Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Abbiamo già guardato le basi del finanziamento dei progetti energetici, abbiamo esaminato le fonti di finanziamento la differenza tra debito ed equità e ora ci lasciamo operalizzare questo in termini di capire quanto debito e equità dovremmo assumere e come contiamo nei nostri calcoli, i calcoli dei rimborsi dei prestiti. Quindi, ci lasciamo fare un primo semplice esempio. (Rinvio Slide Time 0.50) Se stiamo prendendo un prestito, un certo importo che è il vostro inizialmente stiamo guardando un debito che viene pagato. Quindi questo significa, questo è l'importo che ci viene pagato, questo è il debito e poi annualmente ci ripaghiamo, fino a quello che è noto come la durata del prestito o la permanenza del prestito, NL. Quindi, quello che accadrebbe è, supponga di avere un tasso di interesse che sia io, vogliamo convertirlo in un importo equivalente che stiamo pagando. Quindi, per un determinato tasso di interesse I e la durata del prestito NL, vediamo innanzitutto come possiamo annullare questo in un importo equivalente che dobbiamo pagare. Prendiamoci come un pagamento annuale equiparato che è un rimborso prestito in importi annuali equiparati, ovviamente ci potrebbero essere prestiti in cui si potrebbero avere importi diversi pagati in anni diversi, ma sarà equivalente, lo stiamo convertendo in un importo annuo equivalente. Quindi, questo sarà molto simile, è simile alla formula che abbiamo avuto per il fattore di recupero del capitale e invece di d, ora, useremo io, che è il tasso di interesse. Così, questo sarà il debito in I 1 plus ho alzato a NL diviso per 1 più ho alzato a NL meno 1. E questo è il fattore di annualizzazione che calcoleremo, che verrà moltiplicato per il debito per dare annualmente quanto ci si ripaga in prestito. Così, vedrete per molti anche i durevoli di consumo e lasciatevi dire un'auto o un telefono di fascia alta è possibile o pagare per esso di fronte o potete anche pagare in rate mensili equiparate. (Riferirsi Slide Time 3.15) Quindi, calcoliamo, per esempio, ho appena guardato il web e ho scoperto che c'è un'auto che il cui prezzo, il prezzo complessivo è di 10 lakhs di rupie e per questo, questo è il prezzo, c'è un prezzo ex showroom più ci sono alcune tasse e altri pagamenti che devono essere fatti ed è possibile ottenere un prestito di 90 %della X, conosci il prezzo, il prezzo originale che stai ottenendo dal fornitore. Così, che si scopre, che non include le tasse e le altre cose per la registrazione il pagamento effettuato, per cui possiamo ottenere un prestito di quello per dire 8 lakhs. Quindi, vediamo, basta vedere, che l'individuo prenda il prestito di 8 lakhs o dovrebbe fare alla singola paga il totale 10 lakhs di fronte. Ovviamente in alcuni casi non si possono avere 10 lakhs da pagare e poi non si ha altra opzione ma prendere il prestito. Dobbiamo sapere qual è il tasso di interesse del prestito. Così, ho solo guardato un sito particolare. Oggi sembra che per quell' auto lungo il fornitore stesso si stia dando un'opzione per avere una rata mensile equiparata e il tasso di interesse sul prestito è 10,5%. Si tratta di un tasso di interesse che significa che sono 0,105, questo deve essere ripagato in 60 mesi. Quindi, vogliamo calcolare quanto sarà l'EMI mensile, rata mensile equiparata. Inoltre, questo è NL poi è di 5 anno. Quindi, usando una formula il fattore di annualizzazione che si sostituisce e si ottiene, il fattore di annualizzazione è I 1 plus ho alzato a NL meno 1,105, 1,105 alzato a 5. Se sostituirete questo, troverete questo è uguale a calcolarlo appena, troverete i suoi 0,267, 0,2672. (Rinvio Slide Time 6.17) Quindi, ora, il rimborso del prestito, il rimborso annuale del prestito sarà di 8 lakhs in 0,2672 minuti esce per essere 2,14 lakhs. Così, ogni mese questo sarà da 2,14 a 10 alzato a 5 € diviso per 12. Questa è la rata mensile equiparata e se lo si lavora, questo si rivelerà essere di 17.810 rupie al mese. Allora, quello che sta accadendo è che hai un'opzione che paghi 10 lakhs qui e nient'altro o paghiamo 2 lakhs di fronte e poi finiamo per pagare 2,14 lakh ogni anno per 5 anni. Ora la domanda è quale di questo è preferibile. Ovviamente dipenderà da quello che è il tuo tasso di sconto e quanto accesso al capitale che hai. Quindi, confrontiamo. Diciamo che stiamo prendendo un tasso di sconto. Supponga che l'individuo abbia un tasso di sconto del 30 %nel qual caso qual è stato il fattore di recupero del capitale? (Rinvio Slide Time 8.00) Fattore di recupero del capitale d, n sarà 0,3. Ricordate che avevamo fatto questo nella porzione di economia energetica, questo si scopre essere 0,2737. E quello che stiamo ora facendo è fare questi 2,14 lakh pagamenti ogni anno. Ci scontriamo solo a fine anno, non lo facciamo mensilmente, potremmo anche composto e lo sconto ogni mese. Vogliamo sostituirci con un importo upfront equivalente, che sarà 2,14 diviso per il fattore di recupero del capitale d, NL e questo risulta essere il 2,14 entro il 0,2737 che è di 7,82 lakhs. Si prega di notare che questo è inferiore ai 8 lakhs che stiamo prendendo in prestito. Quindi, con un effetto, stiamo ottenendo una netta b il beneficio di 18.000 € e da qui dovremmo andare per il prestito. (Riferimento Slide Time 9.25) E se il tasso di sconto è inferiore? Diciamo che il tasso di sconto è del 8%. Quindi facciamo ricalcolare. Se il tasso di sconto è del 8%, allora il CRF, 0,08, 5 anni sarà di 0,08, 1,08 alzato a 5, può calcolare questo e vedrete che questo arriva a 0,2505. Ora, quando analizziamo i rimborsi dei prestiti, ci ripaghiamo 2,14 lakhs è il rimborso che facciamo ogni anno. Quindi, 2,14 per 5 anni. Quindi, questo significa, quando guardiamo a quello che è il valore attuale netto di tutti questi rimborsi, che sarà pari all'importo annuo del 2,14 diviso per il fattore di recupero del capitale 0,2505. E quando si calcola questo, questo uscirà per essere, questo è, il valore attuale netto Lei è di 8,544 lakhs, si prega di guardare questo. Questo ora è superiore all'importo iniziale del prestito preso che era di 8 lakhs. Quindi, il valore attuale netto dei rimborsi è più che se si trattasse di un pagamento diretto e di qui non dovremmo prendere il prestito. Quindi, molto chiaramente la decisione se prendere il prestito o meno dipenderà dal tasso di sconto che l'individuo ha e si confronta con il tasso a cui stiamo ottenendo il tasso di interesse per il prestito. Quindi, in questo caso, dal momento che il tasso di sconto per l'individuo è inferiore al tasso di interesse del prestito, questo si scopre che il prestito è effettivamente molto costitico che effettivamente pagarlo dai fondi propri. Ora, mettiamo questo insieme nella forma di lasciarci guardare a una domanda in cui si parla di un'azienda che vuole decidere se finanziare un determinato progetto energetico, attraverso i suoi fondi, cioè l'equità o il debito. Quindi, analizziamo ci sono due esempi. Leggerò appena entrambi gli esempi spiegarli a voi e poi risolveremo il primo esempio, potete andare avanti e risolvere anche il secondo. (Riferimento Slide Time 12.39) Così, è come un tutorial. La prima è che c'è una società infrastrutturale che sta progettando di investire in una fattoria eolica di un rating di 56 megawatt. Quindi, il rating è di 56 megawatt, ci viene dato che i costi patrimoniali sono dell'ordine di 340 crine e questo è ragionevole, questo è tipicamente l'ordine di grandezza dei costi patrimoniali delle macchine eoliche, connesse alla griglia. L'azienda eolica ha una tariffa agevolata per l'elettricità a base di vento a 4,5 rupie per kilowattora e poi c'è un costo di esercizio e manutenzione annuale di 45 paise per kilowattora. Quindi, questo costo di O & M sarà moltiplicato per la generazione annuale. Ci viene detto che la vita dell'impianto è di 25 anni, e il fattore di capacità è di 30%. Così, sappiamo quanta generazione. Vogliamo calcolare il tasso di rendimento interno. In primo luogo, se lo facciamo solo da soli, e poi se il debito è disponibile a 11% interessi e un carico di 10 anni, calcolare il tasso di rendimento interno, IRR sul patrimonio netto per un rapporto debito - equity di 50 - 50 e 70 - 30 e la questione è come dovrebbe la società finanziare la terra. Ecco quindi che questo è il primo problema. (Riferimento Slide Time 14.04) Il secondo problema è ora per una centrale a turbina a gas, una centrale elettrica indipendente che propone un impianto di alimentazione a ciclo combinato a 250 megawatt a Maharashtra. I costi di capitale diretto per la turbina a gas ti vengono dati, 880 crores, tra cui tutto il, si sa, durante la costruzione c'è qualche interesse, durante la costruzione e l'escalation. Quindi, è un totale di una notte, si chiama un costo overnight, che è come se si potesse costruire la pianta nella notte, allora cosa ti costerebbe? La frequenza cardiaca è data. Così, in base alla frequenza cardiaca possiamo calcolare quanto è necessario il carburante che sarà richiesto, il battito cardiaco dovrebbe essere, questo dovrebbe arrivare a 2000 kcal / kWh e utilizzando che dovremmo essere in grado di calcolare il valore calorico del gas naturale che è, viene dato il potere calorico e il prezzo è dato. Così, possiamo sapere quanto gas naturale sia utilizzato per la generazione. I costi sono indicati come costi di funzionamento fissi e di manutenzione e costi di manutenzione delle operazioni variabili. La vita è data come 25 anni, PLF è 70% e l'accordo di acquisto di energia ha un tasso di acquisto di 3,50 €, calcola il tasso di rendimento interno e se il debito è disponibile al 12% e per 10 anni, ancora per guardare al rapporto debito - equity, due debt-equity ratios- 5050 e 7030. Così, puoi provare entrambi questi problemi. (Riferimento Slide Time 15.47) Faremo un'occhiata al primo problema, ovvero abbiamo una fattoria eolica. Se lo scriviamo questo è un rating dell'azienda eolica ci viene dato come 56 megawatt e il costo del capitale o il C0 che stiamo parlando è di 340 crores. Ci viene anche detto che la vita è di 25 anni e abbiamo le tariffe agevolate di rupie 4,50 per kilowattora. Abbiamo questa è la tariffa, questo è quanto saremo pagati e il fattore di capacità è di 30%, questo è tutti i dati rilevanti e poi abbiamo quel costo annuale O & M, è variabile. Dipende dalla quantità di generazione e ti viene dato come 45 minuti di sconto, 0,45 o 45 paise per kilowattora di generazione. Quindi, prima di tutto, prima calcoliamo, t prima calcola quanto è la generazione dalla turbina eolica, l'impianto eolico. Quindi, se guardiamo a questo, ci viene detto che il fattore di capacità è di 30%. Fattore di capacità è la generazione effettiva divisa per la massima generazione possibile. Quindi, la generazione effettiva, la generazione effettiva annuale sarà di 0,3 in 56 megawatt in 24 su 365 o questa è di 8760 ore l'anno. Questa risposta sarà in megawatt - ora. Quindi, se guardate, se fate questo numero troverete che otteniamo un numero che è, questo arriva a 14000, 147168 megawattora. Quindi, quali saranno le entrate totali ogni anno? Le entrate nette saranno la tariffa che stiamo ottenendo e ci sottraltiamo da quella qualunque siano i costi di esercizio e di manutenzione. Quindi, questo significa che questa sarà una 147168 megawattora in 4,5 minutti 0,45 in, la 1 megawattora è 10 alzata a 3 kilowattora, questa sarà in rupie. Se vogliamo ottenere questo numero, visto che stiamo parlando in crores, facciamo entrare questo in crores. Quindi, 1 lakh è 10 alzato a 5, 1 crore saranno 10 alzati a 7, possiamo dividerlo per 10 alzati a 7 e questo diventerà il 3 alzato a 4 e se si vedrà questo, 1234, sarà il 14,7 in 4,05. Ovviamente abbiamo arrotondato alcuni decimali ma si può guardare questo e si otterrà, questo si scopre essere 59,6 crores. Così, potete controllare questo e questo è l'importo che ci sarà. (Rinvio Slide Time 20.21) Così, nel se guardiamo cosa succede qui, paghiamo 340 crores e stiamo ottenendo 59,6 crores ogni anno per un periodo di vita totale, N è pari a 25 anni. Quindi, la domanda è, vogliamo calcolare qual è il tasso di rendimento interno, tasso interno di rendimento e vogliamo calcolarlo. Così questo sarà, questo sarà dove stiamo mettendo il c 0 è 340, sarà uguale a 59,6 in, lo stavamo guardando come 1 più r alzato a N, 1 più R alzato a N meno 1. Guarda che, quindi, questo è r può essere scritto come 59,6 da 340, 1 meno, quindi, possiamo prendere questo e possiamo fare il calcolo, possiamo assumere un certo valore di r e poi incrociare e ottenere quello che è il tasso di rendimento che stiamo ottenendo. (Riferimento Slide Time 22.26) Così vediamo, usiamo semplicemente un foglio di calcolo. Se si sta utilizzando un ufficio aperto o si sta utilizzando excel, possiamo, creiamo un nuovo foglio. Quindi, vediamo di fare 59,66 divisi entro il 340. E cioè che esce per essere 0,1752 in 1 meno 1 più r rialzato a N dove N è 25. (Riferimento Slide Time 23.17) Così mettiamo, calcoliamo, prendiamo un valore di, iniziamo con il valore di partenza di 0,2. Se r è 0,2, stiamo ottenendo il 1 plus r ci sarà 1,2 e prendiamo questo punto, prendiamo questo e mettiamo 1,2 alzati a 25 e cioè 95,39. Possiamo fare 1 meno 1 da questo. Quindi, questo è un termine parentesi. Questo si scopre essere se guardiamo a questo, quindi r, se iniziamo con r è uguale a 0,2 ci troviamo r, il valore successivo di r che stiamo ottenendo è di 0,175 e 2 1 meno 0,989. (Riferirsi Slide Time 24:18) E, questo è R è 0,175 su 0,989, ecco cosa dobbiamo fare questo è il termine parentesi. Quindi, otterremo questo come, ora quello che possiamo fare è convertire, quindi questo valore ora può essere preso come, possiamo prendere questo come 0,1735 come il nuovo valore di r, r è 0,173 e poi possiamo moltiplicare questo è ora, possiamo copiare queste cellule, possiamo solo copiarle e incollare. Quindi, otteniamo questo e poi questo sarà questo valore in 0,98. Quindi, ora questo arriva al prossimo valore di r, otteniamo questo dato che il nuovo valore di r arriva a 0,173. Quindi, è abbastanza all'interno per cui stiamo ottenendo un tasso di rendimento interno dignitoso del 17,3% che è una cifra ragionevole che stiamo ottenendo. (Riferirsi Slide Time 25:52) Ora torniamo a quella domanda che stavamo cercando di risolvere e se vedete in questo, la domanda successiva dice che ipotizzare una vita di 25 calcola il tasso di rendimento interno, abbiamo già calcolato che. Se il debito è disponibile a 11% interessi e una permanenza di 10 anni, calcolare il tasso interno di rendimento dell'equity. Quindi, ora, quello che succede è che stiamo avendo un debito che ci è disponibile al 11%. (Riferimento Slide Time 26:24) Così, questo è, i è 11%. Il che significa, ho 0,11 anni, la permanenza è di 10 anni, questo significa NL è 10. Così, posso calcolare il fattore di annualizzazione come 0,11, 1,11 alzato a 10, 1,11 alzato a 10 meno 1 e se si sostituisce questo, questo arriva a 0,1698. Ora, ci siamo lasciati guardare al primo caso in cui abbiamo 340 crores e stiamo dicendo che il rapporto debito - equity è di 0,5. Quindi, una frazione di questo è 0,5 che significa, il prestito totale che prendiamo è di 170 crine. Se prendiamo un prestito di 170 crore quanto paghiamo annualmente? Il rimborso annuale del prestito 170 su 0,1698 e si può calcolare questo, si tratta di 28,87 crine. Quindi, ora cosa succede al nostro flusso di flussi di cassa. (Riferirsi Slide Time 28:00) Ora, paghiamo solo 170 crine di equità e in ogni anno nei primi 10 anni ci stiamo ottenendo il, si ricorda che stavamo ricevendo 59,6 crores ogni anno. Ora dobbiamo pagare da quel gettito, le entrate annuali del 59,6 dobbiamo ripagare l'o, dobbiamo fare 59,6 minuti 28,87 e questo arriva a 30,7 circa. Così, quando guardiamo a questa situazione, ci arriveremo ogni anno, primi 7 - 10 anni, ci arriviamo a 30,7 e poi dall'undicesimo anno in poi ci arriviamo a 59,6 fino a 25 anni Così, quando scriviamo il tasso interno di ritorno, noi sull'equity cerchiamo di bilanciarlo e ottenere il tasso di rendimento dove 170 è uguale a noi, in ogni caso, questo sarà di 30,7 1 più R alzato a k, k è pari a 1 a 10. Sono i primi 10 anni in cui paghiamo il, ci ripariamo il prestito e dall'undicesimo anno in poi, k è pari a 11 a 25. Questo sarà 59,6 diviso per 1 più r alzato a k. Così, in una moda simile che avevamo fatto l'altro calcolo, dobbiamo partire con un valore di prova di r e scoprire qual è il tasso interno di rendimento dell'equity. Ora, se questo tasso interno di ritorno, dobbiamo confrontarci con il ritorno che avevamo ottenuto prima, e se è superiore a quello 17,3%, penso che ci siamo arrivati, se è superiore a quello, ha senso per noi andare con il prestito. Se non è allora non dovremmo sperare in questo. Certo, dipende anche dal fatto che abbiamo 340 crine da spendere. Se non lo facciamo, allora finché questo è il tasso di rendimento su questo è positivo ed è più del nostro tasso minimo di rendimento, dovremmo andarlo. Quindi, per calcolare questo lasciarci di nuovo, vediamo solo un semplice calcolo con excel. (Riferimento Slide Time 31:23) Quindi, se guardate questo abbiamo già disegnato questo foglio excel. Quindi, stiamo parlando di una frazione di debito del 0,5. Quindi, 340 in 0,5 che ci danno 170 con il prestito si sposta a un tasso di interesse del 11% per 10 anni. Nel primo anno avremo 30,7, 30,7 crores che abbiamo detto è stato l'input netto e questo è, il flusso di cassa è lì se si vedono 1, 2, 3, 4,5 6, 7, 8, 9, 10 anni. Dopo il decimo anno, dall'undicesimo anno in poi, sono 59,6 crores e questo va avanti fino a 25 anni Ogni anno, quello che abbiamo fatto è diviso, assumeremo un valore presunto di r. Diciamo quindi se prendiamo 30%, 0,3, poi nel primo anno, ci divideremo solo per 1 più r che è 1,3, il secondo anno 1,3 al quadrato, 1 più r al quadrato, 1 più r cubito e così via e questo è nell'ultimo anno questo sarà di 1 più r alzato a 25. Quindi, se guardiamo a questo, questo è quello che abbiamo fatto. E poi abbiamo diviso questo numero dal denominatore e lo abbiamo calcolato per ogni anno. Poi abbiamo sommato tutto questo. Così, riassumiamo tutti i flussi di cassa che sono i flussi di beneficienza e poi sottraltiamo, questo è l'equity che stiamo pagando meno 170 crores. Quindi, prendiamo la somma totale di questo e sottralpiano da che il pagamento iniziale e così, si vede il valore attuale netto è negativo. Quindi, non avremo un debito elevato, il 30% è una frazione di debito troppo alta. Riduciamo questo e vediamo, provatelo con il 20% e vediamo cosa succede. Vedi ora che stiamo ottenendo qualcosa che è 174 crores, valore attuale netto complessivo, quindi è positivo. Quindi, la frazione che stiamo ricevendo ora stiamo ottenendo il tasso di rendimento sarà di 20% o più. Possiamo provare con, cambiare questo 0,22. Lasciamola cambiare 0,22 e lo vedi 0,22, è negativo. Possiamo staffetta ancora più in là. Prendiamoci 0,21. Anche il 0,21 è negativo, quindi è più simile al 0,205 negativo. Così possiamo ottenerlo entro una precisione di 0,201 è positivo, il 0,202 è positivo anche. Quindi 20,2, 0,203 e 20 … Così si vede, è compreso tra 20,3 e 20,4. Possiamo solo dire che questo è, è il 20,3% è il tasso di rendimento e, ovviamente, questo è superiore al valore che abbiamo ottenuto dal caso in cui non ci prendiamo il debito. Stavamo ottenendo un ritorno del 17,3% sul nostro patrimonio. Quindi dovremmo prendere il prestito. E se aumentassimo la frazione di prestito e la prendiamo come 70-30? (Riferirsi Slide Time: 35:56) Quando prendiamo questo come 70-30, quello che accadrà è che l'importo che dobbiamo ripagare aumenta ma l'importo iniziale invece di 170 crores, ora l'equity è solo di 102 crores, ma nei primi 10 anni, otteniamo 19,19 crores invece del valore precedente che avevamo ottenuto 30,7 crerano con il risultato che si può vedere ora che l'interesse per il tasso di rendimento aumenterà. Proviamo con il 0,3. 0,3 è negativo. 0,25, 0,24. Anche questo è negativo. Quindi, si vede che ora è arrivato a, prima era il 20%. Ora stiamo ricevendo 23%. Quindi, ovviamente, dalla società, è percorribile andare per un rapporto di debito superiore. Ovviamente ci sarà un rapporto di debito massimo che l'ente di finanziamento vi darà. Quindi, ma se si può arrivare fino a 70 e 30 in questo caso, ed è così che possiamo calcolare. Per cui, per favore, guardate cosa abbiamo fatto. Abbiamo calcolato per la prima volta nel caso in cui non avessimo preso il prestito, quale sarà il nostro tasso di rendimento e il tasso di rendimento interno poi noi per il prestito, in base ai termini del prestito, abbiamo calcolato quanto sarà il rimborso del prestito, poi aggiustato negli anni in cui ci ripaghiamo il prestito, dal flusso di entrate abbiamo sottratto quell' importo e poi costruiamo i flussi di cassa e poi calcolato il tasso interno di rendimento su tlui equità. Abbiamo provato con le due diverse frazioni di debito e la frazione di debito che ci dà un tasso di rendimento superiore sull'equity è la frazione che sceglieremmo. In questo caso particolare possiamo anche senza fare i numeri, avremmo potuto stimare cosa succederebbe perché sull'equity stiamo ottenendo un tasso di rendimento del 17% e per il prestito paghiamo solo il 11%. Quindi avrebbe naturalmente senso per noi massimizzare l'equità. Ci sarebbero altre situazioni in cui non sarà così scontato e avremmo bisogno di fare il calcolo dettagliato. Con questo completiamo la porzione che abbiamo fatto sul finanziamento energetico e ti suggerirei di risolvere il secondo problema, che è analogamente dato nel tutorial e assicurati di poter fare tutti questi numeri.