Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Elasticità di richiesta (C1)

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Manageriale Economia Prof. Trupti Mishra S. J. M School of Management Indian Institute of Technology, Bombay Lecture - 20

Poi valuteremo, arriveremo alla misurazione o come in generale otteniamo il valore, o come calcoliamo il valore dell'elasticità dei prezzi della domanda. Quindi, se guardate, come misureremo l'elasticità dei prezzi della domanda? In una curva di domanda tipica.

Quindi, se si sta assumendo una curva di domanda lineare, qui prendiamo come prezzo, qui si prende come richiesto la quantità. Ogni punto della curva della domanda, ci dà la diversa quantità di combinazione di prezzo e quantità. Quindi, questo è P1, questo è P2, questo è Q1, questo è Q2. Supponiamo che sia il punto A, questo è il punto B. Così, quando si arriva al calcolo dell'elasticità dei prezzi della domanda, quando si calcola l'elasticità di prezzo della domanda in un punto individuale, sia al punto A sia al punto B, generalmente questo è noto come punto elasticità della domanda. Ma quando si misura l'elasticità della domanda in un segmento come, tra A e B, nella curva della domanda lineare, qual è l'elasticità di prezzo della domanda? Quella generalmente conosciuta come elasticità dell'arco della domanda.

Quindi, ci sono di nuovo due tipi di elasticità di prezzo della domanda quando si tratta del calcolo. Uno, quando misuriamo il punto di elasticità e il secondo quando misuriamo l'elasticità della domanda, in un segmento o in arco. E questo, nel primo caso, questo è noto come punto elasticità della domanda e secondo caso è nota come l'elasticità dell'arco della domanda.

Vediamo, quali sono le formule per calcolare questo punto elasticità della domanda e l'elasticità dell'arco della domanda. Così, in caso di misurazione dell'elasticità dei prezzi della domanda, seguono ancora la stessa formula che l'elasticità è la variazione percentuale del Q e la variazione percentuale del prezzo. E se lo semplificate, questo vi dà la del Q per Q moltiplicato per 100 e del P di P moltiplicato per 100.

Se semplificate questo otteniamo una formula, dove si dice che E è uguale a del Q del P, per, moltiplicato per P per Q. Così, questo è il cambiamento della quantità richiesto, questo è il cambio del prezzo; questo è il prezzo originale, questo è il quantitativo originale richiesto. Questa è la formula che usiamo, quando calcoliamo l'elasticità di punta della domanda. Ora cosa succede, quando calcoliamo l'elasticità dell'arco della domanda. In questo caso anche se si guarda, la formula o la base di calcolo restano costanti, non c'è cambiamento in quello, cioè del Q di del P e P di Q, ma qui P di Q dato che è nel segmento, prendiamo la media P tra due punti, e prendiamo la media Q tra due punti.

Quindi, questo è come, se si guarda nel grafico precedente. Quindi, se si sta calcolando tra A e B In questo caso, per calcolare l'elasticità della domanda che richiediamo, del Q by del P, moltiplicato per P 1 più P 2 per 2 e Q 1 più Q 2 entro il 2. Perché da quando stiamo calcolando in un segmento, dobbiamo prendere il prezzo medio tra entrambi i punti, quando stiamo valutando qual è il P originale e il Q originale prima della variazione del prezzo. Quindi, di nuovo se si semplifica questo, poi si ottiene del Q by del P moltiplicato per P 1 plus P 2 e Q 1 più Q 2. Quindi, questo è il caso in cui si calcola l'elasticità dell'arco della domanda che è elasticità tra due punti.

Così, come vedete in questa slide anche questa è l'elasticità ad arco della domanda di Q di P. E che porta, che si moltiplica per media di P e Q. Così, media P, Q è come, prezzo medio tra due punti e media Q tra due punti in cui segmento, generalmente si sta misurando l'elasticità dell'arco della domanda.

Ora, vedremo, come cambiano le entrate totali in caso di domanda elastica e di domanda inelastica. Qui abbiamo preso un caso di curva di domanda, curva di domanda lineare e come generalmente scopriamo le entrate. Le entrate sono l'area sotto la curva che è prezzo e quantità. Quindi, se stai prendendo un punto specifico e stai scoprendo le entrate, allora come lo scopriamo in genere. Quindi, il prezzo è di 4 rupie come si disegna un, può essere linea a x asse, disegnare una linea a y asse; Y asse ci darà il prezzo corrispondente, e x asse ci darà la quantità corrispondente. Moltiplicare il prezzo e la quantità ci dà le entrate. Quindi, corrispondente al, punto come indicato nel grafico, la quantità corrispondente è di 100 unità, il prezzo corrispondente è di 4 rupie. Quindi, le entrate sono pari a 400.

Ora, vedremo, come cambia il gettito totale quando il prezzo cambia, in caso di una domanda elastica. In caso di domanda elastica, la curva della domanda è più ripida, ma in caso di domanda elastica, la curva della domanda è più florida. Così, in caso di domanda inelastica, come si vede, nel primo punto, il prezzo è di 1 rupie e le entrate sono, la quantità richiesta è di 100 unità. Il che porta alle entrate pari al 100 perché il prezzo è di 1 € e la quantità richiesta è di 100; P moltiplicato per Q che ci dà le entrate pari a 100 rupie.
Ora, il prezzo aumenta da 1 rupie a 3 rupie. Ricordate questo è il caso della domanda inelastica dove la rispondenza dell'acquirente è poco meno rispetto alla domanda elastica. Quindi, anche se c'è una variazione del prezzo da 1 rupie a 3 rupie, se si guarda, la variazione del prezzo è quasi più del doppio, ancora la quantità richiesta sta cambiando solo del 20%, cioè 80 unità, perché questo è il caso della domanda elastica. Quindi, se si guarda, questo porta alle entrate pari a 240 rupie, perché il prezzo è di 3 rupie e la quantità richiesta è di 80 unità. Quindi, se è il caso della domanda inelastica, se guardiamo, le entrate sono di più, perché anche c'è un aumento del prezzo ancora non c'è diminuzione della quantità richiesta.

Successivamente controlleremo, come succede in caso di richiesta elastica. Come cambia il gettito totale, quando c'è una variazione del prezzo. Quindi, se guardate qui, guardate il grafico, la curva della domanda è flatter perché questo è il caso della vostra domanda elastica. Inizialmente il prezzo è, può essere di 4 rupie e la quantità richiesta è di 50 unità. Quindi, ecco, le entrate sono 200 unità. Prezzo, può essere maggiorato da 4 rupie a 5 rupie, la quantità richiesta, guarda la variazione della quantità richiesta. Ricordate ancora, questo è il caso della domanda elastica; il piccolo cambio del prezzo porterà a una maggiore variazione della quantità richiesta. Quindi, la variazione del prezzo è di 25%.

Ma se si guarda alla variazione della quantità richiesta, guardati dall'unità da 50 a 20 unità. Quindi, la variazione della domanda di quantità è superiore al 50%. Quindi, in questo caso, cosa succede alle entrate? Le entrate diventano esattamente la metà, se si guarda, perché c'è un piccolo cambio di prezzo ma c'è una maggiore variazione della quantità richiesta. Quindi, c'è una diminuzione del gettito totale, quando c'è un aumento del prezzo in caso di domanda elastica.

Quindi, questo è il caso di una curva di domanda lineare, nel punto diverso della curva della domanda lineare, l'elasticità della domanda assume un valore diverso.

Quindi, se guardate nella curva della domanda lineare, a questo segmento elasticità è inferiore a 1; a questo segmento elasticità è maggiore di 1; e a metà punto l'elasticità è pari a 1. Ecco, questo è il segmento elastico della curva della domanda, e questo è il segmento inelastico della curva della domanda. In questo caso, se si guarda, l'elasticità è pari a 0 e in questo caso l'elasticità è uguale all'infinito.
Quindi, se in una tipica curva di domanda lineare, in punti diversi l'elasticità della domanda assume valori diversi. In caso di punto medio E è uguale a 1; nel segmento superiore è un segmento elastico superiore a 1; al punto estremo otteniamo il valore E che è uguale a infinito; al segmento inferiore si tratta di un segmento inelastico, l'elasticità è inferiore a 1 e all'asse x, corrispondente all'asse x, E è pari a 0.

Ora, se si sintetizza, il rapporto tra l'elasticità dei prezzi e le entrate totali, cosa succede? C'è un aumento del prezzo, c'è una diminuzione del prezzo. Se si guarda il tavolo allora, elastico, la prima colonna parla di domanda elastica, elastica. La seconda colonna è la domanda elastica unitaria e la terza colonna è la domanda inelastica. In caso di domanda elastica, c'è la dominanza dell'effetto Q, perché la quantità esigeva modificazioni più del prezzo; e in caso di elastico unitario non effetto dominante perché la variazione percentuale del prezzo è appena uguale a variazione percentuale della quantità richiesta. E nel caso in richiesta elastica ci sia una dominanza di effetto P, perché la variazione della quantità richiesta è inferiore al cambiamento di P.

Ora c'è un aumento del prezzo, se è il caso della domanda elastica, le entrate totali diminuiscono perché il piccolo cambio del prezzo, il consumatore diventano rispondenti alla variazione del prezzo. Sono sensibili al cambiamento del prezzo. Nel caso in cui l'elastico unitario non vi sia alcun cambiamento vi può essere un cambiamento insignificante del gettito totale; e in caso di domanda inelastica il gettito totale aumenta perché quando c'è un aumento del prezzo ancora non c'è una diminuzione significativa o non più diminuzione della quantità richiesta.

Analogamente, in caso di diminuzione del prezzo, le entrate totali aumentano perché diminuiscono il prezzo, la diminuzione del prezzo comporterà un aumento maggiore della quantità richiesta, e questo è il motivo per cui il gettito complessivo aumenta. Non vi è variazione del gettito totale o variazione molto insignificante del gettito totale, in caso di elastico unitario; e in caso di inelastico generalmente il gettito totale diminuisce.

Ora vedremo quali sono i determinanti dell'elasticità dei prezzi della domanda? Perché fino ad ora, sappiamo che, l'elasticità dei prezzi della domanda, il valore dipende dal, da quale percentuale la quantità esigeva di cambiare, a causa del cambiamento del prezzo, o quanto il consumatore rispondente alla variazione del prezzo. Poi vedremo che, perché gli acquirenti, perché i consumatori sono rispondenti al cambiamento del prezzo in uno schema diverso in un diverso periodo di tempo. Poi, vedremo quali sono i fattori di sottolineatura che gli acquirenti si comportano o gli acquirenti sensi sensibili alla variazione del prezzo.

Il primo determinante o il primo fattore che decide, o che determina il fattore di prezzo della domanda è la natura della merce. Quindi, permettetemi di introdurre il concetto di diverso tipo di merce, al diverso tipo di merce. Sono fondamentalmente tre tipi di merce o la merce: uno è merce di lusso, secondo è il comfort buono e il terzo è la necessità buona. La necessità buona è una che è una necessità per la vita e la necessità per la sopravvivenza; i beni di comfort sono uno dove almeno otteniamo un qualche livello di comfort, solo non la necessità.
E il bene di lusso è come il nome suggerisce quello che richiediamo per il lusso. Ma ricordate qui che, in tutto il segmento dei redditi, la definizione di lusso, comfort e beni di necessità non sono uguali. Come se si prenda l'esempio, per qualcuno se il mobile è necessità, qualcuno è di conforto, qualcuno è per il lusso. Prendere il caso del portatile, può essere per qualcuno che è necessità, per qualcuno è solo comfort e qualcuno è lusso. Oppure prendi un caso del tuo televisore, o prendi un caso dei tuoi vestiti marchiati, per qualcuno di nuovo è una necessità, per qualcuno è di conforto, per qualcuno è merce di lusso.

Ora, chi è il qualcuno qui? Sono diversi gruppi di reddito. E il gruppo di reddito è di nuovo categorizzato in tre tipi di gruppo di reddito: uno è basso reddito, secondo uno è il gruppo di reddito medio, e il terzo è il gruppo ad alto reddito. Quindi, se si guarda per qualcosa, per un bene tipico, se è una necessità per il gruppo ad alto reddito, può essere un comfort per il gruppo di reddito medio e per un, lusso per un gruppo a basso reddito. Come possedere una casa in una metro. Può essere una necessità per un gruppo ad alto reddito, può essere un comfort per un gruppo di reddito medio e può essere un lusso per un gruppo a basso reddito.

Così, dopo questa definizione di questi diversi tipi di gruppi, ora, vediamo come questa natura della merce influenza generalmente l'elasticità dei prezzi della domanda. La domanda di lusso di lusso è più elastica dei prezzi, rispetto alla domanda di necessità e comfort. Perché la domanda di un bene di lusso è più elastica dei prezzi? Perché questo non è necessità, questo non è comfort, puoi posticipare gli acquisti come se fosse, c'è una diminuzione, aumento del prezzo che non hai intenzione di acquistare immediatamente il buono, puoi rimandarlo, perché questo non è richiesto per il tuo, può essere la sopravvivenza.

Quindi, in questo caso, quale sarà, cosa fa in genere il consumatore? Il consumatore aspetta un momento in cui il prezzo arriva a un, di nuovo a un livello moderato, ma c'è una diminuzione del prezzo e rimanda il consumo del bene di lusso. Questo è il motivo per cui la domanda di lusso di lusso è più elastica di prezzo perché gli acquirenti sono più sensibili al cambiamento di prezzo, semplicemente perché possono posticipare il consumo in un secondo momento quando il prezzo scende o il prezzo arriva a un livello moderato.

Su quella base si può dire che la domanda di lusso di lusso è più elastica rispetto alla domanda di necessità e comfort. La domanda di necessità va bene, prezzo inelastico perché è necessità per la vita, non si può posticipare gli acquisti o non si può ridurre gli acquisti, qualunque sia il prezzo, ancora bisogna fare gli acquisti, ancora bisogna consumare il prodotto e questo è il motivo per cui la domanda di necessità va bene è inelastica. Quando si tratta dei beni di comfort, deve essere più elastica della necessità, e meno della domanda elastica rispetto al lusso.
Anche se si tratta di un bene confortante, non si può rimandare l'intero, tutti i beni di comfort richiesti, e questo è il motivo per cui è parzialmente elastico, in parte poco elastico, ma è più elastico della necessità perché questo non è richiesto per la sopravvivenza; e meno domanda elastica per un lusso, come se si stia prendendo un caso di acquisto di un due ruote. Sai, quando c'è un prezzo, quando c'è un aumento del prezzo, forse puoi rimandarlo per qualche mese comprando questo due ruote puoi ancora usare un trasporto pubblico.

Ma è meno richiesta elastica rispetto al lusso, non si può rimandare, può essere per due anni può essere per tre anni, ancora più a lungo perché ti dà un comfort, quando non puoi viaggiare può essere, quando hai una capacità di possedere un due ruote, forse sarai sempre tu a preferire per questo perché è un comfort per te. E si può essere solo aspettare qualche mese, a venire il prezzo, il prezzo scende, ma non si può aspettare un periodo più lungo per due anni, tre anni e questo è il motivo per cui questa domanda meno elastica, del lusso. Ma quando porta a cercare un asset come potrebbe essere è un gioiello, può essere una casa, oppure potrebbe essere qualcosa in quella categoria, si può rinviare l'acquisto per due anni, tre anni, potrebbe essere un anno in discesa, fino a quando il prezzo del tempo arriverà al livello moderato. Quindi, il prodotto comfort è uno, che sono più la domanda elastica che la necessità, ma la domanda meno elastica rispetto al lusso.

Le seconde determinanti dell'elasticità dei prezzi della domanda sono la disponibilità e la vicinanza del sostituto. Penso che abbiamo già introdotto il concetto di merce sostituente, come il tè, il caffè o magari la benzina, il diesel; questi sono i beni sostituzionabili perché si può consumare uno, dà lo stesso livello di utilità, sia il bene che danno lo stesso livello di utilità e lo stesso livello di utilità. Maggiore è il grado di vicinanza tra la merce e il suo sostituto, maggiore è la domanda di elasticità dei prezzi per la merce.
Quindi, più alto il grado di vicinanza tra la merce e il sostituto, maggiore è l'elasticità di prezzo della domanda per la merce. Come se si tratta di tè o di caffè, se state considerando questo due, sono strettamente sostituzioni. Se il prezzo del tè aumenta, il consumatore sarà più sensibile e si sposterà al caffè perché quasi darà la stessa utilità al consumatore. Così, in questo caso più è la disponibilità del sostituto e la vicinanza del sostituto, più alto il grado di vicinanza tra la merce e il suo sostituto.

Poi il terzo determinante dell'elasticità dei prezzi della domanda è il, qual è la percentuale di reddito speso per la merce o per i beni da parte del consumatore. Più grande sarà la proporzione di reddito speso per la merce, maggiore sarà l'elasticità della domanda di tale merce e viceversa. Quindi, se si guarda, supponiamo che se si spende dal proprio budget mensile, si spende il 20% sui trasporti, se il prezzo del trasporto aumenta sarà più elastico.
Perché preferite passare a una modalità di trasporto diversa, perché si spende il 20% del vostro budget mensile su quello. Quindi, in questo caso, la domanda è più elastica. Ma supponiamo di prendere solo una tazza di caffè in un giorno che vi costa appena 6 rupie, 7 rupie, se il prezzo del caffè aumenta a 8 rupie forse non preferite cambiare o non preferirete cercare le altre alternative al sostituto disponibile sul mercato. Perché la quota di denaro che si sta spendendo in questo bene, è insignificante in meno come, rispetto agli altri beni del, nel vostro budget mensile.

Quindi, se si sta spendendo meno quota del reddito su questo prodotto, allora la sua domanda è inelastica, l'acquirente è meno rispondente. Ma se si spende di più su di esso, più proporzione del vostro reddito su una merce tipica e se il prezzo delle merci aumenta, si cerca sempre il supplente, immediatamente il consumatore è più rispondente, e la natura dell'elasticità della domanda è elastica.

Analogamente il tempo, gioca un ruolo maggiore quando si tratta di determinanti dell'elasticità dei prezzi della domanda. Più lungo è il tempo di regolazione, maggiore è l'elasticità di prezzo della domanda. Se vedete che yoka, il tempo è lì, subito non c'è, non bisogna fare i cambiamenti nella quantità richiesta, si cerca sempre supplenze.

Sai che il livello dei prezzi, prendi l'esempio di GPL, il prezzo di GPL aumenta. Ora c'è un tempo a disposizione per il consumatore per fare la loro regolazione, che si tratti di una modalità di cottura diversa, diversa modalità di riscaldamento dell'acqua. Quindi, c'è un tempo di regolazione più lungo, in questo caso le persone saranno più sensibili al cambiamento del prezzo. Ma quando succede qualcosa subito come, vieni a saperlo, il prezzo della benzina aumenterà da stasera, in quel caso non puoi limitare i tuoi spostamenti per le prossime settimane. Perché non si farà la disposizione immediata, rispetto al cambiamento del prezzo. Quindi, più a lungo è il tempo di regolazione, l'elasticità della domanda è elastica; meno è il tempo di regolazione, l'elasticità della domanda è, può essere inelastica o meno elastica.

Poi ci sono altri due determinanti dell'elasticità dei prezzi della domanda, cioè la durabilità della merce e l'articolo della dipendenza. Se si tratta di un articolo di dipendenza, qualunque sia il cambiamento del prezzo, il consumatore non cambierà la quantità esigente, perché qualcuno ne è dipendente. E in questo caso che la domanda è inelastica, ma se si guarda, se si tratta, in questo caso possiamo considerare la merce in questione non può essere una merce normale. Ecco, questo è il motivo, la domanda deve essere inelastica.

E quando si tratta di durabilità della merce come, se quando si sta acquistando un bene durevole o quando si sta acquistando un bene non durevole, sarà più sensibile al cambio di prezzo per i beni durevoli perché si sa che lo userete per il periodo più lungo. Ma sarà meno sensibile al cambiamento del prezzo del bene non durevole, perché si sa, se si sta acquistando qualcosa in 5 rupie oggi, domani anche se si sta andando, lo si sta solo usando e domani di nuovo si farà un consumo di frasi o di fase di acquisto.

Ecco, questo è il motivo per cui non si sta cambiando, non reagendo molto al bene non durevole, ma si sta reagendo di più ai beni durevoli. Perché lo si sta facendo in un investimento di un tempo e c'è un tempo di vita che non si sta cambiando molto frequentemente. Quindi, è la proporzione di reddito speso sulla merce, qual è la natura della merce, qual è il sostituto disponibile sul mercato, qualunque sia il periodo di tempo per una regolazione, la durabilità della merce, l'articolo della dipendenza, questi sono i, alcuni dei fattori che in genere influenzano il valore dell'elasticità dei prezzi della domanda. A parte questo anche ce n' è uno in più, il fattore c'è, come quello che è l'usabilità della merce? Come se avessi preso il caso della tua analogia, destra, elettricità. Elettricità che usi per cucinare, usi per l'illuminazione, usi per i tuoi beni di comfort, usi per i tuoi laptop, usi per vari motivi. Quindi, quando c'è un cambiamento del prezzo dell'elettricità, le persone, saranno più sensibili perché il consumo è più perché è per l'utilizzo multi. Quindi, in questo caso il, qual è l'utilizzo della merce? Che gioca un ruolo maggiore anche nell'individuare il valore dell'elasticità dei prezzi della domanda, perché maggiore è il valore o maggiore è l'utilizzo, maggiore è il valore dell'elasticità dei prezzi della domanda; e maggiore è il grande, la domanda è più elastica rispetto agli altri beni.

Allora, la seduta di oggi abbiamo deciso, abbiamo iniziato la nostra elasticità di prezzo della domanda, come quella che è l'elasticità della domanda? Qual è l'elasticità dei prezzi della domanda? Nello specifico sul, cosa succede alla quantità esigeva quando c'è una variazione del prezzo. Poi abbiamo parlato della misurazione dell'elasticità dei prezzi della domanda come l'elasticità di punta della domanda, l'elasticità dell'arco della domanda, come misurare. Nella prossima classe faremo alcuni esercizi come, come scoprire il valore dell'elasticità dei prezzi della domanda, utilizzando il metodo di elasticità del punto e il metodo dell'elasticità ad arco. E discuteremo di poche altre elasticità di tipo della domanda come l'elasticità del reddito della domanda e l'elasticità di prezzo incrociato della domanda.

Ecco, questi sono i riferimenti di sessione per questo capitolo tipico. E continueremo la nostra discussione nell'elasticità della domanda nuovamente nella prossima sessione.



In continuazione alla nostra ultima sessione sull'elasticità della domanda, nella classe odierna di nuovo andiamo ad analizzare, vedere come il cambiamento della domanda dovuto a pochi altri fattori che influenzano la domanda. Così, oggi controlleremo l'elasticità del reddito della domanda, l'elasticità dei prezzi incrociati della domanda, e risolveremo pochi numeri numerici legati all'elasticità della domanda.
Quindi, se ricordate nell'ultima classe, solo, facciamo un rapido riassunto dell'ultima sessione quello che abbiamo coperto. Se ricordate che c'è, abbiamo discusso del passaggio simultaneo nella domanda e nell'offerta, come cambia il prezzo di equilibrio e la quantità. Poi abbiamo introdotto il concetto di elasticità della domanda che è qualcosa di più di questo, semplicemente individuando il rapporto tra domanda e prezzo; piuttosto controlla anche la relativa entità di variazione della domanda dovuta al cambiamento del prezzo. Poi abbiamo parlato di elasticità di prezzo della domanda. Poi elasticità, quanto elasticità e ricavi sono correlati? Cosa succede alle entrate totali quando la domanda è elastica, ogni qualvolta la domanda è inelastica. E, infine, abbiamo discusso dei pochi fattori che influenzano l'elasticità dei prezzi della domanda Così, nel prosieguo di questo tema, oggi ne discuteremo, il prossimo tipo di elasticità della domanda che è l'elasticità del reddito della domanda. Come sappiamo che il reddito dei consumatori è uno dei fattori che influenzano l'elasticità della domanda, o questo può essere ciò che influenza la quantità richiesta. Quindi, quello che dovrebbe essere il cambiamento della quantità esigeva quando il reddito dei consumatori cambia, se aumenta o se diminuisce, cosa succede alla quantità esigita. E, qual è l'esatto cambiamento proporzionato della quantità esigeva quando c'è un cambiamento di reddito.
Quindi, l'elasticità del reddito di richiesta, generalmente misura la rispondenza della quantità richiesta, al cambio di reddito, al prezzo di detenzione dei beni e a tutte le altre determinanti della domanda. Quindi, sostanzialmente si tratta di una relazione tra il cambiamento della quantità richiesto, e il cambiamento del reddito, mantenendo tutte le altre costanti variabili che influenzano la domanda. Quindi, quanto il consumatore sia sensibile, al cambiamento del reddito; quando i redditi aumentano, se consumano di più; quando il reddito diminuisce, se consumano meno. Qual è la loro reazione, agli acquisti di beni di lusso, agli acquisti di beni di comfort, agli acquisti dei beni di necessità, quando c'è la variazione del reddito, e se c'è un cambiamento del reddito, nella direzione positiva e negativa.
Ora come scoprirla, qual è la variazione del reddito o da quanto proporzionato la domanda di quantità dovrebbe cambiare, quando c'è un cambiamento di reddito. Questo lo possiamo scoprire seguendo la formula che la variazione percentuale della quantità esigeva, la variazione percentuale del reddito. Qui Q d è la quantità richiesta, M è il reddito. E, se si semplifica questo nuovo questo diventa del Q d da del M moltiplicato per M e Q d; M è il reddito originale, Q d è la quantità originale richiesta; del M è la variazione del reddito, e del Q d è la variazione della quantità richiesta. Così, possiamo scoprire l'elasticità di reddito della domanda da parte del Q d da, del Q d da del M moltiplicato per M per Q d.
Ora, come dovremmo interpretare questa elasticità di reddito della domanda? Stiamo per ottenere un valore. Se il valore è positivo, allora questo è il caso di un bene normale. Ora, perché è positivo per un bene normale? Perché se si vede, ora vera vita anche quando c'è un aumento del reddito, in genere che porta ad aumentare i consumi. E, in caso di normale bene accade che, quando aumenta il reddito, in genere aumentano gli acquisti dei beni normali. Se il valore è negativo, questo è il caso di un bene inferiore. Ora, perché è per bene inferiore?
Vi faccio solo un piccolo esempio qui sopra. Supponga di usare il trasporto pubblico ogni giorno per venire in ufficio o venire al tuo college. Ora, quando aumenta il reddito, preferite acquistare un veicolo da solo, piuttosto che usare il trasporto pubblico. Così, in questo caso, il trasporto pubblico è diventato un bene inferiore e la quantità richiesta diminuisce, o l'uso diminuisce per il trasporto pubblico, quando c'è un aumento del reddito. Quindi, il rapporto tra reddito e quantità richiesto del trasporto pubblico è inversamente correlato e questo è il motivo per cui otteniamo un valore negativo dell'elasticità del reddito della domanda. Il reddito aumenta, il consumo delle buone diminuzioni diminuisce perché il consumatore ora ha la capacità di consumare un bene superiore con l'aumento del reddito. Questo è il motivo, l'elasticità del reddito della domanda è negativa per il bene inferiore, il che implica che quando aumenta il reddito, il consumo del bene inferiore generalmente diminuisce.
Allo stesso modo, se il valore è di 0, allora si tratta di merci neutre. Allora, quali sono i beni neutro, in genere? Se gli aumenti di reddito non mangiamo di più. Se state prendendo l'esempio di un food item; quando gli aumenti di reddito non aumentiamo la nostra assunzione, piuttosto che facciamo? Cercheremo la migliore qualità, cercheremo il marchio migliore, con l'aumento del reddito. Quindi, se si guarda, l'assunzione di cibo rimane costante, anche se la, se c'è un aumento del reddito. Quindi, in questo caso possiamo considerare, l'articolo alimentare è merce neutra perché non cambia mai con la variazione del reddito, anche se aumenta. Analogamente, se vi è una diminuzione del reddito, del reddito, del reddito alimentare, l'assunzione di cibo non cala mai, perché ciò è richiesto per la sopravvivenza. E, anche se c'è una diminuzione del reddito generalmente troviamo l'altra via d'uscita per consumare quella quantità di assunzione di cibo. Quindi, in questo caso se si guarda, si tratta di un caso di buono neutro.
E come, qual è il cambiamento della natura del reddito nei beni neutro? Non vi è variazione della quantità richiesta, a causa di aumento o diminuzione del reddito. Così, in questo caso l'elasticità del reddito della domanda assume il valore pari a 0. E generalmente in questo caso lo interpretiamo come la merce, la natura della merce come bene neutro.
Allo stesso modo, se categorizzare la merce secondo la necessità di lusso e i beni semi di lusso o il comfort buono, in questo caso come il valore, sulla base del valore, come possiamo interpretare, che tipo di bene? Se l'elasticità del reddito della domanda è superiore al 1, questo è il caso dei beni di lusso; e, il suo aumento più che proporzionato delle vendite.
Quindi, se si guarda a questo cambiamento nella quantità richiesto a causa del cambiamento del reddito, come questa è la sua quantità richiesta, questo è il vostro reddito. Ora, quando c'è un cambiamento di reddito, supponiamo che ciò porti a cambiare nella quantità richiesta.
Quindi, se il cambiamento proporzionato della quantità richiesto è più che proporzionato al reddito, questo è il caso di un bene di lusso. Se il cambiamento della quantità richiesto è inferiore al cambio di reddito, questo è il caso di un semi, questo è il caso di un bene di necessità. Come, e se il cambiamento della quantità richiesto è solo uguale a cambiare nel reddito, questo è il caso del vostro comfort buono, o di beni semi di lusso.
Ora, interpretiamo questi tre tipi di bene. Quindi, per primo caso stiamo dicendo che questo è un bene di lusso, perché il cambiamento del reddito, è inferiore al cambio della quantità esigita, e questo accade per la quantità richiesta. Ora, quando prevediamo di acquistare una casa o di acquistare un veicolo, non è che il valore del veicolo o il valore della casa, da quella percentuale il nostro reddito sia cambiato, ma almeno quando c'è un aumento del reddito, possiamo acquistare quei beni ad un, come base mensile, paghiamo mensilmente come se si osservino i regimi di EMI e tutti questi. In questo caso, puoi acquistare un prodotto ad alto valore, quando almeno hai la capacità di pagare la rata. Così, in questo caso, la percentuale, se il reddito è in aumento del 20%, vado al prossimo, vedo che questo 20% posso pagare come rata mensile per l'acquisto di un prodotto ad alto valore. Così, in questo caso succede che, anche se l'aumento