Loading

The Alison August SALE! ūüéČ 25% Off PDF Certs & Diplomas!ūüďú Ends in : : :

Claim Your Discount!
Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Il primo √® il tipo di cella a combustibile. Quindi, alcuni tipi di celle a combustibile funzioneranno con determinati combustibili solo non opereranno con alcune altre celle a combustibile altre funzioneranno solo con alcuni tipi di carburante e non opereranno con certi altri tipi di carburante. Quindi, bisogna anche guardare cosa √® disponibile. Quindi, potreste avere a vostra disposizione una particolare versione di carburante e che potrebbe non essere il tipo di carburante che la cella di carburante accetter√†. Quindi, questo non significa che non si possa usare la cella a combustibile in quelle condizioni. Quindi, devi trovare un modo per rendere quel carburante accettabile per la cella del carburante. Quindi, fai questa conversione di quel carburante che prendi il carburante che lo elabora in qualche modo, lo converti in una forma accettabile per la cella del carburante e poi l'hai mandata nella cella del carburante ok. E hai tutti questi altri carburanti disponibili a disposizione dell'idrogeno, ma l'idrogeno tipicamente abbiamo cercato di farlo partire da qualche fonte potrebbe essere tu a conoscere l'elettrolisi dell'acqua, potresti essere la suddivisione catalitica, la suddivisione catalitica dell'acqua etcetera e ci sono altri carburanti che puoi far uscire di te conosci i combustibili a base di carbonio gi√† esistenti che stiamo gi√† avendo a disposizione. Quindi, bisogna tenere a mente la disponibilit√† del carburante sia di questi che alcuni possono essere pi√Ļ facilmente reperibili. Quindi, gli altri tipi di combustibili sono tipicamente pi√Ļ facilmente reperibili e quindi, da una prospettiva commerciale da una facilit√† di utilizzo che utilizza un carburante facilmente disponibile √® di interesse. Ovviamente poi si pu√≤ chiedere allora qual √® lo scopo di utilizzare la cella a combustibile √® solo che prende questo altro carburante e lo utilizza con molta pi√Ļ efficienza, quindi si pu√≤ usare meno carburante e ottenere pi√Ļ lavoro fatto e quindi, una cella a combustibile √® ancora significativa per avere anche se si sta usando qualche altro carburante. E c'√® sempre questa questione di infrastrutture. Cos√¨, hai infrastrutture esistenti in tutto il mondo. Che l'infrastruttura esistente gi√† si occupa della fornitura di specifici tipi di carburante. Quindi, hai la benzina o la benzina, hai il diesel, hai gas naturale compresso tutti questi sono disponibili in una vasta estensione estesa di infrastrutture che c'√® in molti paesi. Quindi, questo √® facilmente reperibile. Quindi, ora, supponga di voler distribuire nuova tecnologia nel settore automotive aiuta se si sta utilizzando l'infrastruttura che c'√® gi√†. Se vi chiederete di conoscere la completa revisione dell'infrastruttura naturalmente ci sar√† molta resistenza che ci vorr√† molto tempo per permettere che ci√≤ accada. Quindi, ha senso cercare di usare l'infrastruttura che c'√® gi√† e che le infrastrutture di solito aiutano a funzionare molto bene con molti combustibili gi√† utilizzati. Quindi, cio√®, ha senso guardare al carburante che √® gi√† disponibile e poi fare qualche lavorazione del carburante con esso. Quindi, che la cella a combustibile possa usarlo e quindi, si ottengono i benefici della cella a combustibile senza fare una revisione su larga scala dell'infrastruttura che viene allestita per qualche altro carburante. Quindi, quindi, facciamo lavorazione del carburante. Ecco, questa √® l'intera idea di lavorazione del carburante. (Riferimento Slide Time: 18.55) Quindi, cosa √® l'elaborazione del carburante? Quindi, se si prende l'idea di base riguardante almeno la cella a combustibile si desidera che l'ingresso della cella del carburante riceva un flusso di carburante ricco di idrogeno. Cos√¨, a differenza dell'impostazione del laboratorio dove si sta testando solo idrogeno puro si desidera ora una situazione in cui l'ingresso √® qualche combustibile elaborato e che l'output di quel passo di elaborazione √® un flusso di carburante che ha molto idrogeno in esso e quindi, la cella a combustibile pu√≤ funzionare con quell' idrogeno ok. Quindi, l'idrogeno potrebbe non essere stato intrinsecamente presente come entit√† separata nel combustibile originale lo si elabora per separare l'idrogeno fuori e poi con quell' idrogeno lo invii nella cella a combustibile. Ecco, questa √® l'idea di base. Quindi, certi modi di procedure sono utilizzati per il combustibile riformato dalla prospettiva delle celle a combustibile. Cos√¨, il primo viene indicato come steam reforming ok. Quindi, prendi un po' di carburante qui. Cos√¨, ad esempio, in generale si tratterebbe di alcuni sapori di carbonio, idrogeno e ossigeno contenenti entit√† che sarebbero il vostro carburante. Cos√¨, genericamente ho semplicemente messo Cn Hm e Op come la formula generica che il carburante rappresenterebbe, potreste avere un mix di livello di carburante potrebbe non essere nemmeno necessariamente una singola molecola per cos√¨ dire, e mescolate qualche vapore con esso. L'output che otterrete quando si fa questo √® un sistema di gas che conterr√† diversi tipi di ossidi a base di carbonio. Quindi, potresti avere l'anidride carbonica, potresti avere il monossido di carbonio etcetera e poi avrai idrogeno. Quindi, non si otterr√† idrogeno puro. Quindi, questo √® qualcosa che tenereste in mente. I processi riformatori di cui stiamo parlando in genere non vi daranno puro flusso di idrogeno ok, quindi almeno non subito. Quello che viene fuori dal riformatore non sar√† pre - idrogeno. Tipicamente avr√† idrogeno e alcuni altri sottoprodotti del processo di reforming tipicamente quelli byprodotti sono ossidi a base di carbonio che sono ci√≤ che avrete. E tutta questa reazione √® endotermica. Quindi, il delta H √® maggiore di 0 che significa che devi fornire calore. Quindi, quello che √® quel processore devi continuare a rifornire il calore. Quindi, √® fortemente endotermico. Bisogna fornire un po' di calore per questo processo per verificarsi e naturalmente quando si ha un riformatore che √® fortemente diurno quando si ha una reazione fortemente endotermica e si ha una specie di reattore in cui questa reazione endotermica sta accadendo il calore che si sta rifornendo esternamente deve trovare un modo per raggiungere tutte le localit√† in cui avviene la reazione. Quindi, il design del reattore √® limitato dal processo di trasferimento del calore ok. Quindi, il design del reattore √® limitato dal processo di trasferimento del calore principalmente perch√© il calore deve raggiungere le varie localit√† in cui √® probabile che si verifichi la reazione. E quindi, se si guarda semplicemente al vapore riformando i reattori tendono ad essere grandi e pesanti bisogna avere molto di voi i processi di scambio di calore coinvolti per il caldo ad andare dentro e uscire e tutte queste reazioni da distribuire in tutta questa regione e cos√¨ via, ed √® cos√¨ che si sta sistemando questo reattore a base di vapore. E, ma che prende un carburante esistente e lo converte in un flusso che √® ricco di idrogeno e quindi, crea un flusso accettabile per una cella a combustibile. Quindi, almeno in senso generale potrebbe essere necessaria qualche ulteriore lavorazione, ma ci si avvicina ad un carburante accettabile per la cella a combustibile. E di solito, questo richieder√† qualche catalizzatore per consentirti di sapere questi semplicemente non puoi semplicemente mischiare il carburante e un e il vapore e aspettarti che le cose accadano come si spera. Di solito, un catalizzatore √® tenuto a garantire che la reazione si verifichi ad una certa frequenza apprezzabile e nel modo che si voleva procedere e tipicamente quel catalizzatore √® il nichel. Quindi, insomma il nichel non √® costoso √® tranquillo che conosci un metallo poco costoso per lavorare con relativamente parlare e quindi, questo √® che conosci un processo molto accettabile non √® che conosci proibitivo in qualche senso fondamentale. L'unico problema qui √® che si sta rifornendo calore. Quindi, naturalmente, ora stai sprecando qualche energia, stai usando la creazione di energia da qualche parte stai usando quell' energia per fare questo processo di suddivisione e poi sai prendere questo flusso ricco di idrogeno per usarlo per qualche altro processo. Generalmente in tutto, si sa che le circostanze energetiche dicono tecnologie legate all'energia siamo sempre interessati a sapere come abbiamo fatto in modo efficace il processo e quanto efficientemente abbiamo fatto il processo. Quindi, bisogna guardare il processo nel suo insieme. Non si pu√≤ semplicemente guardare l'efficienza della sola cella a combustibile. Se avete intenzione di spendere un sacco di energia creando il flusso di carburante che va nella cella a combustibile che energia dovrebbe essere inclusa anche nel vostro calcolo come energia sprecata perch√© quella energia non guida qualunque sia il vostro obiettivo finale. Ora, se dovrebbe alimentare la casa che l'energia non sta spegnendo la casa che l'energia viene utilizzata dalla cella del carburante per creare elettricit√† e che l'elettricit√† √® utilizzata per alimentare la vostra casa. Quindi, questa energia dovrebbe anche andare in come energia che si √® consumata nel processo di corsa della vostra casa ok. Quindi, queste sono cose che dobbiamo guardare. (Riferimento Slide Time: 23.58) C'√® un altro modo in cui si pu√≤ fare questo riformatore e che si parla di ossidazione parziale ok, ossidazione parziale del carburante ok. Quindi, si √® in una sorta di fare un po' di bruciore di carburante, ma l'ossidazione parziale √® ci√≤ a cui si fa riferimento. Cos√¨, in alcune circostanze controllate, si mescolano il carburante e l'aria. Quindi, ancora carburante √® questa formula generica che abbiamo qui e in quello, in alcune circostanze controllate in un reattore, lo mescolate con un po' di aria. Quindi, quando si fa di nuovo si ottiene lo stesso tipo di output che si ha ossidi di carbonio si ha l'idrogeno come output e naturalmente si ha l'azoto perch√© si √® iniziato con aria e aria si conosce il 79 di azoto. Quindi, avrai l'azoto nel tuo flusso di destra. Quindi, questa √® l'output generale che si sta per avere. Ma la differenza tra dire steam reforming e questo √® il fatto che ora, in realt√† si sta facendo una certa quantit√† di combustione e quindi, si ha una reazione fortemente esotermica. Quindi, il delta H √® negativo sta solo rilasciando energia nel processo e quindi, la temperatura pu√≤ salire molto in alto. Cos√¨, si pu√≤ avere una temperatura che si arrampica a 1000 gradi C molto rapidamente ok. Ecco, questa √® la questione qui con l'ossidazione parziale e anzi, capita cos√¨ facilmente che non si pu√≤ nemmeno richiedere un catalizzatore per permettergli di accadere. Quindi, si porta a farlo anche senza un catalizzatore e si pu√≤ far accadere questa situazione. Quindi, un punto da ricordare in entrambi diciamo che il vapore riformatore cos√¨ come si conosce l'ossidazione parziale √® il fatto che non si ha pi√Ļ un idrogeno puro flusso di uscita. Quindi, qui hai avuto ossidi di carbonio con idrogeno e in ossidazione parziale, hai gli ossidi di carbonio che hai idrogeno e hai l'azoto ok. Quindi, se volete guardarlo da una prospettiva tecnica cosa questo significa √® che la pressione parziale dell'idrogeno non √® 1 ok. Quindi, anche se questa cosa intera √® 1 atmosfera che conosci gas che hai generato gas a 1 atmosfera la parte della pressione dell'idrogeno non √® 1 ok. Quindi, sar√† molto un gas con una pressione parziale molto inferiore di idrogeno. Se stessi testando questo in un laboratorio e cercavi di eseguirlo in condizioni ambientali e hai inviato in puro idrogeno la pressione parziale dell'idrogeno sarebbe 1 atmosfera allora mentre, in questi due casi se si invia questo stesso flusso per far dire che si simula questo flusso in laboratorio e si invia questo nella cella con una pressione di uscita ambientale. Quindi, allora la pressione parziale dell'idrogeno non sar√† di 1, se si tratta solo del 20 di idrogeno la pressione parziale dell'idrogeno √® solo di 0,2 atmosfere, giusto. Cos√¨, questo cambia la termodinamica della cellula e quindi, cambia la tensione associata alla cella la tensione a circuito aperto associata alla cella o almeno il modo d'onda in cui la tensione della cella cambier√† man mano che ne attiri la corrente. Quindi, tutti questi parametri associati alla cella inizieranno a cambiare perch√© la tua pressione parziale del gas non √® 1 e tutti questi parametri dipendono da questo. Ma allo stesso tempo come ho detto nella vita reale, questo √® quello che hai, quindi questo √® quello che devi lavorare con ok. Quindi, ora, che avete visto ossidazione parziale e riformatore di vapore e vi rendiamo conto che in un caso √® fortemente endotermico e nell'altro caso √® fortemente esotermico c'√® un modo interessante che si possa fare in questo modo mescolando entrambi questi processi. Quindi, che si sta impostando una situazione in cui il calore rilasciato da 1 processo assiste l'altro processo. (Riferimento Slide Time: 27:05) Cos√¨, all'improvviso non hai bisogno di scambiatori di calore etcetera relativamente parlando perch√© ora, prendi il carburante mescolate entrambi i respiri d'aria cos√¨ come il vapore di flusso al carburante entrambi vengono aggiunti al carburante, e prendi questo mix completo e gli permette di sottoporsi a questo processo di riformatura. Ancora ora, l'output conterr√† gli ossidi di carbonio che avr√† idrogeno, avr√† anche l'azoto perch√© dopo tutto, si sta inviando aria. Allora, questo √® quello che fai. Ma il vantaggio √® che non si deve fare separatamente alcun processo di riscaldamento e si sa prendere il calore da una reazione e fornirla all'altra reazione e entrambe le reazioni stanno riformando. Quindi, in entrambi i casi, si assiste sempre al processo di riforma. Quindi, non si sta generalmente bruciando qualche altro carburante per creare il processo riformatore, sta accadendo contemporaneamente entrambe le reazioni stanno facendo il processo di riforma dell'attivit√† di lavorazione del carburante e quindi, l'obiettivo finale viene servito da entrambe le reazioni. E la cosa bella √® che si sta consumando il calore la temperatura non si arrampica in modo incontrollato. Cos√¨, puoi impostarlo. Quindi, √® leggermente esotermico. Quindi, che hai qualche controllo sulla temperatura e puoi manipolare quella temperatura. Ecco, ecco come si pu√≤ impostare in modo che si sappia gestire la temperatura e tenere la temperatura e poi continuare la reazione. E poi in base alla quantit√† di steam reforming che si sta facendo √® possibile limitare la temperatura massima a cui si sa che il reattore inizia a salire. Cos√¨, questo si chiama affinamento termico automatico, rifts o riformando il reforming termico automatico. E come suggerisce il nome, non devi fornire calore esternamente, non devi rimuovere il calore usando qualche altro processo che sta succedendo tutto internamente. Quindi, che, quindi, che e da qui l'autotermico riformando il tuo nome. Quindi, questo √® un modo interessante in cui si affronta i processi di riforma. Ecco, questi sono 3 modi diversi che vi ho raccontato 3 approcci diversi per fare la riforma del vapore riformatore e l'ossidazione parziale e questo riformatore termico auto. Quindi, 3 modi diversi in cui si pu√≤ fare il riformatore. (Riferimento Slide Time: 29:07) Quindi, qual √® l'output di questo processo di riforma? Cos√¨, come ho detto che lei ha tipicamente ossido di carbonio. Quindi, diciamo solo CO e CO2 e hai l'idrogeno e hai l'azoto. In gran parte questo √® ci√≤ che si sta guardando come l'output dal riformatore. Ora, la domanda √® abbastanza bene? Ecco, questa √® una domanda che √® per la quale la risposta dipende da quale fuel cell √® questa uscita che va a finire. Quindi, quindi questo dipende molto da quello, basato su che questo stesso possa essere abbastanza ok. Ma in molti casi diciamo una tipica cella a combustibile PEM se si invia questo in una cella a combustibile PEM che √® quella che come ho detto si sa di avere celle a combustibile a ossido solido o celle a combustibile PEM essendo attivamente guardata per conoscere la distribuzione di questa tecnologia a celle a combustibile. In una cella a combustibile PEM che √® quella che verrebbe in genere guardata per il settore automobilistico. Questo non √® questo tipo di mix di gas deve essere guardato con attenzione per capire se √® accettabile o meno. Pi√Ļ precisamente dal momento che gestisce meno di 100 grado C il CO √® un problema, il monossido di carbonio √® una questione. La questione a che grado? Anche se si sa dire che il 1 per cento di monossido di carbonio uccider√† completamente il funzionamento della cellula, uccider√† il significato interromper√† completamente il funzionamento della cella entro pochi minuti dalla cella a partire. Sostanzialmente quello che fa √® il monossido di carbonio che va e si snoda sui siti catalani √® il catalizzatore, che viene utilizzato nella cella del combustibile PEM diciamo tipicamente platino o qualche altro catalizzatore potrebbe esserci anche. Tipicamente quando il platino viene utilizzato il monossido di carbonio va e si sfila sopra la platea e non lascia il sito della platea. Cos√¨, ogni luogo di platino che si snoda su di esso blocca l'idrogeno dal raggiungere il sito di platino e poi come anche se hai il 1 di CO nel flusso di carburante nel giro di pochi minuti bloccher√† completamente tutti i siti di platino che sono disponibili all'interno della cella del carburante e poi l'idrogeno sar√† una sorta di sapiente che viaggia attraverso la cella a combustibile non subir√† alcuna reazione. Arriver√† anche sulla superficie della cella a combustibile, trover√† tutti i lati bloccati e semplicemente uscire dall'uscita. Cos√¨, arriver√† e uscir√† senza essere sfruttato. Se non ti viene utilmente non ti arriva nessuna corrente. Quindi, questo √® il problema. Quindi, CO √® una questione. Cos√¨, a differenza di qualcosa come un per cento o quindi che uscir√† come sul lato uscita del riformatore la cella del carburante stesso pu√≤ tollerare l'unico ppm di diversi diciamo meno che dire che 50 ppm sono parti per milione. Quindi, si dovrebbe avere un flusso di carburante che ha meno di 50 parti per milione di CO per la cella a combustibile per tollerarlo mentre, quello che sta uscendo dal riformatore √® tipicamente 1, come il 1 o il 2 di CO. Quindi, potreste avere qualcosa del genere forse mezzo per cento, il 1 per cento qualcosa come una quantit√† ragionevolmente grande che √® nettamente pi√Ļ grande di questo 50 ppm che sto citando ok. Quindi, quindi, √® necessario fare qualcosa a questo flusso di uscita. Devi elaborare ulteriormente questo flusso di uscita prima che possa entrare nella cella del carburante, non puoi semplicemente inserire direttamente questo nella cella del carburante. Questi altri gas CO2 e azoto finiscono per diluire il gas ho parlato di pressione parziale ed √® esattamente quello che succede qui. Quindi, se si finisce con un flusso che dice il 40 di idrogeno per cent20 per cento CO2 e un altro 40 di azoto qualcosa del genere, allora il 60 del gas che √® presente l√¨ che √® l'azoto e l'anidride carbonica sono inutili riguardanti la cella a combustibile. Quindi, il 60 del gas che entra nella cella del carburante non fa altro che entra e viene fuori ok, e diluisce il 40 di idrogeno che sta entrando e. Cos√¨, in termini di sapere statisticamente l'idrogeno che raggiunge il sito catalano questi altri gas stanno arrivando. Quindi, questa √® la questione qui. Quindi, si avvicinano e si sa che alla fine si deve ancora usare l'idrogeno che trovi un modo per usare l'idrogeno, ma in sostanza questi si comportano come diluire il flusso di gas e poi che naturalmente influiscono sulle caratteristiche attuali della tensione della cella del carburante. Ma generalmente parlando di azoto e anidride carbonica non si conosce velenosi dalla prospettiva di una cellula di combustibile a membrana di ricambio protonica. Ti ho detto che CO2 non √® buono per una cella a combustibile alcalina, ma in questo caso √® per una cella a combustibile a membrana di cambio non √® un problema, CO2 non √® un problema, l'azoto non √® un problema che generalmente passa senza alcun impatto sulla cella del carburante. Quindi, questi ad agire come agenti diluenti, ma non fanno altro impatto CO √® quello che si deve affrontare molto pi√Ļ attentamente perch√© avvelenerebbe la cella del carburante e fermare la cella a combustibile dall'operazione. Quindi, pi√Ļ in generale non √® abbastanza. L'output del processo di reforming non √® abbastanza buono da essere utilizzato direttamente nella cella a combustibile. Quindi, bisogna fare qualcosa di pi√Ļ all'uscita per renderla utilizzabile nella cella a combustibile. (Riferimento Slide Time: 33:45)



















Quindi, quello che facciamo √® permetterci di conoscere due, altri due processi pi√Ļ processi sono spesso messi a disposizione in una riformatrice di celle a combustibile che si sa impostare che poi ti aiuta a fare la pulizia della pulizia del flusso di gas dalla prospettiva di ridurre il contenuto di CO. Cos√¨, una si chiama reazione di spostamento del gas d'acqua che √® quella che abbiamo messo qui una reazione di cambio gas che prende CO e che permette di reagire con l'umidit√† dell'acqua in questo caso e poi che converte che a CO2 pi√Ļ l'idrogeno. E cosa interessante questo significa che quando si fa la reazione di cambio dell'acqua si sta ottenendo un po' pi√Ļ di idrogeno nel tuo flusso. Quindi, questa √® una reazione molto gradita ad avere nel tuo sistema. Quindi, se incoraggiate questo a succedere e questo √® anche leggermente esotermico, vi capita di conoscere una reazione esotermica che sta succedendo qui. Quindi, √® qualcosa che si sa senza dover mettere in qualche energia possibile ottenere questo processo in esecuzione. E richiede qualche catalizzatore. Quindi, tipicamente conosci Fe3O4, ossido di rame, ossido di zinco etcetera √® un catalizzatore che viene usato per questo processo e ti prendi il vapore che prendi l'acqua che ti porti a reagire ricevi idrogeno e anidride carbonica. Quindi, ora, quello che √® successo √® che hai leggermente aumentato la quantit√† di idrogeno presente e hai preso CO e convertito che a CO2. Cos√¨, CO, come detto, √® velenoso per la cella a combustibile, ma CO2 √® un diluente che √® che non influenza in alcun modo la cella a combustibile. Quindi, questo processo di avvelenamento √® stato ora fermato. Quindi, usando questa reazione √® possibile lasciar cadere da una percentuale in gi√Ļ per conoscere diversi tipi di gamma di ppm. Quindi, questo √® un modo in cui √® possibile abilitare questo calo nella quantit√† di monossido di carbonio presente nella cella a combustibile. (Riferimento Slide Time: 35:29) L'altro modo in cui si potrebbe fare si chiama ossidazione selettiva o ossidazione preferenziale e sono anche voi assumere CO e poi si mescolate con l'ossigeno e poi si ottiene CO2. Quindi, si √® una sorta di ossidante il CO per ottenere CO2 e che convertono nuovamente CO a CO2 e quindi, ci√≤ che in precedenza era velenoso per la cella a combustibile non √® pi√Ļ velenoso per la cella a combustibile. Ma devi stare attento. Cos√¨, quando si introduce l'ossigeno nel torrente non funzioner√† selettivamente solo sul monossido di carbonio, potrebbe reagire anche con l'idrogeno, giusto. Si tratta di un processo statistico che si sta fornendo un po' di monossido di carbonio che si sta fornendo un po' di idrogeno e infatti si sta fornendo un sacco di idrogeno il 40 del flusso √® gi√† idrogeno e si sa che diciamo il 1 di CO seduto da qualche parte. Cos√¨, ora, quando si introduce l'ossigeno si sa 40 volte pi√Ļ una possibilit√† che trover√† idrogeno poi trover√† il CO. Quindi, sprecherai qualche carburante anche in questo processo. Non sar√† che tu sappia che rimuoverai solo il CO che andrai a sprecare qualche carburante qualche idrogeno si far√† sprecato in questo processo e quindi devi guardare questo un po' con attenzione, ma √® fatto √® necessario per qualche modo perch√© devi togliere questo CO al sistema e cos√¨ abbiamo questa ossidazione selettiva o parziale, l'ossidazione preferenziale cos√¨ da parlare di essere fatto per prendersi cura di questa attivit√†. E avete bisogno di alcuni catalizzatori per abilitare questo e cos√¨ di solito si usano ruthenium o rhodium e sono supportati su allumina questo processo di supporto √® qualcosa che assicura che il catalizzatore sia ben disperso e non si sa raccogliere in una sola localit√† ma vi d√† una zona molto pi√Ļ ampia. Si pu√≤ anche usare il rame e l'ossido di zinco, anche su allumina e quindi ci sono delle opzioni su quello che si pu√≤ fare e quindi quando si fa tutto questo si ottiene questo processo. Quindi, insomma, ricevi un flusso dal riformatore, che poi √® stato analizzato e poi abbiamo capito che c'√® che sai che √® un passo nella giusta direzione, ma non una questione completamente risolta hai ancora qualche pulizia che devi fare e quindi siamo ora, fatto qualche pulizia. E si spera, a questo punto, abbiamo un flusso che √® nettamente pi√Ļ pulito e accettabile anche per la cella a combustibile a membrana di ricambio. (Riferimento Slide Time: 37:31) Quindi, essendo arrivato questo lontano √® interessante prendere un momento per esaminare alcune problematiche legate al processo di riforma. La prima √® la complessit√† di sistema. Vedere in definitiva se si desidera che qualsiasi tecnologia per voi sappia diventare prevalente in larga scala, attraverso di voi conoscere una vasta gamma di utilizzi in varie localit√† della complessit√† del sistema mondiale √® un parametro molto importante da guardare. Pi√Ļ complesso il sistema √® che c'√® di pi√Ļ c'√® una maggiore probabilit√† che qualche parte del sistema fallir√† e quando qualche parte del sistema non dovesse avere bisogno di un ingegnere di servizio per visitare il sito e impostarlo bene. Quindi, generalmente parlando, si tratta delle spese legate al sistema, i disagi sono associati al sistema, tutti quelli salgono quando si hanno sistemi altamente complicati che sono rappresentati. Insomma si scopre che si sa con i progressi della scienza e dell'ingegneria che possiamo ottenere con un sacco di sistemi complicati che usiamo conoscendo aeroplani sofisticati, usiamo automobili altamente sofisticate sono sistemi piuttosto complicati. Quindi, non c'√® nulla che dica che non si pu√≤ avere un sistema complicato, ma se si fa un passo indietro e si guarda alle opzioni disponibili se si dispone di un sistema pi√Ļ semplice contro un sistema complicato che fa una particolare attivit√† qualsiasi processo industriale tender√† a preferire il sistema pi√Ļ semplice. Quindi, questa √® una cosa che dobbiamo tenere a mente. E cos√¨ quando metti in riformatore quando dici che sai direttamente non posso inviare questo carburante nella cella di carburante che ho bisogno di inserire in un riformatore. Una volta che prendi quel tipo di decisione il solo che la decisione ha nettamente aumentato la complessit√† del tuo sistema di celle a combustibile. Quindi, riformare fa migliorare il dispiacere aumenta la complessit√† associata al sistema delle celle a combustibile. Come vi ho detto c'√® il monossido di carbonio. Quindi, tu devi fare pulizia e che √® quello che abbiamo discusso abbiamo un processo con cui dobbiamo pulire il flusso delle celle a combustibile e creare un flusso molto pi√Ļ pulito che possa poi entrare nella cella del carburante, e quindi dobbiamo fare qualcosa, e stiamo facendo qualcosa per affrontare il monossido di carbonio che sta uscendo dal flusso con il riformatore. E anche allora non siamo completamente fatti con il monossido di carbonio che lo abbassiamo a diversi ppm perch√© al di l√† di questo diventa difficile quanto pi√Ļ cerchi di spingerlo verso il basso verso il 0, pi√Ļ energia, e il tempo e la complessit√† inizierai a mettere nel sistema solo per continuare a muoverlo sempre pi√Ļ basso e basso e conosci il contenuto. Quindi, fermati da qualche parte e fai in modo che tu ne sappia un alloggio e te ne occupi e vai. La gente guarda ai catalani pi√Ļ tolleranti al CO che non si sa che non reggono al CO che fortemente e quindi c'√® molta ricerca che va avanti, anche su questo. Quindi, per guardare i catalani che non si preoccupano tanto di CO e quindi, √® possibile inviare direttamente nel flusso. C'√® un altro parametro di prestazione molto critico che bisogna guardare quando si sta guardando questo come un sistema che si sta dispiegando in automobile o in una casa. Allora, quando vieni a casa tua diciamo che nella tua casa entri, insomma, diciamo che la casa √® rimasta seduta inattiva che sei uscito per lavorare sei tornato a casa magari lasciandoci dire a 6 pm che sei entrato nella tua casa. Si torna a casa e si inizia a passare sulle luci, si passa su un sacco di luci, si passa a dire il condizionatore, si passa al televisore e poi diciamo che si vuole ottenere qualcosa da mangiare, si pu√≤ essere messi su un forno a microonde o qualcosa. Suppamiamo che tutte le attivit√† che state svolgete in avvio a commutazione su vari dispositivi elettrici. Cos√¨, all'improvviso la richiesta di potenza che si sta posizionando sulla fonte del potere sta andando bene. Quindi, mentre in precedenza era solo usando dire qualche 100 watt ad una qualche potenza di base che sai accendere silenziosamente il tuo frigorifero o qualcosa che stava correndo all'improvviso vieni a accendere un mucchio di cose che magari accendi anche la tua lavatrice etcetera, e all'improvviso ti sei salito da pochi 100 watt per lasciar dire 2 kilowatt di potenza che dici solo per farti un esempio ok. Cos√¨, ti sei salito a conoscere un ordine di grandezza nell'utilizzo dell'alimentazione all'improvviso. E questo cambiamento √® accaduto in materia di diciamo un paio di minuti a cui passeggiate e basta iniziare a sfogliare questo √® ribaltarsi sugli interruttori in luoghi diversi che si passa sulla TV, basta camminare velocemente in cucina a cui si accende qualcosa, si accende la lavatrice in un paio di minuti all'improvviso si √® passati alla richiesta di potenza completa sulla fonte di alimentazione in casa. Ora, se un sistema di celle a combustibile √® l'unica cosa che sta spegnendo la vostra casa il sistema di celle a combustibile dovrebbe improvvisamente rampare al potere, per farlo rampare al potere tutto quello che sta entrando nella cella del carburante dovrebbe essere rampato. Quindi, se all'improvviso hai aumentato la richiesta di potenza sulla cella del carburante per un fattore di grandezza intendo un ordine di grandezza di un fattore di 10, 10 volte pi√Ļ carburante deve entrare nella cella del carburante, 10 volte pi√Ļ aria o ossigeno deve entrare nella cella del carburante. Per l'aria o l'ossigeno entrare nella cella del carburante per questo per salire di un fattore 10 √® abbastanza facile perch√© di solito hai solo un soffiatore, il ventilatore √® che conosci una forma diversa di fan puoi pensarla come una forma diversa di fan e che ti soffia pi√Ļ aria in pi√Ļ sai che basta cambiare l'impostazione di potenza su di esso improvvisamente soffia 10 volte pi√Ļ aria in sistema di celle a combustibile. Quindi, questo √® molto veloce. Ma il riformatore dall'altra parte potrebbe prendere diversi minuti ok. Quindi, potrebbe richiedere diversi minuti perch√© improvvisamente vada da qualunque cosa fosse l'impostazione precedente a un valore che si conosce 10 volte pi√Ļ alto, come un output ok. Puoi inviare mittente all'improvviso puoi aumentare l'input, ma ci vuole ancora un po' di tempo per fare tutta l'elaborazione e poi inviarti un output che √® noto ora, 10 volte superiore. Quindi, il tempo di risposta della tua fonte di alimentazione elettrica √® molto meno che mi dispiace molto pi√Ļ a lungo e quindi, il suo molto pi√Ļ lento il tempo di risposta poi quello che si pu√≤ fare semplicemente entrando e girando su interruttori. Quindi, se questa fosse l'unica cosa che sta spegnendo la tua casa avrai un problema, non puoi semplicemente accendere le cose, se giri le cose sul tuo interruttore di circuito andr√† solo a dire non possibile e poi solo circa 10 minutes minuti dopo ti permetter√† di farlo, giusto. Ecco allora che in molti sistemi di celle a combustibile hanno qualche altro modo in cui possono aumentare l'alimentatore per quei pochi minuti critici durante i quali c'√® una transizione al potere. Quindi, il tempo di risposta del sistema di celle a combustibile √® un parametro importante che devi guardare, o devi usare la potenza della griglia o qualcosa di pi√Ļ che hai memorizzato in una batteria che si lancia nel sistema per diversi minuti fino a quando tutto si stabilizza e poi si corre. Quindi, si