Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Teoria dell'offerta

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Manageriale Economia Prof. Trupti Mishra S. J. M School of Management Indian Institute of Technology, Bombay

Benvenuti nella seconda sessione del modulo due; modulo due parla di specifica teoria della domanda. E nella classe precedente abbiamo discusso della natura e del comportamento di, principalmente due forze di mercato come, abbiamo introdotto il concetto di domanda. E nella classe di oggi prendiamo in considerazione alcuni comportamenti della domanda tipicamente, come funziona la legge della domanda? Come la legge della domanda, qual è la legge della domanda? In quale caso è applicabile, quale caso non è applicabile? E anche, quali sono le forze che condizionano questa domanda?

Quindi, se si guarda, se si va velocemente qualunque cosa abbiamo fatto nell'ultima sessione, quindi un rapido riccio di questo è, che abbiamo definito la domanda, come una delle importanti forze di mercato è la domanda? E qual è il ruolo della domanda sul mercato? Poi abbiamo discusso la legge della domanda, per e, scenario diverso, situazione diversa, dove la legge della domanda non si applica. E ci sono, e ancora abbiamo discusso del diverso fattore che influenza la domanda. E la domanda di mercato anche sempre la, la sommità della domanda individuale che l'ultimo argomento quello che abbiamo discusso nell'ultima sessione.

La classe di oggi lo vedremo, come ci sia un cambiamento della domanda. Fino ad ora abbiamo capito che la domanda è sostanzialmente, c'è un rapporto inverso tra il prezzo e la quantità richiesto. E viene influenzata da pochi altri fattori come il prezzo dei beni correlati, il reddito del consumatore, il prezzo futuro atteso del prodotto, il numero dei consumatori sul mercato, e anche il gusto e la preferenza da parte del consumatore. Ora vedremo perché ci sarà un cambiamento della domanda? Che si tratti, questo è dovuto al cambiamento del prezzo, associato al prodotto, o a causa del cambiamento degli altri fattori, quelli influenzano la domanda. Quindi, il cambiamento della domanda è a causa di due motivi; uno, quando c'è un cambiamento nella quantità richiesto, e si verifica quando c'è una variazione del prezzo. E questo cambiamento si riflette generalmente attraverso il movimento, lungo la curva della domanda.
E secondo uno, quando c'è un cambiamento della domanda, si verifica quando una delle altre variabili come le determinanti della domanda, proprio ora si discute, il prezzo dei beni correlati del reddito dei consumatori, o previsto il prezzo futuro del prodotto, o qualsiasi altro fattore, i determinanti non prezzo; qualsiasi altro fattore che non sia prezzo, se quelli con se il cambiamento di quelle variabili che porta al cambiamento della domanda. Quindi, se si guarda tra i, questi due, il primo è il cambio della quantità richiesto, perché questo è dovuto al cambiamento del prezzo; e il secondo è il cambiamento della domanda, a causa di tutti gli altri fattori che cambiano. Quindi, la differenza di base tra questi due, se si guarda, uno si rappresenta lungo la curva della domanda o nel secondo caso, non possiamo riflettere le modifiche dovute ad altro fattore, lungo la curva della domanda, o la curva della domanda deve passare a destra o a turno a sinistra.

Quindi, se, perché c'è un cambiamento nella curva della domanda? O c'è una modifica del prezzo, che porta alla variazione della quantità richiesta; oppure c'è cambiamento nel prezzo dei beni correlati, il cambiamento del reddito dei consumatori, il cambiamento nella preferenza del gusto del consumatore, previsto il prezzo futuro del prodotto sta andando a cambiare, oppure c'è un cambiamento del numero di acquirenti sul mercato.
Quindi, se si guarda, in caso di variazione del prezzo, rappresentare un movimento lungo la curva della domanda. Quindi, questo è compreso tra da un punto a un altro punto. E in caso di reddito, in caso di prezzo dei beni connessi, in caso di gusto, in caso di aspettativa, in caso di numero di acquirenti, generalmente la curva della domanda si sposta verso destra, se si è in caso di aumento; e i turni a sinistra, se in caso di diminuzione

Quindi, faremo un esempio rapido come, nell'ultima classe anche, se si guarda, abbiamo disegnato una curva di domanda considerando P nell'asse y, e Q nell'asse x; Q è quantità e P è prezzo. Quindi, se si prende un punto diverso qui come, si supponga di prendere P 1, questo è P 2, questo è P 3, questo è P 4; e questo è Q 1, Q 2, Q 3 e Q 4. Quindi, si ottiene una combinazione diversa, e quella combinazione ci dà la curva della domanda. Quindi, se prendete tutti questi punti allora questa è la curva della domanda. Quindi, otteniamo una combinazione P 1 Q 1; otteniamo la seconda combinazione P 2, Q 2; otteniamo terza combinazione P 3 Q 3; e quarta combinazione P 4 e Q 4.So, se si tratta di una curva di domanda, ora, cosa succede, se c'è un cambiamento del prezzo? Se il prezzo si sposta da P 1 a P 2, se si guarda, c'è una variazione della quantità richiesta da Q 1 a Q 2. Quindi, il movimento dal punto A a B è a causa del cambiamento del prezzo. Quindi, in questo caso c'è anche una modifica della quantità richiesta, ma il cambiamento della quantità richiesto non si muove o non sta spostando la curva della domanda, sostanzialmente si sposta solo un punto verso l'altro punto. Supponga che ci sia un, allo stesso prezzo il reddito dei consumatori è in aumento; anche se il prezzo è di P 1, ancora il consumatore chiederà di più, perché il consumatore ha più potere d'acquisto per acquistare lo stesso prodotto, acquistando la quantità maggiore allo stesso prezzo. Così, dato P 1 fisso a questo movimento, potrebbe essere il consumatore a comprare Q 2, perché c'è un aumento del reddito del consumatore. Quindi, quando c'è un cambiamento di reddito e corrispondente, se c'è un cambiamento della domanda; questo significa, se il cambiamento della domanda non è a causa del prezzo, il cambiamento della domanda è a causa di ogni altro fattore. Quindi, in questo caso, ne facciamo un punto. Quindi, anche se il prezzo è P 1, la quantità richiesta è di Q 2. Allo stesso modo, anche se questo prezzo è P 2, la quantità richiesta è di Q 3.
Quindi, in questo caso, se si guarda, si ottiene una nuova curva di domanda che è D 1, e il passaggio nella curva della domanda è dovuto al cambio di reddito. Quindi, dando lo stesso livello di prezzo, se c'è una variazione del reddito e, il cambiamento del reddito è, l'aumento del reddito, che porta ad aumentare nella quantità esigeva perché il reddito e la quantità esigevano di essere positivamente correlati, il cambio curva della domanda da D a D 1. E in questo caso, c'è un turno nella domanda, non c'è movimento lungo la curva della domanda. Analogamente, se guardiamo per le altre variabili anche, ogni qualvolta ci sia una variazione del prezzo dei beni connessi, o ogniqualvolta vi sia un cambiamento del gusto e della preferenza del consumatore, o qualsiasi altro fattore che non sia prezzo, il passaggio nella curva della domanda va a destra, se è in caso di quantità richiesta; e si tratta di sinistra, se c'è una diminuzione della curva della domanda di quantità.

Quindi, se si vede, generalmente, se questa è una curva di domanda, qui prendiamo quantità, qui prendiamo il prezzo, se c'è un aumento della quantità richiesto, la domanda si sposta sempre verso destra. Se c'è una diminuzione della quantità richiesta, la domanda si sposta sempre a sinistra. Quindi, questo è il caso di aumento, le richieste si spostano verso destra, e questo è il caso di diminuire quando la curva della domanda si sposta verso sinistra.

Quindi, ora ci prenderemo esempio specifico che, nel qual caso ci sia un cambiamento della domanda o in quale caso vi sia un cambiamento dovuto al cambio di prezzo o nel qual caso c'è il cambiamento della domanda è a causa di determinanti non price. Quindi, se avete visto il grafico, inizialmente la curva della domanda è D 0, ogni qualvolta vi è una diminuzione della curva della domanda c'è un passaggio verso sinistra che diventa D 2, la curva della domanda è D 2; e ogni qualvolta ci sia un turno, aumentare la domanda, il cambio curva della domanda a destra e cioè D 1. Così, in caso di aumento della curva della domanda, si sposta a destra, e in caso di diminuzione della curva della domanda, si sposta a sinistra.

Ora supponga di prendere un caso di caso specifico, se c'è un'iniziativa politica, come ci sia un cambiamento della domanda? Una politica per scoraggiare il fumo, spostare la curva della domanda a sinistra. Quindi, questo è il caso di, il prodotto è la sigaretta qui; il prezzo della sigaretta per confezione è nel, è rappresentato sull'asse y, e il numero di sigarette fumate al giorno è rappresentato sull'asse x. La curva della domanda è D 1. Quando il prezzo è di 2, la quantità richiesta è di 20. Ora se ricordate che c'è un divieto di fumo pubblico prima di 1 anno, la politica o la norma da parte del governo è che c'è il divieto di fumare pubblico. Non c'è un cambiamento del prezzo, se lo stesso prezzo, la quantità richiesta è diminuita dal 20 al 10. Ora, qual è il motivo qui? Il motivo qui è che ci si cambia nella domanda, non a causa del cambiamento del prezzo, piuttosto dovuto al cambiamento delle determinanti non prezzo. Così, in questo caso, a causa della politica del governo, c'è il divieto del fumo pubblico che scoraggia il fumo e riduce la domanda; prezzo anche fisso.
Ora la domanda di quantità si sposta da 20 unità a 10 unità, e il cambio di curva della domanda a sinistra, e la nuova curva della domanda è D 2. Quindi, il prezzo è fisso, il cambio della domanda è a causa di determinanti non prezzo; la curva della domanda si sposta da D 1 a D 2. Quindi la politica per scoraggiare il fumo, spostare la curva della domanda a sinistra, il prezzo rimane fisso.

Ora, supponga di prendere un caso diverso, che ci sia un'imposizione della tassa da parte del governo. Ora, qual è la tassa? La tassa solleva il prezzo delle sigarette determina il movimento lungo la curva della domanda. Ogni qualvolta ci sia un'imposizione fiscale, il produttore prova a spostarlo al consumatore. E, come si spostano questo verso il consumatore? Attraverso l'aumento del prezzo. Così, questo tipico grafico se si guarda, il prezzo è di nuovo rappresentato nell'asse y e la quantità, il numero di sigarette fumate al giorno, che è rappresentato nell'asse x; la curva della domanda è D 1.
Quando il prezzo è di 2, la quantità richiesta è di 20, corrispondente al punto A. E quando c'è una tassa, l'imposizione fiscale, che porta ad aumentare di prezzo, da 2 rupie a 4 rupie, seguendo la legge della domanda, c'è una diminuzione della quantità richiesta da 20 unità a 12 unità. E in questo caso, se si guarda, il cambio della quantità richiesto è solo quello di cambiare nel prezzo, perché il prezzo aumenta da 2 a 4, questo è l'unico motivo per cui la quantità richiesta si sta spostando da 20 unità a 12 unità. Quindi, questo caso, il cambiamento della domanda è rappresentato attraverso solo nel movimento nella curva della domanda, da un punto a un altro punto, sostanzialmente in rappresentanza di due combinazioni, due combinazione di prezzo e quantità Una combinazione, quando il prezzo è di 2 rupie, quantità richiesta in 20 unità; e nella seconda combinazione quando il prezzo è di 4 rupie, la quantità richiesta è di 12 unità. Quindi, due punti da ricordare qui: punto uno, quando il cambiamento della domanda è dovuto al cambiamento del prezzo, il turno è compreso tra un punto a un altro punto della curva della domanda. Quindi, il cambiamento è rappresentato attraverso il movimento lungo la curva della domanda da un punto a un altro punto. E secondo punto è, quando il cambiamento della domanda è dovuto al cambiamento delle determinanti non prezzo della domanda, come ogni altro fattore a prescindere dal prezzo, il movimento o il cambiamento della domanda è rappresentato attraverso il passaggio nella curva della domanda. Se c'è l'aumento della curva della domanda che porta, l'aumento della domanda porta a spostarsi nella curva della domanda a destra. E se c'è una diminuzione della domanda che sposta la curva della domanda verso sinistra.

Ora, arriveremo alla seconda forza di mercato, cioè le forze di approvvigionamento. Quindi, se ricordate all'inizio della seduta che le forze di mercato sono sempre governate dalle forze di domanda e di approvvigionamento, e generalmente impostano la norma per il meccanismo di mercato o il meccanismo di mercato funziona sulla base del principio dell'offerta e della domanda.
Discuteremo le seconde forze di mercato che si riforniscono. E per definire l'offerta possiamo dire che questo si riferisce a varie quantità del bene, che il venditore è disposto e in grado di vendere prezzi diversi in un determinato mercato, in un determinato momento. Quindi, il tempo fisso, i prezzi sono diversi, e a prezzi diversi quello che è la quantità esatta che il produttore è disposto e in grado di vendere, cioè l'offerta. Quindi, se si guarda, di nuovo si va al principio base della domanda che, non è solo, l'offerta dipende solo, anche il produttore è disposto a vendere e in grado di vendere.
Quindi, quando si tratta di intenderci a vendere, il qualunque sia il prezzo che dà qualche profitto al produttore; e quando si tratta di vendere, se il produttore ha la capacità di vendere, o la capacità di produrre il prodotto o meno. Se il produttore ha la capacità di produrre il prodotto, generalmente lo vendono sul mercato. Se stanno ottenendo un buon prezzo che porta alla volontà di vendere sul mercato. Quindi, fornitura, si riferisce a varie quantità di beni e servizi che un venditore è disposto e in grado di vendere ai diversi prezzi, in un mercato diverso, o può trovarsi in un determinato mercato, in un determinato momento.

Ora, che cos' è la legge dell'offerta? Come ricordate che, il prezzo nella quantità richiesto è sempre inversamente correlato, altre cose rimangono costanti. Così, seguendo il principio di Ceteri Paribus, Ceteri Paribus significa tutto, ogni altra cosa è uguale. La legge di fornitura stabilisce che l'offerta di quantità di buoni aumenti quando il prezzo di buoni aumenti. Così, in questo caso, se si guarda, la legge economica per l'offerta, il rapporto tra offerta e prezzo è, c'è un rapporto positivo tra il prezzo e l'offerta di quantità; più è il prezzo, più è l'offerta di quantità.
Ma in caso di richiesta, se ricordate, c'è un rapporto inverso tra il prezzo e la quantità richiesti. Più è il prezzo, meno è la quantità richiesta; e meno è il prezzo, più è la quantità richiesta. In caso di offerta, più è il prezzo, più è l'offerta di quantità; meno è il prezzo, meno è l'offerta di quantità. E anche la logica è abbastanza chiara che, se il prezzo è di più, il venditore venderà di più sul mercato perché otterrà più profitti. Se il prezzo è basso, preferiranno vendere bassi perché non stanno ottenendo più profitti, se il prezzo è basso.
Quindi, se si prende un esempio tipico, quando il prezzo delle buone diminuzioni da 25 rupie a 10 rupie, l'offerta di quantità diminuisce da 31 rupie a 16 rupie. Quindi, quando il prezzo era pari a 25, l'offerta di quantità è di 31; e quando il prezzo è di 10 l'offerta di quantità è pari a 16, che va secondo il principio base della legge dell'offerta; che quando il prezzo è più l'offerta di quantità è di più, e quando il prezzo è meno l'offerta di quantità è minore. Questo ci dà, in termini di numero anche il prezzo è l'offerta 25quantity è di 31; il prezzo è di 10 € e l'offerta di quantità è di 16.

Ora, discuteremo, quali sono il fattore che influenza l'offerta? Il primo fattore che condiziona l'offerta di quantità è, il prezzo dei beni e dei servizi. Quindi, proprio nella slide precedente, stiamo parlando, che come l'offerta di prezzo e quantità sono legate tra loro? Se il prezzo è più, l'offerta di quantità è più; il prezzo è minore, l'offerta di quantità è minore. Quindi, sono un prezzo e la quantità correlati positivamente sono correlati positivamente. Quindi, il primo fattore che condiziona l'offerta è il prezzo, perché il venditore o il produttore cercano sempre profitto quando si producono sul mercato, e vendono sul mercato. Quindi, se il prezzo è di più, venderanno di più. Quindi, il primo fattore che influenza il prezzo, influenza l'offerta di quantità è il prezzo dei buoni o dei servizi.
Il secondo fattore che condiziona l'offerta è, i prezzi di ingresso. Come, come i prezzi di input influenzano l'offerta? Il prezzo di ingresso è uno, questo è l'input per l'output. Quindi, se l'input è terra, se l'input è il lavoro, se l'input è capitale, se l'input è la tecnologia, se l'input è l'imprenditorialità, più è il prezzo di quegli input, è più costoso per il produttore produrre. E se il prezzo resta fisso, il prezzo in ingresso è di più, la differenza tra il costo di produzione e quello di mercato scende. E questo porta meno profitto al produttore. Quindi, in questo contesto, se il prezzo di ingresso è in aumento, l'offerta è minore, perché se si sta mantenendo tutte le altre costanti e il produttore non è in grado di aumentare il prezzo, con l'aumento dei prezzi di ingresso, preferiranno fornire meno, perché non stanno ottenendo una buona quantità di profitto, se il prezzo di ingresso è su un lato superiore e il prezzo di mercato rimane costante. Quindi, il prezzo in ingresso è in aumento, generalmente l'offerta di quantità diminuisce; e se il prezzo in ingresso sta diminuendo, l'offerta di quantità è di più, perché il divario tra il prezzo di ingresso e il prezzo di mercato è di più, e ottengono più profitti. Quindi, prezzo di ingresso e fornitura di quantità, sono invertiti.

Poi il terzo fattore è il prezzo delle merci legate alla produzione. Ora qual è il prezzo del bene che si sostituisce e il bene complementare? Se il buon sostituto viene fornito di più, allora questo tipico bene deve fornire di meno. Quindi, c'è una relazione inversa tra il bene sostituente e questo buon prezzo del bene sostituente e questo; e c'è un rapporto positivo tra il prezzo dei beni complementari, e il prezzo di, tra l'offerta di quantità di questo bene tipico. Allo stesso modo, i progressi tecnologici, se i buoni progressi tecnologici, se la tecnologia è buona, c'è un progresso, che porta più offerta sul mercato. Atteso prezzo futuro del prodotto, funziona, se c'è un aumento del, se l'atteso prezzo futuro del prodotto aumenta, si approvvigionano di meno; e se l'atteso prezzo futuro diminuiscono, forniscono di più. Così, ancora il rapporto tra l'offerta di quantità e il prezzo futuro atteso del prodotto è inverso; e il numero di ditte che producono il prodotto, più il numero di produttori sul mercato, più il numero di venditore sul mercato, l'offerta di quantità è di più.

Poi arriveremo a una funzione di fornitura; e la funzione di fornitura a questo punto se si tiene a tenere tutte le altre variabili che influenzano l'offerta di quantità resta fissa, solo se si tratta del rapporto tra l'offerta di prezzo e quantità, che arriva direttamente tra la legge dell'offerta, tutte le altre cose rimaste costanti; la legge dell'offerta dice che esiste un rapporto positivo tra il prezzo e l'offerta di quantità. In seguito, se si formula una funzione di fornitura che mostra una relazione tra prezzo e offerta quantità, la fornitura di quantità è funzione di P.

Quindi, se si sta assumendo una funzione di fornitura dove Q s equivale a 10 P x; se il valore di P x prende 2 allora Q s è 20; se il valore di P x è pari a 5 Q s ne impiega 50. Quindi, se si guarda, nella funzione di fornitura anche il prezzo, l'offerta di quantità dipende dal prezzo se è positivo, questo perché è segno positivo non c'è alcun segno negativo qui, quindi, sono positivamente correlati. E, Q s è uguale a 10 P x significa sempre qualunque sia il prezzo dell'offerta di quantità moltiplicato per tale numero.

Ora, se si considera la funzione di alimentazione generalizzata, che include tutte le variabili che, influenzano l'offerta. Quindi, quali sono le variabili che influenzano l'offerta? Il primo è, prezzo del prodotto, che è rappresentato attraverso k P; h è il valore dell'intercettazione; P è il prezzo del prodotto; P i è il prezzo di ingresso; P r è il prezzo dei beni connessi nella produzione se si tratta dei beni sostitutivi o se i beni complementari; T sono i progressi tecnologici; P e è il prezzo futuro atteso del prodotto; F è il numero di produttori sul mercato.
Quindi, c'è una variabile collegata con ogni variabile, in termini di parametro. Così, k è associato a P, l è associato alla P 1, m è associato a r, n è associato a t, piccolo r è associato a P e, e s è associato a F. Così, tutte queste variabili come k, l, m, n, r e s, sono i parametri pendenti. E qual è il ruolo dei parametri di pendenza in caso di funzione di fornitura generalizzata? Misura l'effetto sull'offerta di quantità di modifica di una delle variabili tenendo l'altra costante.
Quindi, supponi, qual è il ruolo di k o come si usa k? k misurerà l'effetto dell'offerta di quantità di cambiamento, quando c'è una variazione del prezzo. Allo stesso modo qual è il ruolo di l? l misurerà l'effetto e l'offerta di quantità quando vi è una variazione del prezzo di ingresso; analogamente m misura l'effetto sull'offerta di quantità, quando vi è una variazione del prezzo dei beni correlati. Allo stesso modo n misurerà la, variazione dell'offerta di quantità quando vi è una variazione dei progressi tecnologici, r misurerà l'effetto sull'offerta di quantità quando vi è una variazione del prezzo futuro previsto del prodotto, e s misurerà l'effetto sull'offerta di quantità, quando c'è un cambiamento del numero di produttori sul mercato.
E, come rappresentiamo il segno dei parametri? Il segno dei parametri mostra, come la variabile è correlata all'offerta di quantità. Segno positivo indica, c'è un rapporto diretto tra quell' offerta variabile e quantità; e segno negativo indica che esiste una relazione inversa tra, la variabile tipica e l'offerta di quantità.

Ora, vediamo che, come sia le variabili, tutte le variabili, i, tutti i fattori, quelli, tutti i fattori che influenzano l'offerta, come sono legati all'offerta. La prima variabile è P, prezzo del prodotto, direttamente correlato all'offerta di quantità. E il valore del parametro pendente del Q s by del P è positivo. Il prezzo di ingresso è inversamente correlato con l'offerta di quantità. Il valore del parametro pendente è del Q s by del P h negativo, perché esiste una relazione inversa tra il prezzo di ingresso e l'offerta di quantità. Il relativo prezzo della merce, altri beni presenti sul mercato, il rapporto è inverso per il sostituto e diretto per il complemento.

Come questo è inverso per il sostituto? Quindi, questo è merce sostituente. Quindi, quando il prezzo dei buoni aumenti correlati, che porta a diminuire la quantità dei beni correlati, perché invertiti, l'offerta di prezzo e quantità, il prezzo e la domanda di quantità si ottengono inversamente correlati. Ma, come sono correlati con l'offerta di quantità? L'offerta di quantità è positiva. Quindi, ogni qualvolta il prezzo dei buoni aumenti correlati, la domanda di quantità diminuisce, ma l'offerta di quantità aumenta; h prezzo e quantità positivamente correlate. Ora, come funzionerà questa fornitura di quantità di questo tipico bene? Dal momento che il sostituto buono sta rifornendo di più, in questo caso, prezzo, non c'è aumento del prezzo, c'è solo aumento del prezzo del bene correlato, l'offerta di quantità di questo diminuirà e come questo lavoro per i beni complementari?

Qual è la natura del bene complementare? un bene complementare è un bene, se due merci sono complementari, un bene non può essere consumato con altro bene. Quindi, in questo caso, se il prezzo dei buoni aumenti correlati che porta alla quantità esigeva, la fornitura di quantità dei relativi buoni aumenti; e che porta anche ad aumentare l'offerta di quantità, perché se c'è una domanda per questo, c'è una fornitura di questo, di nuovo c'è un approvvigionamento per questo approvvigionamento di quantità.

Quindi, ancora una volta è la stessa logica per la quantità richiesta; anche quella merce complementare, non può essere consumata singolarmente, non si può consumare senza un'altra. Così, in caso di relazione tra l'offerta quantitativa, e il prezzo dei beni sostitutivi, e il prezzo dei beni complementari, inversamente inversamente per il sostituto, il prezzo del bene correlato e il rapporto con l'offerta di quantità. E se si tratta di un caso di complemento, è sempre diretto perché più è l'offerta di quantità del bene complementare, più è anche l'offerta di quantità per il, questo bene tipico, per quello che stiamo discutendo dei fattori.

Nel primo caso, questo è negativo, il parametro pendente è negativo. Nel secondo caso il parametro pendente è positivo. Ora i progressi tecnologici, il rapporto è diretto all'offerta di quantità; più sono i progressi tecnologici, più è l'offerta di quantità. Atteso prezzo futuro del prodotto, se l'atteso prezzo futuro del prodotto andrà ad aumentare, la fornitura di quantità diminuirà, ora, perché il produttore o il venditore si sentiranno più utili, se andranno a posticipare la loro vendita sul mercato; e se andrà a diminuire, prepone tutta la loro vendita e venderà di più ora. Quindi, il rapporto tra l'offerta di quantità e il prezzo futuro atteso del prodotto è inverso; e il parametro pendente r che è del Q s da del P che è negativo. Arrivando all'ultimo fattore che influenza la funzione di fornitura che è il numero di produttori e il numero di venditori sul mercato. E come sono correlati all'offerta di quantità? Sono direttamente correlati all'offerta di quantità. Perché, se ci sono più produttori, più venditore, generalmente l'offerta di mercato è di più e anche la singola impresa, sommatoria della singola azienda, l'offerta di mercato è di più, e sono direttamente legate all'offerta di quantità. Qui il parametro pendente s, cioè del Q s by del P è positivo.

Quindi, ecco come tutti i fattori, sono correlati all'offerta di quantità; alcuni di essi sono direttamente correlati, e alcuni di essi sono inversamente correlati con l'offerta di quantità.

Ora, vedremo, qual è un programma di fornitura? Il listino di fornitura è un tavolo che mostra il rapporto tra il prezzo della merce e l'offerta di quantità. Quindi, questo non è altro che quando si prende la quantità esatta, numero esatto, di offerta di prezzo e quantità, in tempi diversi o si tratta di un trend, dando una tendenza che come la quantità e il prezzo sono correlati, che mostra attraverso un listino di fornitura.

Quindi, se si prende questo esempio specifico del listino di fornitura, quando il prezzo è di 0, questo è il caso di, il prodotto è il gelato qui sopra. Quindi, il prezzo del cono gelato è rappresentato nella prima colonna, e la quantità di cono fornito è rappresentata nella seconda colonna.
Se si guarda, quando il prezzo è di 0, la quantità di cono fornita è di 0. La semplice logica qui sopra è che, se non c'è prezzo per il prodotto, il produttore non produrrà il prodotto, e non ci fornirà anche. Quando il prezzo è di 0,50 €, ancora l'offerta di quantità è di 0, può essere possibile, spiegare in questo modo che, se questo è il 0,50 il produttore non sta ottenendo la propria quota di profitto, o non è vantaggioso per loro l'offerta sul mercato, e questo è il motivo per cui non lo riforniscono. Quindi, uno è 0, un altro è 0,5. Quindi una comprensione da qui è che, quando non stanno ottenendo profitto rifornendo sul mercato, non si approvvigano sul mercato.



E il terzo caso, quando il prezzo del cono gelato è di 1 rupie, l'offerta di quantità è di 1 unità. E analogamente, quando il prezzo va in aumento da 1 a 1,5, da 1,5 a 2, da 2 a 2,5, da 2,5 a 3; e guarda la seconda colonna, l'input, la quantità di unità di fornitura di cono generalmente va in aumento, cioè da 1 a 2, da 2 a 3, da 3 a 4 unità e da 4 a 5 unità. Ora guardando alla base della legge di fornitura che il prezzo e la quantità di offerta sono positivamente correlati, anche in questo caso si può ottenere una prova di questo. Se c'è un aumento del prezzo, questo porta ad aumentare l'offerta di quantità, nel mercato. E questo è diventato evidente quando si discute di questo listino di fornitura. Quindi, questo è il caso del listino dei singoli fornitori.

Ora, se si dice, come si trova il listino dell'offerta di mercato, quando il numero delle aziende è più presente sul mercato. Supponiamo che ci siano due produttori, stanno producendo il cono gelato e lo riforniscono al mercato; assumendo il produttore e il venditore, sono la stessa entità.

Così, nella prima colonna c'è un prezzo, nella seconda colonna, l'offerta, la quantità fornita dal venditore A, la quantità di terza colonna fornita dal venditore B; e se si sta ipotizzando che in un mercato ci siano solo due fornitori, sommato l'offerta di quantità sia del fornitore A che B che ci darà l'offerta complessiva di mercato. Quindi, se si guarda, quando il prezzo è di 0, o il prezzo sono 0,5, l'offerta di mercato o l'offerta totale di mercato è pari al 0, perché nessuno del fornitore sta applicando il cono gelato quando il prezzo è di 0.

Analogamente, quando il prezzo aumenta da 0 a 0,5 a 1 a 3, se si guarda, sia i casi fornitore A che B, si aumenta l'offerta di quantità. E se si assume una sommatoria di fornitore A e fornitore B, ipotizzando che ci siano solo due fornitori sul mercato, l'offerta di mercato è rappresentata nell'ultima colonna e che è totale offerta di mercato del cono gelato, a diverso livello di prezzo in un determinato periodo; il periodo dato può essere di un mese, il periodo dato può essere una settimana, dato periodo può essere un anno. Quindi, generalmente, l'offerta di mercato è la quantità totale fornita da diversi venditori sul mercato, a prezzi diversi in un determinato periodo rappresentato attraverso l'offerta di mercato.