Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Cronemici
Benvenuto care partecipanti, nel modulo di oggi si discuterà di Chronemics che è un tempo di studio nel contesto della comunicazione non verbale. Cronemics è una sottocategoria di aspectsdella comunicazione non verbale che è emersa come gli studi in questo campo si è allargato. Conventicamente il tempo è stato trattato come un concetto astratto ed è in questo contextche linguisticamente abbiamo risposto a questa idea, rappresentandola in diverse frasi di idiomedia per esempio, tempo di qualità o tempo e marea attesa per none.Tuttavia, scopriamo che come studi nel campo degli aspetti non verbali della comunicazione è necessario allargare la loro prospettiva, nelle aree del comportamento organizzativo, delle comunicazioniaziendali così come un antropologo iniziato a studiare le dimensioni del tempo in particolaricontesti. Una comunicazione basata su uno studio del tempo dipende da come le persone in diverse culture di lavoro diverse percepiscono e strutturano il tempo nelle loro interazioni con l'altro nei loro dialoghi oltre che nelle relazioni con gli altri. Nell'area della comunicazione studiamo anche come in modi diversi le persone rispondo a esso e quindi whattype di messaggi non verbali che cercano di comunicare con esso. I nostri valori nel contesto del tempo si riflettono nei nostri atteggiamenti come in altri aspectsdella comunicazione nonverbale. E questi possono essere intesi in termini di come spendiamo il tempo, lo spremiamo, continuiamo a rinviare le cose, siamo in grado di utilizzare il tempo al massimo. Ci sono ovviamente delle variazioni individuali nel modo in cui rispondiamo alla nostra comprensione del tempo e valuteremo. Ma allo stesso tempo scopriamo che anche l'impatto culturale su questo aspetto di NVC è prezioso. Come esseri umani abbiamo un'identità temporale complessa, costruita a diversi livelli sia a livello personale che sociale, culturale e professionale. Tutti i tipi di verbalsmi così come i messaggi non verbali hanno le proprie temporalità. Hanno un punto di inizio e un punto a cui finiscono. C'è stato qualcosa che sta accadendo prima che punto e ci sarebbe ovviamente, altro che si svolgerebbe dopo che .Così, la nostra comunicazione, nel contesto del tempo o nel contesto dei più grandi aspetti non verbali della comunicazione, non è al di fuori del contesto. Chronemics chiede un modo più dinamico di studiare le nostre interazioni professionali con comprensioni di comprensioni e connotazioni che abbiamo individualmente, socialmente e culturalmente con il tempo. Gli studiesdi cronisti si sono sviluppati dalla letteratura interdisciplinare sul tempo e sono stati alsosostenuti dai ricercatori in ambiti diversificati di biologia o sociologia, psicologia come antropologia. Le persone sono sempre state associate a studi di tempo in modi diversi, butta prima di iniziare a usare il termine cronico o anche prima di applicare queste comprensorie l'area della comunicazione aziendale e professionale, un certo numero di studiosi devono essere elencati per riconoscere il loro contributo per lo sviluppo di questa idea. Dalle prospettive moderne, scopriamo che l'idea è stata prima di tutto sviluppata da E RobertKely che è meglio conosciuta come E R Clay e la stessa idea è stata portata avanti da William Jameschi che noi studenti di letteratura inglese riconosciuti principalmente per il suo utilizzo della frase è &ld'è &ld'articolotecnica della tecnica della coscienza nelle sue opere. L'idea è stata portata avanti anche da GeorgeHerbert Mead e da questi sviluppatori leader dello studio degli atti umani e presentateci a questa idea che il tempo non è governato solo dal tempo dell'orologio esterno. William James ha suggerito che c'è anche una dimensione interna del tempo che cala &ld'ultimo dureo. Un altro filosofo che dobbiamo riconoscere in questa fase è Harold Innis, il famoso divulgatore canadese che ha pubblicato il libro hisfamoso Cambiare Concepts of Time nel 1952. Ha studiato l'impatto del tempo oltre che spazioso per lo sviluppo della civiltà. Le idee di Harold Innis sono state ulteriormente arricchite da MarshallMcLuhan che ha discusso del tempo e della comunicazione umana in diverse opere. Conosciamo principalmente McLuhanfor che ci introduce al termine villaggio globale nelle sue opere, ma ha anche parlato di aboutthe concept of time. Solo nel 1952, lo stesso anno in cui HaroldInnis ha pubblicato il suo libro, Edward T Hall ha pubblicato anche il suo libro Il Processo di Change.Hall è stato quello di scrivere periodicamente sul tempo e le relazioni socio - culturali su thenext quattro decenni e le sue idee hanno incoraggiato altri ricercatori a intraprendere studi simili. L'effettivo termine cronologico è stato coniato nel 1972 da Fernando Poyatos, linguista canadese andsemiotico. Nell'affrontare un sistema di comunicazione dello speaker - attore, Poyatos brieflydiscusso le cronache che riguarderavano le concezioni e la gestione del tempo come elemento bio psicologico e culturale delle interazioni sociali. Aveva introdotto questa idea in cross culturalstudio di &ld'alternanza paralinguistica in Face to Face Interazione che è stata editata nel 1975. Come esempi per gli aspetti cronici della comunicazione, ha incluso le differenze culturali incrociate nella duratadelle visite sociali ordinarie, la latenza di risposta tra i diversi gruppi culturali quando viene posta una domanda o ad esempio, si deve prendere una decisione. Ha anche guardato conversando silenzi e pause come parte di cronaca culturale. Proseguendo con queste osservazioni, Andy luckingand Thies Pfeiffer suggerisce che dato che l'esperienza temporale dipende dal cambiamento di qualcosa, la Chronemics è probabilmente meglio concepita come una sorta di segmentalettistica paralinguistica o supra. Tom Bruneau ha sviluppato il primo articolo sul tempo e la comunicazione nonverbale nel 1974 e ha anche tentato di definire le cronache e ne ha delineato le caratteristiche nel 1977. Così, è in questo decennio del 1970s che la massima comprensione dell'impatto di cronaca è stata parlata da vari studiosi di ricerca. Da queste prime opere, finiamo che un certo numero di opere e di commentari sono emersi sul significato di cronaca il campo della comunicazione.I basavano le mie discussioni iniziali su questo concetto sulle rilevazioni di Edward T Hall.Lui ha riconosciuto tre sistemi temporali e li ha denominati come tecnici, formali e informali. Il tempo tecnico secondo lui è la misurazione scientifica del tempo che si associa alla precisione di tenere il tempo il modo in cui i diversi dispositivi meccanici per esempio, orologio e orologi sono utilizzati per tenere il tempo. Allora, il tempo formale è il tempo che si infonde sulla base del nostro condizionamento sociale. Un West e Turner hanno citato gli esampati degli USA e hanno parlato di come la società americana sia governata dall'orologio e dal calendario. Le persone sono state socialmente condizionate a pensare che quando is1 PM è normalmente il tempo di lavorare e quando è di 1 AM è il momento di dormire. Allo stesso tempo scopriamo che nelle nostre culture contemporanei il nostro ordinamento del tempo è sostanzialmente fisso e piuttosto metodico. Quindi, dire che la maggior parte dei peopleseguire modelli simili sul posto di lavoro e nelle loro vite personali anche. Il tempo libero è normalmente la nostra comprensione del tempo a livello personale. Hall ha includedtre diversi concetti al suo interno e questi sono durata, puntualità e attività. Durataè correlato con il tempo che viene formalmente assegnato ad un determinato evento. Ad esempio, in una riunione per un determinato articolo dell'agenda potremmo aver stanziato 40 minutes. E allo stesso tempo a volte in certe culture le nostre stime possono essere normalmente imprecise mentre, in alcune culture come vedremo in seguito queste stime devono essere quanto più vicine possibile. E allo stesso tempo ci sono definizioni personali anche per esempio, se dico che sarei lì entro 2 minutes allora cosa intendo esattamente con questi 2 minutes wouldit essere 1 ora o esattamente 2 minutes o magari da qualche parte intorno ai 15 a 20 minutes. Un altro aspetto che è associato a Hall con il tempo informale è la puntualità; che è sostanzialmente la nostra sollecitudine associata al modo in cui teniamo il tempo. Normalmente siamo considerati puntuali quando arriviamo al posto designato al momento indicato. Alcune persone sono tardivi e abitualmente tardivi e allo stesso tempo ci sono anche associazioni culturali. In certe culture per esempio, la puntualità non è esattamente un valore perché spesso la comodità è associata al nostro status e alla percezione del potere. L'attività è anche un altro valore cronologico il nostro utilizzo e la gestione del tempo è definito anche in modo culturale. Altri aspetti che possono essere associati al nostro concetto di tempo sono la nostra disponibilità di attesa, il modo in cui abbiamo mantenuto il tempo, durante le nostre interazioni e in che misura l'uso della puntualità etcetera sono un riflesso del nostro status e di una parte del gioco di potere. Il modo in cui guardiamo al tempo, manteniamo la nostra associazione con esso e il modo in cui la valorizziamo, influenza lo stile di vita. È anche un riflesso della nostra cultura del lavoro così come ad una scaletta più grande diventa un riflesso della cultura del lavoro di un'organizzazione. Colpisce anche le nostre relazioni comunicative e professionali anche nel lungo periodo. Hall ha anche sottolineato che il tempo può essere una caratteristica aritmetica per quanto riguarda le pressioni sociali. Siamo incoraggiati a usare il tempo saggiamente e allo stesso tempo anche wemay è avvertita di non essere troppo ossessiva. Il modo in cui diverse culture comprendiamo la funzione del tempo può essere compreso da diversi angoli. Hall ha trattato come un linguaggio, come un filo che corre attraverso le culture. A suo avviso funge da organizzatore e allo stesso tempo agisce anche come un messagesystem rivela come le persone si trattino e allo stesso tempo ci racconta anche aboutthe cose che la gente valuta. Hall ha preso una prospettiva storica per quanto riguarda l'umanesimo del tempo, suggerisce che la nostra coscienza del tempo è emersa dal modo in cui impariamo a rispondere ai ritmi naturali, associati a cambiamenti di stagione, con cambiamenti duraturi i giorni, cicli annuali di diverse colture etcetera. Sebbene le dimensioni nascoste del tempo rimandano a be estremamente complesso, il tempo di base di base viene termato come possessore di orientazioni monocroniche o policroniche. Hall suggestava che la maggior parte delle nostre culture sia monocronica o policromia. Anche se questi schemi che sono opposti quasi polari non possono essere applicati rigidamente a tutte le culture; un determinato cultore rischia di avere una preferenza per uno di questi e sarebbe più inclinato towardsit. Tuttavia, ci possono essere variazioni culturali ed etniche. Una particolare cultura può essere incline verso una particolare preferenza o orientamento in termini di tempo. Ma all'interno di quella cultura potremmo trovare alcuni gruppi più piccoli ad esempio, gruppi etnici o sottogruppi culturali che vengono smaltiti in modo diverso e hanno conservato una diversa associazione con il tempo. In generale Hall suggerisce che le culture nord europee e americane sono culture monocroniche e mediterranee sono polcronic.Così, come si analizzano le differenze tra il tempo monocronico e policronico? Una comprensione monocronica del tempo è lineare ed è governata dal nostro confronto in senso orario, una cultura policronica è non lineare ed è più orientata verso il tempo. Predilige le relazioni in termini di ideadel tempo di tenuta. La cultura monocronica ha anche un orientamento a breve termine in relazione con una policronica che è un orientamento a lungo termine mentre, il monocronico predilige la precisione che le culture policroniche capiscono il tempo ha un flusso particolare. La basicdifferenza tra questi due orientamenti è stata meravigliosamente sintetizzata da McCool whenhe dice che le culture monocroniche si basano principalmente sull'orologio mentre, le policroniche sono tipicamente basate sulle persone. E questo è di gran lunga la differenza più significativa tra i due. Questi orientamenti culturali verso il modo in cui valorizziamo il tempo come persone arerese nel nostro giorno alle attività also.A la cultura che ha un orientamento monocronico assume il nostro ordine lineare delle cose e suggerisce che le cose devono essere completate in uno schema sequenziale. Una cosa ha toseguire l'altra e A dovrebbe sempre precedere B e A dovrebbe finire prima che inizi l'attività B. E quindi, le colture monocroniche valorizzano quegli strumenti e sistemi che aumentano la focatura ci aiutano a risparmiare tempo. Guardano al tempo come denaro come valore che deve essere strutturata e quindi, la loro cultura e quindi, le culture di lavoro in questi cultori monocronici sono governate da un ben strutturato e ben definito. Il focus in questi cultori in qualche modo per ridurre le distrazioni durante le interazioni delle piante e cercano sempre di risparmiare il più possibile il tempo. Gli indizi non verbali che possono associarsi a questo orientamento sono legati a determinate tendenze che sono esposte in individuoe nelle culture. Ad esempio, la capacità e la tendenza a programmare in anticipo, a programmare le cose, a programmare gli incontri etcetera. Quindi, che non ci sia nessuna fumosità durante il giorno. La puntualità come valore deve esserci e allo stesso tempo c'è la tendenza a spingere le cose attraverso l'agenda così, che le cose possono finire nel tempo. E allo stesso tempo non vogliono cullarsi con tante cose contemporaneamente e preferiscono fare una cosa alla volta. I paesi che sono tipicamente associati ad un orientamento monocronico sono la maggior parte dei paesi nordieuropei i paesi scandinavi Germania USA e Japan.Hall ha anche sottolineato che le percezioni monocroniche e le preferenze nei cultori dell'Europa settentrionale e degli USA non sono naturali che apprendono valenze sociali e culturali e allo stesso tempo capita di essere arbitrarie. Ha rintracciato lo sviluppo di questo attitudo ai primi giorni di rivoluzione industriale che si erano verificati durante il 1760 a 1820 anni e alcune persone un tratto a 1840 anche in Europa e nella USA.La vita di fabbrica ha richiesto che il travaglio abbia dovuto relazionarsi in un determinato momento e l'ora di nomina è sempre stata annunciata utilizzando diversi tipi di campane o fischi etcetera. La Tispuntualità era necessaria per mantenere e sostenere la rivoluzione industriale e i laureati in questi atteggiamenti si sono infiltrati in queste culture e quindi, le culture monocroniche placano il valore di paramount sulle pianificazioni sui compiti per completare le cose entro la scadenza e quindi, Hall è andato nella misura per dire che nel mondo imprenditoriale americano, il calendario, è sacro e il tempo è tangibile. Perché la nostra preferenza per la monocronicità ci incoraggia a riprendere una sola cosa alla volta, le persone che sono governate byit non amano essere interrotte e anche non preferiscono cambiare improvvisamente la pre decidedscheduling. Hall ha anche potuto segnalare alcuni vincoli che sono associati al suo parere con il riferimento monocronico per il tempo. Dice che questa percezione dei sigilli di tempo si pesa l'una dall'altra e di conseguenza intensifica alcune relazioni a costo degli altri. Egli ha suggerito che questa preferenza temporale è come una stanza in cui alcune persone sono allodole entrare mentre altre ne sono tenute fuori. La rigidità e l'attenzione a mantenere le condizioni di schedulazione, le persone a pensare che quelle persone che non sottoscrivono simili valutazioni di valore nel contesto del tempo sono sostanzialmente inefficienti e inaffidabili e allo samette sono piuttosto irrispettose. Hall sente che anche se la maggior parte delle culture occidentali è dominata dalla percezione monocronica del tempo. Non è un focolare naturale il modo in cui gli esseri umani si sono evoluti e a suo parere questa preferenza sembra violare i ritmi innati dell'umanità. Non significa, però, che prediliga una diversa percezione del tempo. Fa parte della sua analisi solo e deve essere percepito nello stesso modo. Al contrario troviamo che l'orientamento policronica incoraggia un certo fluo e non - linearità.Queste culture valevano rapporto e previsioni più di quanto valuti la rigidità verso il tempo. C'è sempre più enfasi sulla rifinitura dell'agenda naturale prima piuttosto che di keepingthe programmare in modo meccanico. Ad esempio se due persone che appartengono a questo culturista all'angolo di strada dopo tanto tempo, preferirebbero catturarsi su ciò che si gocciola in altri la vita prima piuttosto che precipitarsi in un meeting di 10 o di orologio, un leggero ritardo è comprensibile. Le cuciture non verbali che sepisce nel nostro ambiente di lavoro in tali culture si riflettono nell'essere non puntuali durante gli incontri. La non puntualità non è necessariamente legata a una cultura del lavoro negativa piuttosto che si deve intendere come una certa empatia se le persone tendono a tardare. Gli incontri sono utilizzati per i rapporti di buildingrelazioni l'attenzione alla finitura dell'agenda non è tipicamente laggiù. In queste culture scopriamo che il multitasking è considerato un valore e quindi, si incoraggia la flessibilità. Nei paesi latinoamericani, nella maggior parte dei paesi africani e arabi così come in alcuni paesi e in alcuni segmenti dell'Asia meridionale, si affina un orientamento policronica verso il tempo. È seguito anche nelle sezioni della società il mondo su cui sono fondamentalmente rurali e agrarie perché si susseguono i cicli più grandi della coltura e della produzione etcetera e allo stesso tempo quelle società che seguono rigorosamente i calendari religiosi questo orientamento si trova normalmente. In quelle culture in cui una comprensione policronica del tempo è prevalente, più linee temporali più seguite. Si capisce se le persone non sono in grado di seguire le scadenze becauseche hanno preferito fare qualche altra cosa all'interno dell'ora allattata. La tendenza a considerare questo atteggiamento da una prospettiva monocronica è quella di visualizzarle come sostanzialmente caotiche o casuali. Le culture monocroniche sono anche principalmente conosciute come le culture dell'orologio perché per il tempo si misurano ed è di essenza. La puntualità che si praticava su di esse e la precisione che si preferisce in queste culture si riflette in varie routine. Per esempio, tenere il tempo per quanto riguarda il trasporto pubblico si riflette a causa di questa preferenza culturale anche. Nel contesto del mondo imprenditoriale sometimesche troviamo che troppa enfasi sulla prospettiva monocronica può contrarsi in un contesto multiculturale perché l'idea che a volte potrebbe richiedere anni per sviluppare una customerbase fedele non è compresa da tali persone. I diversi modi in cui le culture rispondono alla puntualità e ad altri apprezzamenti legati al tempo visualizzati nicemente in questo video. Immagino che tutti crediamo che il tempo sia prettamente costante, ma intorno agli atteggiamenti del mondo a questo si differenzia molto, mentre si può impostare il vostro orologio da parte dei treni svizzeri non tutte le culture infrangono il giorno in minuti e secondi altre culture puntualità è una vendita matter.A tedesca esattamente come stiamo cercando di aprire le porte in un certo numero di paesi africani schedulando a riunioni un colorante, per lui abbastanza facile. Il suo primo incontro non ha nemmeno preso a placche un colorante più tardi entro la fine del suo viaggio che era. Così, sottolineato che difficilmente poteva operarlo erroneamente che i suoi ospiti guarderebbero il tempo come ha fatto lui. In Africa come in Medio Oriente o Sud America lì lavorano in blocchi di tempo, mezza giornata forse non in pochi minuti a patto che possano ottenere ciò che hanno bisogno in quel blocco di tempo, poi esattamente quando è meno importante che siano meno efficienti o efficaci i suoi solo che funzionano al loro ritmo. Se lavori insecondi allora hai bisogno di adattarti altrimenti ti sarai sistemata per una moltitudine di resistenza da parte dei tuoi host e ti ritroverai una delusione costante. E poi ci sono delle anomalie culturali; nella società francese la puntualità assoluta non è la massima priorità, ma se arrivi in ritardo in un ristorante francese non aspettarti un caloroso benvenuto ai francesi prendere il loro cibo molto seriamente e considerare la latitanza un segno di irrispettosa per i loro sforzi culinari che hai avuto una paga migliore qualche complimento serio al waitersif vuoi tornare dentro buoni libri. Il tempo di espressione americano è il denaro può essere scattate molto letteralmente negli USA, un cassiere chattybank le cui linee che si muovano lentamente faranno sì che i clienti diventino impazienti e voiotterrà anche un avambraccio se la linea deve aspettare perché non hai riempito le tue forme in anticipo. Certe tendenze di orientamenti monocronici e policronici che abbiamo già discusso sono legate alla puntualità.Gli orientamenti monocronici prediligono la puntualità che è considerata quasi sacra. Quindi, 10 O orologio meeting significa che le discussioni devono iniziare a 10 o clock. Sulle culture poliomonoriche sono più persone centrate e per loro un orologio da 10 o orologio a 10 o persone di orologio che inizieranno ad assemblarsi lì e iniziano a salutarsi a vicenda. Nella punteggiatura di orientamento policronica viene ampiamente ignorata il ritmo della peoplee la rigida aderenza al completamento dei progetti e delle bollette di consegna, secondo il rigido calendario è talvolta trascurato. Le variazioni culturali nella percezione del tempo sono discusse anche in questo particolare.Ogni cultura ha la sua percezione del tempo ogni cultura della sua amicizia e una percezione del tempo in un separato luce. In alcuni paesi le persone dedicano la loro vita a costruire un rapporto forte con le famiglie dell'arabo. Oppure altri dedicano soprattutto la loro vita per la loro carriera come il Japanese.I hanno la fretta dice l'americano, il mio tempo è alto il disprezzamento arabo di questo sottomesso agli orari farebbe solo questa espressione se fosse imminente. Il tempo come visione lineare. Il tempo come inizio e fine, questa cultura è veloce pacata rispetto ad altre culture whenwestern che prendono una decisione del nostro business la vedranno come finale quando arriveranno attraverso un accordo di throughan e così, non devono ripensare o solo dell'accordo; vogliono doversi il più possibile nel tempo che hanno. I paesi arabi nella percezione del tempo come una visione flessibile. Essere portati a un appuntamento o controllare un lungo termine per mettersi in affari è l'accettabilità per la maggior parte dei paesi arabi; per i tempi di cultura del tempo flessibili sono meno importantidei sentimenti umani. Quando le persone sono relazioni per il montaggio dell'attenzione o il tempo di cura richiesto diventa un bene soggettive.Le riunioni non saranno affrescate o tagliate a breve per il bene di un programmazione arbitraria, il tempo isan open end communication non è regolato da un orologio. In Asia la gente vede la percezione del tempo come una visione ciclica, la cultura shin culta il concetto a un passo successivo. Quando il processo di vita termina i paesi asiatici cominceranno di nuovo alla nascita, i paesi asiatici sono più lenti e i paesi dell'Europa occidentale. Per esempio quando i cinesi prendono un appuntamento per esempio un affare di business arrivano sempre presto. Quindi, non perderanno il tuo tempo ci sono più focolari la carriera quando il popolo asiatico prende una decisione ci si consola sempre come decisore a vedere se è ancora la scelta giusta se non è un caso, si adegueranno di conseguenza.Per esempio quando l'uomo d'affari europeo vuole fare un accordo o firmare un contratto con Chinesebusinessmen, si aspettano di fare in fretta e pensa solo al futuro mentre l'uomo d'affari cinese cercherà sempre una soluzione a lungo termine e tutto per fare i recidivi. Se ha incontrato rapidamente le culture occidentali la vedrà come una perdita di tempo Le nostre preferenze culturali per quanto riguarda la nostra comprensione del tempo si riflettono non solo sul nostro rapporto con le altre persone, ma anche nel nostro rapporto con la tecnologia.Un chiaro esempio è il modo in cui i siti web globali sono progettati. Scopriamo che gli utenti monocronici sono rapidi e decisivi e di solito hanno un compito orientato e progettano i siti web in modo analogo. D'altra parte scopriamo che i policronici sottolineano il processo sui risultati e preferiscono ottenere un alto livello di comprensione sovrauna implementazione pratica. E questa differenza è facilmente visibile nel modo in cui la tecnologia isusa da diverse culture. Nel rapido cambiamento del ritmo delle nostre culture lavorative dove potremmo avere un lavoro con persone provenienti da diversi background culturali, la nostra consapevolezza di come il tempo si percepisce in modo diverso nelle diverse culture è diventata quasi un must. Le persone che lavorano a livello internazionale devono sapere quali sono le diverse definitionalità del tempo e come le persone si relazionano in modo diverso. Una parola particolarmente interessante che si usa nei paesi latinoamericani è Manana. In Medio Oriente un mondo sinonimo è Bukrache indica un atteggiamento particolare, significa che quello che non si può fare oggi si farà domani. Dunque, questo atteggiamento riposto in termini di tempo è un aspetto culturale di ricerca dei nostri valori e delle nostre relazioni con altre persone. Nelle culture monocroniche finiamo che il tempo è diviso e ulteriormente suddiviso in unità identificabili; tuttavia, nelle polizze policroniche troviamo che il tempo è una felice miscela di passato presente e futuro e questi segmentari non sono rigorosamente segregati. Quindi, dobbiamo capire se il peoplecon che lavoriamo, guardare il tempo in una moda formale e orientata al compito o fare di veder il tempo come un'opportunità per trascorrere un tempo e sviluppare relazioni interpersonali. In alcune culture scopriamo che la mancanza di puntualità è associata al nostro prestigio sociale. Itis molto comune in alcune società così come in alcune organizzazioni per rendere la subordinazione degli appuntamenti in modo da poter internalizzare il significato e l'importanzao il rango superiore del loro superiore. Potere e dignità sono spesso mostrati dal lattante in arrivo ed è usato anche come tattica in certi paesi in particolare possiamo fare riferimento alla cultura del lavoro dei paesi mediorientali. Tuttavia scopriamo che nella cultura monocronica il taglio della puntualità è sempre frodato. Un esempio molto interessante è quello di MichaelJackson, che ha fatto arrabbiare il giudice quando è arrivato in ritardo in uno dei tribunali del 2005. La punteggiatura è considerata da culture monocroniche come un valore e non è rilassata anche per le persone che sono considerate come leader sociali o culturali in diversi ambiti. È interessante notare che in alcune situazioni internazionali il nome di un paese viene inserito anche dopo che il momento dell'incontro è dato e l'inserimento del nome di un paese indica che, si deve anche capire come il particolare paese associarsi con il tempo l'inserimento del nome di un paese consenta ai partecipanti fromdiversi motivi culturali di capire se il tempo è fisso o fluido per quanto riguarda l'invito è interessato. Prendo questo esempio da Martin e Chaney, che hanno citato questo esempio di invito dove l'incontro è annunciato a 9 AM “ Malaysiantime ”. Ora il tempo della Malesia è l'indicazione che la puntualità sarebbe praticata in maniera fluida. Il tempo di lavoro e i tempi personali sono strettamente separati in culture monocroniche; tuttavia, nelle culture polioriche scopriamo che il tempo di lavoro e il tempo personale non sono strettamente separati che spesso si inseriscono tra di loro. Questi aspetti culturali percolano ulteriori organizzazioni intodiverse e si riflette nella loro cultura del lavoro. Per esempio quanto tempo viene dato durante una giornata lavorativa ai compiti dell'azienda e come si dà la muchora alla socializzazione? Nelle culture monocroniche scopriamo che la divisione è attività typically80 per cento e 20% social, d'altra parte in paesi policronici lo svela che può essere piuttosto carino. Comprendere connotazioni appropriate del tempo è quindi rilevante nelle situazioni internazionali la globalizzazione degli affari sta influenzando come il concepimento del tempo sia visionato in tutto il mondo in particolare a livello dell'individuo, a livello dell'organizzazione. Così, più che il paese scopriamo che è l'organizzazione whichis che riflette le associazioni culturali con il tempo. È interessante notare che le culture di lavoro negli uffici della stessa azienda, che si trovano in diversi paesi, possono seguire diversi schemi. Una sede centrale situata in un paese in cui le preferenze per gli atteggiamenti monocronici lavorerebbero in un'atmosfera diversa nel comparare un altro ufficio situato in un paese governato dall'atteggiamento policronica. Queste differenze ci avvisano verso il modo in cui il tempo viene percepito in diverse vele e la misura a cui siamo condizionati dai nostri parametri sociali e culturali. E allo stesso tempo la necessità di adattarci in modo empatico a diversi punti di vista per quanto riguarda le nostre associazioni con il tempo. Le differenze di atteggiamento tra individui monocronici e policronici possono essere arredati con l'aiuto di questo video. Indica anche le nostre relazioni attitudestini. Le attività commerciali e le altre attività professionali sono pianificate in tempo e le diverse comprensioni sulle nostre preferenze possono anche causare confusione. Per un tempo americano è davvero denaro e quindi, è sempre considerato prezioso; becausequesta società è fondamentalmente una società orientata al profitto e il tempo di collegamento svizzero con teirsenso di ordine di ordine e pianificazione. In certe altre culture ad esempio, nelle culture spagnole bene come nelle culture italiane e arabe, scopriamo che le considerazioni del tempo sono di solito sottoposte a sentimenti umani. La comprensione dei francesi, per quanto riguarda la puntualità, è anche più vicina ad un atteggiamento policronica. La nostra comprensione del tempo ci aiuta ad organizzare la nostra comunicazione nonverbale in modo migliore e a modulare il dialogo e le conversazioni in modo tale che anche le altre persone possano empativiverlo. Grazie.