Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Twentieth-Century Fiction Prof. Avishek Parui Department of Humanities and Social Sciences Indian Institute of Technology, Madras Collezione - 59 I giocatori di scacchi - parte 4 (Riferimento Slide Time: 00.13)

Quindi, ciao e benvenuti a questo corso NPTEL dal titolo Twentieth Century Fiction. Stavamo guardando la breve storia di Munshi Premchand, The Chess Players. Così, concluderemo questa storia con questa particolare sessione. Siamo appena arrivati alla fine della storia e basta toglierlo da dove abbiamo lasciato l'ultima volta che è dove i due uomini, Mirza e Mir giocano a scacchi fuori dal regno. Così, sono sulle frange del regno, hanno trovato decrepito che conosci una moschea abbandonata dove trovano alcuni che conosci la sicurezza e qualche sicurezza e privacy per giocare la partita a scacchi.
E, ovviamente, il gioco degli scacchi è una deviazione di distrazione da qualsiasi normale dovere che si dovrebbero svolgere come Jagirdars come padroni di casa. E, anche il più grande sfondo politico è interessante perché questo è il punto in cui l'esercito, l'esercito della Compagnia delle Indie Orientali sta marciando in - stanno per imboccare il regno e eppure i due uomini sono completamente obliati al fatto che il regno sta per perdersi che ci sarebbe stato un cambio di paradigma, un'acquisizione di potere e sono ancora assorbiti in questo gioco di scacchi. Ecco, questo è il punto in cui ci siamo lasciati l'ultima volta. Torniamo a questo e finiremo la storia in questa lezione.
Allora, questo dovrebbe essere sul tuo schermo - Un giorno entrambi gli amici giocavano a scacchi seduti nella moschea decrepita. La posizione di Mirza era alquanto debole. Mir sahib lo stava minacciando con assegno dopo il controllo. Nel frattempo, hanno visto passare i soldati della Compagnia. Era l'esercito di gora; l'esercito di gora è un esercito bianco, l'esercito dell'uomo bianco che si trasferisce verso Lucknow per catturare la città. Mir sahib ha detto che l'esercito inglese sta avanzando. Dio sia gentile. Mirza ha detto, che venga. Controllo. Salva il tuo re. Guardiamo. Restiamo in un angolo. Fallo dopo. Che fretta c'è? Controllo.
Quindi, di nuovo intendo guardare la totale mancanza di interesse che queste persone hanno in generale. L'esercito sta arrivando a prendere il sopravpasso, ci saranno, perderanno tutto; le loro famiglie, il loro reddito, la loro ricchezza, la loro proprietà tutto andrà all'esercito e tuttavia non possono essere disturbati a lasciare il gioco degli scacchi e almeno guardare cosa sta per accadere lasciar perdere o resistere.
Anche loro hanno l'artiglieria. Ci devono essere circa 5000 uomini. I loro volti rossi come le scimmie! Uno ha paura di guardarli. Così, di nuovo l'avversione dell'esercito è indicata dall'allusione alle scimmie e alle rosse come scimmie. Così, lì entra l'esercito rosso, sembrano scimmie, non sono come gli esseri umani. Quindi, è ovviamente, una metafora racializzata, ma è interessante che sia il razzismo invertito in qualche senso qui sopra, è una persona non bianca che guarda la persona bianca che lo chiama scimmia. E, che diventa ovviamente, un puntatore all'oterità si conosce l'oterità culturale, l'oterità politica, l'oterosità dermatologica.
(Riferimento Slide Time: 02.44)

Uno ha paura di guardarli. Così, il senso di paura che si crea che è stato creato che è stato generato dall'arrivo dell'esercito diventa importante qui. Janaab, non fare scuse. Non usare questi riusi. Controllo. Quindi, stanno avendo questo, stanno cominciando a cadere adesso perché uno di loro sta dicendo che sai che Mirza sta dicendo che sai che dovremmo giocare a questa partita di scacchi e quello che Mir sta dicendo è guardare il re, guardiamo l'esercito in arrivo, stanno per prendere il re e hanno cominciato a cadere su questo particolare argomento.
Sei uno strano uomo. Ecco la città è, qui la città è in pericolo e si sta pensando solo a controllare e accoppiarsi. Hai pensato come andremo a casa se la città è assediata? Quindi, questa è la domanda più razionale, questa è la risposta più razionale che si potrebbe avere in questo momento, ma ovviamente è troppo tardi nella giornata per pensare a una rappresaglia razionale. Allora, uno di loro in realtà si chiede di sapere davvero che quello che succederà la città è assediato possiamo davvero tornare a casa se l'esercito riprende l'esercito rosso prende in carico l'intera città.
(Riferimento Slide Time: 03.46)

Vedremo quando sarà il momento di andare. Eccome qui. Un controllo. E compagno. Quindi, ancora tutta l'idea è quella di tornare al gioco e non guardare fuori cosa sia in termini di ciò che accade nel clima politico. L'esercito ha marciato via. Erano le 10 in punto. È stato creato un nuovo gioco. Così, anche loro e finiscono in realtà il gioco precedente e impostano un nuovo gioco dopo aver visto entrare l'esercito. Quindi, questo ovviamente, è l'indicazione della totale incallita che si esibisce come soggetti politici.
Mirza ha detto, Dove vogliamo mangiare? E'una giornata di rozza oggi. Ti senti molto affamato? È un giorno di digiuno. Oh, no. Dio sa cosa sta succedendo in città! Tutto deve essere come di consueto. La gente deve aver mangiato e dormirebbe pacificamente. Nawab sahib deve divertirsi nel suo harem. Così, questa è una foto generale di Lucknow, tutti mangiano e dormono pacificamente, il Nawab si diverte nel suo harem tutto di nuovo a indicarci stili di vita molto edondanti.
Entrambi hanno messo in piedi un altro gioco. Erano tre nel pomeriggio. Questa volta la posizione di Mirza era tremenda. Il campanile delle quattro suonava mentre sentì il suono del ritorno dell'esercito. Nawab Wajid Ali shah era stato catturato e l'esercito lo stava scortando verso la meta sconosciuta. Intendo dire che alla fine sarà inviato a Calcutta ed è lì che sarà deportato, ma questo è un momento in cui viene tolto Lucknow e questi tre uomini stanno solo guardando l'esercito tornare con il Nawab.
Quindi, storicamente non c'è stata nessuna ritorsione nemmeno se date un'occhiata al film di Satyajit Ray, lo troviamo anche lì, c'è zero resistenza offerto dall'esercito del Nawab. Così, gli inglesi entrano e lo portano via senza spargimenti di sangue.
Non c'era nessuna commozione in città, e nessun combattimento. Niente spargimento. Da nessuna parte il re di un paese libero sarebbe stato vanificato così silenziosamente, si sa senza spargimento di sangue. Non era il tipo di non violenza che farebbe piacere agli Dei. Era una forma di vigliacca che su cui anche grandi coetanei avrebbe versato lacrime. Quindi, questo è un atto di vigliacche. Non era come una profonda non violenza filosofica, la non violenza di Gandhian che farebbe piacere agli Dei o ad un qualche attributo metafisico di ritenuta, non era questo. Era puramente un atto di codardia completa mancanza di resistenza, una totale mancanza di spina dorsale e che sostanzialmente si sta rimettendo contro questo imponente esercito degli inglesi.
Il re di un vasto paese come Awadh veniva cacciato via come prigioniero, e la città di Lucknow dormiva pacificamente. Questo era nether che fu la nevi della caduta politica. Il fondo la posizione più bassa della caduta politica, il nadir delle declinazioni politiche. Tutto è crollato fino al punto più basso concepibile in termini di prestigio politico, in termini di autorità politica, tutto arriva a un fine che si è concluso.
E, il narratore ovviamente, ci dice chiaramente che questo era un atto di vigliaccheria da nessuna parte nella storia di un paese libero era il re portato via così pacificamente senza alcuna resistenza di alcun tipo. Allora, questo è un atto di vigliacche e la città di Lucknow dormiva pacificamente. Nessuno è stato addirittura infastiito in termini di controllo su quanto sta accadendo politicamente così, gli inglesi si accontrianno della regola dell'azienda sta per svolarsi a Lucknow senza che nessuno lo resiste.
(Riferimento Slide Time: 06.55)

Mirza ha detto, I tifoni, i tiranni hanno catturato il sahib Nawab. Non mente. Salva il tuo re e questo diventa una dichiarazione molto ironica perché il tuo re qui sopra si riferisce ovviamente al pezzo di scacchi del re a bordo. E, questo è diventato che è un problema centrale in questa particolare storia che non ci sono attenzioni date al vero re esterno e tutta l'attenzione è su un re proxy, il re di scacchiera, il re del gioco.
Quindi, c'è ovviamente, è un riflesso molto triste della priorità di queste persone. Quindi, loro, la loro priorità è interamente concentrata sul risparmio dei pezzi di scacchi e salvando il paesaggio ludico piuttosto che il vero paesaggio politico. Così, il vero paesaggio politico diventa meno importante di un paesaggio ludico. Il paesaggio ludico, il paesaggio giocoso di procrastinazione, assorbimento, narcisismo, indulgenza. Quindi, questo diventa più importante che diventa più degno di protezione piuttosto che il vero paesaggio politico che si conosce ovviamente, costituito da cose reali, cioè economia, soggettività politica etcetera ok.
Salva il tuo re. Aspetta un minuto, janaab. Al momento non riesco a concentrarmi. Il povero Nawab sahib deve stravolgere lacrime di sangue. Dovrebbe. Non godrà l'azienda che gode di questi lussuosi lì. Controllo. Tutti i giorni non sono uguali. Che situazione dolorosa. Questo è vero. Ecco, controllare di nuovo. Ora, è compagno. E non c'è nessuna fuga per te.
Insomma, intendo guardare il modo in cui ci sono paralleli che possono essere tracciati tra il gioco degli scacchi e la caduta politica allo stesso tempo. Così, un re sta per essere catturato nella bacheca, nel panorama degli scacchi, l'altro re è, è stato catturato già. Così, i due re paralleli l'uno all'altro in termini di previsione politica e la previsione ovviamente, diventa politica oltre che una sorta di psicologico qui sopra.
Per Dio sei così crudele. Lei è sconvolta anche dopo una così grande calamità. Oh, povero Wajid Ali Shah! Prima si salva il proprio re. Mourn per Wajid Ali Shah in seguito. Ecco il controllo e il compagno. Dammi la mano. Giusto. Così, ancora la priorità è stabilita abbastanza chiaramente qui. Allora, prima dovreste piangere la morte del vostro re degli scacchi piuttosto che infastidire il re più grande in un clima politico, Wajid Ali Shah e questo è qualcosa di cui si sa che può pensare più tardi. Ancora, la stessa politica di procrastinazione è in gioco qui.
L'esercito ha marciato con il re come loro prigioniero. Mirza ha posato un altro gioco non appena se ne sono andati. La sconfitta è sempre dolorosa. Mir ha detto, Avanti, cantiamo un'eleganza per piangere la caduta di Nawab sahib. Ma la fedeltà di Mirza al re era scomparsa con la sua sconfitta. Era stato piegato a vendicarsi di diritto.
Così, ancora il senso di vendetta, un senso di vendetta arriva qui solo perché il re degli scacchi è stato vanificato non perché il vero re è stato catturato a destra. Così, uno di loro il vincitore della partita a scacchi, sceglie di cantare una canzone a lutto, elegge per il vero re mentre, la persona che è stata sconfitta sta pensando ad un modo per vendicarsi nella scacchiera. Quindi, l'intera economia erotica, l'intera economia libidinale, l'intera economia mascolinista è diretta verso una scacchiera qui sopra piuttosto che il vero regime politico fuori e questo è il crudo della storia in qualche senso.
Era sera. Nelle rovine i pipistrelli avevano iniziato a fluttuo e a gridare. I rondini erano tornati ai loro nidi, ma i due giocatori stavano ancora giocando, come se due guerrieri assetati fossero impegnati in un combattimento mortale.
(Riferimento Slide Time: 09.50)

Mirza aveva perso 3 partite successive e anche il quarto non sembrava andare per la sua strada. Stava giocando con la determinazione e la cautela, ma ogni volta ogni volta qualche mossa in qualche modo ha sbagliato e indebolito la sua posizione. Il suo desiderio di vendicarsi per vendicarsi è stato affilato con ogni sconfitta. D'altra parte, Mir sahib stava scoppiando in ghazals, e stuzzicava Mirza sahib, come se avesse scosso un tesoro segreto. Mirza sahib era irritato ma avrebbe otturato parole di lode per Mir sahib per superare il suo imbarazzo.
Ma siccome la sua posizione si indebolì progressivamente stava perdendo la pazienza, tanto che cominciò a cominciare a perdere il controllo su se stesso. Ora non cambiare più la tua mossa e di nuovo. Che cosa è questo? Non si fa un non fare una mossa e poi cambiarla. Fai la tua mossa solo una volta. Non toccare un pezzo a meno che non lo muovi. Si sta prendendo troppo tempo. Questo è contro le regole. Se qualcuno fa più tempo più di 5 minutes minuti per fare una mossa dovrebbe essere trattato come il perdente. Ora hai cambiato di nuovo la tua mossa. Si prega di riporre il pezzo.
Quindi, l'irritazione è molto evidente. Mirza sta diventando sempre più irritato perché sta perdendo contro un tratto è in un ruolo di perdente e ora lo prende in qualche altra forma di irritazione. Così, parla delle regole del gioco, parla di Mir che si prende troppo tempo, parla di come le cose dovrebbero essere cambiate, parla di come una volta che tocchi un pezzo non puoi spostarlo di nuovo. Così, la sua frustrazione sta uscendo e guarda ancora il modo in cui l'intera frustrazione e l'intera agonia, l'intero senso di vincere e di perdere è tutto racchiuso e delimitato all'interno di questa cosa di scacchiera, ma nulla fuori dalla scacchiera li disturbano affatto.
Il vazir di mir sahib stava per essere preso. Ha detto, non mi sono ancora mosso. Hai fatto la tua mossa. Si prega di rimettere il pezzo dove si trovava. Perché dovrei rimetterlo? Non l'avevo mai lasciato andare dalla mia mano. Questo è il punto in cui inizia ad agitarsi nella storia. Se non si lascia andare il tuo pezzo fino all'eternità, vuol dire che non l'hai spostata? Ora quando il tuo vazir viene preso, hai iniziato a imbrogli. Sei tu che imbrogli. Vincere o perdere è per fortuna. Nessuno vince imbrogli. Poi, sei stato checkmato in questo gioco.
(Riferimento Slide Time: 11.46)

Perché sono stato checkmato? Ok, poi sostituisci il posto nello stesso pezzo nella stessa piazza. Quindi, questo si fa sempre più arrabbiato, questo scambio si fa arrabbiare e sempre più curdo.
Perché? Non lo farò. Perché no? Si dovrà. I tempers erano in aumento. Entrambi non erano disposti a cedere. Poi l'argomento ha preso una piega diversa. Mirza ha detto che avresti conosciuto le regole se qualcuno avesse giocato a scacchi nella tua famiglia. I tuoi antenati erano prati. Come hai potuto imparare a giocare a scacchi? La nobiltà è qualcosa di diverso. Uno non diventa nobile solo ricevendo un jagir.
Ora, gli attacchi diventano personali. Così, Mirza ha detto a Mir che sai come faresti a conoscere una partita a scacchi perché sai che la tua antenata non aveva niente a che vedere con la nobiltà, sei appena diventato un jagirdar di ripresa appena ottenuto qualche terra ed è così che la tua pretesa di fama e fortuna è. Nessuno in antenati aveva alcun senso di nobiltà per niente. Quindi, appartengo ad una classe superiore. Allora, conosco una partita a scacchi perché è gestita che corre nelle mie vene, ma nessuno ha mai giocato a scacchi nella tua famiglia prima.
Così, potete vedere come il gioco degli scacchi qui improvvisamente diventa il marcatore di prestigio. Diventa un marcatore di classe, un marcatore di aristocrazia, un marcatore di voi conosce qualche grado di indulgenza che è disponibile solo per l'aristocrazia. Quindi, chiunque non abbia l'indulgenza significa che viene tagliato da quell' accesso all'aristocrazia l'accesso all'agenzia.
Cosa? È la tua famiglia che deve essere stata una taglierina. Nella nostra famiglia abbiamo giocato a scacchi da generazioni. Oh lascia. Hai passato la vita a lavorare come cuoco a Gazi - ud - din. Diventare un nobile non è uno scherzo giusto. Così, di nuovo ora i segreti sono fuori, si attaccano a vicenda in fronti personali, e si attaccano a vicenda a voi sanno in termini di antenne e si fa semplicemente brutto e uglioso.
Perché stai ricattando i volti dei tuoi antenati? Devono essere stati cuochi. La nostra famiglia ha sempre cenato con i re. Tu erba tagliente, non fare affermazioni alte. Tieni la lingua. Non sono nemmeno abituato ad ascoltare questo tipo di linguaggio. Se qualcuno mi fissava che gli ho strappato gli occhi. Ti sfido.
(Riferimento Slide Time: 13.33)

Vuoi mettere alla prova il mio coraggio? Va bene, ci mettiamo alla prova l'uno all'altro fino alla fine. Non ho paura di te. Ora, questo diventa molto violento e si sa, la vendetta esce molto chiaramente.
Entrambi gli amici hanno disegnato le loro spade dai loro fianchi. Era l'età della cavalleria. Tutti erano dotati di una spada o di un pugnale. Entrambi gli amici erano piacevoli, ma niente codardi. Erano diventati privi di volontà politica. Perché dovrebbero morire per re o regine? Ma non erano carenti nel coraggio personale. La lotta è iniziata. C'era sconforto e paravento; le parole le spade lampeggiavano e si scontravano. E entrambi, feriti fatalmente, sono caduti e sono morti stravaganti nel dolore. Loro che non potevano risparmiarsi una sola goccia di strappo per il loro re morirono difendendo i loro vazieri sulla scacchiera.
Si stava facendo buio. I pezzi ancora sdraiati sulla scacchiera. Era come se entrambi i re seduti sui loro tronisti stentavano lacrime alla morte di questi guerrieri. Il silenzio riaccende tutto intorno. Gli archi rotti, le mura rovinate e i pilastri più liti della moschea stavano guardando i cadaveri e curando il loro destino.
Così, ecco come finisce la storia e scopriamo che questi due uomini improvvisamente diventano molto validati, improvvisamente diventano molto gallani e gallantry torna a fare una rimonta molto drammatica. E, ci str anche dicendo che questo è un momento in cui ognuno aveva le spade su di loro per tutto il tempo perché quello era un marcatore di aristocrazia, era un marcatore di cavalleria, sebbene non fosse realmente usato affatto per qualsiasi scopo politico.
Così, di nuovo torniamo allo stesso punto che tutto è stato usato per scopi edonistici, per nobili fini non utilitaristici. Quindi, queste spade possono essere usate potrebbero essere state usate per offrire qualche resistenza militare all'esercito in arrivo, ma questo non è stato usato in quel senso, poi è stato usato per uccidersi a vicenda, per proteggere la chivaleria o il senso di nobiltà. Quindi, l'intera idea di cavallerezza o nobiltà diventano categorie molto superflue qui e tuttavia sono disposte a morire, sono disposte a dare la loro vita a causa di una superfluità e che diventa più importante per loro che difendere il regno politico, il politico il vero spazio politico.
Ora, la scena ironica finale è importante qui perché i re su una scacchiera sembrano essere in lutto per la morte dei sudditi sono gli stessi soggetti che non potrebbero essere disturbati a difendere il loro vero re, a resistere alla presa sui regni e a dare la propria vita e a scorrere a vicenda per difendere i re sulla scacchiera, e che diventa l'ironia il momento ironico finale in questa storia particolare.
Ora, se si contrasta questo finale con la fine del film in cui si tratta di un tipo di finale diverso perché hanno uno scatto l'uno contro l'altro nelle pistole, portano delle piccole pistole e hanno uno scatto l'uno contro l'altro e entrambi mancano, giusto. E poi tornano a giocare una partita a scacchi. Quindi, nessuno muore davvero nel film, ma che in realtà è più inglorioso di un finale perché qui almeno hanno prelevato la spada e hanno avuto un qualche senso di agenzia qualche cosa per difendere qualche onore di famiglia. Tuttavia, dubbioso che possa essere. Ma, almeno loro sanno che si impegnano in attività a causa di quella particolare causa e nel processo che si sono uccisi a vicenda molto stupidamente.
Tuttavia, in quel film non potevano neanche essere disturbati a sapere spararsi a vicenda e i addirittura si mancano sparando a vicenda e poi si perdonano a vicenda e iniziano a giocare una partita a scacchi. Quindi, sono condannati lì. Così, in un certo senso è una morte simbolica nel film. È più una morte nel film che in questa storia particolare perché nel film non muoiono davvero a livello fisico, ma moralmente muoiono completamente. Muoiono a un livello di morale, muoiono a livello di lei sa agenzia, tutto semplicemente se ne va lontano da loro mentre, nel film questa storia particolare hanno una morte biologica che in un certo senso se non riscattandole almeno dà loro qualche senso di azione alla fine in un modo che difendono i valori familiari e la famiglia della gloria e della narrativa familiare e nel processo che viene ucciso.
Così, che essere la storia e la fine. Allora, scopriamo questa è una storia sul feudalesimo questa è la storia sull'onore feudale, la monarchia feudale e l'intera faccenda riguarda come questa particolare cultura stia giunendo al termine e ora c'è un nuovo tipo di cultura in arrivo che prenderà il feudo il sapiente il regno la cultura feudale e la nuova cultura è ovviamente, la cultura capitalista. Si tratta di un cambiamento economico, è il cambio di governo, è un cambiamento amministrativo e ovviamente è un cambiamento militare. Si tratta di un cambiamento di governance.
E, questo dà un quadro molto interessante, un quadro molto autentico di come le manovre britanniche si aggiravano finanziariamente, assumendo diversi tipi di regni prima che diventasse il signore dell'intero paese. E, ovviamente, questo è prima che la rivolta dei sepodi e dopo che la ribellione sia avvenuta la compagnia è andata via e la regola dell'azienda è arrivata a un fine e la regina ha preso il sopravvento, il sovrano ha preso il sopravvento in quel momento. Ma, al momento in questa particolare storia è l'azienda che sta prendendo il controllo della dinastia, l'azienda che prende il controllo del regno e che diventa anche una dichiarazione politica molto importante.
Così, con questo arriviamo alla fine degli Chess Players e finiamo tutti i testi in questo particolare punto. Spero che ti sia piaciuto ascoltare tutti i testi quando hai discusso e sperare di toglierti qualcosa. Abbiamo una sessione conclusaria alla fine avvolgeremo tutto e discuteremo di tutto in termini di riassunto di tutti i testi.
Grazie per la vostra attenzione.