Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Twentieth-Century Fiction Prof. Avishek Parui Department of Humanities and Social Sciences Indian Institute of Technology, Madras Collezione - 56 I giocatori di scacchi - parte 1 (Riferimento Slide Time: 00.12)

Quindi, ciao e benvenuti a questo corso NPTEL dal titolo Twentieth Century Fiction. Dove inizieremo con un nuovo testo oggi, che sarà anche l'ultimo testo per questo corso, ovvero il racconto di Munshi Premchand, The Chess Players, che ovviamente leggeremo in traduzione.
Ora, prima di iniziare con il testo come sempre, analizzeremo il contesto culturale che ha prodotto questo particolare testo, quali sono stati i parametri, i parametri culturali, i parametri sociali, i parametri politici strumentali in termini di produzione di questo testo. Quindi, in altre parole bisogna storicizzare il testo, così guardando la collocazione storica dei testi nel contesto della cultura.
Ora, come nel caso con la maggior parte del testo che abbiamo fatto finora sai che scopriamo che il contesto fornisce molte informazioni sul testo, il contesto non solo determina la materia in cui c'è nel testo, ma anche il modo in cui viene scritto, viene rappresentato. Quindi, sia la materia che le modalità di ogni testo sono sensibili al contesto in molti sensi.
Quindi, per questo particolare testo scopriamo che si tratta ovviamente di un testo pre - indipendenza. Questa era l'impostazione di questo testo, è proprio intorno alla rivolta di Sepoy, e questo era ancora il momento in cui la società, la Compagnia delle Indie Orientali erano governate e avevano come se fossero sostanzialmente arrivate come commercianti come si sa. Sono arrivati come una presenza mercantile e poi, hanno cominciato a farsi coinvolgere sempre di più nella politica in termini di prestito di denaro ai regni, e prestando denaro ai diversi conosci dinastie che governa diverse parti dell'India e in quel processo sempre più clamore politico, giusto. Così, è stata una delle prime multinazionali nel senso moderno della parola, del termine.
Ora, la Compagnia delle Indie Orientali è una presenza molto importante in questo particolare racconto. Insomma, solo che non appare mai davvero come un personaggio, ma è sempre lì come una presenza spettrale che sta per entrare nella storia e entra nell'ambientazione della storia verso la fine.
Ora, alcuni di voi saprebbero che c'è un film molto fine realizzato su questa breve storia, un film di Satyajit Ray, si chiama Shatranj ke Khilari che è il titolo originale della storia e leggiamo questo in traduzione da qui i giocatori di scacchi. Ma Shatranj ke Khilari è il nome originale della storia basata sul quale è il film, un film molto fine.
E lo consiglio piuttosto pesantemente. Ti darà un sacco di approfondimenti interessanti nella politica della rappresentazione e come si fa a prendere un testo e ad adattarlo in un film, e quali sono i cambiamenti che si fanno in un film. Si tratta di un mezzo di rappresentazione diverso, e quello che succede quando la materia viaggia attraverso i media, stampa media ai media cinematografici. Allora, quali sono le rifrazioni che si svolgono? Quali sono le pieghe, e le deviazioni, e le partenze che si svolgono quando la materia viaggia da un mezzo a un altro mezzo? Quindi, il film è un ottimo studio anche di quella meta politica della rappresentazione Ma tornando a questo testo che inizieremo tra un attimo. Passo un po' di tempo a parlare anche del contesto e come ho accennato, ma credo che per noi sia importante localizzarlo e storicizzarlo prima di immergerci davvero nel testo di per sé.
Ora, questa è l'ambientazione è Lucknow come si sa e questo è il tempo di Wajid Ali Shah che è l'ultimo Nawab di Lucknow, che è stato deportato dopo che questa Compagnia dell'India dell'Est è subentrata, è stato deportato a Calcutta ed è arrivato a Calcutta con il suo entourage. Quindi, intendo dire che è così che Calcutta ha iniziato ad avere una specie di influenza Nawabi in termini di cultura, in termini di cibo, etcetera, per esempio il biryani Calcutta che abbiamo oggi è stato qualcosa che viaggiava da Lucknow.
Così, ancora che quello è un marcatore alimentare marcatore, marcatore materiale che si riflette anche sul cambiamento politico, di spostamento politico. Così, l'intero turno di biryani da Lucknow a Calcutta è ovviamente riflettente del passaggio politico da parte di Wajid Ali Shah da Lucknow a Calcutta, dove è stato sostanzialmente inviato al largo e imprigionato dagli inglesi.
Ora, scopriamo che tra le altre cose c'è anche un ottimo studio di spostamento economico perché quello che vediamo qui è una transizione da un'economia feudale a un'economia mercantile a un'economia più capitalista se lo si farà. Quindi, l'economia feudale dove i soldi sono controllati essenzialmente da alcuni signori feudali che hanno avuto i soldi arrivano a loro attraverso l'eredità essenzialmente senza dover fare alcun lavoro mentre, il resto delle persone intorno sono affamati o sono contadini, gli agricoltori o i serfs, etcetera che era qualcosa che accadde nell'Inghilterra medievale per esempio. E scopriamo che con la rinascita che l'economia si era spostata in Inghilterra in una certa misura cominciava a diventare sempre più mercantile, sempre più capitalista nella società. E ovviamente la Compagnia delle Indie Orientali è una presenza molto pervasiva come impresa capitalistica, un'impresa mercantile in perdita, un'azienda essenzialmente, una multinazionale come ho accennato.
Ora, il passaggio dall'economia feudale a un'economia capitalista o in altre parole nel caso di storia più specificamente parlando il passaggio dall'economia Nawabi all'economia aziendale è qualcosa che vediamo accadere a Shatranj ke Khilari o ai giocatori di scacchi. E se guardate il film scopriamo che si tratta di una descrizione più grafica di quel tipo di turno perché verso la fine del film trovate l'esercito dell'azienda che sta marciando e ovviamente l'esercito costituisce perlopiù di indiani che vengono pagati mercenari che lavorano in quell' esercito. Così, stanno marciando a Lucknow per assumere Lucknow, mentre i signori feudali di Lucknow fuggono dalle case, fuggono dalle fortezze, fuggendo dai palazzi.
E il gioco degli scacchi che è l'attività centrale nella storia diventa una metafora molto importante, una metafora dell'inazione, una metafora per un'inazione molto narcisistica. Così, lo sai giocare a scacchi diventa una micro attività che toglie la tensione per tutte le vere macro attività. Così, qui troviamo i due uomini che vengono completamente assorbiti in questa partita di scacchi e giocano all'infinito giochi di scacchi, completamente oblissati a quello che sta accadendo in casa, quello che sta accadendo nel regno, quello che sta accadendo nell'ambientazione politica e che diventa una riflessione molto interessante o l'assorbimento molto narcisista, quasi patologico, che i signori feudali hanno cominciato ad avere in quel momento che evidentemente era abbastanza dannoso per l'economia, abbastanza dannoso per la politica, abbastanza dannoso per l'intera corsa dello Stato così com' era.
E ancora, se date un'occhiata al film di Satyajit Ray, Shatranj ke Khilari, scopriamo che il modo in cui il Nawab è raffigurato in quel film è qualcuno che è obeso, è quasi certamente edonistico ed è amante del piacere. Canta canzoni, scrive shayaris, vola aquiloni, hymns canzoni e diversi tipi di melodie in diversi punti di tempo. Quindi, è essenzialmente dal punto di vista del sistema di controllo mercantile capitalistico, è abbastanza simbolicamente e abbastanza stereotipato il leader effeminato.
Quindi, la sua effeminatura è qualcosa che viene interpretato nel film abbastanza sartoriale. Indossa mantelli sovradimensionati, abiti sovradimensionati tutto il tempo mentre, se si contrasta che con il vestito gli inglesi indossano la gente che indossa, sono tagliati a misurazioni precise.
Quindi, è quasi sartoriale, se diamo un'occhiata al film, anche sartorialmente scopriamo che c'è un grado di eccesso in quello che indossa il Nawab. Indossa abiti in eccesso, indossa abiti sovradimensionati, mantelli sovradimensionati, indossa tronchi sovradimensionati, gli spettri e tutto è sovrastato intorno a lui. La corona è sovradimensionata, il trono è sovradimensionato, il mantello è sovradimensionato, l'abito è sovradimensionato. Mentre, con la Compagnia britannica o quella dell'Azienda Indiana quando entrano e c'è una bella scena nel film in cui stanno avendo un incontro scopriamo che gli ufficiali britannici si mostrano indossando un indumento molto tagliato e preciso. Tailor made per loro, non è come una grande taglia.
Quindi, ancora una volta che si riflette sull'economia trainata dall'utilità della politica aziendale e dall'economia eccessiva della politica feudale. Quindi, tutto è eccessivo con il controllo feudale mentre, tutto è molto utilitaristico e pragmatico e una sorta di utilità guidata in una certa misura e precisione spinte quando si tratta della prospettiva aziendale di controllare l'economia.
Così, quel contrasto è in corsa durante tutto il film, quel contrasto è anche lì nella storia. Ora, in quel tipo di ambientazione, in quel tipo di tensione o conflitto di diversi tipi di sistemi culturali, codici culturali, etcetera, il gioco degli scacchi diventa importante, il gioco degli scacchi diventa un'attività ludica molto simbolica, giusto. Quindi, il ludico è ovviamente giocoso, l u d i c.
Ora, cosa fa quell' attività ludica? Cosa fa quel paesaggio ludico? Attira l'attenzione di queste persone dal vero paesaggio politico. Quindi, sono sempre ossessionati dal salvare il re sulla bacheca. Sono sempre ossessionati dal salvataggio del forte nella bacheca. Sono sempre ossessionati dal salvare i soldati in una scacchiera.
Ora, quella sorta di pseudo attività proxy di salvataggio di re e regine e paure e si sa di fortezze in una scacchiera a scacchi, diventa una partenza completa dalla reale attività di qualsiasi impegno con il vero re, con un vero e proprio forte, con una vera e propria qualità di regno etcetera.
Così, il gioco degli scacchi diventa la partenza dalla realtà e quella partenza diventa sempre più ossessiva. Quasi patologico nella qualità. E scopriamo che per tutta la storia i due uomini Mir e Mirza sanno che sono scappati da tutto quello che sai dalle responsabilità, dalle responsabilità di casa, dalle responsabilità familiari, da te che conosci le responsabilità politiche e che tengono compagnia e continuano a giocare a scacchi all'infinito.
E questo gioco infinito di giochi di scacchi nella storia diventa ovviamente come ho accennato a una partenza. Ma anche in un modo diventa un riflesso di un certo tipo di mascolinità ed è una storia molto complessa, è una storia molto interessante da leggere dal punto di vista degli studi di mascolinità. Per come appena accennato ci sono due tipi di mascolinità in gioco in conflitto qui. Uno è ovviamente la mascolinità giocosa edonistica che si conosce eccessiva, piacere amorevole, irresponsabile. E d'altra parte abbiamo l'altro tipo di mascolinità in arrivo, la mascolinità utilitaria che conosci e sai che è spinta verso la produzione, la precisione, il controllo, la protezione eccetera. Così, tutti questi diversi tipi di mascolinità sono in guerra tra loro.
E se date un'occhiata al film, scopriamo che verso la fine del film c'è un ragazzo personaggio, un ragazzo adolescente di Lucknow che avrebbe dovuto servire questi due signori feudali che giocano a scacchi. Ma invece di andare da loro subito, guarda l'esercito dell'azienda che marcisce dentro e che la vista dell'esercito marcisce dentro diventa affascinante per lui e lui è assolutamente affascinato da quel lato, dallo spettacolo dell'esercito in arrivo e lui sta ovviamente diventando un consumatore in un certo senso di quel tipo di mascolinità, quell' ordine di mascolinità letteralmente marciando dentro e anche simbolicamente e spettacolare marcia nel regno da riassumere. E questo diventerà il nuovo ordine di mascolinità, il nuovo ordine della politica, il nuovo ordine di economia che è ovviamente controllato dagli uomini interamente. E da qui è una interessante collusione tra mascolinità ed economia qui.
Ora, invece che quello che abbiamo qui tra i Lucchi è che sono assorbiti negli scacchi, sono assorbiti in oppio, vengono assorbiti in alcol, vengono assorbiti in ogni tipo di intossicazione che è di nuovo molto piacere amorevole. Quindi, abbiamo questo principio di piacere contro un principio di produzione, sono in guerra tra loro. E ovviamente il principio del piacere è da perdere, è uno stile di vita Lotus Eater dove bevono semplicemente il nettare tutto il giorno e non fanno nulla, quel tipo di stile di vita che si conosce è raffigurato qui sopra. È un po' come la Roma decadente, dove si sa che tutti sono solo alcolici e si sa di bere e intossicarsi in diversi tipi di attività.
Allora, abbiamo capito l'esempio di Lucknow che è molto decadente, molto feudo, è affogato nella sensualità come ci viene detto, tutti sono ubriachi o giocano a scacchi o sono irresponsabili o fanno piacere amare, scrivere poesie, aquiloni, eccetera. L'intera economia è orientata verso il piacere, costruendo si conoscono monumenti di piacere, parchi di piacere etcetera mentre, le persone intorno sono affamate, tanto di malcontento tra gli agricoltori, tra i braccianti, tra le persone che non si pagano, i soldati non si pagano. Così, lo sai che c'è quel malcontento che è completamente disatteso ed è totale negazione di ogni malcontento ed è una spinta completa verso il piacere è ciò che rende Lucknow un alimento molto edonistico e molto vulnerabile.
Così, la caduta di Lucca nella storia è solo una caduta naturale. L'azienda non ha davvero alcun conflitto militarmente parlando. Quindi, non esiste una vera e propria guerra che accada non ci sia alcuna resistenza. Infatti i soldati fuggono dal Nawab e si uniscono all'esercito britannico in un certo senso perché si sa che è l'unico modo in cui possono ottenere qualche sosta per le loro famiglie, questo è l'unico modo in cui possono farsi pagare, cioè l'unico modo in cui possono avere qualche salario, alcuni si conoscono soldi per il loro lavoro. Mentre, il Nawab qui nella storia è completamente obliquo a quello che sta accadendo militarmente e non conosce nemmeno i soldati, non conosce nemmeno i soggetti politici. Lui è completamente scollegato dalla realtà e questo distacco dalla realtà a una politica più grande in una scena politica macro è che la disconnessione è in un modo addomesticato dal gioco degli scacchi.
Così, il gioco degli scacchi che si svolge nella casa in una famiglia è un esempio di scollamento più grande, è una riflessione, è una riflessione microcosmica del più grande scollamento dalla realtà che c'è nella scena politica. Quindi, si sa in questo modo il gioco diventa molto politico. È politica perché è apolitica, è politica perché è una partenza dalla politica, è una partenza, è una fuga, è una fuga dalla politica, in tal senso diventa politica anche perché come si conosce apolitica è anche una posizione molto politica. Quindi, sai se qualcuno dice che sono io non so avere uno stand su questo che ovviamente diventa uno stand in qualche senso, giusto.
Così, il gioco degli scacchi o degli Chess Players è un ambientazione, il titolo della storia è ovviamente riflesso del certo tipo di soggetto, di soggetti patologici di tipo edonistico, autoassorbiti, di piacere patologicamente piacere che sono in uscita, che sono in uscita, decadenti, molto decaduti, molto affogati in ogni tipo di sensualità e molto irresponsabili e molto ludico, di piacere, di piacere, di piacere, di piacere, di quel tipo di economia, quel tipo di mascolinità che è di nuovo collusiva con l'economia che sta uscendo, giusto.
Così che, il gioco degli scacchi qui sopra diventa tra le altre cose anche una produzione di procrastinazione, giusto. Continuate a produrre procrastinazione, solo per non dover fare alcun vero lavoro. Continua a procrastinare attraverso giochi di scacchi. Così, un altro gioco inizia il che significa che c'è un'altra volta tra, che ti stai inventando per tenerti lontano dal lavoro vero, giusto. Così, di nuovo è la via in un modo come ho detto che si tratta di una produzione di procrastinazione a un livello molto simbolico che di nuovo è collegato al reale livello politico perché è esattamente quello che stava accadendo nella scena politica. Non c'era un vero impegno con questioni urgenti, tutto veniva procrastinato, tutto è stato deviato da qualche narrazione di piacere, giusto, proprio così niente è stato fatto, nulla si è materializzato.
Ecco, questa è l'impostazione della storia, l'ambientazione politica, culturale in cui si trova la storia. E anche, il film come ho accennato, se date un'occhiata al film, è un film molto utile da guardare perché è un adattamento eccellente in un certo senso di sapienza tutta attenzione, l'attenzione politica, culturale, di genere. C'è anche un elemento di genere molto forte nella storia. Scopriamo che una donna nella storia essenzialmente, sono intrappolati, sono prigionieri di questo regime politico di inseguimento dove non si fa nulla, dove gli uomini, uomini irresponsabili non hanno alcun dovere nei confronti di una famiglia, domesticamente, politicamente, culturalmente, nulla viene fatto, quindi diventano sempre più scontenti. E troviamo la donna qui sopra che sono molto represso in un senso che si sa che la loro agenzia ovviamente non è disponibile, insomma c'è zero agenzia per le donne e sostanzialmente diventano sempre più frustrate.
Quindi, l'arrivo dell'azienda in questo in qualche senso può essere visto come un'inversione di quella situazione o frustrazione. Forse le donne ottengono più agenzia quando queste persone vanno via. Non sappiamo bene che quell' indicazione non c'è fortemente. Ma c'è un'indicazione molto chiara, un messaggio molto chiaro nella storia che le donne in questa ambientazione di Lucknow, in questa impostazione feudale molto feudale di Lucknow, la donna sono estremamente indifese, estremamente agenzie - meno e si arrabbiano sempre di più con gli uomini per non aver fatto nulla politicamente, per non aver intrapreso alcuna azione politica, per non aver preso nessuna azione familiare.
Così, ancora la relazione tra spazi è molto importante in questa storia. Quello che non si fa in casa anche non si fa nella scena politica più grande. Così, la casa qui sopra diventa una scena importante, spazio importante anche perché gli uomini qui sopra sono abbastanza irresponsabili nei confronti della propria casa, e l'irresponsabilità verso gli spazi domestici, le caratteristiche domestiche sono di nuovo una riflessione l'irresponsabilità dello spazio politico più grande, giusto.
E così, tutta la responsabilità, tutta l'energia che hanno è diretto verso questo paesaggio ludico della scacchiera, il paesaggio giocoso della scacchiera. Questo è l'unico paesaggio in cui ogni energia è deviata o si sa focalizzata su, tutto il resto è solo diluito, niente viene fatto in casa, niente viene fatto nella scena politica. Così, che ambientare la donna diventa molto indifesa, le donne diventano molto agenzie - meno, e diventano molto frustrate. Quindi, la frustrazione della donna diventa una prospettiva di genere molto importante nella storia.
Quindi, la frustrazione è anche erotica nella qualità. Non c'è relazione, non c'è relazione coniugale, quest' uomo e questa donna. È anche un angolo molto interessante che si può esplorare. I due uomini della storia che continuano a giocare a scacchi tutto il tempo non ci sono indicazioni che abbiano figli. Così, ancora una volta la mancanza di produttività si riversa in una sfera biologica. Non si impegnano neppure nell'attività coniugale in un senso corretto che si sa e che si sa che ovviamente li rende estremamente non solo edonistici, ma anche poco produttivi.
Quindi, la non produttività o la non produttività diventa un simbolo molto importante nella storia e che la non produttività c'è nell'economia, è anche lì nell'economia erotica in questa storia. Quindi, anche a livello coniugale, a livello sessuale è completamente improduttivo, non c'è alcun rapporto tra gli uomini e le mogli. E tutto quello che fanno, i due uomini, continuano a giocare a scacchi sempre. E sai se possiamo estendere ulteriormente quella narrativa, poi un gioco di scacchi quasi diventa qualcosa come un legame omoerotico tra questi due uomini, e scappano semplicemente dalle famiglie, rubano lontano da tutti e si incontrano clandestinamente quasi come un rendez-vous degli innamorati per continuare a giocare la partita a scacchi.
Così, di nuovo sono come due uomini che stanno usando il gioco degli scacchi per produrre prossimità, per produrre intimità ed è così che questa intimità e vicinanza continua a portarli via da questa eteronormativa conosci principio produttivo di economia, sessualità, doveri familiari, etcetera, giusto. Quindi, che questo è il lungo e corto della storia che dobbiamo tenere a mente per lo scopo di questo particolare corso, giusto, ok.
Così, con un po' di tempo che abbiamo per questa sessione ci immergiamo nel testo e vediamo come il contenuto del testo corrobora la discussione che abbiamo appena avuto. Quindi, questo dovrebbe essere sul tuo schermo ora, The Chess Players by Munshi Premchand. Vado a leggere la prima sezione dallo schermo e potete seguirla dallo schermo mentre mi sentite, ok.
Era nei tempi di Wajid Ali Shah. Lucknow è stato annegato nella sensualità. I grandi e i piccoli, i ricchi e i poveri tutti ci hanno tramonato. Così, ancora tutta l'idea di essere annegata nella sensualità è l'apertura di questa particolare storia. Tutti stanno affondando nella sensualità. Insomma tutti sono pieni di piacere per tutto il tempo. Tutti sono intossicati da diversi tipi di arte sensuale, si conosce alcol, oppio, etcetera e ci viene fornita qui poca descrizione dei tipi di sensualità che erano lì prevalenti a Lucknow in quel momento.
Alcuni sono stati arruffati nella danza e nella musica, alcuni appena rivetiti nella sonnolenza indotta dall'oppio. Così, ancora l'oppio diventa una metafora importante un simbolo importante qui. Si tratta di uno strumento di intorpidimento. È qualcosa che ti intorpisce i nervi e ti rende di nuovo improduttivo, ti rende lethargic in qualità. Così, l'oppio indurrà il letargo in te, l'oppio indurrà un sonno in te, l'oppio indurrà intossicazione in te, e che l'induzione in intossicazione è qualcosa di ovviamente patologico, ovviamente non produttivo e sai che ci vuole lontano dai principi della produzione e della produttività e sai ti porta verso principi di piacere.
Così, ancora, troviamo l'intero focus è verso la produzione del principio del piacere piuttosto che dei principi produttivi. L'oppio diventa un simbolo molto chiave, proprio all'inizio della storia.
E poi ci viene detto, l'amore per il piacere ha dominato ogni aspetto della vita. Allora, lo sai che l'edonismo era l'unico principio intorno. In amministrazione, nella letteratura, nella vita sociale, nelle arti e nell'artigianato, nel business nell'industria, nella cucina e nella sensualità personalizzata governavano ovunque. Allora, quella era la meta narrativa, giusto. In amministrazione, nella politica, nell'arte, nella cultura, nel business e nell'industria ovunque le persone erano solo interessate ad essere nel trovare piacere, nel godersi piacere. Così, è diventata un'economia completa di divertimento piuttosto che qualsiasi economia di responsabilità della produttività, giusto. Ecco, questa è una descrizione interessante proprio all'inizio che vediamo. Sensualità governata ovunque. Quindi, questo diventa il principio di governo, il principio meta.
I funzionari statali sono stati assorbiti in divertimento e piacere, poeti e descrizioni di amore e separazione, artigiani in zari e lavoro chikese, uomini d'affari nei rapporti con in surma, profumi e cosmetici. Così, ancora scopri che nessuna di queste cose che sono descritte qui, se guardiamo i marcatori materiali, surma, cosmetici, profumi, zari, chikan conosci amore e separazione, sai divertirsi e piacere nessuna di queste cose è necessaria.
Quindi, la condizione non necessaria del materiale è importante per noi. Tutti questi materiali sono eccessivi nella qualità. Questi sono materiali che si vanno per quando tutto si prende cura di, giusto, quando si prende cura della necessità, poi si va per questi principi di piacere, queste attività di piacere, questi marcatori di piacere. Quindi, quando usi il profumo per esempio? Si usano i profumi quando tutte le altre esigenze si prendono cura di, quando si prende cura del cibo, si prende cura di, l'abbigliamento di base si prende cura di, poi si va per cose come il profumo, poi si va per cose come surma, e cosmetici, a destra.
Quindi, l'intera economia come si può vedere è orientata alla sua eccessiva idità e che l'eccessività è importante per noi da capire perché si sa che ciò toglie l'intero focus sulla necessità. Quindi, è un'economia trainata da non necessità. Si tratta di un'economia completa che è spinta verso l'eccessivamente. Si tratta di una produzione e di un consumo di eccessi che si sta verificando qui e che sarà la caduta di questo regno, che ovviamente sarà il marcatore della decadenza del regno, che sottolinea la decadenza che il preside eccessivamente, ok.
Tutti sono stati annegati in piaceri sensuali. Nessuno sapeva cosa stava accadendo in giro per il mondo. Così, ancora che la sensualità e l'eccessività producano anche insularità. Ti taglia da tutto il mondo. Ti taglia da qualsiasi vero impegno, con qualsiasi cosa reale fuori da questo piccolo conosci la bolla sensuale che è Lucknow, giusto. Così, Lucknow diventa una piccola bolla sensuale dove tutti stanno affogando e affondano in sensualità, eccessivamente, etcetera, mentre, c'è un completo distacco dalla realtà e da qualsiasi vero impegno con qualsiasi mondo reale fuori.
Così, come si può vedere che diventa un bersaglio molto morbido, un frutto molto basso per l'azienda da prendere in carico, la compagnia dell'India orientale a prendere il sopravpasso. Vengono appena arrivati e lo prendono solo territorializzarlo, possederlo completamente perché hanno ovviamente investito un sacco di soldi al regno. Il Nawab aveva preso in prestito denaro presumibilmente in enormi quantità dalla società e non è in grado ora di restituire i soldi.
Quindi, diventa solo le transazioni finanziarie come si sa che la banca che ti prende a conoscere un difettoso o qualcosa del genere. Quindi, non c'è alcuna resistenza. Ed è così che la Compagnia delle Indie Orientali ha operato all'inizio come sappiamo. Era un'impresa molto mercantile che prestavano denaro a tutti questi regni e poi assicuravano che tutti i regni siano diventati dei defaulatori e poi prenderanno solo il regno.
Così, sapete prima che iniziasse, prima che diventasse un'organizzazione completamente militare, era da allora essenzialmente un'organizzazione mercantile e operava e prese il controllo e prese possesso e territorializza tutto attraverso questi processi mercantile, ok. Questo è qualcosa che per noi è importante capire oggi guardare indietro alla storia dell'imperialismo, ok.
Allora, che tipi di piaceri sensuali stavano andando avanti? Beh sappiamo che nessuno sapeva cosa stava accadendo nel mondo reale fuori. Così, i combattimenti quaglia erano accesi. Anelli sono stati rinaati per combattimenti di partridge. Da qualche parte il gioco di chausar veniva giocato, con i suoi frequentanti grida sul gettone vincente.
Così, abbiamo combattimenti per uccelli, abbiamo combattimenti di piccione, abbiamo una specie di gioco di dadi che accade per le strade di continuo. Quindi, se diamo uno sguardo per le strade, la narrazione visiva qui, immagina o visualizzi, le strade di Lucknow dove tutti sono solo grida e gioco d'azzardo e c'è tanta scommessa che va avanti con combattimenti di uccelli etcetera. Quindi, nessun vero lavoro si sta facendo. Così, ogni, l'intero focus dell'economia, l'intero focus dell'energia è verso il gioco d'azzardo, verso l'intossicazione, verso la sensualità etcetera ma ovviamente niente di tutto fa parte del principio produttivo lineare di cui si conosce il controllo economico o amministrativo, ok.
Altrove si è accesa una battaglia di scacchiera insidiata. Dal re, dal re alla padella, tutti sono stati arruffati in questi piaceri. Tanto, tanto, che se un mendicante ricevette soldi in elemofonia, preferì spenderli per l'oppio o il suo estratto piuttosto che il pane. Così, ancora questo diventa un marcatore molto importante che se un mendicante ha ottenuto dei soldi implorando qualche elemosina, qualche soldo dato a quella persona che i soldi saranno spesi comprando l'oppio piuttosto che il pane. Quindi, la preferenza per l'oppio piuttosto che il pane diventa molto importante. Perché come ho appena accennato poco fa, quel pane sarebbe un marker di necessità, un marker di nutrimento o di nutrimento necessario mentre, l'oppio qui diventa un marker di nutrimento eccessivo, nutrimento sensuale, è qualcosa da fare al tuo corpo a un livello eccessivo, giusto. Si tratta di un'intossicazione, psichedelica in qualità etcetera.
Ora, la preferenza per l'oppio piuttosto che il pane diventa un marcatore molto importante. E ancora, guarda il modo in cui si svolge il grado di condensa, giusto. Quindi, lo sai che è solo tutto condensato insieme in questi piccoli marcatori materiali che si riflette sulla più grande economia macro in corso, le operazioni macro in corso in economia.
Allora, quello che Premchand ci dice, quello che il narratore ci dice qui è che sai che se un mendicante a Lucknow ottiene soldi che andrà a comprare l'oppio o il suo estratto, se i soldi saranno meno compra un estratto di oppio o i soldi sono più che comprerà un vero oppio, ma non il pane. E quella preferenza, quella bias verso l'oppio piuttosto che il pane è riflettente del bias più grande qui sopra, il più grande bias culturale politico verso la sensualità, verso l'hedonismo, verso il piacere piuttosto che verso le cose necessarie, ok.
Giocare a giochi come scacchi o carte o ganjifa affilano la mente, migliora la facoltà mentale e aiuta a risolvere problemi complessi. Tali argomenti erano stati forzati. Così, sai che le persone hanno iniziato a consumare le conoscenze che ritenevano di sapere giocare a giochi come gli scacchi o che sai giocare d'azzardo o carte che affilano la mente. Quindi, lo sai solo suonarlo. Quindi, c'è qualche giustificazione, qualche pseudo conoscenza, qualche pseudo teoria che giustifichi tutte queste attività in un certo senso. Quindi, affilate tutte le nostre menti o le nostre facoltà o le facoltà piuttosto che fare cose banali.
Le persone che sottoscrivono questa tesi si possono trovare anche oggi. Così, ancora una volta tagliato indietro nel tempo attuale e narratore ci dice che si sa, persone che sottoscrivono o consumano queste credenze si possono trovare anche oggi.