Loading

The Alison August SALE! ūüéČ 25% Off PDF Certs & Diplomas!ūüďú Ends in : : :

Claim Your Discount!
Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Salve, nella classe di oggi guarderemo un argomento chiamato supercondensatori e questa √® una forma di dispositivo di storage energetico, di cui le persone lavorano e parlano in tempi pi√Ļ recenti. E ci sono applicazioni specifiche in cui questo √® il tipo di dispositivo che ha molto senso e in alcuni punti potrebbe non essere un dispositivo che pu√≤ essere usato separatamente molte volte pu√≤ essere utilizzato per aumentare una batteria cos√¨ da parlare. Quindi, √® un tipo di dispositivo interessante. Cos√¨ ci passeremo sopra e c'√® un sacco di ricerca che va avanti in esso e tante applicazioni che le persone lo trovano sempre pi√Ļ spesso. (Riferirsi Slide Time: 00.57) Cos√¨ in effetti; se si guarda alla letteratura popolare, se si legano articoli generali sull'energia e cos√¨ su di voi si vedranno alcuni termini diversi che vengono utilizzati si vedr√† un termine di supercondensatore anche vedere questo termine condensatore a doppio strato elettrico, condensatore a doppio strato elettrico e si vede anche questo termine ultracapacitor. Ecco, questi sono i termini sopra e sopra solo un condensatore. Quindi, il condensatore √® diverso, ma intendo in un certo senso questo √® questi 3 termini, che vedete qui cos√¨ √® EDLC una cosa del genere. Quindi, supercondensatori, condensatore a doppio strato elettrico, ultracapacitor si riferiscono tutti alla stessa cosa ok. Ecco, questo √® quello che vedrete in letteratura, ma questo √® sostanzialmente quello che √® che sono essenzialmente gli stessi. Cos√¨, lo chiameremo supercondensatore per il corso di questa classe e poi, vorremo dire che questo √® solo qualcosa che devi tenere a mente. (Riferirsi Slide Time: 01.57) Cos√¨, i nostri obiettivi di apprendimento per la classe di oggi sono ovviamente per prima capire; che cosa √® un supercondensatore? Cos' √® che sai da quando sei gi√† a conoscenza di un termine chiamato condensatore? Che cosa √® un supercondensatore? Cosa c'√® di diverso che voglio dire, perch√© dovrebbe esserlo? Quando considerato come qualcosa che sai come separato da un condensatore per cos√¨ dire. quindi s√¨, come si differensta da un condensatore? E quali sono le applicazioni che sono tipicamente adatte a che tipo di applicazioni viene utilizzata e quali sono i materiali tipici utilizzati per il supercondensatore? Ecco, questi sono alcuni degli obiettivi di apprendimento per la nostra classe e all'interno di questo contesto di questi obiettivi di apprendimento, analizzeremo il contenuto della classe. (Riferirsi Slide Time: 02.40) Cos√¨, un supercondensatore non √® niente, ma un condensatore che ha capacit√† molto elevate. Quindi, intendo dire che puoi farti conoscere da diversi produttori puoi ottenere condensatori di diversa capacitanza, ma solo perch√© qualcosa ha una capacitanza leggermente superiore non lo rende un supercondensatore che vedremo che li conosci; stai guardando diversi ordini di differenza di magnitudo in capacitanza. Quindi, vedere quando un condensatore √® semplicemente 2, piastre in parallelo 2 piastre di metallo destra e c'√® qualche materiale dielettrico in mezzo potrebbe anche essere aria, ma tipicamente si ha a qualche materiale dielettrico. Quindi, si carica questo un fornitore che si allega a qualche batteria e lo si carica in modo da ottenere delle accuse positive qui. E ricevi accuse negative qui e corrispondenti, riceverai le accuse opposte qui in fila con questa carica positiva che riceverai le accuse negative dal dielettrico otterranno delle accuse positive qui. Quindi, ecco come memorizza la carica nel condensatore e poi puoi rilasciarlo in seguito e poi puoi ottenere l'; conosci chargeback to you. Quindi, la carica che di solito c'√® √® data da C V, dove V √® la tensione applicata e C √® la capacit e questa √® una carica. Ecco, questa √® la tensione in volt capacitance in Faradi e carica in coulombs quindi questo √® quello che otterrete cos√¨ questo √® il rapporto. Quindi, stiamo parlando di condensatori dove il valore di capacitanza √® molto alto. Quindi, quindi, per la stessa tensione si ottiene una quantit√† molto alta di carica che si tiene l√¨ cos√¨ √® qualcosa che lo guardiamo ha una densit√† energetica elevata. Generalmente, rispetto a te sanno e altre opzioni che; hai la tensione, che ti pu√≤ dare √® un po' bassa, la vita a ciclo √® molto alta. Ne parleremo mentre passiamo attraverso l'altra opzione; intendo i dettagli del supercondensatore. Generalmente la vita a ciclo √® alta, in alto nel senso che vi guardiamo si sa di nuovo diversi ordini di grandezza che, questo √® il punto che bisogna ricordare mentre guardiamo ai numeri che vedrete non √® solo alto da un relativo senso di sapienza un fattore pari al 20, o al 30, o addirittura al 100. Stiamo valutando la differenza sia nella capacitanza nella vita a ciclo etcetera di diversi ordini di grandezza per cos√¨ dire. Si addebita oltre che gli scarichi molto pi√Ļ veloci delle batterie. Ecco, questa √® la chiave che devi capire che accusa e scarichi molto pi√Ļ velocemente delle batterie. E, quindi ci sono applicazioni in cui la batteria dove il cambio in circostanza √® pi√Ļ veloce e si vuole qualcosa per immagazzinarlo velocemente. Quindi, l√¨ una batteria non sar√† in grado di fare il lavoro sebbene una batteria possa immagazzinare energia, ha bisogno di un po' di tempo per prelevare quell' energia, ma supponendo che stiate consegnando che l'energia √® cos√¨ veloce che sapete di non avere quel tempo che avete solo pochi secondi in cui avete consegnato tutta una quantit√† di energia e volete che la batteria lo mantenga la batteria non √® in grado di raccoglierla. I supercondensatori sono in una posizione ottima per raccoglierlo cos√¨ √® per questo che il super condensatore √® interessante. Quindi, in un certo senso, colma il divario tra condensatori regolari e batterie ricaricabili ok. Quindi, questo; quello che vi ho mostrato qui √® un tipico condensatore regolare. Quindi, lo vedremo ancora di pi√Ļ, ma questo √® un condensatore regolare. Quindi, questo non √® quello che stiamo facendo qui stiamo parlando di supercondensatore e che il supercondensatore ponti il divario tra questi tipi di condensatori regolari e batterie ricaricabili dove si conosce un anodo un catodo e un elettrolita cos√¨ avrete. Quindi, questo √® un condensatore regolare la batteria ricaricabile avr√† anodo, elettrolita e catodo ok. Quindi, ecco come abbiamo la batteria ricaricabile e poi ci si riparte a ricaricarla che lo scarichi etcetera. Dunque, tra questi due √® dove i supercondensatori finiscono in arrivo cos√¨ lo guarderemo. (Riferirsi Slide Time: 06.59) Cos√¨, alcuni, per esempio, vi ho appena accennato che sapete che √® ideale per le condizioni, dove la circostanza sta cambiando veloce e avete bisogno dell'energia da gestire piuttosto velocemente. Quindi, ad esempio, se si guarda alla frenata rigenerativa ok cos√¨ la frenata rigenerativa √® la frenata che si fa in questi giorni nei veicoli elettrici? Si potrebbe fare qualsiasi in qualsiasi altro veicolo anche, ma generalmente da quando il veicolo elettrico √® impostato per eseguire tutto ci√≤ che utilizza l'energia elettrica il regime di voi conosce qualsiasi energia che sia qualsiasi transazione energetica che sta accadendo alla gente prova a convertirlo in energia elettrica. Quindi, normalmente in un'auto regolare si premono i freni, i freni appena diventano hot ok quindi diventano molto caldi ed essenzialmente √® quello che stanno facendo stanno convertendo la tua energia cinetica in calore e rilasciandola. Quindi, c'√® un sacco di attrito che ci viene messo che converte l'energia cinetica dell'auto in calore e poi la lancia nell'atmosfera; quindi ecco, davvero cosa sta succedendo? Ecco perch√© si sa quando si va su terreni collinari e si sta arrampicando e si arrampica e cos√¨ sui freni si pu√≤ riscaldare molto diffusamente; se si usano continuamente i freni. Quindi, ecco perch√© continuiamo a dire di usare una marcia pi√Ļ bassa e abilitare la marcia per aiutarti a rallentare il tuo veicolo piuttosto che continuare a premere il freno devi premere il freno se ne hai bisogno, ma questo √® ci√≤ che sta accadendo. Quindi, quando si tiene il quando si continua a premere il freno che si conosce continuamente; si sa di sapere dire un'ora in discesa che riscalda il freno al punto che potrebbero fallire. Quindi, bisogna stare attenti con i freni, ma √® quello che sta accadendo in un veicolo convenzionale in un'auto convenzionale che √® esattamente quello che sta accadendo. Ora, nelle auto elettriche l'idea che si sa quando si cerca di generare elettricit√† indietro da qualcosa che √®; spostarla rallenti qualunque cosa si stia muovendo. Quindi, stai usando quell' energia che c'√® nel processo di rotazione per generare elettricit√† solo il modo in cui una dynamo funzionerebbe in un ciclo in cui hai conosciuto il ciclo che hai avuto tranne che c'√® anche la dinamo che preme per rallentare il ciclo, ma non vuoi rallentare il ciclo. Qui si utilizza consapevolmente questo processo di generazione di energia elettrica per frenare l'auto per abilitare la frenata per l'auto in modo che questo arrivi a casa. Quindi, la frenata rigenerativa come si pu√≤ immaginare √® qualcosa che sta accadendo in frazioni di secondo piano. Quindi, frazioni di secondi a un secondo √®, quello che vedete il traffico che state guidando e il traffico di cui avete bisogno per colpire il freno che avete colpito immediatamente non avete colpito il freno in diversi minuti avete colpito istantaneamente il freno. Quindi, il processo di rottura si verifica su una frazione di secondo cos√¨ che "; cosa intendevo dicendo questo? La scala temporale √® molto piccola in quel lasso di tempo in quella frazione di secondo l'intera energia che c'era nell'auto la cinetica si dice che un'auto viaggiava a dire 30 chilometri orari ok. E mezzo secondo dopo neanche mezzo secondo forse 0,2 secondi dopo, hai la macchina a 0 chilometri in un'ora ok. Quindi, qualunque fosse il peso dell'auto cos√¨, se si guarda a met√† m V quadrato. Questa energia cinica era disponibile.
Quindi, se un'auto √® circa cos√¨ questa √® met√† in lasciarci dire un'auto da 1000 chilogrammi. Quindi 1000 kgs che hai e V √® a 30 chilometri all'ora, quindi ecco che abbiamo quello che abbiamo 3000 conosci 30000 metri in modo che avrai 30000 su 60 minutes. Quindi hai questo va 500. Quindi, hai 500 metri al secondo al minuto al quadrato e lo dividi per 60 cos√¨ avrai qualunque 50 di 6 metri al secondo cos√¨, ecco la velocit√†. Quindi, pressappoco su quello che √® 8 8,4 8,3 metri al secondo che √® la velocit√† con cui viaggia. Quindi, si ha met√† in 1000 in 8,3 quadrati quindi questa √® la quantit√† di energia che l'auto ha in joule in modo che sia abbastanza significativo. Quindi, si tratta di circa 64 cos√¨ circa 30, 35. Quindi, stai guardando 35000, circa 35000 joules cos√¨ 35000 joule che hai. Quindi, questo √® il 64, il 64 entro il 2 √® di poco pi√Ļ di 64, quindi mi limiter√≤ a dire che sono 70, 70 divisi per 2 sono circa 35 e 35 in 1000 cos√¨ 35000. Quindi, devi 35000 joule di energia in un'auto che √®; viaggiando a 30 chilometri l'ora viaggia circa 8 metri ogni secondo e sei sostanzialmente in 0,2 secondi che lo stai portando ad un arresto completo. Cos√¨, in 0,2 secondi questa quantit√† di energia deve essere immagazzinata da qualche parte una batteria non sar√† in grado di prelevare questo tanto anche se √® forse un pacco batteria all'interno non sar√† in grado generalmente di prendere tempo, ci vuole molto tempo per tutte le reazioni che accadono per l'elettricit√† da prelevare dalla batteria. Quindi, una batteria tipicamente non √® in grado di prelevare 35000 joule in 0,2 secondi ok. Quindi, hai bisogno di altro che possa andare a prendere questo 35000 joule in 0,2 secondi, se vuoi fare una frenata rigenerativa. Ecco allora che il tipo di voi conosce transizione veloce che una batteria non pu√≤ gestire che un supercondensatore gestisce bene cos√¨, questo √® il punto che vogliamo capire in modo che sia un'applicazione. Allo stesso modo, caricare e scaricare in modo da caricare qualcosa su alcuni si conosce il processo di caricamento dell'aggiunta di peso a qualcosa e poi la rimozione del peso da qualcosa. Quindi, hai bisogno improvvisamente di una giusta quantit√† di energia per sollevare qualcosa per metterla da qualche parte e poi rilasciare a destra. Quindi, di nuovo hai bisogno di una quantit√† enorme di energia consegnata a breve in una breve durata di tempo, devi scegliere questo oggetto su tutti √® seduto abbastanza. Improvvisamente si raccolgono questo oggetto che potrebbe essere a conoscenza di 500 chilogrammi, 1000 chilogrammi, qualunque sia la presa per metterla in qualche scaffale. Quindi, questo potrebbe accadere in qualche magazzino o qualcosa, quindi quel tipo di cosa in cui si ha una macchina che va e fa questo va e picchia un pacco lo solleva dal terreno lo mette in scaffale rilascia. Quindi, questo ti deve sapere improvvisamente darti quell' energia in questa materia di una frazione di secondo di nuovo, cio√® qualcosa che un supercondensatore pu√≤ consegnare a te. Inoltre, abbiamo parlato di frenata rigenerativa e che quella arriva fino alla parte fermata di un veicolo elettrico, analogamente parte dai veicoli elettrici, improvvisamente si vuole avviare subito l'auto. Quindi, se si guarda a quello che tutte le persone stanno facendo per ottimizzare l'utilizzo di energia per un veicolo che si conosce un aspetto importante associato a lei sa eseguire energia pulita, energia rispettosa dell'ambiente e cos√¨ via sull'utilizzo dell'energia. proprio ora hanno implementato e conosci la caratteristica operativa di un'auto in modo tale che quando ci si ferma per qualsiasi motivo anche solo diciamo che il traffico si √® dimezzato e si √® appena arrivati ad un arresto perch√© il veicolo davanti a te √® dimezzato basta fermare la tua auto in quell' istante che spegner√† il motore automaticamente non devi fare niente del genere. Cos√¨, ad esempio, in condizioni indiane, ci viene spesso detto che se si arriva ad un semaforo e si vede che ci vorr√† un po' di tempo si passa dal motore e in questo modo si pu√≤ risparmiare molta energia perch√© una quantit√† massiccia di energia viene sprecata solo in attesa che il semaforo cambi il segnale del traffico per cambiare a destra. Quindi, la maggior parte delle volte ci viene consigliato di spegnere l'auto e molti di noi lo facciamo a volte non lo facciamo e cos√¨ su tanta energia viene sprecato. Quindi, i moderni veicoli elettrici lo fanno automaticamente. Cos√¨, il momento in cui intuiscono che la velocit√† √® di 0, spezza istantaneamente il motore √® completamente che va a dormire per diversi secondi. Il momento in cui iniziate lo far√†; subito inizio che √® la bellezza; di essa, non vi resta che saperla dare a non dover dare neanche un secondo per iniziare quasi istantaneamente si comincia. Per farlo ricominciare quasi istantaneamente che molta quantit√† di energia deve essere consegnata all'improvviso tutto d'un improvviso devi consegnare questa quantit√† massiccia di energia per ottenere questo sai forse 1 ton o 1 minuti e una macchina di mezza tonnellata per iniziare a muoverti di nuovo quasi subito, questo √® di nuovo fatto dal supercondensatore. Quindi, sia a partire sia come fermarsi quando si smette di raccogliere l'energia in una frazione di secondo viene fatta dal supercondensatore. Quando si ricomincia a consegnare molta energia in una frazione di secondo viene fatto da un supercondensatore. Cos√¨, cos√¨, si pu√≤ pensare a una variet√† di utilizzi finali interessanti in cui il supercondensatore √® unico in esso √® la possibilit√† di gestire tale compito. Quindi, la batteria pu√≤ prendersi cura dell'operazione generale, ok l'operazione generale del dispositivo pu√≤ essere gestita dalla batteria, ma le transizioni quando si passa da un punto operativo a un punto di funzionamento nettamente diverso potrebbero essere da inizio a un punto di partenza accelerato o da un'accelerata, intendo un'alta velocit√† a certi stop di quei tipi di transizioni che sono delle transizioni drastiche che si verificano in un periodo molto breve, cio√®; dove il supercondensatore fa la differenza che la batteria non pu√≤ fare. Quindi, come se fosse una buona combinazione per avere un; qualche set di supercondensatori, e qualche set di batterie opportunamente abbinati per particolari utilizzi finali. Quindi, che l'esperienza utente come utente che si compra un veicolo e la utilizzi la tua esperienza utente √® molto godibile da non vedere problemi a non tornare indietro e a lamentarti dicendo che sai che io guidavo un veicolo alimentato a benzina. Ora ho questo veicolo elettrico ogni volta che cerco di iniziare a fare fatica per una frazione di secondo e poi inizia o tanta energia si sta sprecando non vedo abbastanza beneficio da parte e cos√¨ via. Quindi, tutte quelle cose non sono che otterrete tutti quei benefici avendo questa combinazione proprio cos√¨ √® quello che un supercondensatore √® in grado di fare ok. (Riferirsi Slide Time: 16.32) Cos√¨ abbiamo 3 termini qui abbiamo un supercondensatore, abbiamo una batteria e abbiamo un condensatore. Quindi, passeremo un po' di tempo a cercare di capire; qual √® la differenza tra questi 3? Quindi, principalmente se si guarda alla batteria ci siamo; sappiamo che si tratta di un dispositivo elettrochimico ok. Quindi, l'energia che vi viene immagazzinata √® immagazzinata sotto forma di energia chimica, di energia chimica che si ha un rievocatore seduto su un elettrodo e un altro reagente seduto in un altro elettrodo. Quindi, una reazione chimica avviene che si tratti di una reazione elettrochimica sicura che cos√¨ ci sia un trasferimento di carica tra la fase elettrolitica e la fase dell'elettrodo. Alla fine c'√® un cambiamento chimico che √® accaduto ad una qualche ragione costituente cos√¨ qualche composto si √® formato. Cos√¨, abbiamo visto una pista, il piombo potrebbe diventare il solfato di piombo o l'ossido di piombo potrebbe diventare l'ossido di piombo solfato di piombo potrebbe diventare ossido di litio cobalto, tanti chimici che abbiamo visto per le batterie. Quindi, ma la linea di fondo √® che c'√® un cambiamento chimico e che il cambio chimico ti costa a questa reazione elettrochimica √® come viene immagazzinata l'energia. Cos√¨, in un modo lo si sta memorizzando sotto forma di energia chimica l'energia che viene immagazzinata √® quella di essere immagazzinata in una forma di energia chimica giusta e di fare questo processo si sta utilizzando ioni. Quindi, avete cos√¨ ad esempio, in una batteria, avrete la let me appena messa qui. Cos√¨, avrete come abbiamo appena visto anodo, catodi e questo √® l'elettrolita e avete degli ioni che vanno di traverso. Ecco, questo √® il processo con cui avviene l'attivit√†. Quindi, c'√® energia chimica che viene immagazzinata qui.


















Cos√¨, l'energia chimica viene immagazzinata qui, l'energia chimica viene immagazzinata qui sotto forma di qualunque reagenti sono presenti e poi gli ioni si muovono e consentono che il processo accada. Cos√¨, gli ioni sono in movimento e l'energia chimica viene immagazzinata. Ecco, questa √® l'idea riguardante una batteria. Ora riguardante un condensatore, stiamo immagazzinando energia elettrica cos√¨ significa che hai un piatto piatto un altro piatto piatto e poi in mezzo, hai un ok dielettrico. Quindi, immagazzina energia elettrica cos√¨ bene come ho detto che hai tutte queste accuse qui hai meno tasse qui hai pi√Ļ, pi√Ļ, pi√Ļ, meno, meno, meno. Quindi, non hai ioni che hai elettroni praticamente e l'energia viene immagazzinata e come sotto forma di energia elettrica non c'√® un cambiamento chimico che sta accadendo ne discuteremo di pi√Ļ, ma non c'√® un cambiamento chimico che stia accadendo il supercondensatore usa questo aspetto che non c'√® energia elettrica che viene immagazzinata che √® l'aspetto che in cui assomiglia a un condensatore, ma utilizza ioni e in questo processo assomiglia a una batteria. Quindi, picchia questi due concetti in modo che sia quello che hai qui utilizza ioni e memorizza l'energia elettrica ok. Quindi, hai la cosa simile che hai qualche struttura elettrodi qualche cosa in mezzo e un'altra struttura di elettrodi e poi hai ioni qui ok ed √® cos√¨ che funziona il supercondensatore. Cos√¨, vedremo che funzioner√† un po' pi√Ļ nel dettaglio in un attimo, ma questo √® il modo in cui le tre si differenziano. Cos√¨, il supercondensatore usa ioni la batteria appena lontana fa e immagazzina energia elettrica solo il modo in cui il condensatore fa bene cos√¨ √® l'idea. (Riferirsi Slide Time: 20.17) Cos√¨, come ho detto se guardate il condensatore questo √® come un condensatore schematico di un condensatore sembrerebbe avere due piastre parallele. Quindi, un piatto qui, e un piatto qui che sarebbero i tuoi elettrodi a cui si collega un esternory. Quindi, si collega questo ad una batteria. Quindi, questo √® il positivo e poi lo collego qui negativo arriva in ok. Quindi, poi in mezzo, hai un materiale dielettrico che √® quello che viene mostrato qui e poi come hai fornito elettroni a questo lato e ti togli elettroni da qui. Ci√≤ che accade √® questo diventa positivamente carica, questo diventa negativamente addebitato, e quindi corrispondente del materiale dielettrico il lato del materiale dielettrico che affronta l'elettrodo negativo diventa positivamente carica, e il lato del materiale dielettrico che sta affrontando l'elettrodo positivo diventa negativamente addebitato. Quindi, nel complesso c'√® la neutralit√† di carica c'√® solo la stessa quantit√† di carica positiva dato che c'√® carica negativa etcetera. Quindi, hai la neutralit√† di carica e anche tu dovresti ricordare che questa carica che vedi qui nel materiale dielettrico √® pi√Ļ o meno in una regione √® una regione piatta. Quindi, state guardando le regioni piane qui. Quindi, in una regione molto piatta, si ha una carica negativa che raccoglie su questa superficie dell'elettrodo, analogamente, una regione piatta qui sia gli elettrodi sono superfici lisce lisce qui di nuovo si ha una carica positiva che viene raccolta. Nel mezzo in mezzo, si ha il materiale dielettrico presente anche sulla superficie del materiale dialetto su un lato si ha una carica positiva dall'altra parte si ha una carica negativa. Quindi, ecco come funziona il condensatore ok e in questo processo, la carica √® immagazzinata energia immagazzinata √® possibile ridurre l'energia a seconda del vostro requisito. (Riferirsi Slide Time: 22.19) Ora, se ora si guarda un supercondensatore alcune di queste idee vengono portate avanti, ma e c'√® molto cambiamento cos√¨ √® quello che stiamo cercando di capire qui cos√¨ questo √® il supercondensatore. Cos√¨, di nuovo potete vedere qui c'√® qualcosa come un elettrodo, ma qui l'elettrodo serve semplicemente come raccoglitore di corrente quindi questo √® come un raccoglitore di corrente e quindi da questo lato si ha anche un collezionista attuale ok e importante differenza che qui si ha un elettrodo poroso. Su entrambi i lati, si ha un elettrodo poroso e ne parleremo in un attimo in mezzo al quale si ha un separatore ok. Quindi, hai qualcosa chiamato separatore. E, poi in questa intera regione che vedete qui questa intera regione; che vedete qui da qui a qui avete elettrolita questo elettrolita ok. Ecco, questo √® ci√≤ che stiamo osservando nel contesto del corso di un supercondensatore, quindi il punto √® che il collezionista attuale permette sostanzialmente di avere un contatto elettrico per il circuito esterno con queste particelle. In questo caso si tratta di particelle ma noi potremo guardare altre opzioni disponibili, ma si tratta di particelle. Quindi, abbiamo una struttura in cui si hanno tantissime particelle che sono presenti e quindi perch√© sono particelle e non un oggetto solido come questo non √® un oggetto piatto solido ok, una superficie piatta solida perch√© √® un oggetto piatto solido qui si hanno particelle. Quindi, hai una superficie molto alta che √® divisa e distribuita ok. Quindi, hai una superficie molto alta che ora viene distribuita attraverso l'elettrodo. Quindi, non √® una superficie piatta non √® una singola location piatta dove le accuse rappresentano quando si parla della carica, ma comunque queste particelle sono presenti e c'√® un elettrolita che √® presente l'elettrolita che √® presente nell'estensione di tutta la misura di questa regione che ho appena segnato qui tra questo collezionista attuale e quel raccoglitore di corrente che si ha elettrolita. Cos√¨, questo elettrolita penetra queste particelle. Quindi, tutte queste lacune che vedete qui tutte le lacune che vedete qui sono tutte riempite dall'elettrolita ovunque ok. Tutte le lacune che vedete qui cos√¨ anche qui qualunque siano le lacune che vedete tra le particelle sono tutte riempite dall'elettrolita cos√¨ l'elettrolita permea questi porosi in questa struttura porosa. Quindi, l'elettrodo deve essere una struttura porosa come abbiamo mostrato qui in uno schematico, ma lo scopo specifico di essere una struttura porosa √® garantire che questo elettrolita di cui stiamo parlando abbia penetrato quella struttura ed √® presente in tutta quella struttura. Quindi, ora mentre in precedenza; hai appena avuto questa superficie piatta. Quindi, quindi, qualunque fosse l'area geometrica era l'area dell'elettrodo cos√¨ se si conosce 2 centimetri dall'elettrodo 2-centimetre, ecco un elettrodo quadrato 4-centimetre. Quindi, se si trova a 2 in 2 minuti in modo che sia un elettrodo quadrato 4-centimetre. Qui, anche se il vostro raccoglitore di corrente √® da 2 a 2 che sia; solo l'area del raccoglitore corrente √® solo la superficie effettiva di 4-centimetre quadrato destro dell'elettrodo √® la superficie di ciascuna di queste particelle. Quindi, bisogna calcolare la superficie di ciascuna di queste particelle e la superficie totale che si ottiene per un totalizzazione della superficie di tutte quelle particelle √® la superficie dell'elettrodo. Quindi, quindi, questo ha una superficie estremamente elevata molto alta rispetto a questo regolare condensatore. Il supercondensatore relativo al condensatore regolare il supercondensatore ha una quantit√† di superficie decisamente diversa che si sta cercando, a diversi ordini di superficie superiore di grandezza rispetto al condensatore regolare e stiamo utilizzando quella superficie permettendo a questo elettrolita di penetrare in tutto e naturalmente, non si vuole che si conosca elettrodo positivo per entrare direttamente in contatto con l'elettrodo negativo. Quindi, altrimenti, correte a corto circuito la cosa se quel corto circuito il concetto di corto circuito √® lo stesso anche qui. Quindi, non si vuole un corto circuito tra l'elettrodo positivo e l'elettrodo negativo che √® il motivo per cui abbiamo questo materiale separatore. Quindi, il materiale separatore sar√† seduto al centro √® un materiale non conduttore che √® anche impregnato di elettrolita. Quindi, l'elettrolita √® costantemente presente in tutta la struttura. E i materiali separati sono essenzialmente lo stesso tipo di materiali separatore che si userebbe anche in una batteria. Quindi, hai i materiali separatori non conduttori che conosci forse materiali a base di polimeri che sono porosi quindi √® una struttura porosa. Cos√¨, si pu√≤ avere elettrolita in tutte le direzioni attraverso quella struttura e riempie tutta la struttura. Quindi, anche se quelle sono le cose che hai fatto hai messo in un materiale separatore che non c'era nel condensatore che hai messo in una struttura elettrodo porosa non l√¨ in un regolare condensatore e questo elettrolita si sta distribuendo in tutta questa struttura porosa ok. Cos√¨, ecco come la struttura di un supercondensatore differisce da quella di un condensatore regolare. Cos√¨, come si pu√≤ vedere almeno a livello strutturale e tenendo presente che c'√® tanta pi√Ļ superficie c'√® un'enorme differenza tra ci√≤ che √® un condensatore e quello che un supercondensatore sta bene. Quindi, questo √® il punto che dobbiamo ricordare. (Riferimento Slide Time: 28:07) Quindi, ora, segnalo anche che quando si mette un elettrodo a contatto con un elettrolita. Quindi, questo √® l'elettrodo, e questo √® l'elettrolita e diciamo; lo collego al positivo, positivo di una batteria ok. Quindi, quando si fa questo diciamo cos√¨ si ottiene un mucchio di accuse positive qui ok. Allora, quella parte √® ancora la stessa ora l'elettrolita contiene ioni ok cos√¨, gli ioni hanno capito che avranno. Quindi, diciamo che ho addebitato gli ioni negativamente cos√¨ quelle ioni sono ora colpite dalla presenza di questa carica che c'√® sull'elettrodo. Quindi, naturalmente, proprio il modo in cui ci si aspetterebbe in tutte queste circostanze l'ione opposta diventa attratto da questo elettrodo. Quindi, quello che succede per√≤ √® che non si forma necessariamente solo uno strato unico qui ok, modelli iniziali usati per suggerire che former√† anche uno strato unico, ma perch√© √® un elettrolita e perch√© si sa che c'√® energia termica associata ad esso e c'√® il movimento dell'elettrolita semplicemente a causa dell'energia termica che √® presente l√¨ etcetera non forma uno strato unico che si distribuisce di pi√Ļ. Quindi, molto pi√Ļ in profondit√† nell'elettrolita anche lei avr√† questa regione che ne risente l'elettrodo ok. Ecco, ecco come funziona l'interfaccia elettrodo - elettrolitica. Quindi, anche qui c'√® la nozione di condensatore a doppio strato qui, ma la seconda parte dello strato non √® necessariamente una struttura piatta √® una struttura poco pi√Ļ distribuita che √® il punto da tenere a mente. E dovresti ricordare che dovresti anche notare che su questo sito hai elettroni e su questo sito hai degli ioni. Quindi, su un lato dell'interfaccia elettrodo - elettrolita sul lato elettrodo, si hanno elettroni sul lato elettrolitico che si hanno ioni ok. Allora, quando si guarda a questa struttura del supercondensatore ci√≤ che √® diverso qui rispetto a quello che ho disegnato qui √® che l'elettrodo in questo caso ho disegnato come la superficie piana. Mentre, in un supercondensatore, abbiamo una superficie piatta che funge da collezionista di corrente e solo per lei sa svegliarsi per motivi di chiarezza faccio solo disegnare due o tre particelle. Quindi, ho una grande particella ho una piccola particella e ho una particella pi√Ļ grande come questa destra. Quindi, poi le accuse cos√¨ si mette una carica positiva qui, questa carica positiva perch√© queste particelle sono condite elettronicamente √® anche la carica positiva che si distribuisce qui ok. Poi la carica negativa che viene distribuita in questa area intermedia √® tutta con l'elettrolita. Quindi, tutti qui si hanno elettroliti in tutto questo posto. Quindi, hai delle accuse negative che collezionano qui ok. Cos√¨, ecco come l'ora in cui si ha pi√Ļ esteso l'elettrodo nel sistema hai esteso l'elettrodo in una regione pi√Ļ grande come supposto a un appartamento. Allora, quello che era due dimensioni √® diventato improvvisamente una struttura tridimensionale proprio cos√¨ √® quello che hai fatto. Quindi, questo √® bidimensionale, questo √® tridimensionale. Quindi, l'interfaccia elettro-elettrolitica √® tridimensionale che viene distribuita in una largregione ed √® cos√¨ che si sa che il contatto elettrico √® stato fatto qui, il contatto elettrico c'√®, il contatto elettrico √® qui, il contatto elettrico tra queste particelle √® poi cos√¨ che la carica positiva che metti sull'elettrodo va a tutte quelle particelle e poi l'elettrolita lo sai che ha permeato ovunque e questo √® molto importante. Se l'eletto cos√¨ per esempio, se l'elettrolita non fosse qui a supporre questa regione non c'√® elettrolita allora in quel posto non c'√® carica questa carica non avr√† questa ricarica non happ