Loading

Alison's New App is now available on iOS and Android! Download Now

Study Reminders
Support
Text Version

Set your study reminders

We will email you at these times to remind you to study.
  • Monday

    -

    7am

    +

    Tuesday

    -

    7am

    +

    Wednesday

    -

    7am

    +

    Thursday

    -

    7am

    +

    Friday

    -

    7am

    +

    Saturday

    -

    7am

    +

    Sunday

    -

    7am

    +

Ruolo di Occhio Contatto

Benvenuti care partecipanti al quinto modulo della prima settimana. Nel precedente modulo avevamo introdotto Oculesics o la lingua degli occhi. Avevamo guardato diversi tipi di gazes. In questo modulo analizzeremmo il ruolo del contatto visivo in diverse situazioni interpersonali, ad esempio, in aula così come durante altre situazioni professionali come fare una presentazione e affrontare interviste etcetera. Durante qualsiasi interazione è importante tenere gli occhi dell'altra persona a cui si sta parlando.
Infatti il contatto visivo è parte integrante dell'interazione umana, in un modo si è scoperto che è hardwired nel nostro sistema. Se siamo in grado di trattenere lo sguardo di una persona durante la nostra interazione, scopriamo che ne consegue una migliore conservazione del contenuto. Allo stesso tempo siamo in grado di spiegare le nostre idee in modo migliore e ottenere un riscontro immediato anche. Se si è in grado di spostare automaticamente l'attenzione nella direzione dello sguardo di un'altra persona, si ottiene anche in entrambe le persone che guardano la stessa cosa e frequentano la stessa cosa.
Vedremo come durante uno due un dialogo così come in una piccola presentazioni di gruppo questa sia l'abilità è utile. Questo fenomeno di attenzione congiunta facilita lo sviluppo della lingua così come la cognizione sociale particolarmente nei bambini piccoli.
Nel precedente modulo avevamo fatto riferimento alla programmazione linguistica Neuro. Il teorico lavorava nell'area di NLP suggerisce che i movimenti oculari naturali che accompagnano i processi di pensiero non sono mai casuali. Piuttosto questi movimenti oculari sono correlati con il contenuto a cui stiamo pensando così come lo schema più ampio di questi pensieri. Il livello di contatto oculare così come in alcune situazioni e la mancanza assoluta di contatto visivo riflettono le persone psichiatriche o neurologiche.
In varie riviste mediche questo aspetto è stato commentato e successivamente le rilevazioni le hanno corroborate anche in situazioni professionali. I ricercatori medici hanno scoperto che tra le persone depresse o ansiose o psicotiche, c'è una difficoltà a mantenere un contatto visivo buono e frequente.
Analogamente, le persone che hanno disturbi del deficit di attenzione o iperattività sono frequentemente osservate per scansare rapidamente l'ambiente in uno sguardo unico. Nelle relazioni terapeutiche un buon contatto visivo è associato ad un migliore e più riuscito riconoscimento delle distese psicologiche nei pazienti. Possiamo anche dire che queste tendenze si riflettono nella nostra aula anche quando coinvolgiamo una classe così come in altre impostazioni interpersonali professionali. Questi risultati sono ugualmente ben presenti nelle situazioni di aula.
Tutti noi sappiamo sulla base della nostra esperienza che come insegnanti potremmo guardare ovunque in aula in qualsiasi momento, ma gli studenti tendono ad imparare di più da quegli insegnanti che secondo loro cercano di mantenere un contatto visivo con loro. E si annoiano automaticamente con quelle persone che si riferiscono alle loro note continuamente o semplicemente scrivendo sulla lavagna senza mantenere un contatto visivo.
Manusov e Patterson si sono riflessi sul comportamento degli occhi potenzialmente importante per gli insegnanti che hanno termato come "sguardo insegnante" e spesso lo usiamo per gestire il comportamento della classe degli studenti. Allo stesso tempo, scopriamo che possiamo evitare inutili attribuzioni ostili con gli alunni senza ruggine considerando la vicinanza così come un breve contatto visivo con loro. Tuttavia, allo stesso tempo è importante evitare che un contatto visivo inutilmente esteso con una persona particolare come troppo tempo è lì può generare una percezione di ostilità o minaccia o allo stesso tempo può rendere la persona inutilmente
difensivo.
Il contatto visivo è altrettanto importante durante le discussioni del panel anche. Nelle discussioni del panel così come in un'altra discussione pubblica scopriamo che la disposizione fisica dei posti a sedere è molto meticolosamente progettata. Dovrebbe essere progettato in modo tale che tutti questi altoparlanti siano in grado di guardare reciprocamente un contatto visivo positivo con ogni altro partecipante al pannello così come hanno un contatto visivo senza ostacoli anche con il pubblico.
Qui nel quadro dato possiamo sentire che il panelist è seduto in un semicerchio davanti al pubblico e poi allo stesso tempo ci sono dei veri e propri tenti di carta davanti ad ogni altoparlante e l'illuminazione è anche adeguatamente brillante. Rispetto a questi accordi di seduta in cui viene incoraggiato un contatto visivo positivo, possiamo anche osservare alcune altre immagini in cui il contatto visivo non è del tutto possibile.
In questa immagine scopriamo che la decor o la mise-en-scena è molto ben fatta c'è una bella ambientazione sul palco ci sono sedie confortanti, ci sono tavoli bassi così, che la vista con il pubblico non è ostacolata. Ma le sedie sono state messe in linea retta così, che gli altoparlanti non sono in grado di avere alcun contatto visivo tra di loro mentre partecipano.
Il livello di partecipazione così come l'entusiasmo degli oratori sarebbero automaticamente influenzati negativamente in questa situazione. Queste due diverse modalità di seduta veicolano automaticamente il significato del contatto visivo in questi tipi di situazioni.
Il contatto visivo è altrettanto importante in tutte le situazioni di intervista. Infatti si può dire che un contatto visivo diretto e positivo spesso può fare la differenza tra una selezione o un rifiuto. Gli occhi indicano il livello di nostro interesse; indicano anche il livello della nostra fiducia oltre che il livello di preparazione professionale durante la nostra interazione.
Un contatto visivo positivo suggerisce l'interesse oltre che la preparazione da parte del candidato oltre che suggerisce anche che la persona è attenta ai datori di lavoro, tempo ed energia ed è pienamente disposta ad apprezzarlo e questo si riflette non solo con l'aiuto delle risposte, ma anche con l'aiuto degli occhi che veicolano la fiducia.
Quindi, se un candidato durante un'intervista guarda giù le scarpe o il focus è sul tavolo, allora questi tipi di direzioni di sguardo veicolano una mancanza di fiducia meno preparata oltre che un nervosismo sulla sua parte. Allo stesso tempo rendere il contatto visivo in modo positivo e fiducioso invia il messaggio che il candidato è completamente preparato.
Durante le interviste a volte i candidati diventano confusi come a casa devono mantenere il contatto visivo.
Se vengono intervistati da un gruppo di persone allora dovrebbero concentrarsi solo sulla persona che si pone la domanda o dovrebbero guardare la squadra completa. Suggerirei che uno si concentri automaticamente di più sulla persona che ha posto la domanda, ma mentre stanno rispondendo dovrebbero anche mantenere un contatto visivo uguale anche con il resto dei membri del team.
Un contatto visivo positivo durante le interviste mostra onestà così come gli interessi e le intenzioni del candidato. Mentre è bene e consigliabile fare un contatto visivo positivo bisogna anche fare attenzione a non introdurre un cambiamento improvviso in una volta a contatto visivo. Ad esempio, si è rivolto alla scheda del colloquio con un contatto visivo positivo, ma improvvisamente in risposta a una determinata domanda si inizia a lampeggiare o si inizia ad evitare lo sguardo, poi invierebbe immediatamente messaggi negativi. Se non di tutta la candidatura allora sicuramente di quel particolare punto in cui lei aveva iniziato a lampeggiare o evitare lo sguardo.
Alcune persone hanno una particolare scintilla nei loro occhi; gli occhi brillano e spesso scopriamo che la brillantezza o una scintilla è associata al livello di preparazione. Se un candidato è pienamente preparato ed è fiducioso che la risposta che sta fornendo sia corretta allora automaticamente ci sarebbe da brillare e fiducia negli occhi. Questo brillamento e una scintilla permettono all'intervistatore di pensare che quello di cui si sta parlando sia in realtà un aspetto in cui si è interessati e allo stesso tempo si rivelano e informazioni di cui si è orgogliosi.
È importante che quando si sta dando informazioni sulle vostre realizzazioni, sulla vostra esperienza passata o sulla vostra eccellenza accademica allora si deve dare un certo livello di fiducia e di spartio negli occhi. Questo sparso ispira il datore di lavoro che potrebbe pensare che qui sia un candidato decisamente interessato alla posizione.
Il contatto visivo è spesso legato al tema della fiducia perché come società ci è stato insegnato fin dall'infanzia che qualcuno che guarda lontano durante la conversazione, mentre risponde a una domanda non è una persona di cui possiamo fidarci facilmente. E quindi, nei contatti che abbiamo già deciso per questo dialogo di linguaggio del corpo durante questo corso, il contatto visivo è sicuramente legato alla questione di fiducia. È legato anche con buone maniere e simpatizza in alcuni paesi per esempio, in Giappone, nelle set-up tradizionali le persone sono ancora incoraggiate ad evitare un contatto visivo diretto che a volte può essere inteso come ruvido.
In confronto a quello negli USA troviamo che si preferisce sempre una direttenza dello sguardo. Mentre è bene essere consapevoli delle differenze culturali che esistono e uno dovrebbe essere sensibile a loro. È anche importante che una direttitudine dello sguardo sia qualcosa di sempre più considerato come un esibizione una volta livello di fiducia e di apertura. Durante la nostra conversazione è importante mantenere costantemente un contatto visivo diretto. A volte può essere possibile che per pensare a qualcosa o per organizzare le nostre idee guardiamo lontano come in mostra di un pensiero inversa per un paio di secondi e questo è perfettamente tutto giusto.
Quindi, questo fa parte del contatto visivo diretto e non si deve pensare che anche mentre si guarda lontano per un paio di secondi al fine di riorganizzare le proprie idee, è qualcosa di negativo. Durante una presentazione così come durante uno ad una conversazione è importante catturare gli occhi della persona con cui si sta parlando.
Per controllare lo sguardo di una persona si interagisce con a volte una penna o un puntatore può essere utilizzato durante la presentazione. Mentre si parla con una persona e si scopre che l'altra persona guarda qualche altro luogo che indica che lui o lei potrebbe non essere molto interessato a quello che si sta dicendo o è impegnato nei propri pensieri.
Poi a volte funziona come una buona strategia si può usare una penna o un puntatore un puntatore a portare gradualmente questo davanti agli occhi di quella persona, gradualmente troverete che gli occhi di quella persona sono concentrati su questa penna e gradualmente questa penna può essere portata al punto che volete illustrare.
Quindi, troverete che gradualmente catturando gli occhi dell'altra persona, vi troverete in una posizione per far vedere l'altra persona al punto che volete evidenziare. Questo è importante non solo durante questi tipi di presentazioni in cui si sta visualizzando qualcosa su qualche tipo di scheda o schermo, ma è altrettanto importante quando si sta visualizzando qualcosa su un pezzo di carta a qualcuno.
La stessa strategia funziona durante questo tipo di dialoghi anche questa particolare immagine che ho tratto da LNPs lo illustra molto in modo significativo. Come potete vedere nella 1a immagine l'altoparlante cerca di far sì che lo sguardo venga spostato verso la punta della penna e poi nella 2a immagine la persona ha gradualmente portato la penna al punto nel libro o nel notebook dove la persona deve concentrarsi.
Quindi, controllare gli occhi durante il dialogo controlla anche i modelli di pensiero dell'altra persona. Durante altre situazioni di discorso pubblico così come durante qualsiasi interazione sociale dove uno si trova in una posizione formale presentando qualcosa.
Mantenere un contatto visivo è molto importante spesso dobbiamo fare presentazioni durante le conferenze e potremmo essere interpellati a diverse domande. Pur rispondendo a queste domande è importante avere un contatto visivo positivo per costruire la fiducia e impegnare l'attenzione del pubblico. In queste situazioni si consiglia di impegnare tutto il corpo aperto tutto il corpo verso il pubblico girare in modo tale verso il pubblico che la persona sente che si sta effettivamente girando per guardare la persona ascoltare la domanda, che viene chiesta e poi rispondendo a questo.
Questi suggerimenti aiutano una persona a pensare che lei sia sinceramente interessata alla domanda che è stata posta. Nel particolare video troverete che questi aspetti di aprire il corpo di uno così come mantenere il contatto visivo è fatto molto bene.
Lui è rinomato al mondo per far sentire la gente anche quando parla con loro giù una linea mentre scuote la mano. Lui li fa sentire come se fossero l'unica persona nella stanza come c'è una persona a cui tiene di più e la gente si mette sempre in discussione, quello che è che crea questo effetto; la mia ipotesi la mia tesi se si è che il suo contatto visivo.
Penso che governatore di un piccolo stato per 12 anni, vi dirò come mi ha colpito ogni anno congresso e il presidente ha firmato leggi che fanno un trucco. Quindi, la prima cosa che noterà e in tutto questo è che probabilmente dal 90 al 95% del tempo che legge Clinton parla, guarda direttamente a questa donna. Intrattiene il contatto visivo con lei.
Un sacco di persone faticano a farlo; quando stanno ascoltando non hanno problemi a guardare qualcuno negli occhi, ma quando arriva il momento di parlare si mettono molto a disagio, non riescono a pensare direttamente a quella delle cose che Bill Clinton fa molto bene è quando rompe gli occhi non è una cosa improvvisa.
Infatti, mentre si allontana da questa donna, si firma con il suo corpo prima che stia per andarsene spostando il suo peso continua a parlare per qualche secondo e solo poi si guarda lontano. Così, quel modo in cui il contatto visivo non è immediatamente rotto c'è un senso che sta per avvolgere, quello che dice e il suo quasi come dire addio. Così, lei sa che la sua finita. Quindi, proprio come.
Così, la maggior parte delle persone lavora di più per meno soldi di quanto non facessimo 10 anni fa, è perché siamo nell'impugnatura di una teoria economica fallace e questa decisione che state per prendere meglio è su che tipo di teoria economica volete non solo la gente che dice che voglio andare a sistemarlo, ma che cosa stiamo per fare, ma credo che dobbiamo fare da investire in America Così, inizia a spostare il suo corpo proprio qui potete vedere che sta per allontanarsi.
Dal lavoro l'educazione americana controlla i costi sanitari americani e porta di nuovo insieme il popolo americano.
Abbiamo parlato del significato del contatto visivo buono e positivo, ma di una troppa enfasi sul contatto visivo durante il contatto iniziale etcetera.
A volte può creare un livello di disagio nel comunicatore e si può sentire piuttosto apprensivo di questa pressione di mantenere un contatto visivo buono e positivo e aperto, mentre si fa una presentazione mentre partecipa ad un colloquio di discussione di gruppo o a sessioni di brainstorming etcetera.
E quindi, questa pressione in qualche modo ci farebbe sfidarci e quindi, si è notato che sono persone acutamente consapevoli del fatto che devono mantenere un contatto visivo ed è ancora lì incapace di farlo, si traduce anche in posture di corpo negative.
Allora, quali strategie possiamo adottare per evitare distinzione?
Per evitare queste situazioni a volte le persone cercano di rimorchiarsi un oggetto casuale per esempio, un peso di carta che è sdraiato sul tavolo e poi continuano a guardarlo.
Anzi, potrebbero finire a parlare con un peso cartaco invece di parlare con l'intervistatore.
Tuttavia, se un contatto visivo negativo è, ma troppo un contatto visivo è altrettanto cattivo se non peggio. Se qualcuno lo svela profondamente negli occhi degli intervistatori, l'intera intervista potrebbe finire con un minimale lampeggiante e creare un'impressione molto resistente sull'altro
persona.
Per evitare queste due situazioni di estremo dovremmo cercare di pianificare e preparare per un medium felice. Vorrei citare un trucco che ho trovato molto efficace è stato menzionato per la prima volta da dale Carnegie e il trucco è molto semplice; questo significa che bisogna guardare gli occhi degli intervistatori abbastanza a lungo per registrare il colore degli occhi degli intervistatori. Per qualunque motivo questa frazione di secondi di contatto con gli occhi permette a una persona di pensare di non essere esitante nel fare un contatto visivo positivo e spesso aiuta quelle persone che si sentono in imbarazzo a mantenere un contatto oculato corretto.
Mantenere un contatto visivo durante le presentazioni può essere piuttosto insidioso in particolare se le dimensioni del pubblico sono piuttosto grandi; ovviamente non possiamo considerare tutti quindi, certe strategie possono essere utilizzate. Una strategia particolare è guardare il top di testa in prima fila di persone che sono sedute in sala.
Per esempio, si può guardare la prima fila, ma invece di guardarsi negli occhi, si può provare a guardare un paio di centoni più alti della testa per esempio o la compagnia aerea e poi le persone che sono sedute sulla rosa tornano automaticamente a pensare che si stia cercando di guardarli come anche le persone di prima fila. Un altro trucco è pensare al pubblico come seduto in una formazione Z. Con l'aiuto degli occhi che cercate di sguardo alle persone che fanno una Z e punti diversi di questa Z vi permetterebbe di mantenere un contatto visivo positivo con diverse sezioni del popolo.
Pur facendo la Z con gli occhi, è anche importante guardare da vicino certe sezioni del pubblico una volta e due volte variando lo sguardo a seconda dell'idoneità del contenuto. Mentre facciamo un contatto visivo pieno un contatto visivo positivo, è anche importante imparare che anche il contatto faccia a faccia deve essere accompagnato. Come vedremo più avanti nelle nostre discussioni di linguaggio del corpo, tutto il contatto viso che in corporati i sorrisi oltre che noci a seconda del contenuto incorpora anche una sensazione di positività tra il pubblico in particolare durante le sessioni di interazione.
Allo stesso tempo se si è in piedi sulla piega sinistra, poi bisogna anche sbustare un punto o una persona reale o immaginaria in ogni angolo del gruppo e poi mantenendo diversi tipi di contatti d'occhio troverete che si possa creare questa impressione tra il pubblico che si sta guardando un numero maggiore di essi. E anche se non siamo in grado di mantenere un contatto visivo diretto con un pubblico numeroso, è assolutamente indispensabile trasmettere questa impressione che abbiamo questo desiderio di mantenere questo contatto visivo e di fatto stiamo mantenendo questo contatto visivo nella situazione data.
Un contatto visivo inadeguato determina situazioni molto scomode. Infatti il significato del contatto visivo è stato adattato in vari show televisivi per creare certi momenti esilaranti. Alcuni di loro potrebbero conoscere le famose amiche della sitcom americana, andata in onda tra il 1994 e il 2004 per 10 stagioni sulla tv della NBC. Questa è una storia che si basa su sei amici e in questo particolare clipping si possono osservare alcuni momenti esilaranti quando diversi amici cercano di incorporare un contatto visivo a volte troppo occhi e a volte pochissimo contatto visivo.
Ci sono tre primarie che riguardano la portata dei sedimenti ciascuna di queste teorie può essere ulteriormente suddivisa in.
Le sue scuse di volto che conosci lo guardano negli occhi, so che potrei arrivare.
Non lo so.
Te lo dico, posso farlo.
Si può fare.
Ehi, ascoltiamo ragazzi che ci sentiamo davvero terribili. (l'occhio contatta non guardarlo non lo guarda.
Avanti ragazzi vogliamo che tu sappia che siamo molto dispiaciuta.
Mentre nelle situazioni interattive un contatto visivo positivo è importante, ci aiuta anche a capire quale tipo di glanze e gazes significano per noi. Analizziamo la glance di fianco e quali sono i diversi messaggi che potrebbe comunicare. Può comunicare un senso di ostilità, incertezza o sospetto e allo stesso tempo può anche dare un suggerimento di essere interessato all'altra persona. Per capire qual è esattamente l'emozione che si sta veicolando, dobbiamo cercare di accompagnare il comportamento kinesico.
Se si tratta dell'emozione dell'ostilità e del sospetto che si sta tramutando, troverete che la testa si spegnerebbe, le sopracciglia sarebbero volute, le linee apparirebbero sulla fronte, la bocca si batterà e si farà critica. Allo stesso tempo qualcuno è interessato, poi il collo forse esposto, la testa può essere inclinata le sopracciglia possono essere alzate ci può essere un piccolo sorriso e spesso si scoprirebbe che questo è inteso come un segnale di corteggiamento anche.
Quindi, troverete che per comprendere la glance e il suo significato è imperativo per noi guardare anche le interpretazioni dei segnali del corpo di accompagnamento. Come abbiamo discusso in precedenza un particolare segnale non verbale isolato è come una parola isolata che può avere significati diversi. Il suo solo quando guardiamo al cluster di movimenti kinesici che siamo in grado di aggiustare il significato inserendolo in una frase.
Allo stesso modo, troverete che anche la lampeggiante estesa si verifica in modo inconscio.
Può verificarsi quando una persona è incastonata nel proprio pensiero e vuole tagliarsi fuori da tutta la situazione o dall'altra vuole in un modo bloccare gli altri dalla vista e dalle cognise stesse.
L'esteso lampeggiante suggerisce che il cervello non vuole tollerare di trattare con l'altra persona che sta parlando o la persona non è interessata al contenuto a tutti la trova estremamente dolorosa. Quindi, troverete che gli occhi chiuderebbero automaticamente per due o tre secondi sono ancora più lunghi e questa vista rimane chiusa come una persona vuole rimuovervi momentaneamente dalla sua mente possiamo capire che è uno sguardo negativo. Guardiamo ad alcuni altri esempi di occhi scuri, occhi di stammeria o anche lo sguardo evitante.
Gli occhi azzurro suggeriscono lo sguardo in cui una persona entra nella stanza e improvvisamente vuole verificare ciò che accade nella stanza in uno sguardo unico. A volte troverete che io suggerirei autorità una persona in autorità è entrata nella stanza e vuole scoprire cosa stanno facendo tutti o allo stesso tempo in situazioni di estremo nervosismo, quando il cervello cerca di cercare una possibile via di fuga. In queste situazioni se viene suggerito e autenticato dal resto dei segnali cinesici, allora rivela l'insicurezza di un
persona.
Gli occhi oscuri sono associati anche al comportamento di linea delle persone però le ricerche ci dicono che i bugiardi praticati hanno imparato a tenere lo sguardo per un periodo più lungo. Quindi, trattenere lo sguardo per un periodo inutilmente più lungo oltre ad occhi oscuri entrambi suggeriscono che la persona stia mentendo. Allo stesso tempo gli occhi di stampezza suggeriscono un'azione di tenere gli occhi chiusi per periodi prolungati di tempo; questo significa, che non vogliamo parlare di cosa esattamente nella nostra mente.
E tutti insieme lo sguardo all'elusione è normalmente associato alle emozioni negative, una persona può essere nervosa può sentirsi il downcast vuole evitare l'altra persona, vuole mostrare la rabbia etcetera o la superiorità. Tuttavia, troverete che a volte lo sguardo evitante può anche essere associato all'intenzione di arrivare come persona più subordinata o a volte può essere in scusa per ridurre l'ansia e l'intensità in modo da disinnestare una situazione.
Quindi, abbiamo esaminato diversi tipi di contatti oculari dove come un contatto visivo positivo è molto importante per noi. Un contatto visivo negativo o spostato passa anche sulle associazioni negative per noi. Tuttavia, ritirerei questo fatto che per far emergere la vera interpretazione del comportamento oculefisico. È importante autenticarlo osservando anche altri segnali associati.
Un aspetto molto interessante ti suggeriamo come gli occhi siano collegati con altri manici dal linguaggio del corpo e come ci aiutano a raggiungere una conclusione particolare.
Qui vorrei anche sottolineare che c'è una variazione tra la velocità del discorso e la velocità di comprensione. Normalmente abbiamo la capacità di ascoltare da qualche parte circa 650 a 700 parole al minuto e parlo di persona istruita e mediamente istruita. Tuttavia, il tasso di un discorso è relativamente lento normalmente non possiamo parlare per più di 150 parole al minuto. Parliamo più parole di questo allora il discorso diventerebbe troppo veloce e il pubblico non sarebbe in grado di comprimere correttamente.
Pertanto, scopriamo che gli ascoltatori medi hanno tre quarti del tempo di ascolto e lo usano automaticamente per valutare il contenuto di ciò che viene impostato; puntare sui segnali cinesici, guardare gli occhi, accettare rifiutarsi o contestare ciò che viene impostato. E spesso si troverebbe che gli studenti impazienti così come i partecipanti impazienti in qualsiasi dialogo professionale, possono di un interrompere l'altoparlante per porre le domande e questo si fa normalmente per andare a prendere gli accompagnamento non verbali del discorso.
Se il ascoltatore guarda lontano dall'altoparlante durante il discorso o la presentazione, suggerisce che il ascoltatore non sia necessariamente d'accordo con il contenuto o abbia certe riserve al riguardo. Guardare l'altoparlante durante il talk suggerisce interesse e accordo anche. Se uno speaker guarda il pubblico suggerisce fiducia con il contenuto oltre che un'apertura per condividere il contenuto con il pubblico.
Tuttavia, se l'altoparlante guarda lontano dal pubblico, suggerisce che o la persona non ha fiducia nel contenuto o vuole evitare ulteriori interrogatori o allo stesso tempo potrebbe provare a nascondere una certa sensazione. In certi scenari particolarmente nelle situazioni professionali è importante anche uno status. Le persone di stato superiore sembrano relativamente meno mentre devono ascoltare quello che dicono gli altri e guardano i loro subordinati di più mentre li parlano o passano su determinate istruzioni a loro. Quindi, il clustering con altri segnali non verbali è importante come abbiamo già visto nel video precedente.
Avevamo fatto riferimento alla programmazione linguistica neuro nel nostro precedente modulo. È stato iniziato dal Dottor Richard Bandler e dal Dottor John Grinder e possiamo vedere che è come imparare la lingua della nostra mente. Hanno autenticato con l'aiuto della loro ricerca che il movimento casuale degli occhi indica i processi di fondo che percorrono la mente dell'altoparlante e poi questo si riflette attraverso la direzione dello sguardo. Nel nostro precedente modulo ne abbiamo discusso in dettaglio e se si guarda da vicino a questo diagramma troverete che si tratta di ulteriori informazioni al riguardo.
Questo diagramma ripropone anche le risultate di NLP che ci aiutano e ci viene detto quali possono essere le indicazioni, se la persona sta guardando una determinata direzione. Troverete che le indicazioni di sinistra e di destra sono indicative di diversi tipi di pensiero
procedure.
Anche se la NLP come scienza è stata stabilita relativamente recentemente, scopriamo che le prime indicazioni di NLP si trovano in William James treatise Principles of Psychology pubblicato nel 1890. Uno studente di letteratura in generale conosce bene questo lavoro perché è questo lavoro che per la prima volta aveva parlato anche del flusso di frase di
coscienza.
William James aveva originariamente documentato l'associazione dei movimenti oculari con i processi di pensiero e aveva descritto in principi di psicologia che si limitano a pensare a un'immagine visiva causata se oscillando gioco di pressioni, convergenze, divergenze e sistemazioni in palline oculari. Tuttavia, questa idea era rimasta dormiente fino al 1970s.
Il video che giocheremo in questo momento racchiude gli accertamenti di base di NLP per quanto riguarda il contatto visivo.
Teniamo diversi pezzi di informazioni in diverse parti del nostro cervello e di solito quando pensiamo a un particolare tipo di informazione i nostri occhi andranno in una direzione particolare. Chiedici alla maggior parte delle persone di un ricordo che possono ricordare visivamente nel loro cervello e potrebbe essere un ricordo d'infanzia, quando suonavano nella parte di amici guarderanno in alto e a sinistra come ricordano quella memoria. Ma se si chiede alle persone di cose lineari come le statistiche dei dati gli chiedono di aggiungere numeri che spesso guarderanno in alto e a destra.
Le persone quando sono arrabbiate emotivamente il canale di sensazione è in calo qui e a destra mentre, spesso vediamo persone quando si parla con se stessi, guarderanno in basso e a sinistra mentre formulano una risposta a qualcosa. C'è anche orizzontale che è il tuo canale audio. Se sei a casa tardi alla notte 3 O orologio al mattino e senti un rumore fuori.
Se sono i gatti a giocare in giro con i bidoni o qualcosa che conosci il suono di te sono abbastanza spesso guardare il lato a sinistra perché questo è il tuo sito di richiamo il suo un suono che capisci allora sai; però, se il suo un suono non capisci e non sai di guardare a destra e di provare e a lavorare su cosa.
Così, con questo concludiamo la nostra discussione di oculefisica; tuttavia, più tardi, quando analizzeremo il clustering di diversi tipi di segnali cinesici, ci riferiremmo ancora una volta ad alcune gazze.
Grazie.