1 viene prodotta solo dalle cellule germinali primordiali zigotiche nell'embrione ma non altrimenti? Così, questo può essere sintetizzato in due grandi cose una regolazione spaziale dell'espressione genica, seconda regolazione temporale dell'espressione genica che è il tempo.
Sapete perché in questa fase di sviluppo non in altre fasi, il primo è il motivo per cui in questo organo o tessuto e non in un altro organo o tessuto.

Quindi questa regolazione spaziale o spatiotemporale dell'espressione genica è la cosa centrale che finalmente usciremo da questo corso.