Loading
Note di Apprendimento
Study Reminders
Support
Text Version

Fair Share App - HTML & CSS

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Ciao a tutti, benvenuti nella seconda sessione della terza settimana del corso sull'introduzione allo sviluppo delle applicazioni moderne. Nella sessione precedente avevamo visto come comportava la versione webHTML della nostra applicazione FairShare e come si è comportata. Abbiamo visto che c'eranoessenzialmente 2 versioni:1. una era bare semplice semplice HTML,2. altro era HTML che era adorato e reso bellissimo usando fogli di stile a cascatao CSS come sono chiamati in breve.In questa sessione analizzeremo le modifiche che dobbiamo fare nella versione a riga di comando del programma di condivisione del fair shareche ci darà, prima l'HTML bare e poi HTML con aggiunta a cascata
fogli di stile. Lungo il percorso introdurremo alcuni concetti di base HTML e stile. Noivogliamo prima far correre i nostri programmi. Concentriamoci quindi sulla costruzione dell'applicazione di fair share.E poi lasciatevi vedere alle idee di base del web, che includono HTML e CSS, ma anche protocolliche sono coinvolti nel fare transazioni web. Il piano di sessione per noi sarà quindi principalmenteguardando la versione di produzione HTML e le versioni HTML + CSS produttrici del nostro programma.Cominciamo rivedendo la versione della riga di comando che abbiamo fatto in precedenza.(Fare Slide Time: 01.59)
La versione della riga di comando è abbastanza semplice; c'è un principale statico come di consueto. E ci sono duefunzioni o metodi principali, come direbbe Java, quello che fa solo un set up, e il secondo unoche elabora gli argomenti della riga di comando, e sappiamo che questo particolare metodo è il nostro cavallo di lavoro.Il metodo processCommandLine () è un cavallo di lavoro nel senso che spezza il metodocorrispondente per gestire la richiesta come specificato tramite il comando.Quindi, se diciamo che il registro delle quote fair, allora il metodo della riga di comando del processo pone una chiamata alla funzione di registrazione. Se la riga di comando dice le spese, allora il metodo della riga di comando del processodisporrà o richiama il metodo che elabora le spese e così via.
Nella versione della riga di comando, l'output, o qualunque cosa sia stato prodotto da ogni funzione, era davverosemplicemente associato a quel punto di tempo all'interno di quella funzione stessa.(Video Starts: 03.28)Così, ad esempio, la funzione doSetup () ci informa sul database, il particolare file chememorizza il database, se esiste, e se esiste, quali sono le sue dimensioni e così via.Queste informazioni vengono semplicemente stampate. Avremmo bisogno di cambiare questo aspetto, quello che porta leinformazioni. Ora lo stamperemo ma tale che invece di produrre semplicemente un testo non adoratoproduce in realtà HTML. Per produrre HTML è necessario conoscere la strutturadi base di una pagina HTML.[ Video alle 6.39 per la pagina HTML]Facciamo un rapido sguardo ad una pagina HTML di esempio. Una pagina HTML è composta da 2 oggetti principali, gli elementidi HTML che sono entità racchiuse tra parentesi angolari come <html>,<head>, <body>... etc. Questi denotano la markup strutturale del documento. E l'altra parteè ovviamente il documento stesso, o il contenuto del documento stesso. Qui ad esempio, noiabbiamo la linea “ The FairShare System ” racchiusa tra 2 markup il <title> e </title>. Questo markupdice che qualunque cosa sia tra <title> e </title> deve essere resa, visualizzata o disegnatasu dispositivo di output in un formato di titolo. Si noti che il titolo fa parte della testata della pagina HTML. I contenutidella pagina HTML sono racchiusi nel tag body. E all'interno del corpo abbiamo vari elementiche markup la struttura del documento, per esempio abbiamo un'intestazione, abbiamo il testo del corpo, abbiamo una lista di oggetti e così via.Questa è l'output che dobbiamo produrre. Da notare che in precedenza nella versione della riga di comando, peresempio, produciamo solo questa parte dell'output, quello che ora sarà contenuto di una pagina HTML, nella versione precedente abbiamo prodotto solo il contenuto ma non il documento di markuputilizzando HTML. Ora quando vogliamo produrre HTML, non dovremmo produrre solo il contenuto mausano anche marcatori HTML e per questo dobbiamo conoscere i vari elementi di HTML. Non solodovremmo segnarli con i marcatori, ma anche strutturare il documento.
Ora dobbiamo pensare a quale output dovrebbe andare come titolo, quale output dovrebbe diventare un'intestazione, quale output deve essere sottolineato, quale output non deve essere sottolineato, e così via ecosì via. Niente di tutto questo era qualcosa di cui ci siamo preoccupati nella pura applicazione di riga di comando.Ci sono vari modi in cui le persone preferiscono strutturare i propri documenti. Sentiti libero di strutturarela tua versione in qualunque modo ti senti carina. Il punto che stiamo imparando qui sta producendo l'output HTML. Torniamo alla versione HTML. Questa è una versione del programma di riga di comandoche produce solo bare HTML senza alcun CSS. Notate che ha le consuete 2 funzioni, il metododoSetup () e processCommandLine ().Ma ora c'è qualcosa di più. Hai un mucchio di metodi che vengono chiamati solo se siamonecessari per assemblare HTML. Così, se assemblare HTML è vero, solo allora il nostro programma eseguirebbevari metodi come:• doAssembleHTMLHeader (): assembla l'intestazione HTML,• doRegistrationHTML (): fa le spese• doReportHTML (): parte fa la parte del report,• doAssembleHTMLDatabaseInfo (): assemblare le informazioni del database,• doShowDatabase (): mostra il database, e• doAssembleHTMLTail (): assemblare una parte di coda di HTML. Tutti questi metodi unodopo l'altro producono collettivamente l'intero documento.In altre parole, mentre si tratta di un unico documento intero, tutti alla fine del file, l'intero file èprodotto in parti da ogni metodo. Così, ad esempio, il doAssembleHTMLHeader ()assembla la parte di intestazione, cioè produce le informazioni di intestazione. Il corpo contiene registrazioni di registrazioni, seguite da informazioni relative alle spese se presenti, seguite da report se presenti ... ecc.; ognuna di questeforma varie parti della singola pagina HTML. Sono prodotti con metodi diversi nel programma Java. Abbiamo già esaminato la lavorazione che verrà effettuata dalla versione di comandoversione e che l'elaborazione rimarrà la stessa. Quindi, in questa parte, concentriamoci solo sul
La funzionalità di produzione HTML del nostro codice. Vediamo cosa fa il doAssembleHTMLHeader ().
Ha un outputMessaggi di stringa variabile locale. Ed è in questa stringa che raccoglieremo partidella pagina HTML. Così, ad esempio, stampiamo un commento in comando HTML inizia con una staffa di angolo di sinistra, e un segno di esclamazione seguito da 2 dash e termina con 2 dash seguitidalla staffa di angolo di destra, cioè < -- Questo è un commento -- >. La stringa dei messaggi di outputva gradualmente ad aggiungere singoli elementi HTML. Così, ad esempio, il primo aggiunge la dichiarazione del tipo di documento.Poi aggiunge il tag di apertura HTML. Poi il cartellino della testa, e poi aggiunge il titolo di questo documento.Ora, questo titolo è stato scelto da noi come una questione di design a seconda di come vogliamo che il particolare titologuardi. Poi la testa finisce e il corpo inizia. Si noti che l'operatore utilizzato è + = chesignifica che qualunque cosa ci sia sul lato destro si aggiunge al contenuto precedentemente esistente diquesta variabile. In altre parole, è solo stringa concatenata. Pertanto, poiché ogni riga viene eseguita dal nostro sistema Java, la pagina HTML va a farsi assemblare HTML <head>, <title>...</title>,</head>, <body>...</body> e così via.A un certo punto finiamo di fare la costruzione della parte di intestazione dell'HTML e ovviamente, dopoquesto faremo la parte di registrazione. Vi assembleremo la parte di registrazione dell'HTML. Si prega di notare che questo doRegistrationHTML che fa parte della funzionalità arriva dopotutti i calcoli riguardanti la giusta condivisione sono stati fatti. Arriveremo a questo punto di nuovo.La struttura di produzione di HTML per la registrazione è anche molto simile, usiamo la variabile locale outputMessaggi per andare a raccogliere il contenuto della sezione di registrazione della pagina HTML. Quindi, siinizia con una <h2> registrazioni di un coinquilino di intestazione. E poi se il nostro programma è nella modalità di registrazioneallora dice che “ si sta registrando ”. Se non è nella modalità di registrazione, dice semplicemente che“ i coinquilini registrati sono ” e poi elenca i coinquilini. Quindi, la parte di registrazione della pagina HTMLè sensibile al fatto che il nostro programma stia eseguendo la modalità di registrazione o qualsiasi altra modalità di registro. Questa struttura sarà vista anche nelle spese o nelle relazioni.
Recall che la nostra pagina web, la pagina HTML, ha sempre tutti i 3 componenti. Diamo un'occhiata adi nuovo la pagina web. Scopriamo che la pagina web ha un titolo, la sezione di registrazione, la sezione spesee la sezione report, seguiti dalle informazioni sul database e dal database effettivose esiste.
Se si guarda al caso in cui il nostro programma sta eseguendo la modalità spese, anche allora tutte le sezioni da 3esistono: le registrazioni, la sezione spese e la sezione report, ma nota che quila sezione spese aggiunge un esplicito in informazioni su quali spese per quale evento è statoaggiunto. Quindi, quello che vediamo qui è che la struttura delle funzioni che producono HTML è abbastanza semplicee semplice, ma bisogna continuare a farlo per ogni funzione e ogni punto dellapagina web. Quindi, produrre la pagina HTML è noioso ma non duro.