Loading

The Alison August SALE! ūüéČ 25% Off PDF Certs & Diplomas!ūüďú Ends in : : :

Claim Your Discount!
Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Allora, cosa √® quel reattente e qual √® quel prodotto? Che decide la tensione che √® la chimica coinvolta. E quindi, questo √® di rilevanza dalla prospettiva della termodinamica ok. La termodinamica di un sistema si occupa di quello che accadr√† in condizioni di equilibrio gli darete la migliore condizione possibile per il voglio dire che si d√† abbastanza tempo perch√© qualche reazione si verifichi; qual √® quella reazione che sta per verificarsi, quello che si sa sollecitare la reazione a verificarsi, qual √® la forza motrice per la reazione a verificarsi che la forza di guida si rappresenta come una tensione ok. Quindi, termodinamica che parla di ci√≤ che √® possibile; ci√≤ che √® possibile √® la termodinamica. Quindi, prevede che si sappia dato che la natura ha determinate tendenze; ci√≤ che √® possibile che la previsione √® termodinamica e che si riferisce alla chimica coinvolta che parla di quali reagenti sono presenti e quindi, quali prodotti formeranno. Quindi, ecco la parte di tensione di esso. La corrente d'altra parte si riferisce al tasso a cui si sta verificando la reazione ok. Hai deciso in modo indipendente qual √® la reazione che si verificher√†? Questa √® la termodinamica di essa; qual √® la reazione che si verificher√† √® decisa dalla termodinamica che √® coinvolta. La velocit√† con cui si verifica la reazione avviene nella corrente; la velocit√† con cui si verifica la reazione √® attuale e quindi, questo si fa riferimento come cinetica ok. Dunque, la corrente rappresenta il ritmo con cui si verifica la reazione e nel campo di voi si conosce la scienza, ci riferiamo a noi che lo guardiamo dalla prospettiva della cinetica della reazione la tensione guarda cosa pu√≤ accadere e nel campo della scienza che cade sotto il regno della termodinamica. Quindi, in un certo senso fondamentale, intendo dire che si pu√≤ pensare a pi√Ļ situazioni in cui i due di loro don non vedono necessariamente occhio all'occhio. Quindi, puoi avere un buono I principale voltaggio abbastanza alto, ma puoi anche avere corrente estremamente bassa. Quindi, il che significa che c'√® una forte forza di guida per la reazione a verificarsi. Quindi, la termodinamica sta dicendo che si sa di s√¨ sicuramente questa reazione pu√≤ verificarsi; c'√® un motivo forte per cui queste due sostanze chimiche dovrebbero reagire con ogni altra e rilasciare energia. Ma le circostanze in cui si trova quella cella stanno impedendo che la reazione si verifichi ad ogni tasso apprezzabile; √® strisciante lungo √® solo strisciante, strisciando, strisciando, strisciando, strisciando e quindi, la corrente che si sta disegnando √® estremamente lenta. Quindi, il punto da ricordare qui √® in qualche modo il primo punto di partenza √® la termodinamica perch√© supporre la reazione non √® possibile in tutta questa termodinamica dice che questa reazione non √® possibile. Se non √® possibile la possibilit√† che si verifichi ad ogni ritmo comunque non c'√®; quindi, sar√† il 0. Quindi, la cinetica sar√† automaticamente 0. Una volta dall'altra parte una volta la termodinamica dice che la reazione √® possibile, allora abbiamo una scelta di cinetica che puoi selezionare a tua scelta o semplicemente a causa delle circostanze che ti coinvolgono pu√≤ avere una situazione in cui la cinetica √® lenta o si pu√≤ avere una situazione in cui la cinetica √® veloce. Quindi, √® possibile avere corrente bassa o alta corrente. Quindi, la tensione ne √® un aspetto; la corrente √® l'altro aspetto di esso e si occupa della cinetica di esso. Dal nostro da una prospettiva utente, tutto questo √® sullo sfondo ok. Quindi, io dico utente quando vado a comprare una cella e la metto in un telecomando o la metto in un giocattolo non mi preoccupa che tu sappia qual √® stata la scienza coinvolta in quanto sai decidere quali sostanze chimiche saranno coinvolte l√¨, quello che sai √® impostato per correre naturalmente molto bene o √® impostato per correre naturalmente no. Quindi, beh quelle cose non sono rilevanti per me voglio disegnare buona corrente. Lo voglio ad una buona tensione solo poi alcuni dispositivi che funzionano. Cos√¨, uno scienziato che sta generando la cellula si vanta di queste cose; un utente vuole semplicemente sapere che sta consegnando in modo che sia accettabile per lui o per il suo ok. Ecco, questo √® il modo in cui vogliamo guardare anche noi abbiamo questa idea di corrente versus densit√† attuale. Mentre discuteremo in questa classe mi concentrer√≤ di pi√Ļ sulla densit√† attuale piuttosto che sulla corrente e perch√©? Quindi, corrente, √® la quantit√† intrinseca che rappresenta il tasso a cui si sta verificando la reazione, ma riconosciamo che si sa di poter acquistare se si parla di una cella; si pu√≤ acquistare una cella tripla o doppia A o una cella D etcetera queste sono tutte di diverse dimensioni a destra. Cos√¨, hanno diverse quantit√† diverse di sostanze chimiche presenti in esse. Cos√¨, posso avere un piccolo elettrodo dello stesso set di sostanze chimiche o posso avere un elettrodo molto grande con la stessa serie di sostanze chimiche. Naturalmente, se si lascia dire che un elettrodo √® la met√† delle dimensioni dell'altro elettrodo; naturalmente tutto il resto √® lo stesso, l'elettrodo pi√Ļ grande pu√≤ produrre il doppio di corrente rispetto all'elettrodo pi√Ļ piccolo perch√© ha due volte altrettante sostanze chimiche; il doppio delle possibilit√† di eseguire le reazioni etcetera. Quindi, ogni altra condizione √® la stessa pi√Ļ grande; l'elettrodo pi√Ļ grande √® la sua capacit√† di generare corrente pi√Ļ grande il numero di localit√† in cui si possono verificare le attuali reazioni. Pertanto, il tasso a cui si verifica la velocit√† complessiva della reazione che si verifica su tutta l'area sar√† superiore. Quindi, quindi, non √® un confronto equo che posso fare con tutto il resto essendo lo stesso; stesso produttore, stesse sostanze chimiche, stesso imballaggio, stesso tipo di packaging etcetera posso realizzare batterie o celle di una vasta gamma di dimensioni. Posso fare qualcosa che conosci grande come una stanza e non c'√® paragone tra quello e una piccola cella doppia A o una cella tripla - Una cella che potrebbe essere non c'√® modo di paragonare. Quindi, √® importante normalizzare per le dimensioni dell'elettrodo. Quindi, bisogna confrontarsi con un elettrodo similare e il modo migliore per farlo √® guardare la densit√† di corrente l√¨ dove si parla del numero di amperi che possono essere consegnati per centimetro quadrato ok. Cos√¨, una volta parlato di amperi per centimetro quadrato; si √® normalizzati riguardanti l'area destra. Una volta che si √® normalizzati per quanto riguarda l'area si doesn non importa quanto grandi gli elettrodi; tuttavia, i big degli elettrodi potrebbero avere una grande quantit√† di corrente, ma si ha anche una grande quantit√† di area. Una volta che lo si divide la grande corrente da parte della grande area avrete lo stesso valore una piccola corrente per piccola area ipotizzando tutto il resto. Pertanto una volta che si guarda alla densit√† di corrente; si √® normalizzati per l'area e quindi, le quantit√† diventano comparabili ok. Come ho detto la tensione parla semplicemente di quale reazione si verificasse e si parla semplicemente di quali sono le sostanze chimiche presenti. Quindi, che si tratti di un grande elettrodo o di un piccolo elettrodo doesn di materia se solo guarda che cos' √® quell' elettrodo √® che ci sar√† qualche reazione particolare che ci sar√† poi che ci sar√† 1 di tensione la dimensione √® irrilevante perch√© sta solo facendo che quello che √® l'elettrodo ok. Quindi, si guarda solo alla qualit√† o. Cos√¨, per parlare una caratteristica della composizione chimica dell'elettrodo che dosna si occupa della dimensione dell'elettrodo. Quindi, osservando la composizione √® una sorta di gi√† fare una normalizzazione perch√© si guarda la composizione √® una specie di concentrazione che √® gi√† normalizzata in qualche senso. Quindi, quindi, la tensione √® inalterata dalla corrente di dimensione √® influenzata dalle dimensioni. Quindi, attuale dobbiamo guardare come nei termini della densit√† di corrente. Cos√¨, in questa discussione su questa slide, si tratta di due punti importanti che volevo che mantenete l'allerta su uno √® una tensione contro corrente il fatto che la tensione si riferisce alla termodinamica o alla chimica del sistema. E la corrente si riferisce alla cinetica o al tasso in cui si verificasse qualche reazione. E il fatto che pi√Ļ della corrente √® la densit√† di corrente che interessa perch√© √® quando si pu√≤ fare un confronto tra diversi dispositivi ok. (Riferimento Slide Time: 27:04) Quindi, ora abbiamo capito come ho detto un'operazione di setpoint costante che significa che si pu√≤ avere tipicamente in funzione del tempo. Di solito si guarda una tensione o una densit√† di corrente che si conosce spesso rappresentata da piccoli e si vede come funzioni in funzione del tempo. Quindi, diciamo che la tensione di apertura del circuito aperto √® stata di 1 volt o la tensione in qualche condizione operativa capita di essere di 1 volt; poi vorreste vedere come questa tensione rimane in funzione del tempo. Quindi, per esempio, idealmente, si desidera che rimanga semplicemente piatto. Quindi, si sta disegnando corrente per un lungo periodo e la tensione rimane lo stesso valore per questo intero periodo. Di solito, questo non √® quello che vedrete di solito vedrete che si deteriora costantemente. Ecco, questo √® ci√≤ che di solito si vedr√† per quasi qualsiasi dispositivo elettrochimico tenete a vedere questo deterioramento. Quindi, si tratta di un deterioramento ok; quindi, il deterioramento del funzionamento del dispositivo. Quindi, se per esempio, state guardando se noi se fossimo una batteria per esempio, allora si correrebbe fuori carica del tutto; quindi, allora che la caratteristica delle prestazioni sembrerebbe diversa. Ma lasciate che i ragazzi dicano che √® un dispositivo di conversione dell'energia come una cella a combustibile poi vedreste il vostro comportamento che sembra questo oltre un po' di tempo poi bisogna trovare un modo in cui √® possibile recuperare questa performance. Cos√¨, a volte ci sono dei modi schemi con cui si pu√≤ recuperare questa prestazione e poi ancora si lascia correre per qualche tempo e poi fa questo genere di cose. Quindi, molte diagnosi vengono fatte usando questo a un primo di tutti gli individui che guardano i tassi di degradazione. Quindi, guardano la pendenza di questa curva a questa linea qui e che rappresenta una velocit√† di degradazione. Quindi, ne parliamo in termini di sapori di millivolt all'ora; velocit√† di degradazione millivolt per ora di degradazione √® qualcosa che le persone cercano di tenere attivamente traccia di molti dispositivi elettrochimici. E cos√¨, avranno un obiettivo; quindi, se state guardando qualsiasi devicoe sai altre persone che hanno guardato il dispositivo in un senso pi√Ļ olistico imposteranno un obiettivo dicendo che sai se hai un dispositivo vogliamo una velocit√† di degradazione che sia meno di cos√¨, molti millivolt all'ora. Quindi, significa che √® degradante a un ritmo molto pi√Ļ lento. Quindi, questo √® qualcosa che vogliamo ottenere e che √® il parametro che vogliamo tenere traccia man mano che caratterizzano questi dispositivi. Si scopre inoltre che questo tasso di degradazione la pendenza che vi ho appena mostrato su questa slide pu√≤ variare in modo significativo con il tempo. Quindi, in altre parole, potreste avere una pendenza molto gentile nel primo dire 500 ore di funzionamento e poi potreste avere una pendenza molto pi√Ļ ripida da 500 a 800 ore di funzionamento e potrebbe precipitosamente scendere dopo 800 ore di funzionamento. Quindi, questo non √® nemmeno una pendenza costante. Quindi, si fa molta ricerca per capire cosa sta causando che la pendenza sia un certo valore per le prime 500 ore, cosa sta causando la pendenza al cambiamento tra le 500 e le 800 ore e cosa sta causando la pendenza al collasso completamente dopo 800 ore di funzionamento?. Quindi, quel che si fa solo per darvi un'idea di voi conosce il tipo di lavoro che viene fatto; si pu√≤ fare questo ad una tensione costante o costante corrente corrispondente l'altro parametro viene misurato e poi si vede che in funzione del tempo ok. (Riferimento Slide Time: 30:09) L'altro parametro che hai guardato molto √® la curva di polarizzazione ok. Dunque, la curva di polarizzazione √® uno strumento diagnostico molto importante in cui praticamente quello che facciamo √®; come supposto l'operazione di set-point costante dove si sta guardando si sa che il funzionamento di quel dispositivo over potrebbe essere diverse centinaia di ore possono essere diverse migliaia di ore o se si tratta di una batteria si sta esaminando il funzionamento su pi√Ļ cicli diverse centinaia di cicli ok. Quindi, che lo trovi ci si abbina a un lungo che conosci processo durante il quale scopri quali sono i tassi di degradazione e poi scopri cosa puoi fare per recuperare. Questo, invece, la curva di polarizzazione, invece, √® relativamente istantaneo ok relativamente istantaneo; significa che non √® istantaneo ci vogliono forse qualche minuto per acquisire questi dati, ma ti d√† un senso di salute del tuo dispositivo elettrochimico in quell' istante in tempo ok. Allora, che cosa vediamo qui? Quindi, √® qualcosa in cui si √® prima di tutto non in un solo punto operativo si sta costantemente cambiando il punto di funzionamento in un piccolo arco di in pi√Ļ minuti ok. Quindi, avrete una tensione a circuito aperto che significa che potete vedere qui abbiamo qui la densit√† attuale tracciata. Come ho detto tu sai che questo si normalizza per la zona della cella e hai tensione tracciata qui sull'asse y. Quindi, quando si ha 0 correnti nel sistema che √® questo punto qui fuori allora si ha qualche tensione a circuito aperto che √® quel punto che si vede laggi√Ļ ok. Ecco, cio√® la tensione a circuito aperto che se si sa passare dal dispositivo e basta inserire un voltmetro su entrambi i lati del dispositivo e si misura la tensione che fa notare la tensione che vedrete allora si inizia a disegnare corrente. Quindi, questo dispositivo ora deve essere collegato ad alcune unit√† di conoscenza che possono prevedibilmente disegnare corrente. Dovrei essere in grado di dire disegnare 0,05 ampere per centimetro quadrato che √® la densit√† attuale che voglio. Cos√¨, disegner√† 0,05 ampere per centimetro quadrato e poi a quel punto, mi dir√† qual √® la tensione. Quindi, lasciati dire che questo √® da qualche parte qui allora vedr√≤ questa tensione ok. Quindi, gradualmente aumenter√≤ la densit√† di corrente; andr√≤ a vari punti qui e continuer√≤ a misurare e in ogni condizione so esattamente quale densit√† di corrente sto utilizzando e per quella corrispondente densit√† di corrente che sta misurando la tensione. Quindi, sta misurando le tensioni lungo l'asse y per ognuno di quei valori di densit√† di corrente che ho appena segnato l√† fuori. Quindi, quando io; cos√¨, questo √® un processo che ho detto che sai che accadr√† in pochi minuti. Cos√¨, sar√† quello che lo strumento far√†; ci vorr√† questo dispositivo che imposter√† la densit√† di corrente ad essere 0,01 o 0,1 amp per centimetro quadrato che misurer√† la tensione che rimarr√† a questo punto per lasciare che i cali dicono 10 seconds o 5 seconds; misurare la tensione poi andr√† a 0,2 ampere per centimetro quadrato. Di nuovo stare l√¨ per 5 seconds minuti, misurare il record di tensione quei due vanno a 0,3; sedersi l√¨ per 5 seconds minuti, misurare la tensione registra la tensione e cos√¨ via. Quindi, questo processo continua fino a quando non si vede improvvisamente che la tensione inizia a scendere precipitosamente bene e cos√¨, si pu√≤ impostare qualche cutoff dicendo che si sa se la tensione scende in questo caso che √® impostata a 1,5 volt let s dicono che do solo qualche valore qui mi faccia dire che questo √® di 0,3 volt. Quindi, imposter√≤ qualche tensione di taglio diciamo che sai se hai raggiunto 0,3 volt stop alla curva e invertiamo la direzione della corrente che inizia gradualmente a diminuire la corrente. Cos√¨, immancabilmente vedrete una curva della natura che vedete sul vostro schermo qui; inizia ad un alto valore qui di una tensione e poi inizia a scivolare gi√Ļ. E poi si vede questa curva che viene generata qui si va gi√Ļ e poi precipitosamente comincia a drogarsi. Quindi, questa √® una curva di polarizzazione ok; cos√¨, che si trova una curva di polarizzazione. Quindi, ora vogliamo capire cosa ci trasmette questo a proposito della cellula ok. Quindi, √® una tecnica molto utile perch√© veicola diverse cose interessanti sulla cellula a noi; la prima cosa sono le diverse regioni di questa curva corrispondono a diversi aspetti associati alla cellula. Quindi, quello che vedete nella parte iniziale di questa curva qui si riferisce al; modo in cui la reazione avviene al sito di reazione ok. Quindi, si ha qualche reazione che si verifica in vari siti di reazione forse ci sono siti catalani che sono presenti, forse che ci sono materiali anodici presenti, i materiali catodici sono presenti c'√® la reazione che si sta verificando nel sito di reazione. Quindi, al sito di reazione qualunque reazione si stia verificando; qualunque difficolt√† stia affrontando nel completare la reazione che √® ci√≤ che viene veiccato in questa parte iniziale della curva. Poi in tutti i dispositivi elettrochimici come abbiamo visto prima di avere un anodo, un catodo e un elettrolita anodico - catodo ed elettrolita cos√¨, in tutti i dispositivi elettrochimici si ha qualche ione; qualche ione che va. Quindi, alcuni sapienti che lasciano che si dica che un ione positivo viene trasferito attraverso l'elettrolita. Quindi, qualche ione viene trasferito che il suo doesn deve essere di ione positivo; sono solo che tu sai che mettere un ione positivamente carica viene trasferito. Quindi, lasciatelo dire che si tratta di un protone; quindi, H plus ho solo per qualcosa che si pu√≤ tenere a mente qualche ione viene trasferito. Quindi, c'√® una conduttivit√† associata a quel processo di trasferimento di solito che √® il pi√Ļ basso delle conduttive che ci sono in quel circuito ok. Cos√¨, che la conduttivit√† impatta la pendenza associata a questa regione della curva. Ed √® per questo che questa regione della curva √® indicata come una perdita ohmica ok questa prima parte della regione √® indicata come perdita di attivazione; si riferisce alla facilit√† o difficolt√† con cui una reazione pu√≤ verificarsi nel sito di reazione; questa perdita ohmica rappresenta la facilit√† o difficolt√† con cui l'ione pu√≤ essere trasferito attraverso il circuito. E infine, abbiamo perdite di concentrazione o perdite di trasporto di massa questo rappresenta la difficolt√† con cui la reazione dispiaciuta il reattante viene portata al sito di reazione ok. La difficolt√† o la facilit√† o difficolt√† con cui il reattante viene portato al sito di reazione che significa cosa; quindi, ad esempio, se si √® in pochi se si sta considerando una cella a combustibile i gas che forniamo idrogeno e ossigeno che si approvvigionano devono trovare il loro modo di arrivare al sito di reazione. Quindi, devono passare attraverso qualche forza per arrivare al sito di reazione. Ora, si pu√≤ avere una situazione in cui si sa dove si lascia che si dica che l'acqua viene generata e blocca l'eccesso di gas verso l'elettrodo; poi questo trasporto di massa diventa cattivo. Quindi, in altre parole, non √® in grado di ottenere abbastanza idrogeno e ossigeno al sito di reazione e quindi, questo calo che vedete si verificher√† in condizioni molto pi√Ļ povere ok. E quali sono le condizioni pi√Ļ povere? Quelli sono tutto ci√≤ che sono elencati qui in tuo tu conosci x - asse e y - asse. Se tutto fosse ideale; riuscirete a disegnare una corrente a questa tensione di circuito aperto stesso; se tutto fosse a conoscenza del mondo meravigliosamente ideale che avete allora otterrete una notevole corrente alla tensione a circuito aperto. Si continua a disegnare una tensione di corrente superiore e superiore della cella non disegner√†; rimarr√† un qualche valore fisso standard. Il mondo Reale non succede mai cos√¨; mentre si disegna corrente si cerca di far s√¨ che quella reazione accada pi√Ļ veloce e veloce e veloce. Quando cerca di accadere pi√Ļ velocemente e pi√Ļ veloce accade in modo inefficiente questi tre parametri che vi ho mostrato la perdita di attivazione, la perdita ohmica e la perdita di trasporto di massa o la perdita di concentrazione sono inefficienze presenti nel sistema perch√© la reazione sta faticando qualche energia √® sprecata l√¨. Ecco, questa √® la tua perdita di attivazione perch√© il trasporto di ioni fa fatica. Dopotutto, si cerca di guidarla pi√Ļ veloce e veloce; qualche energia si perde nel processo nel cercare di guidare l'ione per attraversare la membrana. Quindi, cio√® una perdita che √® una perdita ohmica qualche energia si perde nel cercare di spingere questo ione insieme ed √® che capita di faticare. Per qualche motivo; il gas fa fatica a raggiungere nuovamente il sito di reazione di nuovo lo sai che la guida troppo dura per il processo e quindi, qualche energia si perde nel processo. Quindi, quindi, √® questo il motivo per cui si parla di perdite in termini elettrochimici a cui si parla come polarizzazione. Quindi, la polarizzazione √® una perdita; quindi, questo ovunque io parlo di una perdita e uso questo termine polarizzazione significano lo stesso. Quindi, si basa sul libro che si guarda; parleremo di polarizzazione di attivazione, polarizzazione enologica e concentrazione polarizzazione qui mi riferisco ad essa come una perdita sono la stessa idea viene utilizzata. Quindi, idealmente, non si deve avere alcuna perdita; basta avere questo bel flat you know profile per la tensione e si dovrebbe essere in grado di farti conoscere a tempo indeterminato ad alta tensione che non √® quello che sta accadendo, stai perdendo tutta questa tensione. Quindi, mentre, la tua batteria era saporita in grado di darti 1,5 volt, ti metti a sapere il voltmetro sopra e ha mostrato 1,5 volt. Quando si inizia a disegnare corrente, si scopre che sta dando una tensione molto inferiore che corrisponde a questo valore qui di seguito; se qui disegna solo questa linea. Cos√¨, qui, per esempio, lasciamo che i cali siano in questa scala che ho disegnato qui questo potrebbe essere di circa 1 volt. Quindi, a differenza di essere 1,5 volt che la batteria era in grado di dare quando si disegna corrente da esso e ad un certo livello apprezzabile; ti d√† solo 1 volt. Ecco, questa √® la perdita e questa √® l'energia che si √® persa dal sistema. Quindi, si sta ottenendo solo circa due terzi di energia che √® in grado di darvi non vi d√† la piena energia. Quindi, si tratta di una degradazione specifica del sistema in funzione di solo la condizione di funzionamento; non ha nulla a che fare con loro; quindi, se si ha rilassato la condizione operativa √® possibile operare il dispositivo con minori perdite. Ma questo √® un modo molto bello di caratterizzare la tua cella perch√© prima di tutto ci vuole solo un po' di tempo per fare questa caratterizzazione. E allo stesso tempo, ti sta dando informazioni su tre diversi processi che stanno accadendo nel tuo sistema, hai un processo di attivazione, hai un processo ohmico e un processo di concentrazione. Quindi, tutti e tre i processi che sta cercando di darvi delle buone informazioni. Quindi, ad esempio, se si confronta due celle diverse o la stessa cella in due diverse condizioni dopo due diverse condizioni operative.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
(Riferirsi Slide Time: 39:51) Si pu√≤ avere una cosa del genere; analizzeremo questo brevemente let s dicono che ci sono due celle diverse A e cell B; potete vedere qui che questi due hanno due diverse curve di polarizzazione ok. Lasciate che i soli supponi che queste siano due nuove celle a marchio ok. Quindi, se andate in negozio; se andate in un negozio e andate a cercare di acquistare una batteria a doppia A potete vedere che sapete che dir√† 1,2 volt o qualcosa del genere, ma lasciate che i signori lo dicano dice 1,5 volt. Quindi, prendi una nuova batteria del marchio dalla nostra nuova cella da un produttore, metti un voltmetro sopra ti mostra 1,5 volt. Prendi una cella nuova di un altro produttore e metti un voltmetro sopra; ti mostra anche 1,5 volt. Quindi, entrambi coincidono a questo punto. Ora, prendi queste due celle e le metti a un test ok. Quindi, ogni produttore dice che sai che la mia cella √® migliore rispetto all'altra persona di cella; tutti dicono che tutti pubblicizzano che dicono che la mia cella √® cos√¨, molto meglio dell'altra cellula di persona, dovresti comprarlo tipo. Come fai a sapere che √® meglio o no? Questo √® il tipo di test che fai prendere quella cella e lo metti attraverso una curva di polarizzazione ok. Cos√¨, potete vedere qui, ad esempio, la cellula A come ho detto nella condizione ideale non si dovrebbe vedere nessun calo di tensione che sia un'idea. Questo non accadr√† mai; cos√¨, questo √® solo per conoscere la cornice di riferimento. Quindi, quello che succeder√† √® che ci sar√† una qualche perdita di prestazioni man mano che ne attiri la corrente, ma vuoi minimizzare quella perdita che si fa tutto ci√≤ che √®. Quindi, in altre parole, questo divario tra questa prestazione ideale e questa performance effettiva; si vuole minimizzare quel gap perch√© quel gap rappresenta una perdita. Quindi, volete minimizzarlo; cos√¨, volete una curva di polarizzazione che appare pi√Ļ vicina e pi√Ļ vicina alla curva ideale. Quindi, in altre parole, questa cellula questa seconda cellula che vedete una cellula B ha una perdita molto pi√Ļ consistente rispetto alla cellula A destra. Quindi, se cercate di disegnare una quantit√† significativa di corrente dalla cella B troverete che quando una volta raggiungete questo punto per esempio; non √® in grado di erogare alcuna corrente superiore a quella. Se proviamo a disegnare qualsiasi ulteriore corrente da essa la tensione gocciola completamente gocce precipitosamente; la tensione precipita precipitosamente. E una volta e la tensione rappresenta la forza di guida se non si ha il voltaggio t ha tensione; nulla sta per passare attraverso il tuo circuito e poi in sostanza si arriva a una volta che hai 0 di tensione significa che non c'√® pi√Ļ forza di guida per nessuna corrente per passare attraverso il tuo circuito, non succeder√† nulla; ci si mette tutti a fermarsi. Quindi, chiaramente per qualsiasi densit√† di corrente superiore a questo punto operativo che sto segnando qui; non √® possibile utilizzare la cella B √® possibile utilizzare solo la cella A destra. Questo √® anche se al punto di partenza; entrambi sembrano uguali. Quindi, quando acquistate questo da un negozio sembra che abbiate ottenuto due celle di identiche capacit√† di conoscenza, ma quando le mettete a usare; sono drammaticamente diverse non sono in grado di esibirsi ovunque. Quindi, questo √® che torner√≤ in questo in un attimo. Cos√¨, come ho detto che sai che i tempi di tensione attuali sono il potere. (Riferimento Slide Time: 42:53) E cos√¨, che vi viene mostrato in questa curva qui, dove stiamo prendendo la curva di polarizzazione e aggiungendo anche la curva di potenza corrispondente ad essa. Significa quindi, ad esempio, se qui si vede di avere alta tensione 1,5 volt destra che porta la tensione a circuito aperto in quell' istante in cui si sta disegnando 0 correnti. Quindi, il potere che stai disegnando dalla cella √® di 0; 0 watt stai disegnando ok. Quindi, 0 0 watt ho messo corrente qui potete mettere la densit√† attuale anche qui; cos√¨, i suoi 0 watt. Cos√¨, mentre si inizia a disegnare sempre pi√Ļ corrente, mentre si va avanti intendo lungo questo asse; corrispondente la tensione sta scendendo. Quindi, se si prende il prodotto, ma la tensione sta scendendo gradualmente; la corrente sta salendo abbastanza in modo che si tratti di un calo graduale qui, ma la corrente √® salita cos√¨ tanto. Quindi, hai un po' di potere; cos√¨, il potere sta salendo. Quindi, il potere continua ad aumentare lungo questa potenza di linea si sta continuamente alzando. Quindi, questo continua questo processo continua; quindi, si vede questo continuo aumento di potenza, poi si raggiunge un punto in cui si √® ora raggiunto un valore di corrente dove se si incrociano questo valore di corrente la tensione comincia a scendere precipitosamente. Perch√© la tensione diminuisce precipitosamente la potenza complessiva sta anche precipitando precipitosamente. Cos√¨, il potere inizia a scendere precipitosamente bene. Quindi, quindi, questo rappresenta la potenza massima che questo dispositivo chimico elettrico pu√≤ erogare; questo rappresenta la potenza massima che questo dispositivo elettrochimico pu√≤ essere consegnato. Quindi, se si sta facendo un progetto e si sa cosa si sta facendo; si sta facendo un progetto che si dispone di alcuni dispositivi che devono essere alimentati da una fonte di alimentazione. Devi capire quanta potenza quei dispositivi richiedono a destra; devi capire cos' √® quel potere che √® richiesto da quei dispositivi che sono ora nel tuo circuito e che potenza totale che √® richiesto quando si compra una fonte di alimentazione per quel dispositivo per quel circuito che hai creato che la fonte di alimentazione dovrebbe avere una potenza massima nettamente superiore a quella massima potenza che si va a disegnare. Se invece la potenza massima che la fonte di alimentazione pu√≤ dare √® inferiore alla potenza massima che il tuo dispositivo pu√≤ essere richiesto; il tuo dispositivo non funzioner√† o sar√† almeno non funzioner√† cos√¨ come lo vorrete a funzionare, sar√† solo faticoso che far√† fatica ad essere parti di esso lavoreranno parti di esso non funzioner√† o non funzioner√† completamente o funzioner√† in sostanza o completamente non funzioner√†. Quindi, potreste pensare di sapere a causa dei componenti che avete ottenuto; funzioner√† molto bene, ma perch√© la fonte di alimentazione selezionata √® tale da sapere che la sua potenza massima √® minore non √® in grado di supportare questo uso finale che state mettendo in atto. Quindi, infatti, se torniamo qui si pu√≤ vedere di nuovo in queste due cellule che qui i due il punto di forza massimo che si pu√≤ ottenere da queste due celle saranno anche molto diversi. Quindi, se traccio un potere su questo e avevo un asse di alimentazione anche sull'asse y; poi lasciate che i signori diciamo che metto il potere qui in watt, poi vedrete che il corrispondente a quello che avrete per uno; una cellula avrete una curva che sembra cos√¨. E per l'altro avrete una curva che sembra che una cosa del genere; cos√¨, questo √® uno schematico. Quindi, si vede che si sa che si tratta di una potenza massima molto pi√Ļ alta che vi sta consegnando; questo √® un potere massimo molto inferiore che vi sta consegnando. Quindi, chiaramente per qualunque uso finale che vi state mettendo a conoscenza; cell A √® una posizione molto migliore per affrontare quella destinazione di uso finale rispetto al cell Bright. Quindi, ecco come si confronta queste due cellule; quindi se si guarda alla nostra curva di polarizzazione e si vedono alcuni modi diversi in cui il sistema potrebbe essersi deteriorato con il tempo. Cos√¨, li vedremo mostrarsi in alcuni modi interessanti riguardanti la curva di polarizzazione. Quindi, per prima cosa, fatemi solo disegnare qui la schematica curva di polarizzazione di una curva di polarizzazione che sembra ok. (Riferimento Slide Time: 46:51) Cos√¨, abbiamo V, e ci siamo incontrati, e si vede una curva che sembra proprio questa. Quindi, ora se per esempio, dopo alcune ore di operativit√†; la let's let dice che il catalizzatore o il sito di reazione √® da solo diventato cattivo e tutto il resto va bene con quella cella, poi si vedr√† una curva di polarizzazione che cambier√† a qualcosa del genere. Quindi, ne disegner√≤ ancora l'originale qui e poi analizzeremo come √® cambiato. Quindi, supponiamo che questo sia quello originale che ha fatto una cosa del genere; ora vedrete la nuova curva di polarizzazione che sembra questa.