Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

In questo modulo si parlerà del finanziamento dei progetti energetici. In precedenza abbiamo cercato economia energetica. (Riferirsi Slide Time: 00.34) E in Economia energetica abbiamo esaminato come possiamo guardare un upfront C0, che è un investimento iniziale e poi ci stavamo facendo tornare A1, A2, An. Quindi, questo era tipicamente per un progetto in cui ci troviamo a guardare una tenera del progetto di n anni, abbiamo avuto un investimento upfront e abbiamo confrontato i benefici con il costo. E abbiamo guardato a diversi modi di fare questo, il valore attuale netto, il rapporto benefici - costo, il tasso interno di rendimento, il costo del ciclo di vita, il costo del ciclo di vita annualizzato. In quel momento non ci siamo preoccupati di dove stiamo ottenendo questo investimento iniziale dal C0 ed è di questo che parleremo in questo modulo. Come finanziare o ottenere l'investimento necessario per implementare o avviare un grande progetto energetico? Allora, iniziamo con vedere che, in quella seduta, abbiamo parlato di costruire una centrale solare termica. E in una centrale solare termica avrete il campo solare, questo significa che avrete ad esempio i concentratori parabolici, dove si ha l'insolazione solare in arrivo che sta concentrando l'energia verso un fluido funzionante, normalmente quello è un olio di trasferimento di calore. Quell' olio di trasferimento di calore viene poi riscaldato a noi l'alta temperatura, in alcuni di questi casi può essere di 390 - 400 gradi centigradi, che l'olio di trasferimento di calore poi viene utilizzato per generare vapore in uno scambiatore di calore. Quel vapore riscaldato poi viene utilizzato per guidare una turbina e generare potenza che pozzo di potenza che è collegata a un generatore e si ottiene un generatore elettrico, si ha elettricità che poi viene trasmessa alla griglia. (Riferirsi Slide Time: 02.47) Così, in tutti questi componenti, se si guardano i componenti se vogliamo stimare le diverse componenti di costo di questo, abbiamo componenti diversi il campo solare, la turbina e l'insolazione solare. Quindi, dobbiamo stimare in base all'… Così, iniziamo guardando per una determinata località, sapremo qual è l'insolazione solare, da quell' insolazione per una determinata produzione possiamo stimare quella che sarà l'area del campo solare, a seconda di avere i costi del campo solare, l'area terra, i costi del terreno e il fluido di trasferimento di calore e il suo costo. Quindi, con tutto questo, otteniamo anche la centrale elettrica, la turbina di alimentazione e il generatore e gli scambiatori di calore e poi si ottiene il blocco di alimentazione e i costi patrimoniali. E poi da tutto questo costo capitale possiamo analizzarlo in base al tasso di sconto dal vivo e possiamo calcolare il costo di sostituzione, il fattore di capacità. Questo in termini di analisi complessiva dei costi. (Riferirsi Slide Time: 03.47) Quando vogliamo guardare ora il costo, il costo totale del capitale, che può accadere in termini di possiamo usare la nostra finanza, il nostro patrimonio o la società stessa mette i soldi. Oppure possiamo prendere un prestito e possiamo finanziarlo e dobbiamo, per il prestito dovrà rimborsare il prestito e poi possiamo vedere per l'equity, qual è il tasso di rendimento dell'equity. E quindi, tipicamente quando guardiamo a questo, stiamo cercando di capire se la società dovrebbe investire o meno. E ovviamente, in che ci sono scelte in termini di dove i fondi arriveranno e tipicamente, stiamo guardando i finanziamenti che arrivano da equity o debito, questo significa i propri soldi o si prende in prestito i soldi da qualche parte. (Riferirsi Slide Time: 04.47) Quindi, guardiamo ora a un po' le basi del finanziamento quando si parla di un progetto. Un progetto è un'entità ben definita, per esempio parliamo di wind - based da una turbina eolica, campo eolico, generatore di energia solare, un particolare calore, questi sono tutti progetti specifici. Se guardate, diciamo che state costruendo una strada, che è un progetto fisso per un obiettivo particolare con un periodo particolare, e poi si può guardare l'investimento. Quindi, in ognuno di questi progetti ci sarà un profilo di rischi e ritorni che significa che ci sono alcune incertezze o rischi coinvolti, soprattutto se parliamo di nuove tecnologie. E poi in base ai rischi, in base all'investimento, si otterrà dei rendimenti in base ai benefici che si ottengono dal progetto. Quindi, l'intera questione quando si parla di finanziamento è quella di stimare quale tipo di rischi e quali siano i compromessi tra i rischi e i ritorni. Quindi, in generale, potrebbe esserci un rischio di credito, questo significa il progetto chi sponsorizza il progetto, quanto merito è che l'individuo o l'azienda e qual è la garanzia che restituiranno i soldi e una volta ottengono i ricavi. Quindi, c'è un rischio di credito e ci sono rischi commerciali. Quindi, in caso di rischi commerciali, potrebbe esserci un rischio legato alla tecnologia. Se si sta provando una nuova tecnologia per la prima volta, potrebbe essere lei che ha stimato come si esigerà ma le prestazioni effettive potrebbero non essere uguali. Quindi, può essere una tecnologia comprovata o meno. In alcuni casi, potrebbe esserci un rischio in termini di risorse. Per esempio, molte delle nuove piante che sono state installate in caso di vento, le velocità del vento erano molto inferiori rispetto a quanto previsto e quindi i fattori di capacità o la quantità di generazione che si stava ottenendo erano relativamente meno e con il risultato poi i ricavi erano di meno. Simili tipi di problemi sono accaditi con l'insolazione solare. A volte ci sono stati siti in cui i dati di insolazione solare non sono stati mappati su un lungo periodo. E dopo che abbiamo installato, ci aspettavamo un certo, l'abbiamo installato basato su alcuni valori di design dell'incidente di radiazione solare e la radiazione solare effettiva era più bassa, con il risultato che l'output era più basso del previsto e ci potrebbero essere rischi ambientali. Per esempio, se pensiamo in termini di un grande progetto hydro o diciamo un grande progetto nucleare. Ad esempio, c'è questo progetto che è stato il VBERs con VBERs con la tecnologia russa, a Kudankolam e il problema in quel che è stato, c'era stata forte opposizione locale, con il risultato che ci sono stati ritardi. E questo ha, di nuovo associato con esso una certa quantità di rischi. C'erano l'estremo e il progetto, gli impatti ambientali e l'opposizione al progetto. Gli impatti ambientali effettivi o l'impatto ambientale percepito possono comportare il progetto di installazione, può rivolgersi ai tribunali e i tribunali possono andare contro. Quindi, potrebbero esserci varie problematiche e questo è un altro rischio, che è stato l'azienda o lo sviluppatore del progetto. Potrebbe esserci un problema in termini di ricavi. Per esempio, per mitigare questo rischio, il governo nel contesto indiano, ha creato la Missione Solare Nazionale, e nella missione solare si è deciso che per tutti i nuovi progetti solari ci sarebbe stata una entità separata chiamata, che sarebbe una joint venture costituita congiuntamente dall'NTPC, che garantirebbe che il progetto abbia sempre un ammontare fisso di entrate. E questo era il NVBN, che stava acquistando l'elettricità dai nuovi progetti solari e lo stava rifugendo dai DISCOM. Tuttavia, infine, la NVBN deve avere i DISCOM o le società di distribuzione che assumono l'elettricità solare e uno dei rischi è che se per esempio la domanda, abbiamo creato eccesso di capacità e poi non c'è una domanda sufficiente, potrebbero non essere aziende interessate ad acquistare quell' energia elettrica a quel prato. Quindi, anche se c'è un prezzo garantito, potrebbe esserci un problema in termini di entrate. I requisiti di manutenzione operativa. Nel caso ci siano problemi legati a O & M e ci sono costi aggiuntivi di manutenzione delle operazioni, se ci sono chiusure o ci sono problemi con alcuni di questi problemi di O & M, di funzionamento e di manutenzione, questo può essere anche un'altra fonte di rischi. In termini di ritorni, i costi del progetto, ci potrebbero essere i sovraccarichi di costo, ci potrebbero essere ritardi di progetto e possiamo valutare quanto costi vengono messi e quanto dobbiamo effettivamente pagare e quanto stiamo entrando e poi qual è la modalità di finanziamento, c'è un rischio di finanziamento e qual è il costo del capitale. Quindi, questo è essenzialmente un quadro complessivo di alcuni dei tipi di Rischi e ritorni. (Riferimento Slide Time: 10.50) Così, quando si parla di finanziamento stiamo differenziando. Se si guarda al C0, C0 sarà pari alla somma del patrimonio netto più il debito, l'equità e il debito. Quindi, la frazione di debito è la D da C0 e a seconda, normalmente ogni qualvolta si pensa in termini di presa in prestito, ci sarà sempre un certo importo minimo di equità o il tuo contributo che devi pagare. Quindi, il debito per definizione sarebbe, l'acquisizione di fondi da parte dei prestiti e questo potrebbe essere o collaborare o project loans o potrebbe essere una disposizione di leasing. E l'equità è la, è la tua, è il contributo promotore. E potrebbe anche essere fatto in termini di vendita di alcune delle azioni per la raccolta del capitale in modo da dare a qualcuno una quota dell'azienda. Oltre a ciò, potremmo anche avere finanziamenti sotto forma di sovvenzioni e garanzie. E questo vale soprattutto per le tecnologie energetiche relativamente pulite. Nel caso di qualcosa che il governo vorrebbe fare nelle nuove tecnologie, si può ottenere un certo importo del vostro investimento iniziale pagato sotto forma di sovvenzione che non necessita di rimborsi. Nel caso del debito, si tratta di qualcosa che si tradurrà in qualche rimborso in futuro. (Riferirsi Slide Time 12.41) Quindi, essenzialmente, quello che accadrà è che, se si guarda alla cosa iniziale ci siamo accorti di avere C0 e avevamo tutti questi, ovvero il tuo AK, A1, A2, generale Ak, An e questo è C0. Ora, se invece di mettere l'intero importo C0 qui mettiamo solo una frazione di questo, ovvero l'equità, che non è altro che il 1 meno il debito di frazione in C0 e questo importo residuo è l'importo che viene messo dalla società che dà il prestito e che è il debito. Questo viene investito e quindi in realtà stiamo solo mettendo questa equità. A seguito di questo patrimonio, dobbiamo rimborsare il prestito, il rimborso del prestito, ogni anno fino alla durata del prestito ok. Quindi, qualunque sia il termine del prestito in L, abbiamo il rimborso del prestito. Quindi, la domanda allora diventa che in ogni anno quello che avremo sarà, avremo ora il flusso di benefici che diventerà A1 meno LR o Ak - LR. E la domanda è, dovremmo prendere il prestito, in che misura dovremmo prendere il prestito. In alcuni casi, potremmo non avere l'opzione perché potremmo non avere abbastanza soldi per pagare C0. E così, questo è il tipo di questione che c'è. Quanto devo assumere in termini di debito e quanto dovrebbe essere patrimonio? E ovviamente nella maggior parte di questi casi quello che succede è che c'è un rapporto di leva, ma c'è un importo minimo del vostro contributo. Quindi, tipicamente faremo alcuni esempi, vedremo se si ha un debito con l'equity. Diciamo 70 - 30 o 50 - 50 e vedremo l'effetto. E ovviamente questo dipenderà, per il prestito, ci sarà un tasso di interesse, e poi convertiremo quel prestito in pagamenti annuali equivalenti. E si può vedere in molti dei casi anche quando si compra qualcuno se si sta comprando un'auto, o si sta comprando un telefono di fascia alta, si può comprarlo fuori dall'alto o si può anche pagare a rate. Così, vedremo come fare per questo calcolo di questi pagamenti a rate. Quindi, tipicamente quello che accade è, per progetti grandi e ben definiti, possiamo avere un modo in cui poter parlare in termini di project financing e vedere da dove verranno i soldi. In generale, possiamo decidere se scegliere tra debito o equità e poi possiamo vedere un modo in cui possiamo calcolare e scoprire quale rapporto di debt-equity ci fa bene per un progetto particolare. Quindi, guardiamo un po' di background e di storia. (Riferirsi Slide Time: 16.15) E prima di farlo, tipicamente quello che accadrà è che, in generale, ci sarà un profilo di risk-return. Quindi, tipicamente, per qualsiasi progetto, otteniamo dei ritorni e poi ci sono certi rischi e tipicamente ci saranno, questo è il rischio accettabile per un determinato ritorno e se il vostro rischio è inferiore a quello, allora investiremo e se sarà di più, non investiamo. Ecco, questo è il profilo di ritorno a rischio e questo sarà la caratteristica di un particolare individuo o di un'azienda che sta facendo questi investimenti. E poi cercheremo di vedere che tipo di rischio. Ovviamente, esplicitamente quando si vuole pensare in termini di rischio e di quantificazione del rischio, è un po' complicato e poi ci sono incertezze in tutto questo. (Rinvio Slide Time: 17.46) Quindi, ancora, abbiamo parlato un po' del rischio, ma basta elencare tutti i rischi che ci sono. Allora, abbiamo parlato di rischio di credito in termini di affidabilità creditizia. L'edilizia e lo sviluppo rischiano ancora, e a volte quando si va avanti con la costruzione e lo sviluppo, soprattutto, diciamo che stiamo parlando Metro, ci sono alcune aree in cui è necessario avere il diritto di arrivare, oppure bisogna far sdoganare la terra. E tu hai bisogno di e se che ci sia opposizione e non ti arrivi, potresti aver bisogno di rielaborare i tuoi piani e quindi questo è un rischio di costruzione e di sviluppo. Rischi commerciali operativi. Abbiamo visto che in termini di risorse, abbiamo visto che in termini di tecnologia abbiamo visto che in termini di O & M, in termini di ambiente. Rischio politico, ora, questo è che vedrete che spesso, che un determinato governo opta per un progetto, e se quello è un progetto di alto profilo, che ha avuto opposizione, se il governo cambia, il nuovo governo può sempre rivalutare il progetto e quindi c'è un rischio in termini di questo. Normalmente i governi cercano di avere continuità in modo da cercare di onorare gli impegni che si fanno, ma a volte ci sono questioni. Per esempio, in Andhra Pradesh, il quando un nuovo governo ha preso il sopravpasso, a Telangana quando il nuovo governo ha preso il sopravpasso, hanno detto che riesamineremo tutti gli accordi di acquisto di energia, che è stato firmato con le società rinnovabili. Ora, questi accordi di acquisto di energia sono stati firmati per 25 anni e ora lo sviluppatore o la società che si deve a questo ha la questione di rinegoziare i prezzi. E questo è diventato una grande questione, soprattutto nel caso dei fotovoltaici solari, dove i prezzi sono scesi drasticamente. Quando abbiamo iniziato le tariffe di alimentazione iniziale, avevamo elettricità a 11 rupie per kilowattora, ora firmiamo accordi a 2 rupie 50 paise per kilowatt. Naturalmente molte delle aziende di distribuzione vogliono riconsiderare gli accordi che sono stati sottoscritti in precedenza. Ma, ricordati che questi accordi sono stati fatti in un regime in cui le fonti rinnovabili erano considerate più rischiose, c'era un rischio tecnologico, c'era un rischio di mercato e c'era un processo legale grazie al quale lo sviluppatore e la distribuzione cOmpany hanno firmato un accordo ad un prezzo particolare. Ci potrebbero essere rischi finanziari e i rischi potrebbero essere in termini di alcune delle aziende che finanziano problemi, alcune delle aziende che hanno partecipato al progetto avendo molti fondi in essere. E ci saranno dei rischi in termini di pagamenti, soprattutto questo vale per molte delle aziende di distribuzione che hanno grandi perdite accumulate nell'ordine dei lakhs di crerano. E questo significa che, per esempio, ogni unità di elettricità che viene venduta a un'azienda di distribuzione, facciamo qualcosa come 80 paise per kilowattora o 90 paise per kilowattora. Quindi, in un caso del genere quando una società di questo tipo accetta, arriva con un PPA, è possibile che i pagamenti siano rimandati, o i pagamenti non accadano nel modo in cui è stato appicato il contratto. Potrebbe esserci un rischio normativo o legale perché il regime normativo potrebbe cambiare, i quadri giuridici possono cambiare. Rischi ambientali lo abbiamo già visto, ci potrebbero essere anche certe cose, per esempio, se avessimo creato una flotta di autobus in una città, che stava correndo sul diesel, e abbiamo creato un'infrastruttura diesel per cionare a questa flotta di autobus, e a causa delle emissioni ambientali se si decise di vietare tutti i veicoli diesel in quella determinata città e siamo entrati in CNG, allora ci sarà un rischio ambientale per la filiera del diesel. Forza Majeure, è anche conosciuto come atto di Dio. È qualcosa su cui non abbiamo alcun controllo. Per esempio, si ha improvvisamente un'alluvione o uno tsunami e una specie di evento meteorologico estremo che provoca gravi interruzioni e che si traduce, incide sulla viabilità di molti dei Progetti. Questo non è qualcosa che si può anticipare con la sua stessa definizione, ma questo è qualcosa che costituisce un rischio significativo. E ovviamente si può acquistare un'assicurazione per una sorta di copertura per quel rischio. (Riferimento Slide Time: 23.08) Ci sono 2 tipi di finanze diverse e se la si guarda, abbiamo la finanza aziendale che sta finanziando un'azienda. Un'azienda o che è un'organizzazione multiuso ha molti prodotti diversi, può entrare in diverse linee di business. D'altra parte, c'è un progetto il progetto è un'entità a scopo unico, ha un obiettivo finale, ha una timeline specificata e quell' obiettivo è quello di realizzare un progetto particolare con una produzione particolare. Nel caso di finanziamento di questo, dovrebbe esserci un orizzonte temporale permanente o a tempo indeterminato per l'equità che è stato messo. Nel caso della finanza di progetto, è una linea temporale di progetto finito e spesso corrisponde alla vita del progetto e può anche così che si ottenga i ritorni durante il tempo, la vita del progetto. Le diverse politiche in termini di reinvestimento e dividendi, e la gestione aziendale prende le decisioni e può prendere tale decisione, è autonoma dagli investitori e dai creditori, ovviamente gli investitori e i creditori sono informati. Nel caso della finanza di progetto, se vi è un payout immediato di politica fissa e non sono ammessi reinvestimenti. Le decisioni di investimento patrimoniale nella finanza aziendale sono opache ai creditori. Ma, nel caso della finanza di progetto, dovrebbe essere trasparente ai creditori. Le strutture finanziarie hanno una forma comune nel caso della finanza aziendale, e nella finanza di progetto è molto tailor - made, dipendente dalla struttura del tipo di progetto che si sta costruendo. I costi di transazione per la finanza aziendale sono relativamente bassi a causa della concorrenza dei provider e per il meccanismo routinario, tempi brevi di turnaround. La finanza di progetto richiede un costo elevato dovuto alla documentazione e ai periodi di gestazione più lunghi. La dimensione del finanziamento, per la finanza aziendale, potrebbe essere flessibile, ma nella finanza di progetto tipicamente abbiamo bisogno di una massa critica per coprire l'elevato costo della transazione in modo che di solito siano in grandi porzioni. Ed è per questo che si hanno questi grandi parchi solari, si hanno insulti nel caso del solare che sono come 648 megawatt, uno dei più grandi insulti del mondo, a Tamil Nadu. E quindi, questo significa, che si ha una grande quantità di finanziamento che è richiesto per questo. Poi la base per la valutazione del progetto della finanza, nel caso di finanza aziendale dipende dalla salute finanziaria complessiva del soggetto, il focus è sul bilancio e sui flussi di cassa. Nel caso di project finance, dipende dalla fattibilità tecnica ed economica del progetto il progetto, l'attenzione è rivolta solo al progetto e al patrimonio di progetto, ai flussi di cassa e alle modalità contrattuali per il particolare progetto. E la finanza aziendale ha relativamente minori costi di capitale, mentre il progetto finanzia costi più elevati di capitale. E la finanza aziendale ha una partecipazione più ampia, più ampia della base degli investitori e ha i mercati secondari. Project finance tipicamente di un piccolo gruppo di agenzie di finanziamento e c'è un mercato secondario limitato. Così, si vede che c'è una differenza, una differenza distinta tra finanza aziendale e finanza di progetto. (Riferimento Slide Time: 26:43) Ci sono molti strumenti di finanziamento diversi e questo da un report IEA su progetti PV. E si vede che possiamo ottenere finanziamenti per grandi progetti fotovoltaici solari o piccoli progetti di elettrificazione rurale e si può vedere che si possono essere da banche multilaterali di sviluppo come la Banca Mondiale, la Banca europea per lo Sviluppo. Potrebbe trattarsi di aiuti bilaterali, questo significa Indo Germania, Indo US e questi può comportare prestiti e prestiti agevolabili. Può anche comportare alcune sovvenzioni, può anche coinvolgere l'assistenza tecnica. E poi potremmo guardare a molti fondi e fondazioni che sono interessati al caso di, per l'energia sostenibile, per il basso carbonio, per il clima. E ancora, questi sono, hanno prestiti agevolati, hanno anche sovvenzioni e hanno qualche possibilità di fare anche investimenti azionari. Gli investimenti verdi sarebbero tipicamente investimenti azionari e poi quando guardiamo ai fondi nazionali di sviluppo potrebbero essere di nuovo sotto forma di prestiti e garanzie e assistenza tecnica. I prestiti commerciali e gli investimenti saranno tipicamente prestiti a base di mercato. Possono anche essere, possiamo anche investire in equity. Così, questo ti dà una sorta di idea del tipo di modalità di finanziamento. (Riferimento Slide Time: 28:22) Storicamente, la finanza di progetto è in giro da parecchio tempo da più di 700 anni. Il caso storico registrato è in circa 1300, 1299 la Corona inglese o il governo inglese e in questo caso è stata la royalty a governare l'Inghilterra, ha finanziato nel Devon una miniera d'argento e questo finanziamento è stato fatto da una Banca Italiana di Florentine Bank Frescobaldi e hanno fornito i fondi alla miniera e iniziare la miniera d'argento e prendere, estrarre l'argento da esso. A Frescobaldi è stato dato un contratto per una concessione in cui un anno di affitto e di estrazione mineraria è stato consentito su questa miniera di argento Devon. Allora, la disposizione era che la banca, la Florentine Bank Frescobaldi, forniva l'intero denaro per questo sviluppo della miniera, con la consapevolezza che qualunque cosa potessero estrarre nel primo anno apparteneva a loro e quello era il pagamento integrale per il finanziamento della miniera. Così, questo è stato il primo esempio di finanza di progetto. In una moda simile in Inghilterra nel 17 secolo, ci si era abituati a navigare in barca a vela, ed è stato finanziato in viaggio per viaggio. Così, in loro partenza con un viaggio che stava andando ad una particolare location mirata e che avrebbero, durante il viaggio, accumulavano diversi tipi di merci e ricchezza da vari paesi e località e qualunque cosa sia stata presa e scambiata, qualunque sia tornata come cargo e navi, queste sono state liquidate. Quindi, questo significa che sono stati venduti e i soldi raccolti, il ricavato è stato suddiviso tra gli investitori in base alla formula concordata o al contratto che è stato fatto quando la nave è stata finanziata. Così, che ottiene, arriva, la nave va, acquista beni e acquista cose che riceve da vari luoghi, poi vende questi e poi il ricavato si divide tra gli investitori. Ci sono stati molti grandi progetti, tra cui il gasdotto del Mare del Nord al largo delle coste del Regno Unito. Si tratta di grandi progetti con grandi investimenti, che hanno coinvolto un intero gruppo di finanziatori che si uniscono per finanziarlo e poi hanno ottenuto delle entrate, che sono state scaglionate nel tempo. (Riferimento Slide Time: 31:38) Così, in ambito pubblico, c'è una nota di insegnamento di Wharton sul finanziamento del progetto, e c'è un paper di Wynant nella Harvard Business Review. Così, questo definisce la finanza di progetto come finanziamento di un importante investimento di capitale indipendente che la società di sponsorizzazione ha segregato dai suoi beni e dai suoi obblighi general-purpose. Questo significa che questo è un progetto che si rifugia dal resto delle cose ed è, questo rappresenta un grande investimento indipendente e si possono anche guardare i flussi associati a quel determinato progetto e non è collegato con il resto di essi. (Riferimento Slide Time: 32:25) Quindi, se si guardano le fonti di finanziamento e le fasi, abbiamo, a seconda del livello e del livello di disponibilità tecnologica di una particolare tecnologia. Al primo punto, quando abbiamo iniziato la fase di early funding, si ha quella che è la fase di ricerca, la fase di R & D. E questo è tipico, questo sarebbe principalmente finanziato dal governo. Una volta che hai la tecnologia che c'è e fai alcuni esperimenti di base, hai mostrato qualcosa e ora hai un prototipo o abbiamo il know-how e poi deve essere sviluppato in una tecnologia. E poi è qui che si ha la possibilità di venture capital in arrivo. Alcune aziende possono essere avviate e si potrebbe ottenere un private equity che entra in questo, e si ha lo sviluppo tecnologico. Poi il passo successivo è che si ha questa tecnologia, è dimostrato, si sviluppa e dobbiamo pensare in termini di manifattura e scala manifatturiera su larga scala. E questa è la terza tappa. Questo tipicamente richiederà finanziamenti pubblici di pubblica utilità, e potrebbe anche aver coinvolto fusioni e acquisizione. E poi finalmente, una volta fatto questo, lo perderemmo e creeremmo i beni. Si tratterebbe di una finanza di asset, e questo potrebbe provenire da mercati di credito o di debito e può arrivare anche da partecipazioni e fusioni e acquisizioni. Così, si possono vedere diversi tipi di, in diverse fasi dello sviluppo tecnologico, si hanno diverse fonti di finanziamento possibili.