Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Teoria della domanda

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Manageriale Economia Prof. Trupti Mishra S.J. M. School of Management Indian Institute of Technology, Bombay Lecture - 15

Benvenuti al secondo modulo di Economia Manageriale, nelle precedenti 7 lezioni, stiamo discutendo dell'introduzione all'economia manageriale. E poi diversi strumenti e tecniche che come si fa, come si fa in generale il processo decisionale, e cosa è o cosa viene utilizzato per il processo decisionale. Così, il nostro secondo modulo è costituito da Theory of Demand, che parla di analisi della domanda, essenzialmente come la domanda sia legata alle altre forze di mercato, come il fornitore come porta all'equilibrio.

E si parlerà anche della diversa legge della domanda, sia che si tratti in termini di domanda, di domanda dei consumatori o in termini di utilità. Quindi, fondamentalmente questo modulo parla di tre argomenti, uno è l'analisi della domanda, il secondo è l'elasticità della domanda e il terzo è il comportamento dei consumatori.

Quindi, se si farà un rapido recap cosa abbiamo fatto nell'ultimo modulo, introduciamo l'argomento manageriale economico, come si è sviluppato a partire dall'economia del soggetto. Poi abbiamo discusso di pochi concept che usavano nel processo decisionale aziendale, poi abbiamo discusso degli strumenti e della tecnica per l'analisi economica e infine abbiamo discusso della tecnica di ottimizzazione. Ora, questo presente modulo il, se il focus è sulla domanda, l'offerta, l'equilibrio, come si svolge in genere l'elasticità della domanda e l'elasticità dell'offerta e infine, qual è la risposta del consumatore al cambiamento della domanda e del cambiamento dell'offerta, quello che discuteremo attraverso il comportamento dei consumatori.

Quindi, se si guarda che l'economia corre su di esso è mercato, e il mercato funziona su un certo principio di mercato, c'è posto di principio, c'è posto di leggi, su quella base in generale il lavoro di mercato. Quindi, il mercato funziona su un certo principio di mercato, e che governa il funzionamento del sistema di mercato, quindi in altre parole in genere lo chiamiamo meccanismo di mercato.

E lavorare su qualsiasi sistema di mercati, la base sempre sulla base delle leggi fondamentali del mercato; e le leggi fondamentali del mercato non sono altro che la legge della domanda e dell'offerta, perché la domanda e l'offerta sono le due forze di mercato, quelle indispensabili per il funzionamento del sistema di mercato. Così, quando si parla delle leggi fondamentali del mercato, si tratta di leggi di domanda e di leggi dell'offerta.

Così, nella sessione odierna, ci concentreremo di più sulla prima parte delle forze di mercato, cioè forze di domanda. Definiremo la domanda, discuteremo di cosa è la legge della domanda come funziona, poi discuteremo di un calendario di domanda in cui la curva della domanda è sostanzialmente tracciata, qual è la funzione della domanda, quali sono i fattori che influenzano la domanda e in quale scenario c'è un cambiamento o c'è un passaggio nella domanda.

Poi la seconda parte di questa sessione sarà sulle seconde forze di mercato, cioè le forze di approvvigionamento. Così, definiremo ciò che è l'offerta discuteremo la legge dell'offerta, poi si discuterà l'eccezione della legge di fornitura, in cui lo scenario generalmente la legge di fornitura non funziona mai come per regola o come per principio. Poi discuteremo di un listino di fornitura, parleremo di una curva di offerta, funzione di alimentazione, funzione di alimentazione tenuta da due variabili e il multivariabile. Loro parleremo dei fattori che influenzano l'offerta, e in quale scenario c'è un cambiamento o il passaggio nella fornitura.

E infine, guardando le forze della domanda e le forze di approvvigionamento, vedremo come l'equilibrio sia generalmente mantenuto nell'economia o nel mercato, quali sono le premesse in cui i casi, quando c'è un cambiamento della domanda, quando c'è un cambiamento dell'offerta. Come porta a disturbare l'equilibrio, se l'equilibrio diventa davvero disturbante o non c'è equilibrio di cambiamento, quali sono lo scenario che andiamo a studiare nell'equilibrio di mercato.

Così, partiremo dalla prima forza di mercato che è richiesta, e quando definiamo la domanda questo è sostanzialmente un rapporto che mostra la quantità del bene che i consumatori sono disposti e capacità di acquistare a vari prezzi per periodo, altre cose rimaste costanti. Quindi, qui se si guarda alle altre cose, che si tratti del reddito, che si tratti della situazione di mercato, che si tratti della previsione sul prezzo, tutte le altre variabili che ha un qualche dato dicono quando si tratta di chiedere il prodotto, tutte le altre variabili restano costanti. E il rapporto tra la quantità della merce o la quantità dei prodotti, e la può essere ad un prezzo tipico o a un periodo tipico che è generalmente richiesto.

Quindi, la domanda non è altro che, relazione che mostra la quantità di un bene che il consumatore è disposto e in grado di acquistare a vari prezzi per periodo, altre cose sono costanti. Quindi, se si guarda alla definizione ci sono due punti, uno è disposto a comprare e l'altro è la possibilità di acquistare il prodotto.

Quindi, se porterete avanti questo, poi specificatamente una domanda di merce dipende da tre precondizioni, la domanda si svolge quando il consumatore ha il desiderio di acquistarlo, quando il consumatore ha la volontà di pagarlo, e ha la capacità di pagarlo. Dunque, quello che è questo desiderio di acquisirlo, può essere che ci sono molti prodotti ciò che il consumatore è disposto a pagarlo o magari ha la capacità di pagarlo, ma fino a quel momento il consumatore non ha alcun desiderio di acquisire quel prodotto, non possiamo convertirlo in richiesta.

Perché, il consumatore deve desiderare il prodotto, il consumatore deve desiderare quel prodotto, poi solo può essere convertito in richiesta. I secondo criteri o la seconda precondizione sono la volontà di pagarlo, quindi se si guarda anche se il consumatore ha il desiderio di pagarlo, il desiderio di acquisire il prodotto, ha la capacità di pagarlo. Se non c'è la volontà di pagarla, la non può essere di nuovo parte della domanda, perché il consumatore non è pronto a pagare per il prodotto, in quel caso non possiamo convertirlo in richiesta.

Analogamente, la capacità di pagare per questo è strettamente sulla base del reddito, sia che ci sia un potere d'acquisto del consumatore sia presente o meno; se c'è un potere di acquisto dei consumatori è presente nel consumatore, allora il consumatore ha anche la capacità di pagarlo. Quindi, in questo caso se si guarda alle premesse sono tre i desideri per acquisirlo, la volontà di pagarlo, e la capacità di pagarlo. Quindi, che lei, se una di queste tre condizioni o una di questa precondizione non si fa, allora nella domanda non è possibile.

Anche se il consumatore ha la volontà di pagarlo, capacità di pagarlo, se il consumatore non ha desiderio di acquisirlo, non può essere convertito in o nella parte di domanda, se il consumatore non ha la volontà di pagarlo, poi ancora non può far parte della domanda. E se il consumatore non ha alcuna capacità in termini di denaro, in termini di pagamento o può non essere in grado di pagare il prodotto, allora di nuovo non può essere considerato come una domanda. Quindi, la domanda di merce implica che, il consumatore deve, il consumatore ha il desiderio di acquisirlo, la volontà di pagarlo, e la capacità di pagarlo.

Poi ci sono diverse tipologie di domanda, quindi si vedranno poche diverse tipologie di domanda, la prima è la domanda individuale e di mercato, la quantità di merce e individuale è disposta, e in grado di acquistare ad un prezzo particolare, nel periodo specifico dato il suo reddito di denaro, il gusto e i prezzi dell'altra merce, come ad esempio il sostituto è indicato come la domanda individuale della merce.

Così, individuo a in maniera molto semplificata la domanda individuale non è altro che, ciò che l'individuo è disposto a e in grado di acquistare ad un prezzo particolare, qualsiasi periodo specifico mantenga il suo gusto, mantenendo il suo prezzo, e anche guardando a cosa sono i prodotti sostitutivi e complimenti disponibili sul mercato. Quindi, qualsiasi consumatore, qualsiasi periodo di tempo specifico a diverso livello di prezzo o lo stesso livello di prezzo, qualunque sia la volontà e la capacità di pagarlo tipicamente la domanda individuale. Quindi, qui abbiamo se ci si introduce se ci sono due mandati qui sopra, quello che ha bisogno può essere un po' di spiegazione, uno è sostituto e il secondo fa i complimenti.

Quindi, una categoria in genere il sostituto potrebbe, un'altra categoria sono i beni dei complimenti. Prendete l'esempio del tè e del caffè, sono le merci sostituzioni perché, se osservate le persone se non sono molto specifiche sul tè o non molto specifiche sul caffè, consumano questo due prodotti intercambiabili; o hanno il caffè o hanno il tè. Quindi, tè e caffè quando un prodotto è sostituto di un altro prodotto, questo è generalmente noto come merce sostituente.

Allo stesso modo, se si guarda a benzina o a gasolio, di nuovo è il caso dei tuoi beni sostituzioni perché, un bene è sostituto dell'altro; similmente i complimenti sono uno, dove un prodotto non può essere consumato senza un altro prodotto. Quindi, se si prende il caso di nuovo zucchero di tè o di caffè o di latte di tè o di caffè, di nuovo sono il prodotto complementare, perché non si può consumare un prodotto senza un altro. Si prende l'esempio di supporre la benzina o il diesel auto, non si può eseguire l'auto senza benzina o senza diesel, quindi in questo caso possiamo dire che la benzina o l'auto e il diesel, sono i complimenti l'uno all'altro.
Allo stesso modo, se si sta arrivando alla voce alimentare, come se si prenda l'esempio del pane e della marmellata o del pane e del burro, di nuovo sono i beni complementari, perché si può il consumatore non può consumare una merce senza consumare un altro. Quindi, se il prodotto è indipendente, non dipende, il consumo del prodotto non dipende da nessun altro prodotto, in sostanza questo è il bene normale. Altrimenti, otteniamo un'altra due categoria di merci, una è sostituendo bene l'esempio tipico è di nuovo tè e caffè, e la seconda è la merce in omaggio, in questo caso una merce non può essere consumata senza consumare gli altri beni; l'esempio tipico ci prendiamo sempre se si tratta di auto a benzina, auto diesel, pane al burro o marmellata e pane.

Allo stesso modo, possono essere presenti numerosi esempi, dove possiamo dire che una merce non può essere consumata senza l'altro bene, quindi considerarlo tipicamente in caso di domanda individuale, indipendentemente dal bene sostituto, dai beni complementari, dai prezzi dei beni o dal gusto e dalla preferenza del consumatore. In qualsiasi momento specifico o in qualsiasi periodo specifico, qualunque sia la domanda del consumatore di merce tipica che diventa la domanda individuale.

Supponiamo, se si guarda a quella che è la vostra domanda di groceria al mese, cioè che diventa la quantità richiesta di un consumatore specifico in un mese specifico, corrispondenti i prezzi dei diversi articoli del paniere della groceria. La seconda è la domanda di mercato, la domanda di mercato è la quantità totale che tutti i consumatori della merce sono disposti e in grado di acquistare ad un determinato prezzo per unità di tempo, dato il loro reddito di denaro, il loro gusto, i prezzi dell'altra merce si fa riferimento alla domanda di mercato della merce.

Così, in questo caso se si guarda, le altre cose rimangono costanti, il prezzo è costante, il reddito è costante, il gusto al consumatore in quel periodo tipico è costante; i prezzi dell'altra merce, che si tratti di sostituzioni, sono costanti. E dato tutto questo la quantità totale, quello che tutti i consumatori stanno consumando in un periodo temporale specifico che diventa la domanda del mercato.

Quindi, se si prende un esempio semplice, può essere possibile prendere un caso di quanto una tazza di caffè prenda durante un giorno, per un totale di tutte le quantità al giorno, al mese che è la tua singola richiesta mensile di tazza di caffè. Ma, quando si tratta del venditore di caffè per lui, non è sempre la domanda individuale, quello che si consuma il consumatore o quello che consumano due consumatori, per questo è che mensile quanta unità di caffè che il venditore sta vendendo è la domanda del mercato.

Quindi, se il prezzo di mercato del caffè è di 6 rupie, e tutto l'individuo al prezzo di 6 rupie qualunque cosa consumano in un mese che diventa la domanda di mercato. Quindi, qui il prodotto è il prezzo del caffè è fisso, il consumatore qualunque cosa consuma durante tutto il mese, quindi in un periodo specifico su base mensile, prezzo del caffè dato al 6, tutto il consumatore qualunque sia la quantità di caffè, consumano che consistono nella domanda del mercato. Così, in un certo senso possiamo dire la somma totale di tutta la domanda individuale in un determinato periodo di tempo, in un prezzo specifico che diventa la domanda di mercato del prodotto.

Passiamo alle seconde tipologie di domanda che sono le imprese della domanda e della domanda del settore, la quantità di ditte che possono essere vendute ad un prezzo scontato, gli straordinari sono noti come la domanda del prodotto delle imprese. E la somma della domanda di prodotto di tutta l'azienda del settore si riferisce alla domanda di mercato o alla domanda di industria del prodotto. Quindi, è se si guarda, di nuovo è il caso delle stesse differenze tra la domanda individuale e la domanda di mercato.

Ora, qual è la differenza tra azienda e industria, l'industria è somma totale del numero di ditte, l'azienda produce anche un prodotto stesso e l'industria nel suo insieme producono anche lo stesso prodotto. Quindi, la quantità del prodotto che viene richiesto per la ditta di provenienza dall'azienda tipica che è diventata il prodotto delle imprese; e qual è la somma totale della domanda per tutte le aziende di tutta l'industria che diventa la domanda del settore.

Così, ancora possiamo spiegarlo usando lo stesso concetto che, somma totale di tutte le ditte prodotto ad un determinato prezzo, in un determinato periodo è costituito dalla domanda di mercato o dalla domanda di industria del prodotto. Perché, se si guarda all'impresa non è altro che, il sub può essere la parte dell'industria o dell'industria non è altro che, la somma totale di tutte le aziende del settore. Così, anche qui di nuovo la differenza tra il prodotto fermo e quello industriale è, ferma è la singola unità produttiva, e l'industria è la somma totale di tutte le ditte che stanno producendo lo stesso prodotto.

Il terzo tipo di domanda è la domanda autonoma o la domanda derivata, quindi la domanda autonoma o la domanda diretta di una merce è unica, che ne deriva è propria dal naturale desiderio al consumatore acquistare una merce. Questo tipo di domanda l'indipendente dalla domanda dell'altra merce, quindi la domanda autonoma è che non ci sono forze che guidano la domanda, generalmente deriva dal naturale desiderio di consumare o naturale desiderio naturale di possedere una merce o possedere un prodotto.

Tuttavia, se si guarda alla domanda derivata, la domanda di merce che nasce dalla domanda di altra merce che è quella denominata come prodotto principale, che ha richiamato in genere la domanda derivata. Così, in questo caso la domanda di questo prodotto, generalmente proviene dalla domanda dell'altro prodotto. Quindi, se si prende specificamente qual è la necessità dell'agricoltura o qual è la necessità di terra o quali sono le necessità di fertilizzante? Hai bisogno di terra, hai bisogno di fertilizzante, hai bisogno di strumento agricolo per la vendemmia e questa è sempre una domanda derivata, perché loro quelle commodities hanno richiesto a causa della domanda di cibo.

Perché l'agricoltura si fa, perché c'è una domanda di cereali, e la domanda di grano deriva dal fatto che c'è una domanda di cibo; e questo porta a chiedere il grano, che porta a chiedere terreni, che porta a chiedere fertilizzante, e che porta a chiedere strumenti agricoli. Quindi, che la differenza di base tra la domanda autonoma e la domanda derivata sia, la domanda autonoma è indipendente può accadere solo quando il consumatore ha il desiderio di desiderarlo, la volontà di pagarlo o la capacità di pagarlo, mentre la domanda derivata è quando deriva dalla domanda dell'altro prodotto.

Quindi, se si può collegare questo due questo questo può essere anche come un prodotto, che non è diretto piuttosto si tratta di una domanda indiretta o può essere la domanda derivata. Perché, la domanda si svolge per l'ennesimo prodotto che porta a prendere a quale necessità, che porta alla domanda di questo prodotto tipico. Quindi, la autonoma è diretta, e la domanda derivata arriva sempre dalla, domanda per l'altro prodotto.

La prossima categoria di tipi di domanda arriva è la domanda di beni durevoli e i beni non durevoli. I beni durevoli sono quei beni per i quali l'utilità totale o l'utilità non è esaustiva nel breve periodo, tali beni possono essere utilizzati ripetutamente in un periodo di tempo. Quindi, si tratta di una sorta di merci non deperibili, che possono essere usate sempre e ancora, il consumo può essere ripetuto e l'utilità o l'utilità del prodotto non è con un consumo di un tempo.

Quindi, i beni durevoli sono quelli, generalmente l'utilità del prodotto come un tempo di vita specifico e non è nel breve periodo. E il bene non durevole è sostanzialmente il bene deperibile, dipende in gran parte dai prezzi correnti dei consumatori, dal reddito dei consumatori e dalla moda, è anche soggetto a frequenti cambiamenti. Come se si osservasse la domanda di beni durevoli, potrebbe trattarsi di un veicolo, può essere un veicolo, che se si guarda e sono utilità o la loro utilità non passa mai dalla notte o non è per la corsa breve, piuttosto l'uso per i beni durevoli tipici per la lunga vita.
Se si prende l'esempio di un frigorifero, se si prende l'esempio di un computer, se si prende un esempio di un televisore, nello specifico il loro tempo di vita non è breve il loro tempo di vita è lungo, almeno va per 5 anno, 10 anni, 15 anni e qualche tempo in più. Quindi, la domanda di questi beni è sempre diversa dal bene non durevole, il bene non durevole è uno, perché dove l'utilità o l'utilità della merce va insieme al consumo. Così, una volta consumato il bene si consuma, l'utilità di utilità va con quella, quindi la pertain richiesta è che c'è una variazione della pertana della domanda, tra il bene durevole e i beni non durevoli.

Come quando c'è un cambiamento, quando c'è bisogno di cambiare i beni durevoli, quando si sente che, se lo si usa già da 5 anni, lo abbiamo già usato per 10 anni, ci si sta facendo bene. Può essere se si sta ottenendo una buona offerta di scambio, se si sta ottenendo un buono può essere sconto, si sente sempre di aver già usato questo prodotto per più di 10 anni, più di 15 anni. E se sto ottenendo un buon valore di rivendita, e qualche sconto sul nuovo valore, allora lo faccio o quando la tecnologia cambia, quando la moda cambia insieme a quella della domanda per il cambiamento dei beni durevoli.

Se si guarda la televisione nello specifico, potrebbe essere precedente era solo uno schermo normale, poi siamo arrivati all'età di grande schermo, e poi ora se si tratta di un caso di LED e LCD. Così, in questo caso la domanda cambia, quando si ottiene un nuovo prodotto, quando il cui termine potrebbe essere il cambiamento della tecnologia, il cambiamento dell'aspetto o il cambiamento su tutto il prodotto, quando c'è un nuovo prodotto viene lanciato.



Ma, in caso di bene non durevole come si prende l'esempio di cui è breve può essere vegetale è la forma estrema di bene non durevole, come quello che usiamo come i panni, quello che usiamo quotidianamente può essere una penna, forse è un libro di nota, è forse da caseificio. Quello che lei, ciò che campiamo frequentemente, perché l'utilità che va con un arco brevissimo, qualunque sia l'utilità del prodotto che va come, se si prende l'esempio di una penna a sfera fino a quel momento in cui ci si trova, quindi può essere di 10 giorni, può essere di 20 giorni, può essere di 1 mese, può essere di 2 mesi. Quindi, l'utilità del prodotto è breve, e dobbiamo cambiarla quando c'è il requisito, o quando c'è un cambiamento del prezzo, quando c'è un cambiamento di moda e quando c'è un cambiamento di reddito.

Come è legato al cambiamento del prezzo, può essere se il prezzo attuale ottiene dei cambiamenti, se stiamo ottenendo qualcosa di merce a prezzo più basso, lo si offre sempre, e perché questo è anche un prodotto a basso valore rispetto ai beni durevoli. Allo stesso modo, se si guarda alla moda, come se cambiassimo i nostri schemi di tessuto sulla base della moda, sentiamo che questo è superato e non me ne consumero più.

In quel caso di nuovo la domanda arriva laggiù, perché c'è un cambiamento di moda e nessuno usa il prodotto ormai superato, tutti optano per l'utilizzo per quello che arriva nuovo sul mercato. Quindi, ecco il motivo, l'utilizzo di beni durevoli e non durevoli generalmente diversi, e che porta alla variazione del modello di domanda di modello di domanda di beni durevoli e non durevoli.

L'ultima categoria quello che abbiamo discusso sui tipi di domanda è, a breve termine e la domanda a lungo termine. Quindi, la domanda a breve termine si riferisce alla domanda di beni su un breve periodo, mentre la domanda a lungo termine fa riferimento alla domanda che esiste in un lungo periodo di tempo. Così, in questo caso, ancora una volta possiamo collegarlo alla nostra richiesta di beni durevoli e non durevoli.

Generalmente i beni durevoli sono la domanda a lungo termine, perché la domanda che esiste in un lungo periodo di tempo, e la domanda per la merce in un breve periodo o possono essere di nuovo potete collegarlo, perché se è utilità è meno, potrebbe essere lei a utilizzarlo e si tratta di una domanda a breve termine, perché la vostra prossima domanda è altra cosa. Ma, la domanda a lungo termine è di nuovo quello che si usa quotidianamente, cioè che di nuovo si può collegare in quel modo la domanda di lunga durata.

Ora, discuteremo, cos' è la legge della domanda? Come si discute fin dall'inizio che, le forze di mercato governa dalle forze della domanda; sulla base di un certo principio, sulla base di alcune leggi così, in questo caso vedremo quale sia la legge della domanda. Quindi, la legge della domanda la base è il rapporto tra prezzo e quantità richiesto, e questo è generalmente noto come legge economica che, come il prezzo e la quantità sono legati tra loro. La quantità di una merce richiesta per periodo, si riferisce inversamente al prezzo altro costante, quindi la legge della domanda dice che, c'è un rapporto inverso tra il prezzo e la quantità richiesto, altre cose rimaste costanti.

E quali sono le altre cose qui, le altre cose qui sono i fattori che quelli condizionano la quantità richiesta per il prodotto. Quindi, mantenendo costanti tutti gli altri fattori, che influiscono sulla quantità esibita, la quantità di buona inversa legata al prezzo in un periodo tipico. Allora, la legge della domanda dice che c'è un rapporto inverso tra il prezzo e la quantità richiesto, altre cose rimaste costanti.

Quindi, ogni qualvolta ci sia un aumento del prezzo, la quantità richiesta supponeva di diminuire, e ogni qualvolta si registrasse una diminuzione del prezzo, la quantità richiesta supponeva di aumentare ipotizzando che tutte le merci siano merci normali. Allora, la legge della domanda dice che, c'è un rapporto inverso tra il prezzo e la quantità richiesto, ipotizzando che tutte le merci siano buone e tutte le altre cose rimanano costanti. Ma in pochi casi c'è se si trova la legge della domanda non regge bene, ci sono poche eccezioni in cui la legge della domanda non può essere pratica, o la legge della domanda non regge bene.

L'esempio è quello di Giffen merci, quindi fino a quel momento abbiamo introdotto tre tipi di merci, se si guarda uno è merce normale, la seconda è il bene sostituente e la terza è merce complementare. Quindi, questo un tipo di bene diverso che è la merce Giffen, a volte questo è anche noto come il bene inferiore, oppure si può dire che si tratta di un caso specifico di bene inferiore, si tratta di beni di Giffen che entrano in scena.

Ora, quello che è un bene di Giffen, un buono Giffen è uno in cui la gente paradossalmente consuma di più come l'aumento del prezzo che viola la legge della domanda; quindi nel caso di Giffen bene, la legge della domanda non regge bene. Perché, una volta che il prezzo aumenta per questo prodotto, in genere le persone ne consumano di più, ma quello che ci dice la legge della domanda, la legge della domanda ci dice che ogni qualvolta ci sia un aumento del prezzo del prodotto, generalmente la quantità richiesta per quel prodotto diminuisce.

Quindi, in questo caso lo schema non è tale, perché ogni qualvolta ci sia un aumento del prezzo, c'è un aumento della quantità richiesto anche. E questo è il motivo per cui diciamo che, questo non è un bene normale, questo è un bene Giffen; e in caso di Giffen buona legge della domanda non regge bene.

Quindi, c'è un, quindi sullo sfondo c'è una storia a questa merce di Giffen, come entrano in scena i beni di Giffen e come la legge della domanda non regge bene in caso di beni Giffen. Così, durante la fame di patata irlandese nel 19 secolo, patata dove il considerare come il bene di Giffen, e la patata dove la più grande staffetta della dieta irlandese, così come il rialzo dei prezzi ha avuto un grande impatto sul reddito. Le persone si sono ampliate tagliando fuori su beni di lusso come carne e verdura, invece di acquistare più patata quindi, visto che il prezzo della patata aumenta, così ha fatto la domanda.
Quindi, se si guarda a quello che è il cestino di consumo dell'irlandese, in quel periodo del 19 secolo il cestino di consumo o il loro cestino alimentare sono costituiti da patate, carne e verdura, ma essendo la patata è la dieta stoffa, la composizione della patata in più nel paniere alimentare; gli aumenti di prezzo per la patata, non c'è alcun cambiamento nel reddito del consumatore. Quindi, in questo caso quello che faranno il consumatore, dato che la patata è la dieta stafilococco, hanno bisogno di avere la stessa quantità, anche se c'è un aumento del prezzo.

Così, in questo caso consumatore quello che hanno fatto, hanno iniziato a tagliare la spesa per carne e vegetale, che si considera il superiore nel cestino alimentare, e hanno comprato più patata, perché la patata è la dieta stafilococco, anche se i prezzi aumentano ancora devono consumare la stessa cifra. Quindi, la spesa dagli altri articoli superiori, dal cestino di consumo tagliato, cioè carne e vegetale, e gli stessi stessi soldi vengono deviati nella patata.

E in questo caso il prezzo della patata aumenta, e anche la domanda perché, anche se il prezzo aumenta ancora le persone che ne acquistano di più, che è di nuovo una che è di nuovo l'eccezione alla legge della domanda, dove l'ogni qualvolta c'è un prezzo negli aumenti di prezzo che porta a diminuire nella quantità esibita. Quindi, si tratta di un caso, in caso di beni di Giffen il prezzo aumenta e insieme a quello richiesto aumenta anche il quantitativo richiesto, e questo porta ad eccezione della legge della domanda.

La seconda è l'effetto Veblen e questo in genere introduce il concetto di consumo contemporaneo e lo status in cerca. Se si guarda alla nostra vita quotidiana, capita anche che se qualcosa è costoso lo sentiamo sempre, questo è buono perché, c'è la percezione che il, se c'è un aumento dell'aumento del prezzo di esso, generalmente deve essere buono. Che si tratti di un prodotto di designer, se i suoi gioielli, che si tratti di un essere accessori di designer, sentiamo sempre che se ne stanno ricaricando di più deve essere una buona qualità.

Quindi, i consumatori hanno la percezione che, se il prezzo è stato addebitato premium, allora la qualità è buona e il prodotto è buono e questo è generalmente noto come effetto Veblen. Quindi, in questo caso anche se c'è un aumento del prezzo, la gente si sente sempre che, se c'è un aumento del prezzo, penso che ci sia un aumento della qualità e che generalmente lo spingono. E anche questo è considerato come il controllo dello status, se il consumatore è consumato qualche prodotto ad alto prezzo, porta sempre al controllo dello stato, e in questo caso di nuovo la legge della domanda non è applicabile.

Quindi, qual è la percezione qui sopra, più è costoso che queste commodities diventino più alta il loro valore come simbolo di stato, e da qui la maggiore la domanda per loro. Quindi, se è più costoso sentono che è di nuovo, come valore di un simbolo di stato, e sentono che è una buona qualità attaccata, e la c'è una domanda più grande. Quindi, la domanda di importo di questa merce aumenta con un aumento del loro prezzo, e diminuiscono nella loro diminuzione con il loro prezzo.

Quindi, in questo tipicamente per questo tipo di prodotto, quando c'è un aumento del prezzo che porta ad aumentare nella quantità esigente, e quando c'è una diminuzione del prezzo che smettono di consumare questo o diminuiscono i consumi. Ipotizzando che trattarsi di un prodotto a prezzo inferiore, non vi sia alcuna qualità ad esso collegata o non vi sia alcun valore o lo stato ad esso collegato. Quindi, si tratta di se si guarda in questo caso, tipicamente questa è la percezione del consumatore che i beni di alto valore sono di migliore qualità, e lo porta link ad anche lo status.
Mentre, il bene a basso valore anche se può essere buono, ancora la percezione è che i prodotti a basso valore da quando, non è su un segmento superiore, è sempre un, è sempre un prodotto inferiore rispetto ad altro prodotto, e generalmente ne diminuisce il consumo per esso. Così, in caso di beni Veblen o incaso di effetto Veblen, di nuovo la legge della domanda non regge bene, e il prezzo e la quantità richiesti non sono correlati inversamente.

Ci sono un'eccezione in più che è legge della domanda, cioè in caso di previsione o potrebbe essere aspettativa di variazione del prezzo della merce. Quindi, se il prezzo va ad aumentare, se c'è un'aspettativa, se c'è una previsione che il prezzo aumenti, le persone che acquistano più la domanda aumenta. E se il prezzo si ridurrà in futuro, questo porta a diminuire il consumo a questo movimento.

Quindi, a volte la loro previsione, quando c'è una previsione la legge della domanda non funziona il, quindi se si guarda prima del budget, se avete visto persone che prevedono o persone fanno una previsione che dopo il budget, il prezzo di questo aumenterà, il prezzo di questo va a diminuire. Il che porta ad un qualche disturbo nel processo decisionale o qualche disturbo nei modelli di consumo, per il modello di domanda dei consumatori per merci diverse. Se il prezzo va ad aumentare, il consumatore sente che ok mi faccia comprare di più, quindi anche se il prezzo è su un lato più alto, ancora il consumatore acquista di più.

E se il prezzo va a diminuire, il consumatore anche se il prezzo rimane costante ancora il consumatore sta consumando meno, ipotizzando che quando il prezzo va da un lato inferiore consuma di più. Simile, se si guarda se la previsione è rel