Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Module 1: Immagini Interpretazioni e Applicazioni

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Video 1

Ciao a tutti e benvenuti alla nuova discussione, che in pratica parte 2 tecnica di interferometria SAR e molto brevemente prima, vedremo di nuovo questa figura. Come prima anche mentre si discute di microonde remote sensing active microwave remote sensing discuteremo questa figura, ma molto brevemente porterò che in SAR interferometria questi segnali SAR in sostanza, come anche discusso che contengono sostanzialmente l'ampiezza e l'informazione di fase e questa ampiezza e in sostanza mostra la forza della risposta radar. E la fase è la frazione di un'onda sinusoidale completa che stiamo vedendo qui un ciclo di onda sinusoidale completo come una singola lunghezza d'onda SAR. Quindi, quando si completa l'onda sinusoidale è lì che diventa la; la nostra lunghezza d'onda qui che stiamo vedendo qui e in questa fase dell'immagine SAR determinata e sostanzialmente principalmente dalla distanza tra l'antenna dei satelliti e gli obiettivi di terra. Quindi, questa fase si basa fondamentalmente sul fatto che l'antenna è compresa tra l'obiettivo e l'antenna. Quindi, in base a ciò viene scoperto. Ora interferometrica perché se si sono svolte deformazioni di terra, allora ci dovrebbe essere qualche differenza di fase se non si sono svolte deformazioni di terra, allora non vedremo più quelle differenze. Quindi, quello che noi ma ci spiega sostanzialmente la differenza di fase tra le 2 osservazioni radar complesse. Complesso attraverso l'analisi dei numeri complessi prima, in modo che si stia avendo una coppia in tra le alcune modifiche potrebbe essersi verificato. E questi cambiamenti porteranno la differenza di fase tra queste 2 scene e che possono essere sfruttate per generare interferogrammi. E poi ovviamente deve essere della stessa zona e presa da una posizione di sensore leggermente diversa, perché non è possibile tutto il tempo. Per avere una posizione esatta del sensore o della piattaforma in uno spazio. Quindi, anche se c'è una ragionevole distanza di base perpendicolare al basale c'è, non è un problema è ancora l'interferogramma che può essere ricavato o può essere estratto e questo estratto informazioni a distanza sul terreno terrestre. Così, in questo modo possiamo sfruttare l'interferometria SAR. Ora quando combiniamo la fase di queste 2 immagini o compariamo dopo la registrazione. In precedenza ho anche accennato che questa co - registrazione è molto importante, se 2 scene sono state appena co - registrate nicamente, allora queste produrranno buoni risultati. Quindi, dopo che questo interferogramma di registrazione può essere generato dove la fase è fortemente correlata alla topografia del terreno. Generalmente questa è la situazione che le nostre fasi sono legate alla topografia del terreno e i modelli di deformazione poi possono essere mappati. Perché se le fasi spostano una topografia viene rimossa dagli interferogrammi, la differenza tra i prodotti che ne derivano, lo schema di deformazione superficiale. Quindi, in interferometria SAR, quello che facciamo prima di tutto generiamo anche un modello di elevazione digitale utilizzando quella coppia della stessa area. E che il modello di elevazione digitale viene poi utilizzato per sottrarre da sotto interferogramma. Ed è per questo che e questo diciamo come interferometria differenziale o DinSAR anche, quindi in sostanza non è puramente InSAR per gli studi di terra d'informazione, è praticamente DinSAR, mi spiego ancora che una coppia è scattata prima un modello di elevazione digitale dell'area è ricavato e che il modello di elevazione digitale viene usato in seguito per sottrarre agli interferongrammi e poi si ottiene un prodotto. Che non avrà alcun effetto di topografia o minimo dire effetto minimo della topografia e attraverso questa sottrazione e poi il prodotto si chiama interferometria differenziale o interferogrammi differenziali. Lasciate che vi faccia un esempio. Che è uno degli esempi molto belli e deformazioni di terra indotti da un evento sismico che si è verificato il 26 dicembre 2003. E un nome in località Bam è Bam Iran e la magnitudo era 6,6. Le 2 scene a coppia sono state scattate e la 1 scena del terzo dicembre 2003 e un'altra del 11 febbraio 2004. E questo è ovvio, l'ENVISAT è il nostro dato. E il qui e la linea di base e differenza sono stati solo 14 metro che sono ottimi per guidare tali interferogrammi e questo dato ENVISAT ed era implicito. E questi accordi sono interferogrammi generati e come discusso nella discussione precedente, che queste frane e colore di queste frane, le variazioni di colori o di pattern di questi colori possono essere utilizzate per contare il numero di frane 1. Non solo, ma possiamo anche sapere se ci sia un cedimento o una ripresa a causa di quel particolare evento sismico. Come ad esempio, se ricevo uno schema di colore frangente come ciano, giallo e magenta, poi si conclude che c'è la cesura si è verificata tra quelle 2 date per le quali stiamo avendo una coppia. E se si osserva un modello di magenta giallo e ciano, allora si tratta di risollevamento. Ora la domanda sarebbe da dove dovrei venire da fuori o dentro così, viene contata dall'interno. Quindi, se io qui, comincio a contare che mi prenderò prima l'; conosci questi schemi, come per esempio qui, sto diventando ciano, giallo e magenta. E qui sto ottenendo se inizio da lì, che sto diventando magenta, poi giallo e poi ciano. Quindi, questo significa che la parte inferiore ha ottenuto il sollevamento della parte superiore ha ottenuto il cedimento che vedremo anche attraverso la mappa della deformazione. Ora, queste frange colorate come si sta vedendo, stanno fondamentalmente rappresentando la deformazione del terreno nella linea di vista nelle unità è anche discutere che la banda C sia stata utilizzata.
Quindi, ha le 5,6 di lunghezza d'onda di un centimetro, la metà della lunghezza d'onda ben 1 frana rappresenterà la metà della lunghezza d'onda perché la metà di cui abbiamo già discusso in precedenti discussioni. E questa mezza lunghezza d'onda è così questi numeri di frane sono contati e poi moltiplicati per metà della lunghezza d'onda. E si ottiene quella totale informazione sulla deformazione. Quindi, il fondamentalmente nel paese principale i contributi alla fase interferometrica sono la possibile deformazione del terreno che è il delta S che colpisce direttamente il percorso di viaggio del sensore di destinazione. Quindi, penso che se tra quelle 2 date quando quelle 2 scene siamo richiesti, se qualche informazione di terra si è verificata. Poi che può essere rilevato molto facilmente.Così, l'unica proiezione della deformazione che si sta verificando lungo la linea di vista un LOS che è il delta S LOS è apprezzata da un sistema SAR non è il vero non è la vera deformazione che ha avuto luogo ma la deformazione in linea di vista anche se utilizzando ulteriori elaborazioni possiamo creare anche una formazione esatta. Ora, questa linea LOS di spostamento di vista di mezza lunghezza d'onda causa un ciclo completo di fase. Così, per esempio, questo esempio abbiamo visto poco diversamente che quando nessuna deformazione c'è, come in questa sull'immagine di sinistra, poi e nessuna frana sarà osservata nell'interferogramma, ma ha una qualche gentile deformazione si è verificata in questo caso è sottosidratato, questo è lo schema che vedrete e se si sono verificati cambiamenti ripidi, potremmo vedere anche 2 frane come qui, l'esempio qui. Così, quando riprendiamo questo interferogramma di questo momento, possiamo interpretare che in quale parte di un tale interferogramma si è verificato il cedimento, in cui parte il risollevamento si è verificato tra queste 2 date. E sappiamo tra queste 2 date, si è verificato anche un grande terremoto. Quindi, possiamo attribuire con molta confidenza che queste deformazioni di terra sono a causa di quel particolare terremoto. Ora, c'è una parte di coerenza che vorrei anche discutere, quello che state vedendo qui queste spinte nere spinte queste sono le aree incoerenti all'interno di questo. E anche sui bordi nel sudest o nella direzione sud - ovest ai bordi si vedono anche puntini neri raggruppati doti neri, e queste sono le aree edificate e a causa di quel grande terremoto. Questi edifici o case sono stati completamente danneggiati e per questo motivo la coerenza per queste aree non poteva essere raggiunta attraverso questa analisi interferografica. Quindi, quelle aree appariranno senza frane, ma le aree che hanno avuto la buona coerenza stanno mostrando un taglio molto chiaro per voi. Questo è uno dei migliori esempi di tecnica interferometrica e DinSAR per gli studi di terremoto. Questo è che le informazioni di terra che stavo menzionando che questa parte superiore qui e poi quando otteniamo questo modello di colore il ciano e il giallo e il magenta sulla parte superiore otteniamo il cedimento e inverso a questo schema è quello che otteniamo il sollevamento. Così, la parte inferiore di questa zona è salita di circa 30 centimetro e mentre, la parte superiore, questa zona verde è sovvenzionata da 20 centimetro. Quindi, quello che possiamo dire che la totale tedeformazione. Che è stato indotto da quel terremoto di Bam del 26 dicembre 2003 tra queste 2 date è di circa 50 centimetro, mezzo metro, la deformazione è avvenuta.
Alcune aree sono andate giù, al massimo di 30 centimetro alcune zone sono state sollevate da alcune zone sono andate giù di 20 centimetri, alcune zone sono state sollevate in rialzo di 30 centimetri. Quindi, che; una sorta di stima della deformazione sono possibili attraverso la tecnica DinSAR. Che altrimenti non ci sono altre tecniche che possano darci informazioni così precise sulla deformazione. Quindi, questo tipo di stime di deformazione hanno
diventare oggigiorno più o meno è standard in quasi ciascuno. E ogni terremoto perché i dati sono ora disponibili dati regolari sono disponibili e le persone una volta il terremoto sulle persone e analizzano e naturalmente, in questo nella mappa della formazione. Ovunque il non fosse lì a causa dei danni alle case o dell'edificio o delle strutture quelle aree nelle mappe di deformazione non vedono cambiamenti che significa che stanno apparendo come bianchi e non cambiamenti in termini di perché la coerenza non potrebbe realizzarsi lì. ecco altri esempi anche di tecnica DinSAR che sta rilevando e la cesura del terreno e questo esempio di corso, dalla città di Kolkata. E a causa del ritiro di e delle acque sotterranee, come potete vedere qui, e che ovviamente, queste deformazioni sono molto lente rispetto alle deformazioni indotte dal terremoto e quindi, un taglio molto chiaro o più frane possono non essere possibili tra queste 2 date. Ma nessuna è quanto meno, la deformazione del millimetro stimato di cedimento durante il 1992 a 98 passa tra 5 millimetro a 6,5 millimetro, quel tipo di deformazioni è stato osservato tra quei 6 anni. Quindi, questo tipo di tecnica di interferometria DinSAR o SAR può essere implicita delle deformazioni delle onde quando ci adeguiamo 2 overpass successivi come un terremoto. Oppure ci sono delle deformazioni che sono molto lente, come in caso di sovvenzioni dovute a forse acque sotterranee, cedimenti dovuti alle mine o forse alcune attività di smottamento nelle regioni montane. Quindi sono queste cose possono davvero molto accuratamente, senza pregiudizi possono stimare le deformazioni che si svolgono. Ora, porto un altro esempio dal terremoto e che si è verificato in Nepal e ci sono 2 sostanzialmente 2 terremoti. Uno si è verificato il 25 aprile 2015. Un altro si è verificato il 12 maggio 2015. E vedere la frangia è che state vedendo frane molto vicine in una piccola area, siamo osservati questa analisi dei dati per questo interferogrammi ALOS PALSAR. I dati sono stati utilizzati e non sono più dati disponibili né sentinelle. Così, sono stati utilizzati i dati di ALOS PALSAR e questo prodotto è stato generato dall'agenzia del Giappone un'agenzia spaziale che è JAXA. Così, qui possiamo chiaramente stimare quanta deformazione e deformazioni d'onda abbiano avuto luogo indotto da questi 2 terremoti che una sorta di precisione non può essere ottenuta con qualsiasi altro metodo tranne che in e questo attraverso la tecnica di interferometria SAR.

Video 2

Ora, c'è un'altra tecnica che è anche ora disponibile, che è il fondamentalmente si può dire il prossimo step DinSAR SAR interferometria o InSAR che è persistente è interferometrico disperso o InSAR lo chiamiamo PSI. Quindi, in sostanza questo è un ramo dell'interferometria e che sfrutta il punto sono scatti invece di cercare si sa e le frange sono qui i punti inducibili. Quindi, gli scatti di punta sono sfruttati con retrospatter radar più forti che possono dare migliori o un forte arretramento su un lungo periodo di tempo, quel periodo di tempo potrebbe essere anni; perché sono disponibili molti dati successivi. E poi se implichiamo questa tecnica attraverso questi più forti schienali radar per un lungo periodo, allora possiamo conoscere la storia di quel target point nel tempo, come si è comportato e questo non è che sto parlando di un punto in una zona, ci potrebbero essere 100s di retroscena radar così forti e che possono darci una deformazione o deformazioni a terra tra e quel periodo di tempo. Così, come dice la dispersione persistente che significa che quel punto sono gli scatti continuamente stanno dando e gli arretrati che 2 arretrano abbastanza forti e si può e si può dire che qualcosa come un angolo di riflettore che sempre sta nel dare una forte dispersione. Quindi, questi oggetti sono identità o questi punti sono identificati attraverso l'analisi di diverse scene della stessa area nel corso di un lungo periodo di tempo. E poi ne sono identificate le punte. E in base a ciò, possiamo stimare quante deformazioni abbiano avuto luogo così persistenti i suoi scatti possono essere piccoli in numeri solitamente manuttimenti che rimangono molto correlati nel tempo. Questa è la condizione 1 se ci sono, sto ottenendo solo 1 o 2 scatter persistenti poi risultati, non posso avere fiducia in loro. Ma se sto avendo molteplici e questi scatti. Poi avrò molta fiducia anche se il convenzionale con questa tecnica a volte si trova meglio perché il DinSAR convenzionale può avere dei limiti rispetto alla discriminazione tra effetto dello spostamento e delle firme atmosferiche, perché tra quelle 2 date, molte condizioni atmosferiche potrebbero cambiare e anche se stiamo usando onde lunghe. Generalmente questi non dovrebbero risentire a causa della maggior parte dei fattori di alluvione ma a causa di nuvole pesanti per alcuni altri motivi possono risentire. Così, in PSI, questi effetti sono minimizzati. Ora le tecniche PSI possono superare e tali limitazioni rilassando abitualmente i vincoli di base e temporali. Quindi, che le condizioni di baseline non sono che grandi in persistente sono disperse e massimizzando il numero di interferogrammi utilizzabili. Poiché questo numero di emissione di coerenza del problema di base dei vincoli temporali, i vincoli sono minimizzati in PSI. E poi questi possono essere utilizzati per calcolare le tendenze medie nel tempo da una grande storia di interferogrammi. Quindi, almeno 12, 13, 14 scene sono necessarie per sviluppare un'interferometria PSI. Quindi, solo gli obiettivi con la sufficiente alta coerenza sono considerati in quanto persistenti sono scatter con conseguente riduzione della densità di pixel e in questo modo ciò che accade che otteniamo gli scatti queste cause di persistenza ma poi un'immagine di esso poi nella zona di studio, magari solo poche come qui. Se prendo esempio di deformazione del terreno e che è di una parte di questa Spagna e in cui è stata utilizzata una tecnica PSI e la massima cesura si è verificata è di circa 5 centimetro all'anno, perché ha coperto un lungo periodo di tempo e quindi, si può anche stimare il tasso. Quindi, rosso qui come abbiamo stimato e che 5 centimetro all'anno. La zona che sta avendo scatter rosso persistente o pixel rosso per chiamarli o oscisarsi, mentre, e alcuni stanno avendo pochissimo o nessun cambiamento ci sono. Anche se si esibisce come buona dispersione persistente una buona dispersione ma avendo qui e fondamentalmente nessun cambiamento di mezzo, il verde 1, sono swing e poco cambia il massimo dei cambiamenti che vengono mostrati da questi pixel rossi o rossi. Così, in quel modo anche in un periodo di tempo possiamo stimare il tasso di deformazione che forse la cesura o l'uplifiter non importa, ma il tasso di deformazione può essere stimato utilizzando dispersioni persistenti. Quali sono le più grandi applicazioni che abbiamo già toccato, ma alcuni ne parleremo anche qui, applicazioni della tecnica InSAR o PSI tutte combinate e fondamentalmente geofisiche o, ha un ruolo molto importante e che è lo studio delle deformazioni di terra e in geologia, rischi naturali anche che possiamo implicare di aver mostrato pochi esempi. Possiamo implicare l'interferometria InSAR in studi correlati al terremoto o le deformazioni di terra indotte dal terremoto, forse la deformazione è dovuta ai vulcani o forse alla deformazione dovuta alle frane o al ritiro delle acque sotterranee. Quindi, molte deformazioni, che potrebbero avvenire da parte della terra o del terreno e quelle deformazioni, possono essere stimate utilizzando una coppia o un tasso di deformazione possono anche essere stimate a PSI.
L'analisi di serie temporali della deformazione superficiale che è persistente sparsi attraverso la dispersione persistente o PSI, la cesura e la stabilità strutturale possono anche essere stimate, quindi, ci sono qui molte cose su alcuni monumenti si stanno deformando o qualche altra cosa o quell' area è sottomessa. Quelle aree possono essere studiate attraverso PSI. E possiamo dire che se c'è un cedimento o una ripresa e se c'è anche quello che è il tasso. E questa e questa tecnica di interferometria SAR nel complesso se il DinSAR o PSI possono essere utilizzati anche per monitorare il movimento del ghiacciaio e come si muovono i ghiacciai, qual è il tasso e così via. Ovviamente la prima applicazione di interferometria SAR è per la modellazione dell'elevazione digitale. Quindi, guidare modelli di elevazione digitale uno dei migliori esempi sono i modelli di elevazione digitale generati utilizzando i dati di missione SRTM e implantare DinSAR technique.Quindi, e questa lista non è davvero esaustiva come ci possono essere molte applicazioni e molte nuove applicazioni sono ancora sviluppate utilizzando queste tecniche e questi datasets, perché il motivo è ora e i dati sono disponibili. E se ho parlato dei dati sono fondamentalmente i dati di sentinella 1, è liberamente disponibile per l'intero globo e quindi si stanno sviluppando molte applicazioni in questo settore. Così, questo porta alla fine di questa parte 2 discussione interferometria SAR. Grazie mille